Quotidiano online. Autorizzazione del Tribunale di Milano n. 249 del 21/11/2019

sabato 27 novembre 2021

“Il Bellissimo Mondo”, Festival culturale: un mese di appuntamenti a Roma



Prende il via dal 27 novembre al 28 dicembreIl Bellissimo Mondo”, rassegna dedicata alla musica e al teatro, con concerti, spettacoli e performance, ideata e realizzata dall’ “Associazione Culturale Sperimentiamo Arte Musica Teatro” con la direzione artistica dello scrittore Massimo Simonini. Il progetto è realizzato con il contributo della Regione Lazio.

Un mese di programmazione con otto appuntamenti esclusivi, ad ingresso libero,  in scena in diverse location della Capitale, dedicati all’espressione artistica a 360 gradi. Un vero e proprio festival culturale per un pubblico estremamente variegato, per tutti i gusti.

 Il Bellissimo Mondo è il messaggio col quale la rassegna si rivolge al pubblico: andare a teatro deve essere l’occasione per sentirsi parte di qualcosa, per conoscere mondi nuovi, per innamorarsi ancora della terra sulla quale viviamo. Oltre quaranta artisti, eccellenze nell’ambito della musica, del teatro e delle arti figurative, per otto giorni di altissima qualità ricchi di svago, cultura e coesione sociale.

Il Festival racconta la bellezza e la diversità del mondo vicino e lontano, passato e presente, attraverso eventi molto eterogenei che attingono alla cultura italiana e a quella greca (A riveder le stelle e Antigone), che raggiungono le tradizioni popolari nord europee (Le dodici notti), orientali (Taiko No Koe - La voce del tamburo) e latine (Omeroi project), che parlano di ecosostenibilità (Il bellissimo mondo) e che rendono i partecipanti protagonisti di una esperienza artistica completa e coinvolgente (Open Arts e Open Book).

GLI  EVENTI DEL FESTIVAL

Apre la rassegna sabato 27 novembre (dalle ore 15 alle 18) OPEN BOOK, evento in cui si dà spazio alla letteratura e agli scrittori emergenti. Guidati dall’autore Massimo Simonini, Direttore artistico della rassegna, nella Stanza della Luna si alternano presentazioni letterarie che raccontano di un mondo del passato e del presente, vicino e lontano, pieno di bellezza ma anche di incongruenze. L’evento è a numero chiuso e si consiglia la prenotazione.

Giovedì 2 dicembre (ore 20:30) al Teatro Mongiovino è la volta di TAIKO NO KOE – LA VOCE DEL TAMBURO: l’energia del tamburo giapponese (Taiko) liberata dal lavoro di tre percussioniste di fama internazionale. Eleganza e potenza dei movimenti e precisione nell’esecuzione con spazi dedicati a piccole e “giocose” improvvisazioni. L’energia parte, trapassa e ritorna in un circuito continuo; perché la pelle del tamburo è uno specchio che riflette ciò che si fa, quindi se si suona con il cuore si trasmettono e si ricevono emozioni, facendo vibrare l’anima di chi ascolta.

Sabato 4 dicembre (ore 20:30) presso il Piccolo Teatro San Vigilio va in scena ANTIGONE: nella Grecia classica andare a teatro era un appuntamento fondamentale per la crescita di ogni buon cittadino. Per questo l’Antigone di Sofocle è forse una delle tragedie greche più attuali e moderne. La legge dello Stato a confronto con la legge morale dell’uomo e del suo istinto. L’amore per i propri cari e il bisogno di una legge morale etica che guidi le decisioni di chi governa. La regia di Margherita Patti e un gruppo di grandi attori danno vita ad un momento culturale molto alto, smuovendo gli animi e creando umanità.

A seguire domenica 5 dicembre (ore 16) appuntamento con Le Dodici Notti - Racconti, canti e suoni dell’Inverno, del Natale e dell’Epifania. Per questo spettacolo adatto a bimbe, bimbi e adulti, ci si immerge nel repertorio orale di diverse tradizioni: dall'Italia al Nord Europa. Si raccontano storie d’inverno che profumano di zenzero e cannella e crepitano come la fiamma nel camino. Sono racconti che parlano del solstizio, del gelo, della neve, del riposo della Terra. Leggende che narrano di doni e apparizioni, di vecchie ricurve e nodose e splendide Signore dell’Inverno. Canti e musiche benauguranti accompagneranno in questo viaggio e intervalleranno le storie narrate. La piva emiliana, il violino, l'ocarina e tintinnanti campane suoneranno dal vivo mentre un ''teatrino a manovella'' evocherà le figure emblematiche dei racconti, alla maniera dei cantastorie tradizionali.

Spazio all’arte, sabato 11 dicembre (dalle 10 alle 18), con OPEN ARTS: una giornata dedicata alla musica e alle arti figurative, nella quale il pubblico è reale protagonista. Nella splendida cornice del Cortile delle Arti, l’evento si figura come una vera e propria festa delle arti con la partecipazione di professionisti, pittori, attori, musicisti che si alterneranno attraverso una sorta di jam session aperta al pubblico. Adulti e bambini potranno provare strumenti musicali, suonare e dipingere, partecipare a laboratori creativi e teatrali. Un momento nel quale le arti si “aprono” e si lasciano toccare.

Sabato 12 dicembre (ore 16) si aprono le porte de IL BELLISSIMO MONDO, evento che prende il titolo dall’omonimo festival, che trasformerà il Cortile delle Arti in una vera e propria passerella di eleganza e moda all’insegna dell’ecosostenibilità. Attraverso la scoperta di Darling Grace, marchio di eccellenza che ha fatto del rispetto della natura la sua mission, il pubblico approfondirà il concetto di benessere e della riscoperta dei così detti “ritmi lenti”. Perché la rassegna possa raccontare Il Bellissimo Mondo non solo attraverso la cultura artistica, ma anche attraverso la cultura della Natura, alla quale Darling Grace ha dato voce nel mondo della moda.

Dante torna ad essere protagonista, giovedì 16 dicembre (ore 20:30) con  A RIVEDER LE STELLE: una serata all’insegna della poesia e della musica che ha come centro di tutto l’Uomo. La Divina Commedia si fonde con la modernità della nostra cultura. Le parole di Dante verranno fatte rivivere da due attrici, mentre Caronte sarà qui rappresentato dalla musica, con la presenza di interpreti dal vivo che traghetteranno la narrazione attraverso dolci note. Inferno, Purgatorio e Paradiso: una metafora del tempo che stiamo vivendo. Testo e regia di Mariagabriella Chinè.

Chiude la rassegna, martedì 28 dicembre (ore 17), OMEROI PROJECT. Omeroi è un originale quartetto nato dal progetto orchestrale di una importante ONLUS che si occupa di problematiche visive: VEYES. Tutti i componenti sono non vedenti o ipovedenti. Un'avventura tutta da ascoltare che si affaccia nel repertorio e nello stile classico, con escursioni nelle tradizioni popolari, nonché in ambito jazzistico e cantautorale. I brani comprendono celebri successi di autori quali Ennio Morricone, Astor Piazzolla, Joaquim Rodrigo, Vinicius De Moraes, Herbie Hancock, Andrea Parodi (Tazenda) e Mercedes Sosa. L’evento viene proposto nella formula “Concerto al buio”: la splendida sala concerti Cardinal Guarino sarà illuminata da luci di candela, creando un’atmosfera eterea e poetica.






venerdì 26 novembre 2021

“Elisabetta I, le donne e il potere” con Maddalena Rizzi


 

“Elisabetta I, le donne e il potere” Maddalena Rizzi sul palco venerdì 3 dicembre 2021 ore 20.45 al Cinema Teatro Eduardo di Opera (MI)
Il potere, che vive dell’immaginario maschile, agito da una donna che ha saputo governare il proprio regno per oltre quarant’anni

«Come può chiamarsi sovrano colui che deve sempre piacere al suo popolo? Solo chi può fare quello che vuole senza dover sottostare all’opinione altrui è veramente un re», così la bravissima Maddalena Rizzi presenta “Elisabetta I, le donne e il potere” commedia in scena venerdì 3 dicembre 2021 alle ore 20.45 al Cinema Teatro Eduardo della Città Metropolitana di Milano, nel comune di Opera.

ELEGANZISSIMA con Drusilla Foer al Teatro Manzoni


TEATRO MANZONI MILANO

2 e 3 dicembre 2021

ore 20,45

Best Sound

presenta

ELEGANZISSIMA

il recital

di e con Drusilla Foer

e con

Loris di Leo - pianoforte

Nico Gori - clarinetto e sax

Direzione Artistica Franco Godi

Distribuzione SAVA’

AMARCORD: risentiamo le interviste a Roberto Bartoletti e Pino Delle Chiaie per Don Bosco il Musical

 

Don Bosco il Musical. Lo spettacolo, con il testo e regia di Piero Castellacci e le musiche di Alessandro Aliscioni e Achille Oliva, e gli arrangiamenti di Adriano Maria Maiello, ha avuto come protagonista Marcello Cirillo.

Risentiamo due interviste telefoniche ai compianti Roberto Bartoletti e Pino Delle Chiaie: erano i primi di dicembre del 2016.

JACK E IL FAGIOLO MAGICO per I PICCOLI POMERIGGI MUSICALI


 

Secondo appuntamento domenica 28 novembre alle ore 11, al Teatro Dal Verme, per la 15a Stagione dell’Orchestra I Piccoli Pomeriggi Musicali, l’ensemble di circa 60 giovani musicisti, tra i 7 e i 17 anni, provenienti dal Conservatorio di Milano e da altre Scuole e Accademie musicali cittadine che segue annualmente un progetto di formazione nato nel 2007 con l’obiettivo di per promuovere la cultura orchestrale tra i bambini avviati allo studio della musica.

La stagione 2021-2022, organizzata in collaborazione con Finzi Academy che si occupa anche della formazione, è intitolata “Ti racconto una storia” ed è composta da sette spettacoli-concerti domenicali, con cadenza mensile, da ottobre ad aprile, tutti diretti da Daniele Parziani. Ogni concerto è dedicato a un testo di letteratura per l’infanzia e prevede la partecipazione di attori impegnati nella narrazione e la regia di Manuel Renga, così da accompagnare il pubblico – composto in maggioranza da giovanissimi spettatori come i musicisti sul palcoscenico – nel modo più coinvolgente e emozionante.

Il concerto di domenica 28 novembre è ispirato a una celebre racconto popolare inglese “Jack è il fagiolo magico” elaborato per l’appuntamento al Dal Verme dai registi Manuel Renga e Andrea Piazza e interpretato dall’attrice Chiara Serangeli.

Le musiche affidate all’Orchestra dei Piccoli Pomeriggi Musicali comprendono un medley dalle musiche di scena di Felix Mendelssohn Bartholdy per il Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare, quindi Ci vuole un fiore di Sergio Endrigo, il Coro dei giurati di Giovanni Dario Manzoni e Fidel-De-Dee di Andrea Holzer-Rhomberg.

«Giacomino, detto Jack, è un principe. O meglio, lo è diventato – affermano il direttore Daniele Parziani e il regista Manuel Renga – perché prima è un bambino che viveva con la sua mamma e la mucca Bianchina in una povera casetta vicino alla foresta. Bianchina è l’unica ricchezza della sua famiglia ma quando un giorno la mucca smette di dare latte,Jack e la mamma devono trovare un modo per cavarsela. È allora che un misterioso vecchino apparso dal nulla offre aJack cinque fagioli magici che presto danno vita a una straordinaria pianta alta fino al cielo, su oltre le nuvole, fino al castello di un orco ricchissimo. La tentazione di arrampicarsi per Jack è troppo forte e così si trova coinvolto in una vicenda imprevista tra orchesse gentili, galline dalle uova d’oro e arpe parlanti. È così che insieme a Jack vivremo una magica avventura mozzafiato che ci porterà a scoprire il valore e i rischi del coraggio e dell’intraprendenza. Jack e il fagiolo magico è un celebre racconto inglese che nella nostra versione sarà accompagnato dalle bellissime musiche composte da Felix Mendelssohn per un altro racconto pieno di elementi magici e fantastici, Sogno di una notte di mezza estate. La partitura di Mendelssohn ha dato modo al nuovo organico della nostra giovanissima orchestra di affinare il lavoro iniziato con il concerto di Halloween: l’equilibrio fra melodie principali e accompagnamenti, i cambiamenti di tempo e di andamento, gli unisoni, le seconde voci... sono questi alcuni degli elementi tecnici su cui abbiamo lavoratonelle scorse settimane. Ci saranno anche due piccole aggiunte extra classiche, come di consueto: una nota canzone ed una musica strumentale di origine più popolare. Guidati da Jack, i bambini in sala incontreranno i diversi personaggi della storia, la mucca Bianchina il temibile orco, ma non solo: una magica pianta di fagioli prenderà vita in teatro e il giovane pubblico scoprirà come ci si può arrampicare sopra e addirittura come si cammina sulle nuvole… non si sa mai che una pianta magica alta fino al cielo spunti una mattina sul balcone di casa!».

La stagione proseguirà domenica 19 dicembre con le “Lettere da Babbo Natale” di Tolkien e una raccolta delle più celebri melodie natalizie. Per il primo appuntamento 2022, un viaggio verso mondi lontani domenica 30 gennaio con “Aladino e la lampada magica” di Antoine Galland e brani tradizionali mediorientali; per Carnevale domenica 20 febbraio “Le avventure di Arlecchino, Colombina e Pulcinella” di Manuel Renga con musiche di Haydn e Clinesmith; quindi un classico della letteratura italiana domenica 20 marzo “Gianburrasca” di Vamba con musiche di Čajkovskij e una scelta di danze popolari. Appuntamento conclusivo domenica 10 aprile con un grande classico come “Biancaneve” dei Fratelli Grimm con musiche di Mozart.

Gli spettacoli hanno inizio sempre alle ore 11.

"DISCESA ALL'INFERNO", in scena al Teatro del Navile di BOLOGNA


Lo spettacolo quadridimensionale “DISCESA ALL’INFERNO” andrà in scena venerdì 26 e sabato 27 novembre al TEATRO DEL NAVILE di BOLOGNA (Via Marescalchi, 2/b - ore 21.00). Durante la rappresentazione verranno eseguiti dal vivo i brani tratti da “INFERNO”, l’opera rock electro sinfonica di Francesco Maria Gallo ispirata alla celebre cantica della Divina Commedia disponibile in formato cd, vinile e in digitale.

“DISCESA ALL’INFERNO”, che inaugura il cartellone del Teatro Del Navile, unisce musica, teatro, danza contemporanea e arti visive: quattro differenti linguaggi attraverso i quali Francesco Maria Gallo, accompagnato da Simona Rae (nel ruolo di Francesca), Manuel Auteri (feat. in “Inferno”), Pietro Posani (chitarra) e Renato Droghetti (piano), riproporrà dal vivo la sua personale visione del girone dell’Inferno dantesco contenuta nell’album “Inferno”.

I visual e le luci sono a cura di Federica Lecce, il sound design dello show di Rodolfo Rod Mannara, mentre le coreografie sono state ideate e verranno messe in scena da Martina Danieli e Francesco Leone.

Musical Vesuvian Love: aperto il Crowdfunding


Crowdfunding  https://gofund.me/f3ecdb2f

"Nel febbraio del 2018 Emma Atonna, docente di Storia della canzone napoletana presso l'istituto Humaniter della Società Umanitaria, con la collaborazione del maestro Sergio Parisini, scrisse un musical in italiano e dialetto napoletano. 
 
Un racconto che parla della città di Napoli di un vicino futuro, dei giovani che l'amano e si amano, e che non vogliono non solo abitarla, ma anche viverla e dei loro sogni, della loro lotta alla corruzione e alla mafia. 
Oggi questo progetto potrebbe vedere la luce e siamo sicuri abbia del potenziale.

Teatro Carcano Milano: da giovedì 2 dicembre Michela Murgia DON GIOVANNI, l'incubo elegante



Al teatro Carcano di Milano

da giovedì 2 a domenica 5 dicembre 2021

Michela Murgia

DON GIOVANNI, l’incubo elegante

Alla fisarmonica Giancarlo Palena

Arie dal Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart eseguite dal basso Angelo Vitali

Produzione Mismaonda

Michela Murgia torna al teatro portando in scena la sua personale passione per il melodramma. La sua inedita rilettura del Don Giovanni di Mozart ci porta all’interno di una sorta di seduta psicoanalitica per riflettere sulla psicologia maschile e l’incontro/scontro con l’universo femminile. 

giovedì 25 novembre 2021

A Very Marry Christmas di Tiziano Barbafiera per la Lega Italiana Fibrosi Cistica

 


“A Very Marry Christmas” è un brano sul vero significato del Natale che Tiziano Barbafiera ha pubblicato un po’ di anni fa. 

Grazie all’amicizia con Giacomo Chiarei, padre di un bambino malato di fibrosi cistica, ad Alessandro Calastri viene l’idea di realizzare un video usando questa canzone per far conoscere la raccolta fondi che la Lega Italiana Fibrosi Cistica promuove, anche questo Natale, a favore della ricerca. 

Open Days AIDM Torino


 

Lunedì 13 e 20 Dicembre alle ore 14:00 l’Accademia Internazionale del Musical apre le porte della sua scuola e invita il pubblico ad assistere ad un'ora di lezione di Musical Theatre con i docenti Umberto Scida e Gioachino Inzirillo presso la sede di Torino in Via San Donato 92.

AIDM Torino è un percorso di formazione triennale per aspiranti performer dai 19 ai 35 anni che voglio crescere professionalmente nel mondo della danza, del canto e della recitazione. Fondata e diretta da Enrico Sortino, ha nella direzione artistica di Torino Melina Pellicano, Chiara Marro e Marco Caselle affermati nel mondo della Regia, Danza, Coreografia e Produzione Teatrale con Compagnia Bit, una delle poche realtà italiane a inserire i giovani professionisti nel mondo dello spettacolo.

AIDM rappresenta un’affermata realtà di formazione artistica, già presente sul territorio nazionale da ben 15 anni, con otto sedi (Catania, Roma, Torino, Cagliari, Sassari, Udine, Palermo e Londra). La scuola è in grado di offrire una solida preparazione teorica, tecnica e pratica nella recitazione, nella danza, nel canto e nelle discipline delle arti dello spettacolo in genere, utili al completamento della formazione artistica del performer.

LA MAGIA DI SANT'AMBROEUS con Raul Cremona al Teatro Manzoni


 

Raul Cremona Presenta La Magia di Sant’Ambroeus.

Immagina un teatro. Immaginalo riempito di magia e meraviglia. Immagina dei giovani maghi e degli affermati illusionisti alternarsi su quel palco per incarnare la magia del Natale alle porte. Immagina la verve e la simpatia di Raul Cremona che vi accompagna in questo viaggio. Questa è La Magia di Sant’Ambroeus. Il 2021 si chiuderà all’insegna della magia per la città di Milano grazie a questo Galà magico, che si svolgerà durante il Ponte di Sant’Ambrogio e dell’Immacolata.

mercoledì 24 novembre 2021

NATA SIRENA, singolo tratto dallo spettacolo "Sirenetta 2.0 - missione mare pulito", disponibile su YouTube a partire dal 1 dicembre 2021


 

Debutterà nella primavera del 2022, “Sirenetta 2.0 - missione mare pulito”, la nuovissima produzione a tema Green di All Crazy Art & Show.

A metà strada tra una favola e un’avventura , questa nuova Sirenetta sarà impegnata a difendere il mare dall’inquinamento dell’uomo e a sconfiggere un piano diabolico che mette a rischio tutta l’umanità.

Ambientato ai giorni nostri, il musical scritto e diretto da Michele Visone, con le musiche di Davide Perra, mette in scena il coraggio di una giovane teenager che sfida se stessa per salvare il mare e il regno degli abissi.

Fuori c’è qualcuno che osserva, un libro di Roberto Colombo


Oggi vi presento Fuori c’è qualcuno che osserva, un libro di Roberto Colombo, volto noto del musical italiano.

"Ho sempre scritto. Ho sempre cercato di raccontare cosa succedeva a me, intorno a me; a volte prendo solo appunti e non mi soffermo, altre volte mi confronto con essi e cerco delle giustificazioni; è un confronto su piani paralleli; il dualismo tra ciò che la mente pensa e ciò che accade veramente.

L’intreccio di due realtà che non necessariamente vivono nello stesso luogo e tempo, ha un singolare “capoverso”. Due inizi. Due fini. Un motivo di incontro.

Per questo mio primo approccio alla scrittura narrativa ci ho messo circa vent’anni. Dentro i quali sono successe tante cose, sono cambiato, ho vissuto parecchio e non vissuto abbastanza. Dentro a questo libro ci sono esperienze autobiografiche, luoghi visitati davvero, parole dedicate a qualcuno veramente. C’è molta verità. Quasi tutta. Il resto è il pensiero di trovare la verità.

Tutto quello che esiste “fuori”, invece, è dedicato a “qualcuno” che osserva".

SDM – La Scuola del Musical di Milano annuncia le date delle prossime audizioni




SDM – La Scuola del Musical di Milano annuncia la data delle prossime audizioni, in vista dell’anno accademico 2022/2023: si terranno, nei locali recentemente rinnovati di via Gallarate, domenica 9 gennaio e, dato l’alto numero di richieste, è stata aggiunta una seconda data nella giornata di sabato 15 gennaio 2022. Un’occasione preziosa per aspiranti performer che ambiscono a una formazione d’eccellenza, per lavorare nel settore del musical e oltre.

La scuola vanta la direzione artistica di Alice Mistroni, nota attrice di teatro e musical, e la collaborazione, come vicedirettrice, di Chiara Vecchi, attiva coreografa di Musical e Opera Lirica a livello internazionale. Il coordinamento generale e la direzione amministrativa sono a cura di Giulio Riva e della coreografa inglese Gail Richardson. Un team di successo per questa prestigiosa accademia professionale, fondata nel 2005 in collaborazione con Saverio Marconi. Parole d’ordine: professionalità, serietà e lavoro. Un insegnamento sempre innovativo che segue le orme delle più importanti accademie internazionali e vanta continue collaborazioni con il mondo professionale, portando gli allievi ad interfacciarsi con il mondo del lavoro sin dalla scuola.

SDM INCONTRA TEATRO MARTINITT … ED È SUBITO MUSICAL!



Vi propongo l'appuntamento di giovedì 2 dicembre al Teatro Martinitt, dedicato alla riscoperta del musical cinematografico.
Un progetto a cura del critico cinematografico e conduttore di La Rosa Purpurea, il settimanale di cinema di Radio24, Franco Dassisti, e del giornalista, autore teatrale, storico di teatro musicale Lucio Leone, con la collaborazione di SDM – La scuola del musical di Milano, diretta artisticamente da Alice Mistroni, rinomata attrice di teatro e musical.

Natale: ASGANAWAY, il fenomeno NON fenomeno


"È uscita la prima canzone di Natale italiana, dal titolo “La Canzone di Natale”. Il titolo è geniale o semplicemente... divertente? 

Teatro Carcano Milano: lunedì 29 novembre Mario Tozzi e Lorenzo Baglioni AL CLIMA NON CI CREDO


 

Al Teatro Carcano di Milano:

lunedì 29 novembre 2021 ore 20:30 - Per Follow the Monday

Mario Tozzi e Lorenzo Baglioni

AL CLIMA NON CI CREDO

Regia Francesco Brandi

Produzione Mismaonda

Uno spettacolo sul clima all’insegna di scienza e competenza. Mario Tozzi, geologo, ricercatore del CNR, autore e personaggio televisivo, e Lorenzo Baglioni, cantante, attore e matematico, con l’ausilio di immagini, video e musiche, cercheranno di convincere il pubblico che per arrestare i danni dei mutamenti climatici non c’è davvero più tempo.

Di tanti palpiti, 26 novembre - Isole di suono - con gli studenti della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado

 

MI, Auditorium Lattuada, corso di Porta Vigentina 15/a ore 21.00

ingresso libero fino a esaurimento posti

per accedere alla Sala è obbligatoria la presentazione del Green Pass associato al proprio documento d'identità (D.L. 23/07/2021 n. 105)


https://musica.fondazionemilano.eu/news/isole-di-suono-rassegna-musicale-allauditorium-lattuada-dal-12-novembre

martedì 23 novembre 2021

Jan De Clercq: intervista di Luca Varani per “A letto”


di Luca Varani:


Jan De Clercq (cantautore di origine fiamminga che vive e lavora a Firenze) in arte più semplicemente Clerc, esce con un nuovo singolo, dopo il convincente esordio de “Il tempo fugge”. 

La nuova canzone “A letto” conferma una spiccata vena surreale, nella quale il testo apparentemente leggero assume una grande profondità di messaggio. 

“A letto” ci descrive il posto migliore per nascondersi da una realtà esigente e prepotente, che sempre più c’impone ritmi e stili che non ci appartengono. Il nostro giaciglio si trasforma in una “confort zone” nella quale ci sentiamo al sicuro, senza renderci conto che può trasformarsi in una sorta di gabbia. Questo brano rappresenta un’allegoria della sottile passività, sempre più ricorrente, che ci portiamo dentro un po’ tutti, segnata dai tempi che siamo costretti a vivere e difficile da combattere. Con la sua proverbiale ironia Clerc ci invita a riflettere, assumendo una posizione proattiva e alzandoci dal letto! Gli abbiamo fatto al volo tre domande per approfondire meglio la sua nuova proposta musicale, ascoltabile su tutte le piattaforme digitali.

Il Visionario Mondo di Louis Wain: pensieri sull'elettricità dell'arte


E’ in streaming su Amazon Prime Video il film, diretto da Will Sharpe, Il Visionario Mondo di Louis Wain, pellicola appena uscita, che narra le vicende dell’artista britannico, interpretato da un grandioso Benedict Cumberbatch, noto per i suoi disegni dedicati a gatti.

Gatti antropomorfi, gatti psichedelici. Gatti.

Sì, ci sono gatti in questo film, ma non è solo questo.

A partire dal titolo che è stato tradotto inspiegabilmente in italiano come “Il Visionario Mondo”, quando in realtà il titolo originale, The Electrical Life of Louis Wain, ha tutta un’altra valenza.

Gli allievi della BSMT interpretano "Ti Troverà" canzone del film "Caro Evan Hansen"


 

Gli allievi della Bernstein School of Musical Theater diretta da Shawna Farrell, in collaborazione con Compagnia della Rancia, hanno prestato le loro voci per la realizzazione di una speciale versione italiana del brano “You Will Be Found”, “Ti Troverà” tratta dal film musical Caro Evan Hansen, in uscita giovedì 2 dicembre nelle sale cinematografiche italiane.

Mauro Simone, vice Direttore della BSMT e consigliere delegato di Compagnia della Rancia per lo sviluppo di nuovi progetti ha coordinato il progetto e l’esibizione degli oltre 100 alunni BSMT che hanno avuto la possibilità di esibirsi davanti a un’ospite d’eccezione, la content creator Martina Socrate.

Martina è stata invitata come rappresentante dei giovani d’oggi, sempre più combattuti tra la fatica di condividere i propri problemi e preoccupazioni con gli adulti e il sentirsi soli seppur circondati da tante persone.

Martina è stata in grado, negli anni, di costruire una community unita e solidale, in cui è lei stessa la prima a condividere le proprie difficoltà, tipiche della giovane età, insieme alle tante gioie.

ENRICO BRIGNANO, CAPODANNO a Roma: "FATTO TRENTA… FACCIAMO 31"


E' stato annunciato l’esilarante show di Capodanno di Enrico Brignano "FATTO TRENTA... FACCIAMO 31", in scena il 31 dicembre a Roma all’Auditorium Conciliazione.

Enrico Brignano torna con uno spettacolo confezionato appositamente per festeggiare il Capodanno col suo pubblico. In questo momento così delicato per tutti, l’artista decide di trascorrere una nottata “tra amici”, i suoi spettatori, cercando di dispensare risate e buon umore, giusto per cominciare col sorriso il nuovo anno, che speriamo sarà foriero di serenità e, soprattutto, salute per tutti.

lunedì 22 novembre 2021

It's Christmas time al Teatro Delfino



Prosegue la stagione al Teatro Delfino con il Rejoice Gospel Choir, il classico e tanto atteso appuntamento della programmazione dell’associazione Il Mecenate nel periodo Natalizio. Il Delfino torna ad accogliere i cittadini del quartiere e della cittadinanza intera con l’accessibilità che lo contraddistingue e con proposte multidisciplinari di grande qualità artistica, che spaziano tra tradizione e innovazione.

Il coro Rejoice in questi 20 anni di direzione di Gianluca Sambataro ha visto passare più di seicento coristi, sempre mantenendo una grande qualità e con la sua energia ha regalato forti emozioni durante i suoi numerosi concerti. Durante questi due anni di forzata assenza dal palco il repertorio storico, che spazia dal groove intenso del Gospel americano (Kirk Franklin, Kurt Carr) alle dolci linee melodiche di quello europeo (Richard Smallwood, Hans Christian Jochimsen) passando dallo Spiritual alle melodie degli Hymn, si è arricchito con l’introduzione di brani di artisti internazionali pop, di musical e rap, riletti in chiave Gospel, con testi ed arrangiamenti originali. I Rejoice tornano a emozionarvi e trascinarvi in un viaggio fatto di suggestioni in cui il pubblico è protagonista. Uno spettacolo che darà vita a una vera e propria festa collettiva che coinvolgerà tutta la platea in una grande performance grazie alla grande intensità espressiva delle numerose voci del RGC accompagnate dal Pianoforte del M° Gianluca Sambataro, dalla batteria vocale del M° Marco Sambataro, dal basso elettrico del M° Marco Gianotti, dalla chitarra del M° Cristian Raimondi e dalle tastiere del M° Pietro Ubaldi.

Anteprima: A CAMPOBASSO ARRIVA IL MUSICAL “LUCIA - UNA LUCE NELLA NOTTE”



Al Teatro Savoia, dal 7 al 10 Aprile 2022, in scena, in prima nazionale, l’opera dedicata alla Santa martire di Siracusa, scritta e diretta da Auro Zelli

Sarà il Molise a tenere a battesimo “Lucia - una Luce nella notte”. Il musical, scritto e diretto da Auro Zelli, dedicato alla storia della Santa martire, andrà in scena, in prima nazionale, al Teatro Savoia di Campobasso dal 7 al 10 Aprile 2022.

L’opera è liberamente ispirata alla vita di Santa Lucia, vissuta a Siracusa durante la grande persecuzione cristiana voluta dall’imperatore Diocleziano.

Il musical è stato presentato ufficialmente al Teatro Savoia il 7 settembre 2021. Per l’occasione, è stata proposta una breve sinossi musicale dell’opera. Tra i protagonisti delle registrazioni, nomi di rilievo come Luca Velletri, Antonella Arancio e Mario Zucca. «“Lucia - Una luce nella notte” è la storia della Santa martire di Siracusa. Una storia che ho rivisitato, perché l’unica cosa a essere documentata è il suo martirio» racconta Auro Zelli. «Sono partito da quel riferimento storico ufficiale: gli atti del processo che sono custoditi in Vaticano. Ho cercato di far rivivere la sua storia in un contesto moderno. Mi interessava molto il parallelo con l’oggi. Cambia il contesto storico, ma l’umanità resta la stessa. Si parlerà di temi importanti, come quello della violenza sulle donne e del razzismo. Lucia è una ragazza meravigliosa, tenace, emancipata…sicuramente il musical emozionerà moltissimo». Numerose le persone coinvolte nel progetto, tra artisti, operatori, costumisti, truccatori. Il musical ha già ottenuto il patrocinio della Regione Molise, della Fondazione Molise Cultura e della Città di Campobasso.

“La scena contro la violenza sulle donne”: dal 19 novembre al 3 dicembre con la Compagnia di Arti e Mestieri

Dopo il successo della XVII edizione del festival “La scena delle donne” nel pordenonese, la Compagnia di Arti e Mestieri diretta da Bruna Braidotti prosegue la sua lotta a favore dei diritti delle donne attraverso il teatro, e lo fa inaugurando venerdì 19 novembre una tournée dal titolo “La scena contro la violenza sulle donne” che la porterà, fino al 3 dicembre, a calcare i palcoscenici di Remanzacco (Ud), Pordenone, Sestri Levante (Ge), San Giorgio della Richinvelda, Fontanafredda e Sesto al Reghena.

La serie di eventi è sostenuta, oltre che dai Comuni ospitanti, da Regione Autonoma del Friuli Venezia Giulia e Fondazione Friuli, è inserita nel programma coordinato dall’Assessorato alle Pari opportunità del Comune di Pordenone “Uniti contro la violenza sulle donne”, con il patrocinio del centro anti violenza Voce Donna Onlus e s/paesati.

venerdì 19 novembre 2021

Zelig fa centro ancora una volta, ma...


Zelig è tornato in grande spolvero e con grandissimo, e meritato, successo.

Mi ha fatto piacere vedere il Teatro degli Arcimboldi pieno fino all'ultima galleria e sono grata all'intro di Claudio Bisio che ha ringraziato il pubblico presente al 100%: felicissima per la Sala e mi piacerebbe che il pubblico rispondesse così anche per tutte le rappresentazioni teatrali, almeno fino a quando ce lo permettono.

Approfittiamo, il teatro con green pass e mascherine, oltre alla sanificazione che costa ai gestori fior di soldi, è un luogo sicuro.

Bello rivedere la splendida Vanessa Incontrada e Claudio Bisio in perfetta armonia e bello rivedere i comici storici ed alcuni - non tutti - dei nuovi.

Solo due appunti.

L'inizio alle 21.30 è decisamente tardi: non siamo più abituati a certi orari, complici anche i canali web, che permettono di vedere un film o una serie a qualsiasi ora.

Secondo appunto ancora più importante: bravi i comici storici, ma avrei preferito che grandissimi artisti, abituati anche ad imrpovvisare per strada o sul web, come Maurizio Lastrico e Teresa Mannino, colonne portanti della comicità del palcoscenico, avessero portato pezzi inediti, e non brani rimaneggiati, vista la grande occasione.

Lasciamo ora parlare i numeri e, per chi come me non ha retto fino alla fine, rigustatevi la puntata sul web.

COMPAGNIA DELLA RANCIA PROTAGONISTA DELLA SECONDA PUNTATA DI “APPRENDISTI STREGONI” SU RAI5 SABATO 20 NOVEMBRE


Da non perdere in tv.

"Racchiudere quasi quarant’anni di persone, di ricordi, di spettacoli, di palcoscenici in 50 minuti? È stata una sfida ardua ma stimolante quella che Compagnia della Rancia ha raccolto da Rai5 per la realizzazione della puntata di Apprendisti stregoni in onda sabato 20 novembre in seconda serata in prima visione (disponibile su RaiPlay dal giorno successivo). Con la regia di Raffaella Offidani, il progetto editoriale di Felice Cappa, la produzione esecutiva di Serena Semprini, la puntata – a cura di Giulia Morelli – ha preso forma in lunghi mesi grazie a uno stimolante confronto con il team di Rai5 e alla condivisione di materiali d’archivio video e fotografico e di memorie. Le riprese sono state realizzate al Teatro Vaccaj di Tolentino – sede storica di Compagnia della Rancia – , alla Mostra Permanente presso il Castello della Rancia e al Teatro Repower di Milano: luoghi che sono stati e sono protagonisti di momenti indimenticabili, dove si è vissuta e si continua a vivere non solo l’eccezionalità degli spettacoli in scena, ma anche la quotidianità familiare che rende eccezionale l’esperienza di Compagnia della Rancia.

Anteprima: A Christmas Carol Musical della Compagnia Bit torna in tour


La Compagnia Bit, dopo il successo delle precedenti tournée con oltre 70.000 spettatori raggiunti, presenta il 4° tour di A Christmas Carol Musical opera originale, mantenendo ben saldo l’obiettivo di valorizzare il musical come prodotto di alto livello italiano.

Il più famoso romanzo di Natale di Charles Dickens, adattato per il teatro musicale da Melina Pellicano (autrice e regista) con le musiche di Stefano Lori e Marco Caselle, è pronto a far sognare adulti e bambini. Sul palco un cast artistico di oltre 20 elementi, effetti speciali curati da Alessandro Marrazzo, musiche originali, 150 costumi ed imponenti scenografie.

A GUNA IL PREMIO PER “L’ETICA NEL SOCIALE E NEL LAVORO” PER IL PROGETTO “BENESSERE IN SCENA” IN COLLABORAZIONE CON IL TEATRO ALLA SCALA

Fare impresa non vuol dire solo trarre profitto economico ma anche impegnarsi per raggiungere obiettivi di carattere etico e sociale, costruendo un business dal volto umano, stringendo partnership con enti e associazioni che operano a favore di temi sociali, etici e ambientali e soprattutto promuovendo iniziative rivolte al benessere delle persone.

Proprio come il progetto “Benessere in scena” che ha permesso a GUNA Spa, azienda italiana leader nella produzione di farmaci di origine biologico-naturale, di ricevere il prestigioso Premio “Etica nel Sociale e nel Lavoro”, conferito durante il Festival dell’Etica 2021 organizzato a Milano dall'Associazione Culturale Plana presso ADI Design Museum, con il patrocinio del Comune di Milano e di Regione Lombardia.

 

Questa la motivazione letta alla platea dei presenti durante la cerimonia di premiazione: “Per il progetto Benessere in scena realizzato in collaborazione con il Teatro alla Scala. Un’attività culturale finalizzata a valorizzare la salute e il benessere negli esseri umani nel loro rapporto di fruizione con l’atto artistico”.

 

A ritirare il premio: Alessandro Pizzoccaro, Presidente di GUNA, con la presenza di Lanfranco Li Cauli, Direttore Marketing e Fund Raising della Fondazione Teatro alla Scala.

 

Siamo molto onorati di questo ennesimo, ma forse più importante, riconoscimento che premia un’azienda impegnata fin dalla sua nascita, nel 1983, a conseguire obiettivi etici e di sostenibilità incentivando la cultura del benessere sociale, del rispetto tra le persone e dell’ambiente che ci circonda”, ha dichiarato Alessandro Pizzoccaro, Presidente di GUNA.

 

Il progetto Benessere in scena ha l’obiettivo di divulgare quanto emerso da un numero crescente di evidenze scientifiche, raccolte anche nel rapporto dell’OMS: “Quali sono le evidenze sul ruolo delle arti nel miglioramento della salute e del benessere?”. Non è solo la “pratica” dell’arte a migliorare la qualità della vita, bensì anche la sua semplice fruizione: le più recenti ricerche scientifiche dimostrano infatti che essa riduce significativamente il nostro stato di stress, incidendo quindi positivamente sulla nostra salute, inducendo stati d’animo che favoriscono un approccio sereno e sicuro alle sfide di ogni giorno, e aiutano a combattere la depressione, normalizzando il battito cardiaco, la pressione e i livelli di cortisolo e stimolano la produzione – appunto - di “ormoni del benessere”.

ODISSEA, evento Atir al teatro Carcano


Serena Sinigaglia, con il contributo drammaturgico di Letizia Russo, è la regista di questo evento potente, un progetto che racchiude in sé tutta la poetica di ATIR: il lavoro di costruzione di una comunità sodale e partecipe, la trasversalità come cardine di ogni vero incontro, l’arte al servizio delle persone, capace di risvegliare la bellezza nel corpo sociale, la coralità e il confronto con un grande classico che si fa corpo nel tempo attraverso il tempo.

90 persone saranno in scena sul palco del Teatro Carcano per raccontare, attraverso le parole di un grande classico qual è Odissea, l’avventura di Ulisse e il suo viaggio, simbolo e rappresentazione della condizione umana.

giovedì 18 novembre 2021

DALL’IO AL NOI Dialogo online tra gli autori Daniel Lumera e Stefano Bettera, alle 19 il live streaming

 

Nel palinsesto di BookCity Milano 2021 è in programma per venerdì 19 novembre alle ore 19 l’incontro online dal titolo “Dall’io al noi. Costruire una mente consapevole, ecologica e gentile”, che vede in dialogo Daniel Lumera, scrittore, docente ed esperto di scienze del benessere, e Stefano Davide Bettera, scrittore, giornalista e studioso, in diretta streaming sul canale YouTube di Lumera. Gli autori, moderati dalla giornalista Michaela K. Bellisario, sono invitati a confrontarsi a partire dai due ultimi libri editi quest’anno per Mondadori: rispettivamente La lezione della farfalla. 7 consapevolezze per rigenerarsi e scoprire un nuovo benessere, scritto da Lumera a quattro mani con la scienziata epidemiologa di Harvard Immaculata De Vivo, e L’abbraccio del mondo. Coltivare l’eleganza dello spirito per costruire la mente ecologica di Bettera.

Selene Calloni Williams: "Mudra e meditazioni per viaggiare tra i mondi"



Si tratta di "Mudra e Meditazioni per Viaggiare Tra i Mondi" ed è un libro unico che porta cambiamenti positivi mediante piccoli gesti quotidiani di autentica bellezza. Il libro contiene la descrizione di 28 mudra (gesti simbolici) delle mani, di un mudra della lingua e di un mudra degli occhi e quattro brevi meditazioni chiamate OMI, One Minute Immersion, derivate da quattro favole di potere di grande impatto psicologico e di forte potere trasformativo. Mudra e meditazioni aprono così la strada a un viaggio attraverso due mondi: il visibile e l’invisibile, in un percorso magico di crescita spirituale e autoconsapevolezza.

Un libro unico che porta nella vita del lettore cambiamenti positivi mediante piccoli gesti di autentica bellezza.

Ghost Il Musical: le nuove date


 

Ghost Il Musical fu il penultimo spettacolo che vidi prima della chiusura del 2020 (quale fu l'ultimo? Scrivete nei commenti secondo voi il titolo...) ed ora riparte con il tour, annunciato sul facebook ufficiale.


Ecco le nuove date...
Cliccate sotto:

MARIA CALLAS con Monica Bellucci al Teatro Manzoni

“Un giorno scriverò la mia biografia. Vorrei essere io a scriverla, per chiarire alcune cose. Sono state dette così tante menzogne su di me...” (Maria Callas)

Dall’infanzia modesta trascorsa a New York agli anni della guerra ad Atene, dal debutto in sordina all’Opera fino alle vette di una carriera di livello internazionale, segnata da scandali e tribolazioni personali, dall’amore idealizzato per suo marito alla passione travolgente per Onassis, questo racconto unico rivela, per la prima volta, la vera storia di Maria Callas che si cela dietro la leggenda. A volte ci svela Maria, come una donna vulnerabile, divisa tra la vita sul palcoscenico e la vita privata, a volte Callas, l’artista vittima delle sue esigenze e in perpetua battaglia con la sua voce, e che, nonostante la solitudine parigina dei suoi ultimi anni, continuerà a lavorare instancabilmente fino al suo ultimo respiro, all’età di 53 anni.

Riflettori su: contatti

 

Come leggermi ed entrare in contatto con me? Ecco tutti i modi!
QUOTIDIANO ONLINE RIFLETTORI SU
MAGAZINE MENSILE ONLINE E CARTACEO RIFLETTORI SU
Facebook
PROFILO PUBBLICO
(5000 CONTATTI)
GRUPPO IL TEATRO DI SILVIA AROSIO
(2900 ISCRITTI)
PAGINA RIFLETTORI SU
(6.295 LIKE)
CANALE YOUTUBE
(2.700 iscritti e 2.405.000 visualizzazioni)
LINKEDIN
(9570 CONTATTI)
INSTAGRAM
Riflettori_su
(990 follower)

mercoledì 17 novembre 2021

La Leggenda di Belle e la Bestia, il musical: debutto nazionale e tournée

ph di GIULIA MARANGONI (in tutto l'articolo)


Debutta in prima nazionale il 18 dicembre dal Teatro Sociale di Mantova il musical inedito La leggenda di Belle e la Bestia che sarà in tournée fino a maggio 2022 nei principali teatri italiani, fra cui il Teatro Sistina a Roma, il Teatro Repower a Milano, il Teatro Celebrazioni di Bologna e il Politeama Genovese.

Lo spettacolo, liberamente ispirato alla favola di Jeanne-Maire Leprince De Beaumont, è prodotto da LU.DA Produzioni S.r.l. società che, dopo un’esperienza decennale come Associazione Culturale nel settore dell’organizzazione e distribuzione di spettacoli, porta in scena una delle favole più belle di sempre grazie al lavoro di Luca Cattaneo, autore e regista dello spettacolo, ed Enrico Galimberti, che ha composto le musiche originali del musical. Le coreografie sono a cura di Angelo Di Figlia. 

Teatro Manzoni Milano: ALMENO TU con Matilde Facheris, Virginia Zini, Sandra Zoccolan




Lunedì 22 novembre 2021

ore 20,45

Atir Teatro Ringhiera presenta

ALMENO TU NELL’UNIVERSO
Omaggio a Mia Martini



di e con

Matilde Facheris

Virginia Zini

Sandra Zoccolan


al pianoforte Mell Morcone

consulenza drammaturgica Giulia Tollis

scene e costumi Maria Paola Di Francesco

martedì 16 novembre 2021

Un ricordo di Marianella Laszlo, dopo la scomparsa

LE ULTIME LUNE > Artisti Associati Gorizia
artistiassociatigorizia.it
 
E’ mancata Marianella Laszlo, attrice e moglie del compianto Gianrico Tedeschi.
L'avevo sentita nel maggio del 2020 per un ricordo di Suo marito.
 
La voglio ricordare con una mail che mi mandò allora e che mi emozionò particolarmente.

Grazie ad una grande Donna di teatro che ci ha lasciato.

“Cara Silvia,
 
    Che dirti? Senza parole per la completezza del tuo pezzo su un tema così vario, in un tempo infinito e pieno di tanta roba che era davvero difficile tratteggiare in pieno la figura di quest'uomo come hai fatto tu.
   
    Hai preso in pieno il suo essere uomo e attore…. …
......Ricordo uno spettacolo bellissimo fatto al Teatro Franco Parenti di Milano, "Il riformatore del mondo" di T. Bernhard con la regia di Maccarinelli in cui una battuta fulminante esprimeva proprio il senso del vero artista che deve educare turbare e trascinare al bello il gusto dell' auditorio: "L'attore deve andare contro il pubblico, contro contro il pubblico, l'attore deve odiare il pubblico" e in questo c'è tutto il lavoro fatto da Gianrico in tutta la sua vita teatrale, un lavoro fatto di amore e di contrasto. E anche per questo riconoscimento ti diciamo grazie.
 
Molto centrato anche il richiamo alla modernità delle "Ultime lune" sul tema tristissimo delle Rsa che in questi giorni hanno riempito i titoli dei giornali, insomma non troviamo nemmeno un difetto, hai fatto un capolavoro.

    Perciò grazie grazie grazie, e un caro abbraccio.
                                       Marianella Laszlo”
 

   

Roma: Destini Incrociati, rassegna dedicata al Teatro in Carcere



Torna, dopo la sospensione per la pandemia, la rassegna nazionale dedicata agli spettacoli di Teatro in Carcere, con un ricco programma di performance, convegni, incontri, audiovisivi, presentazione di libri, workshop. In programma l’assegnazione dei Premi ANCT – Associazione Nazionale Critici di Teatro

Si terrà a Roma, da mercoledì 17 a domenica 20 novembre, Destini Incrociati, rassegna nazionale di teatro in carcere, con la direzione artistica di Ivana Conte, Grazia Isoardi, Vito Minoia, Valeria Ottolenghi, Gianfranco Pedullà, Michalis Traitsis, Valentina Venturini.

Un’edizione speciale, quella di Roma, che unifica due annualità a causa dei mutamenti dovuti alla pandemia, e che si colloca nell’ambito del Progetto Nazionale di Teatro in Carcere DESTINI INCROCIATI con il contributo del Ministero della Cultura, Direzione Generale Spettacolo, ai sensi dell’articolo 41 D.M. 27 luglio 2017 n. 332, Promozione/Progetti di inclusione sociale. La rassegna DESTINI INCROCIATI si svolge in collaborazione con il Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo dell’ Università degli Studi Roma Tre, con il Ministero della Giustizia, Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e Dipartimento Giustizia Minorile e di Comunità, Associazione Nazionale Critici di Teatro ed è stata organizzata in collaborazione con l’Associazione AGITA, la Compagnia AdDentro/Associazione Sangue Giusto, Fort Apache Cinema Teatro.

Una rassegna che presenta spettacoli, frutto di laboratori produttivi realizzati con detenuti, una sezione dedicata alla proiezione di video, strumento indispensabile per documentare le esperienze di teatro in carcere, laboratori, sia di accompagnamento alla visione degli spettacoli, curati da Agita (associazione nazionale e agenzia formativa), sia di critica teatrale, in collaborazione con l’ANCT (Associazione Nazionale dei Critici di Teatro), sezioni di studio, convegni, conferenze e presentazioni editoriali. Un progetto articolato, quindi, in grado di restituire un ampio panorama delle nuove esperienze drammaturgiche sperimentate da registi e autori professionisti che, da anni, lavorano sul campo con detenute e detenuti, spesso direttamente coinvolti anche nel processo di scrittura e allestimento.


Apre la programmazione l’anteprima, mercoledì 17 novembre (ore 16.00, Casa di Reclusione di Civitavecchia) La svolta, studio da “Quai Ouest” di Bernard-Marie Koltès. Interpretato dagli allievi attori della compagnia AdDentro della Casa di Reclusione “G. Passerini” di Civitavecchia e riscritta collettivamente dai partecipanti al progetto Fortezza/Matrioska – Officine di Teatro Sociale 2021 – Assessorato alla Cultura Regione Lazio, La svolta, diretto da Ludovica Andò, porta in scena l’umanità ai margini che popola una zona portuale dismessa in cui l’arrivo di un uomo ricco, che ha scelto quel luogo per togliersi la vita, risveglia in tutti la speranza nella “svolta”. Il tono crudo e disilluso di Koltès si mescola a quello onirico e ottimista del racconto di Zavattini “Totò il buono” (all’origine di “Miracolo a Milano” di De Sica), grazie alle improvvisazioni e ai racconti personali degli attori.

Dopo l’anteprima la rassegna si sposta, giovedì 18 novembre, presso il Teatro Palladium.

Alle ore 10, avrà luogo la tavola rotonda FILMARE IL CARCERE, con Mimmo Sorrentino (drammaturgo e regista teatrale), Bruno Oliviero (sceneggiatore), Salvatore Striano (attore), i docenti Valentina Venturini e Vito Zagarrio (Università Roma Tre), Antonio Calone (acting coach). Ad arricchire l’incontro la proiezione di due film.

CATTIVITÀ, documentario diretto da Bruno Oliviero, racconta il percorso di emancipazione e reinserimento sociale avvenuto in alcune detenute nel Reparto di Alta Sicurezza femminile del carcere di Vigevano, attraverso un’esperienza quadriennale di teatro condotta da Mimmo Sorrentino, pluripremiato regista, drammaturgo e teorico del teatro partecipato, nell’ambito del progetto “Educarsi alla libertà”. Lea Dicursi e Antonio Calone presenteranno invece materiali inediti di lavoro da ARIAFERMA, un film di Leonardo Di Costanzo con la sceneggiatura di Leonardo Di Costanzo, Bruno Oliviero, Valia Santella, interpretato, fra gli altri, da Toni Servillo, Silvio Orlando, Fabrizio Ferracane, Salvatore Striano. Nel film, ambientato in un carcere in via di dismissione, un piccolo gruppo di detenuti attende di essere trasferito in una nuova prigione ma, giorno dopo giorno, l’attesa li porta a dare sempre meno importanza alle regole. I prigionieri si ritrovano a formare una nuova comunità, seppur molto fragile. Alle ore 15.00 l’associazione Per Ananke e la compagnia “Le Donne del Muro Alto” saranno in scena con “RAMONA e GIULIETTA”, Quando l’amore è un pretesto – Tragicommedia in atto unico. Personale rilettura di una delle più celebri opere shakespeariane da parte delle attrici detenute della casa circondariale femminile di Roma Rebibbia, con la regia di Francesca Tricarico, lo spettacolo nasce dalla voglia di scardinare quello che ancora oggi è un tabù fuori e dentro le mura carcerarie, l'amore tra due donne che nonostante i pregiudizi trovano la forza di amarsi. Alle ore 16.30, presso Moby Dick – hub culturale la tavola rotonda IL TEATRO IN CARCERE: tra buone prassi e iniziative legislative e, a seguire, (ore 18,45, Teatro Palladium) I SOPRAVVISSUTI del Teatro Universitario Aenigma e della Compagnia Lo Spacco, performance teatrale ispirata ai racconti di Primo Levi, per la regia di Francesco Gigliotti, con gli attori detenuti della Casa Circondariale di Pesaro. Concluderà la serata, alle ore 21.15, QUESTO È IL MIO REGNO, con Cosimo Rega, spettacolo che si svolgerà alla presenza di Marta Cartabia, Ministra della Giustizia e Luca Pietromarchi, Rettore dell’Università degli Studi Roma Tre. Cosimo Rega si forma come attore sulle tavole del palcoscenico del Teatro Libero di Rebibbia e, dal 2002 ad oggi, percorre una strada d’arte fra teatro e cinema, fino ad essere fra i protagonisti di Cesare deve morire, dei fratelli Taviani, Orso d’Oro a Berlino. Ritrovata una parziale libertà fuori dalle mura penitenziarie, Cesare ripercorre il proprio cammino di formazione e trasformazione, attraverso il teatro, da “Sumino il Falco”, combattente nelle file della camorra fino al “Prospero” della Tempesta shakespeariana.


La mattina di venerdì 19 novembre (dalle ore 8.30 alle 12.00) sarà dedicata alla prima sessione della RASSEGNA VIDEO, a cui seguirà, alle ore 14, IT’S JUST A GAME di Teatro Metropopolare, con Robert Da Ponte e la regia di Livia Gionfrida. Dal dicembre 2019 Metropopolare porta avanti un’indagine sul capitalismo e sul ruolo che il denaro ha nella nostra società e nelle nostre vite. Un performer in pigiama prova a fare il punto sulla situazione, mescolando teorie economiche e legge di Murphy, con l’aiuto di Shakespeare, Bob Dylan e dell’ex presidente Trump. Una riflessione tragicomica sul mondo globale. Alle ore 15.00, presso Moby Dick – hub culturale, si terrà la tavola rotonda IDENTITÀ e FORMAZIONE. A 10 anni dalla fondazione del Coordinamento Nazionale Teatro in Carcer, dedicato alla riflessione sulla formazione di chi, volendo fare teatro in carcere, ha bisogno di specifica preparazione con percorsi più articolati e continuativi.

Attesissimo l’appuntamento con il PREMIO ASSOCIAZIONE NAZIONALE CRITICI DI TEATRO (ore 17.00), che ogni anno l’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro assegna a personalità, progetti, realtà emergenti del mondo dello spettacolo. Nato come espressione dell’Associazione agli inizi degli anni Ottanta, il Premio dedica la sua attenzione a tutta la filiera del “fare teatro”. Da alcuni anni si sono aggiunti ai premi anche il premio alla carriera “Paolo Emilio Poesio” e quelli gemellati con due prestigiose riviste teatrali, il premio Hystrio-Anct ed il premio Catarsi-Teatri delle diversità-Anct.

Conclude la serata, alle ore 21.15, ULISSE O I COLORI DELLA MENTE del Teatro Popolare d’Arte, primo episodio della trilogia Il teatro del mare, portato in scena da Gianfranco Pedullà con gli attori/musicisti detenuti nell’Isola di Gorgona. Pietro Citati ha definito Ulisse “l’uomo dalla mente dai mille colori”, uomo dai mille volti, dagli innumerevoli viaggi, dalle mille avventure, in lui si racchiudono tutte le caratteristiche dell’uomo dall’antichità ad oggi. Lo spettacolo è vincitore del Premio Anct 2020 Catarsi – Teatri della Diversità.


L’ultimo giorno di rassegna, sabato 20 novembre si aprirà alle ore 9.00, fino alle 13.00 presso i locali del DAMS Università Roma Tre - aula 1 con la seconda sessione della RASSEGNA VIDEO. Alle ore 15,30 la parte conclusiva si svolgerà presso Moby Dick – hub culturale con LUNGIMIRANZE. Scuola e teatro carcere per l’innovazione, confronto tra educatori, formatori e studenti sull’esperienza della rassegna e presentazione del volume “Il bosco buonanotte”, realizzato dall’associazione Voci Erranti con i detenuti, in regime di Alta Sicurezza, nella Casa di Reclusione R. Morandi di Saluzzo (CN). L’incontro, centrato sulla sperimentazione di modalità e pratiche di accompagnamento alla visione degli spettacoli, destinate a insegnanti, studenti, operatori culturali e spettatori interessati, è a cura del Coordinamento Nazionale Teatro in Carcere e di AGITA.

Concluderà la rassegna, alle ore 19, allo spazio Rossellini, DESTINAZIONE NON UMANA, scritto e diretto da Valentina Esposito, prodotto da Fort Apache Cinema Teatro. Sette cavalli da corsa geneticamente difettosi condividono forzatamente la vecchiaia in attesa della macellazione. Nel gioco scenico e drammaturgico, l’immaginifica vicenda di bestie umane diventa pretesto per una riflessione profonda sul tema tragico della predestinazione, della malattia, della morte, della precarietà e brevità dell’esistenza, della responsabilità individuale rispetto alle scelte maturate nel corso della vita. Destinazione non umana è la nuova produzione del gruppo FORT APACHE CINEMA TEATRO, costituito da attori ex detenuti, formati all’interno delle carceri di provenienza e oggi professionisti di cinema e palcoscenico.


INGRESSO CON GREEN PASS A TUTTE LE INIZIATIVE IN PROGRAMMA

INGRESSO SPETTACOLI AL TEATRO PALLADIUM € 5 intero / € 2 ridotto

BOTTEGHINO: biglietteriapalladium@gmail.com

INGRESSO SPETTACOLO CONCLUSIVO ALLO SPAZIO ROSSELLINI € 12 intero / € 10 ridotto https://spaziorossellini.it/biglietteria/ .

www.teatrocarcere.it


VERNIA O NON VERNIA con Giovanni Vernia l Teatro Manzoni il 18 novembre 2021

 
Si riaprono i sipari nei teatri d’Italia e torna in scena anche uno degli show più divertenti, che prende ispirazione da un dilemma shakesperiano, rivisitato in chiave comica: dopo il successo del precedente tour, Giovanni Vernia torna sul palco con il suo VERNIA O NON VERNIA.

Per chi pensa di conoscere Giovanni, “Vernia o non Vernia” è l’asso nella manica dello showman che in questo spettacolo spiazza e, da solo sul palco, riesce a costruire divertimento partendo da qualsiasi pretesto, al punto tale da chiedersi: ma è lui o non è lui? Conosciamo davvero tutto di Vernia?

lunedì 15 novembre 2021

MTM Teatro Leonardo L'ULTIMO VECCHIO SULLA TERRA


MTM Teatro Leonardo – 18 novembre 2021

L’ULTIMO VECCHIO SULLA TERRA (dal vivo)!

Remo Remotti e Davide Toffolo

edizione Rizzoli Lizard

produzione La Tempesta Concerti

È IL NUOVO SPETTACOLO NATO DALL’OMONIMO LIBRO A FUMETTI FIRMATO REMO REMOTTI/DAVIDE TOFFOLO

(Rizzoli Lizard)

Le storie di un maestro disegnate da un suo allievo. Due spiriti affini, che in questo libro si fondono in un abbraccio di feroce creatività. Cosa hanno in comune Davide Toffolo e Remo Remotti? Cosa lega un musicista ossessionato dal fumetto a una delle voci più originali della cultura italiana? Nato dall’ammirazione e dalla curiosità di Toffolo nei confronti del leggendario outsider romano, questo libro è stato per lui l’occasione di specchiarsi nella roboante figura di Remotti.

DANTE GIOTTO, uno spettacolo di e con VITTORIO SGARBI: in arrivo al Manzoni di Milano

RASSEGNA EXTRA
Dal 23 al 28 novembre 2021

feriali ore 20,45 - domenica ore 15,30

CORVINO PRODUZIONI

presenta

DANTE GIOTTO

uno spettacolo

di e con VITTORIO SGARBI

Musiche composte ed eseguite dal vivo da VALENTINO CORVINO

Violino, viola, oud, elettronica

 

Service tecnico Promoled

 

Allestimento a cura di

doppiosenso_logo

PRIMA ASSOLUTA

Vittorio Sgarbi ha esordito al Festival La Versiliana nell’estate 2015 con lo spettacolo teatrale “Caravaggio”, con sorprendenti salti temporali ha condotto il pubblico in un percorso illuminante dentro le viscere artistiche e sociali del Merisi. Tali vicende hanno disvelato straordinari fenomeni premonitori della contemporaneità, il pubblico ammaliato dall’inedita percezione, e stimolato dall’abile miscela di racconto, immagini e suoni, ha sperimentato l’indissolubile comunione con l’esperienza caravaggesca, esperienza rinnovata nei sequel degli altrettanto fortunati “Michelangelo” (Stag.2017/18), “Leonardo” (Stag.2018/19) e “Raffaello (Stag.2019/20).