mercoledì 17 luglio 2013

Teatro Tor Bella Monaca Roma: intervista al direttore organizzativo Filippo d’Alessio (e recensione di Tre cuori e una capanna)



SEVEN CULTS, ARTENOVA, KIPLING ACADEMY, LA CASA DEI RACCONTI, NATA TEATRO, SCUOLA DI MUSICA BELA BARTOK, TEATRO POTLACH sono le 7 associazioni che lavorano al Teatro Tor Bella Monaca da aprile 2013, con il preciso obiettivo di consolidare l’esperienza maturata in questi ultimi anni.

Ampliare l’interesse e il numero di presenze in teatro, coinvolgendo le associazioni, le scuole e le l’università e i cittadini, questa l’intenzione del direttore artistico Alessandro Benvenuti e del direttore organizzativo Filippo d’Alessio, per fare del Teatro Tor Bella Monaca un luogo di cultura alla portata di tutti. Aprile 2013-giugno 2014 sono le date del nuovo percorso del teatro, che sotto le direzione artistica di Benvenuti presenterà volti noti al grande pubblico accanto a laboratori teatrali, rassegne di cinema, interventi performativi, incontri con docenti universitari, serate di musica e di danza.

“Quello che ci richiede l’oggi con drammatica urgenza – sostiene il direttore artistico Alessandro Benvenuti - è attivarci con tutte le nostre forze, competenze, affetto, volontà, per fare, pur nei nostri limiti, attraverso un lavoro a più cervelli, dei tentativi di produrre delle eccellenze. Per noi stessi, per chiunque si è fidato di noi e per chi ci scoprirà incontrandoci, noi dovremo costituire una novità vitale, una piacevole sorpresa, un incoraggiamento al fare bene”.

Nella prossima pagina, trovate la mia intervista al direttore organizzativo Filippo d’Alessio, che ci parlerà delle stagioni ma anche dello spettacolo  TRE CUORI E UNA CAPANNA IN UN'ISOLA DEI MARI DEL SUD,

di David Corsoni
con Maddalena Rizzi
Andrea Murchio
Emiliano Noce
Marco Zordan
Scene Tiziano Fario
Costumi Silvia Gambardella

Regia Filippo d'Alessio





Lo spettacolo TRE CUORI E UNA CAPANNA (di David Corsoni), che ho avuto occasione di vedere, è un concentrato di divertimento e battute, gag ed equivoci, effettivamente ben diretto da Filippo D'Alessio.

Si compone di tre attori in stato di grazia, Maddalena Rizzi, Andrea Murchio ed Emiliano Noce (con la partecipazione di Marco Zordan), provenienti da estrazioni differenti, che si ritrovano di tanto in tanto per “giocare” con questa pièce: affiatati, divertiti e divertenti, portano il pubblico per mano in questa avventura da Lost, dove l'aspetto reale si mescola a quello onirico, ed il gioco della parti viene estremizzato, in un continuo ribaltarsi di ruoli, mai scontati e ben caratterizzati.


Ritmi serrati, mai un cedimento, ottimi movimenti scenici, orchestrati con maestria e riproposti dagli attori senza tentennamenti. Belli i rimbalzi da giocolieri, tra le parole e la verdura, nel dialogo surreale e chiarificatore, tra l'amante ed il marito della protagonista in scena.

Svampita di quella leggerezza maliziosa, sempre in bilico tra l'ingenuità e la seduzione, la bravissima protagonista, Maddalena Rizzi, non sa scegliere tra un sicuro e spavaldo consorte ufficiale, interpretato da un convincente e rassicurante Emiliano Noce, ed un amante da 6 anni, evidentemente in difficoltà sull'isola, Andrea Murchio, ottimo attore ben rodato, che passa abilmente dal teatro di narrazione, a quello musicale (ha appena riportato in scena L'Amico di Fred), senza perdere di vista la qualità recitativa.

Scene abbozzate e come “provvisorie”, sbalzate nel legno, di Tiziano Fario sottolineano la caducità del naufragio e ben rendono il color sabbia dell'isola, mentre i costumi da survivors sono di Silvia Gambardella.

Da vedere, se potete, per sorridere sui rapporti di coppia, superstiti e superstiziosi, ieri, oggi e domani, su un'isola isolati, come in città.


Teatro Tor Bella Monaca:

18 e 19 ore 21,00 URAGANI, concerto d'attore
20 e 21 ore 21,00 DIRETTORE D'ORCHESTRA, teatro ragazzi
21 FESTA D'ESTATE
info e prenotazioni 062010579
www.teatrotorbellamonaca.it


Nessun commento:

Posta un commento