Riflettori su...di Silvia Arosio

Quotidiano online. Autorizzazione del Tribunale di Milano n. 249 del 21/11/2019

mercoledì 10 agosto 2022

MTA di Firenze si conferma campione d'Italia nelle Arti Scenico Sportive



MTA- Musical Times Academy si riconferma anche quest'anno un'eccellenza toscana nel campionato nazionale di Arti Scenico Sportive Performer Italian Cup, firmato Metodo P.A.S.S. L'unico campionato nazionale, riconosciuto dal CONI, dedicato interamente alle arti scenico sportive, che inquadra per la prima volta il Performer in una figura atleticamente riconosciuta. Performer Italian Cup si può considerare come il campionato olimpico degli artisti che prevede una competizione tra cantanti, ballerini, attori, performer completi. Il campionato ha già varcato i confini dell'Italia diventando attivo anche in moltissimi Paesi europei: è previsto entro il 2022 la prima fase europea della manifestazione.

martedì 9 agosto 2022

GIOVANNI NUTI, il 25 agosto in concerto al CASTELLO SFORZESCO di MILANO con “E IO TRA DI LORO – GIOVANNI NUTI IN CONCERTO – TRA ALDA MERINI E MILVA”



Giovedì 25 agosto alle ore 21:00 presso il Castello Sforzesco di Milano si terrà il concerto di GIOVANNI NUTI “E io tra di loro – Giovanni Nuti in concerto – tra Alda Merini e Milva”, nell’ambito della rassegna “Milano è Viva”, promossa dall’amministrazione comunale.

Ingresso: 20 €. Prevendita solo su Mailticket: https://www.mailticket.it/manifestazione/QY33).

A più di un anno dalla scomparsa di Milva e a quasi tredici da quella di Alda Merini, in una serata emozionante e suggestiva in uno splendido scenario, Giovanni Nuti farà rivivere le sue due indimenticabili partner artistiche con uno speciale concerto in cui canterà le sue canzoni “meriniane" e quelle scritte per Milva, ma anche alcuni brani del repertorio della Rossa (Jannacci, Battiato, Brecht, Piazzolla).

Voci e duetti virtuali, aneddoti, lettere: Giovanni Nuti racconterà anche come sia riuscito, nel nome di musica e poesia, a mettere insieme due personalità forti e originali come Alda e Milva, “due maghe, due esemplari assolutamente unici che si fiutano e si riconoscono e si rendono omaggio” come scrisse Lidia Ravera del loro incontro artistico da lui propiziato.

«Coloro che pensano che la poesia sia disperazione non sanno che la poesia è una donna superba e ha la chioma rossa» recita la voce di Alda Merini durante lo spettacolo nella poesia da lei dedicata a Milva.

Ospite speciale della serata sarà Grazia di Michele, che duetterà con Giovanni Nuti nel brano “Le donne dell’est” su testo di Alda Merini, brano inciso insieme e raccolto nel cofanetto Accarezzami musica - Il Canzoniere di Alda Merini.

Giovanni Nuti sarà accompagnato sul palco dalla band composta da José Orlando Luciano, (pianoforte e tastiere), Andrea Motta (chitarra), Simone Rossetti Bazzaro (violino), Carlo Giardina (basso) ed Emiliano Oreste Cava (batteria e percussioni).


Lo spettacolo “E io tra di loro – Giovanni Nuti in concerto – tra Alda Merini e Milva” - il titolo è una parafrasi della nota canzone di Charles Aznavour - è prodotto da SAGAPÒ MUSIC con il patrocinio dell’Associazione Alda Merini.

La drammaturgia è di Roberto Cardia e Giovanni Nuti.

GIOVANNI NUTI, compositore e interprete, è stato legato ad Alda Merini in un sodalizio durato 16 anni che la poetessa chiamava “matrimonio artistico” e da cui sono nati spettacoli che li hanno visti insieme protagonisti e molte canzoni - tutta la loro produzione in musica è stata raccolta nel 2017 nel cofanetto: Accarezzami musica - Il Canzoniere di Alda Merini: 6 CD, 1 DVD, 114 brani (21 con Merini recitante e 29 artisti ospiti). Giovanni Nuti ha avuto la fortuna e l’onore di collaborare e calcare il palcoscenico “nel nome di Alda Merini" anche con Milva, Valentina Cortese, Lucia Bosè, Monica Guerritore e, infine, in quello che sarebbe stato il suo ultimo spettacolo, con Carla Fracci (il nuovo allestimento del POEMA DELLA CROCE nella chiesa di San Marco per il Decennale Merini del 2019). In particolare Giovanni Nuti ha scritto tutte le musiche del CD Milva canta Merini - Sono nata il ventuno a primavera, uscito nel 2004, ed è stato artista ospite “della Rossa” nell’omonimo spettacolo in cartellone allo Strehler e in molte prestigiose location in Italia e nella sua ultima trionfale tournée in Germania.

lunedì 8 agosto 2022

Myriam Somma: nuovo singolo musicale intitolato “Vivendo"


Dopo il successo di “Vorrei”, cantato in coppia con Salvatore Riso, Myriam Somma torna con un nuovo singolo intriso di “saudade” che si intitola “Vivendo”.
“Vivendo è un brano che racconta un viaggio dentro sé stessi, un viaggio in cui riaffiorano ricordi, scelte e persone messe da parte ma mai completamente dimenticate.” - racconta Myriam - “Una condizione ricorrente, comune a tante persone, che spesso ci porta a vivere in bilico, sospesi tra i nostri sogni e
una realtà che tante volte ci richiama brutalmente ad essa.”

sabato 6 agosto 2022

PRETTY WOMAN IL MUSICAL, ecco le date


Dopo l’acclamata rappresentazione al Teatro Nazionale CheBanca!, che ha visto PRETTY WOMAN IL MUSICAL trionfare come spettacolo teatrale con il maggior successo al botteghino in Italia nel corso del 2021, il musical annuncia oggi le date del tour 2022-2023.

sabato 30 luglio 2022

Web tv dedicata agli anziani


Condivido volentieri questo comunicato stampa.

"L’estate degli anziani è più gioiosa con i nostri straordinari volontari che, grazie alla web tv Un Sorriso in Più Family (www.unsorrisoinpiufamily.it), entrano con passione nelle loro case in tutta Italia. Un Sorriso in Più Family raccoglie video realizzati con cura e attenzione dai nostri volontari, organizzati in rubriche, facili da consultare e visionare: benessere e yoga, musica, arte e cultura, sport, lettura, spiritualità, gite e natura. Venite a conoscere John, Cesare, Mattia, Paolo, Angelica, Ileana, Elena, Luca e molti altri volontari che, muniti di videocamera, condividono le proprie passioni con chiunque voglia seguirli.

venerdì 29 luglio 2022

Al Salieri Circus la rinascita di Silke Pan, l'acrobata diversamente abile guest star del festival


Vi presento il Salieri Circus Award che si terrà a fine settembre a Legnago.

23 artisti provenienti da tutto il mondo saliranno sul palco del Teatro Salieri, numeri accompagnati dall’orchestra dal vivo diretta dal Maestro Diego Basso.

Giuria composta da sole donne, una mostra storica sulle donne del Circo, ma soprattutto la presenza della guest star del Festival, Silke Pan , artista svizzera paraplegica.

giovedì 28 luglio 2022

Milano è Viva - Estate Sforzesca “Il Castello del Germi” fino al 5 agosto - 2 agosto Manuel Agnelli


 

Nei giardini del Cortile Ducale del Castello, adiacenti al Portico dell’elefante, dal 21 luglio alle ore 19,00 si sta svolgendo la rassegna letteraria organizzata dallo staff del Germi LDC, “Luogo Di Contaminazione” fra le arti, il locale nato con questo preciso intento nel 2019 da un progetto di Manuel Agnelli, Francesca Risi, Gian Luca Segale e Rodrigo d’Erasmo. Fino al 05 agosto le attività normalmente proposte dal Germi in via Cicco Simonetta si spostano così nel dehor letterario dove una libreria all’aperto (dalle ore 17:30) propone una nutrita selezione di classici e novità fresche di stampa, in collaborazione con la casa editrice Adelphi.

L’Estate Sforzesca si arricchisce così di appuntamenti coinvolgenti, letterari in senso lato. Approfondimenti culturali su temi direttamente connessi alla città di Milano, al Castello, alla Storia e alla contemporaneità. Arte, fumetti, fiction, poesia, teatro, letteratura e libri insieme a ospiti, dibattiti e letture dal vivo. La direzione artistica è di Giovanni Succi.

lunedì 25 luglio 2022

A 90 anni in gioco per la MUSICA: “Mar Mediterraneo” il singolo di DETTO FERRANTE ANGUISSOLA


In Radio e nei digital stores

“Mar Mediterraneo”

il singolo di

DETTO FERRANTE ANGUISSOLA


"Mar Mediterraneo" è un brano che parla del mare che circonda la nostra penisola, delle sensazioni che si provano a navigarlo sospinti dai venti, dai profumi. dai luoghi di culti, da città storiche che si incontrano lungo il viaggio.

Il mio ultimo album è il regalo che mi sono fatto per i novant'anni compiuti a marzo.

Detto Ferrante Anguissola è un personaggio tutto da scoprire con una vita che potrebbe ispirare un romanzo o una serie televisiva. Quando Ferrante racconta le sue storie si rimane sempre incantati. Ha vissuto in Inghilterra nel dopoguerra suonando nei ristoranti italiani e nei pub londinesi. Curioso e viaggiatore, velista e istruttore di vela alla famosa scuola di Caprera, pioniere della comunicazione, e delle telecomunicazioni in Italia diffondendo i microfoni Sennheiser, le antenne Kathrein e i cavi coassiali Kabelmetal. Parla inglese, tedesco, francese e croato.

venerdì 22 luglio 2022

Rocky Horror Show: tour italiano dall'11 ottobre



Parte il tour italiano di uno degli spettacoli più amati e applauditi al mondo: “Richard O'Brien's Rocky Horror Show” arriva in Italia nell’autunno 2022.

Il tour internazionale farà tappa a
MILANO – TAM Teatro Arcimboldi Milano dall’11 al 23 ottobre
TRIESTE – Politeama Rossetti dal 25 al 30 ottobre
ROMA – Teatro Olimpico dall’1 al 6 novembre

Dopo oltre 45 anni, la meravigliosa creatura di Richard O’Brien non smette di travolgere, coinvolgere, sovvertire le regole e ogni sera si trasforma in un grande non-stop party fatto di quei successi senza tempo da cui ognuno, almeno una volta, si è lasciato trascinare come “Sweet Transvestite”, “Damn it Janet” e “Time Warp”.

martedì 19 luglio 2022

MIRABILIA INTERNATIONAL CIRCUS & PERFORMING ARTS FESTIVAL XVIma EDIZIONE


Segnalo la presentazione della prossima edizione di Mirabilia International Circus & Performing Arts Festival che ritorna da quest’anno a una dimensione internazionale dal 5 agosto al 10 settembre in Piemonte. Oltre 160 repliche e più di 35 le Compagnie attese da Italia, Francia, Spagna con artisti da 26 nazioni diverse; 8 Prime assolute, 3 Prime nazionali e 8 Prime regionali.

lunedì 18 luglio 2022

Una serata con José Carreras al Magnetic Opera Festival 2022 sull'Isola d'Elba



Prosegue il Magnetic Opera Festival 2022 con l’evento clou di questa ottava edizione: lunedì 18 luglio alle ore 21.30 a Portoferraio, nella storica cornice dell’area archeologica della Linguella, appuntamento con Una serata con José Carreras, gala concerto che vede protagonista il celebre tenore spagnolo, acclamato in tutto il mondo. Accanto a lui, il pluripremiato soprano croato-sloveno Martina Zadro, presenza costante sulla scena operistica internazionale; le voci sono accompagnate dall’Orchestra Sinfonica delle Terre Verdiane diretta dal maestro David Giménez.

Si attende alla Linguella una serata unica all’insegna della voce leggendaria di José Carreras, tra il grande repertorio lirico e incursioni nel musical, nell’operetta, nella canzone popolare argentina e nella canzone classica napoletana. Da Mozart a Verdi, passando per Satie, Gounod e Šostakovič, arie d’opera e canzoni si intervallano a suggestivi momenti sinfonici per passare dal melodramma al musical, con Man of La Mancha di Mitch Leigh, fino all’operetta Giuditta di Franz Lehár. E ancora, El día que me quieras di Carlos Gardel ci porta nelle atmosfere tanguere del Sud America, per poi tornare nel Bel Paese con la canzone napoletana di Francesco Paolo Tosti, Ernesto De Curtis, Nicola Valente e Salvatore Cardillo, per citare un assaggio del ricco programma.

Si ricorda, infine, martedì 26 luglio alle ore 10 in Piazza Matteotti a Capoliveri l’ultimo appuntamento delle Matinée di musica da camera con i Solisti dell’Orchestra Sinfonica delle Terre Verdiane, mentre la sera, alle 21.30 alla Linguella di Portoferraio, conclude il Magnetic Opera Festival 2022 l’opera La Bohème di Giacomo Puccini, in scena con la regia di Alessandro Brachetti e scene e costumi di Artemio Cabassi. Protagonisti Renata Campanella e Danilo Formaggia, insieme al Coro dell’Opera di Parma preparato da Emiliano Esposito e all’Orchestra Sinfonica delle Terre Verdiane diretta da Stefano Giaroli.

Il Magnetic Opera Festival è realizzato con il patrocinio dei Comuni di Portoferraio, Porto Azzurro e Capoliveri.

I biglietti sono acquistabili in prevendita su www.liveticket.it/maggyart e tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.maggyart.it e sui canali social ufficiali dell’Associazione Maggyart Facebook e Instagram.

In caso di maltempo Una serata con José Carreras si terrà martedì 19 luglio e La Bohème mercoledì 27 luglio.
#MOF2022 #MagneticOperaFestival

sabato 16 luglio 2022

SIMPLE MINDS DAL 12 LUGLIO IN ITALIA PER 5 CONCERTI CHE CELEBRANO LA LEGGENDA



Mancano pochi giorni all’approdo in Italia dei Simple Minds, con il loro “40 Years of Hits Tour”: cinque date - lungamente attese dato che il tour mondiale celebrativo di 40 anni di successi era previsto già nel 2020 - in cinque delle arene estive più prestigiose e suggestive della nostra Penisola. La partenza è martedì 12 luglio al Teatro Antico di Taormina, sold out come i concerti seguenti a Pescara (il 14 al Teatro D’Annunzio per il Pescara Jazz), Pistoia (il 15 in Piazza Duomo per il Pistoia Blues Festival), Roma (il 17 alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica per il Roma Summer Fest). Pochissimi biglietti sono disponibili solo per il gran finale del 18 luglio all’Arena di Verona, un luogo iconico per la band capitanata da Jim Kerr e Charlie Burchill.

venerdì 15 luglio 2022

PUBBLIREDAZIONALE: Audizione e Insegnanti per “Perfezionamento TAM” - Tam Teatro Arcimboldi Milano in collaborazione con Accademia Ucraina di Balletto

 

PUBBLIREDAZIONALE

Sono stati ufficializzati i nomi degli insegnanti e le date di audizione (21 luglio e 7 settembre) per “Perfezionamento TAM” - perfezionamento artistico nelle arti coreutiche e nell’apprendimento delle maestranze teatrali. 

Tam Teatro Arcimboldi Milano in collaborazione con Accademia Ucraina di Balletto lancia per i giovani ballerini neodiplomati un programma di TRANSIZIONE dalle Accademie alla professione nelle compagnie teatrali.

TERRENI CREATIVI FESTIVAL, ad Albenga (SV), dal 1 al 7 agosto




La tredicesima edizione di Terreni Creativi Festival presenta, dal 1 al 7 agosto, nelle aziende agricole dell’entroterra ingauno, un programma di spettacoli di teatro, danza, musica, laboratori e presentazione di libri con personali dedicate ad alcuni dei più interessanti artisti della scena contemporanea

Terreni Creativi Festival, promosso dalla compagnia Kronoteatro, realizzato in collaborazione con il Comune di Albenga, con il sostegno del Ministero della Cultura, della Regione Liguria, della Fondazione De Mari-Cassa di Risparmio di Savona, delle aziende agricole BioVio, RB Plant, Terraalta, Ortofrutticola, Dell’Erba e di Coldiretti, Coop Liguria, Confagricoltura e della Fondazione Gian Maria Oddi e Associazione europea dei festival è arrivato alla tredicesima edizione. Il festival ha ricevuto negli anni riconoscimenti prestigiosi quali il Premio Garrone 2016 - Premio speciale della Giuria, “per l’originale ideazione che ha portato il teatro contemporaneo dentro il cuore economico di Albenga – le sue aziende agricole – un modo alternativo di vivere lo spazio teatrale che riscopre nuove forme di convivialità. La Giuria del Premio Garrone, in relazione al notevole valore di questa iniziativa che è riuscita a creare una positiva sinergia fra la comunità produttiva, sociale e politica della città e la proposta artistica, riconosce con profonda convinzione questo modello ideativo e organizzativo quale rara e preziosissima esperienza culturale, nell’ambito delle proposte teatrali italiane, che merita quindi particolare attenzione e sostegno da parte delle istituzioni” e il Premio Rete Critica 2017 come miglior progetto di comunicazione “per l'ironia e la capacità di proiettare il messaggio comunicativo sia nello spazio locale che nazionale declinando il claim su più formati, mantenendo sempre un piede nella terra da coltivare e un altro nei frutti che ne verranno”. A questi si aggiunge la candidatura ai Premi Ubu 2021, nella sezione miglior curatela artistica.

Quattro gli artisti scelti a cui dedicare una personale – Francesca Foscarini, Teatro dei Borgia, Giuseppe Cutino, Bartolini Baronio - inseriti nel format caratteristico del festival ingauno, composto da diversi spettacoli a sera di danza e teatro inframezzati da un aperitivo quasi-cena con prodotti del territorio e musica dal vivo a concludere le serate, ambientate nelle serre dell’entroterra di Albenga. “Terreni Creativi è un luogo dove conoscersi, esprimersi, sperimentare.- afferma Maurizio Sguotti, direttore del festival - Una piccola riserva protetta dove è facile trovare una comunanza d’intenti e di sensibilità mantenendo la propria identità e diversità. La nostra “tribù” si è creata in questi dodici anni, accogliendo tutti coloro, artisti e pubblico, che avevano voglia di avvicinarsi alla contemporaneità attraverso le arti performative nella ricerca di verità e umanità”



La personale dedicata a Giuseppe Cutino apre un ampio spaccato sugli ultimi anni di lavoro dell’artista siciliano. Vincitore nel 2003 del Premio Scenario con lo spettacolo Come campi da arare, scritto da Sabrina Petyx, Giuseppe Cutino ha una lunga esperienza come regista. L’ultimo spettacolo, Totò e Vicè, di Franco Scaldati, spettacolo vincitore del Premio IMAIE per il teatro, ha debuttato alle Orestiadi di Gibellina. Francesca Foscarini, danzatrice, coreografa e insegnante, lavora come interprete per Yasmeen Godder, Alessandro Sciarroni, Marco D’Agostin, Roberto Castello. Con lo spettacolo “Cantando sulle ossa” vince il premio Mas Danza 2012, con “Grandmother” il Premio Equilibrio per l’interprete nel 2013, nel 2015 è la volta del Premio Positano come “Danzatrice dell’anno sulla scena contemporanea” e, nel 2018, il premio “Danza&Danza” come coreografa emergente per le creazioni “Animale” e “Oro”. Teatro dei Borgia, fondata nel 2013 dall’attrice Elena Cotugno, vincitrice del premio Maschere del Teatro e per due volte candidata ai Premi Ubu, e dal regista Gianpiero Borgia è una compagnia di teatro d’arte vocata alla creazione contemporanea. Bartolini/Baronio è una formazione artistica romana nata nel 2009 dal sodalizio tra Tamara Bartolini e Michele Baronio. Nel 2020 il Teatro di Roma dedica una personale alla compagnia e un ciclo di RedReading, incontri fra teatro e letteratura, al Teatro India. Nel 2021 vincono il bando del Mic Boarding Pass che li ha portati ad aprile 2022 a New York.



Ad inaugurare l’edizione numero tredici di Terreni Creativi sarà, martedì 2 agosto, (Azienda Agricola Dell’Erba, ore 20,30), dopo la presentazione (ore 18,30) di Lingua di cane, libro di Giuseppe Cutino e Sabrina Petyx Soda caustica o del punto di vista (Personale Giuseppe Cutino). Un One Woman Show, scritto da Sabrina Petyx e interpretato da Stefania Blandeburgo nei panni di una donna comune, con le sue crisi, con un’ età in cui non si riconosce, ma con la quale deve fare i conti. Un finale non scontato, una denuncia sociale travestita da confessione privata fanno di questo spettacolo uno spaccato del mondo di oggi.


La giornata del festival di mercoledì 3 agosto prenderà il via, (ore 17, Centro antiviolenza) con Medea per strada, primo spettacolo della personale dedicata al Teatro dei Borgia. Nato come spettacolo itinerante per sette spettatori a bordo di uno furgone, Medea per strada propone una riscrittura della vicenda di Medea che rivela allo spettatore d’oggi la “tragedia dello straniero” con la forza del mito greco. Il programma proseguirà (Ortofrutticola, ore 18,15) con il primo appuntamento di Corpi espansi, corpi in mutazione / presentazione di libri a cura di Graziano Graziani. Per Sarà solo la fine del mondo – edito da Marsilio Editore - Graziano Graziani incontra Liv Ferracchiati, autore capace di entrare in temi attuali rendendoli universali, come accade nel libro presentato, in cui parla della vita di Guglielmo Leon, che parla al lettore come un ragazzo, nato in un corpo femminile. A seguire Vocazione all’asimmetria, la prima delle performances che compongono la personale di Francesca Foscarini (Ortofrutticola, ore 19,15), duo che alterna assoli e momenti insieme, scoperta di quello che divide e ricerca di quello che unisce per formare un noi possibile. A seguire, alle ore 20, L’ammazzatore - personale Giuseppe Cutino - scritto e interpretato da Rosario Palazzolo con Salvatore Nocera. Ci sono uomini costretti a vivere una vita che non gli appartiene, per scelte che non hanno fatto, per idee che non condividono. Ernesto Scossa, il protagonista de L’ammazzatore, nato in una Palermo che non concede vie d’uscita, si trova a dover uccidere per mestiere, fino a quando la consapevolezza di una scelta non gli concederà un vago spiraglio di luce. Al termine, alle ore 22,30, La fabbrica degli stronzi, spettacolo frutto dell’incontro tra le compagnie Maniaci d’Amore e Kronoteatro, diverse ma accomunate da uno sguardo impietoso sul reale, ci porta in un mondo isterico, meschino, fatto esclusivamente di vittime. Tre figli preparano la salma della madre per il funerale, ripercorrendo piccoli episodi significativi della vita famigliare, eventi neutri ma sempre vissuti come terribili abusi, alibi perfetti per continuare una vita senza responsabilità. La serata è conclusa, alle ore 23,30 dal Dj set Damonji. Selector e collezionista di dischi anni 70’ e 80’ provenienti da Africa, Brasile e Caraibi, Damonji porta avanti una ricerca musicale senza sosta, molto influenzata dalle esperienze in Sud America. Ugualmente affascinato da ritmi tradizionali, funk, latin e disco sfugge alle definizioni e nei suoi set si muove cercando le connessioni tra questi universi.

Numerosi gli appuntamenti di giovedì 4 agosto. Si inizia alle 17, presso la Mensa in Via degli Orti con Eracle, l’invisibile, spettacolo compreso nella personale del Teatro dei Borgia. Liberamente ispirato al mito greco di Eracle e interpretato da Christian Di Domenico, lo spettacolo è stato scritto grazie ad un lavoro capillare sulle vicende dei genitori separati e le loro vicissitudini economiche, psicologiche e sociali in collaborazione con le Caritas e il Bistrò Popolare di Brescia. La serata si sposta all’Ortofrutticola alle ore 18,30 dove Graziano Graziani incontra l’autore di London Vodoo – Minimum Fax Editore - Orso Tosco. Combinando elementi horror, grotteschi e surreali, Orso Tosco ha scritto un noir acido e potente, nel quale il confine tra realtà e fantascienza crolla e la deformazione e l’allucinazione sembrano le ultime strade possibili per raccontare la realtà in cui siamo ormai abituati a vivere. Alle 19,15 Ragazzo di vita, di Francesca Foscarini e Cosimo Lopalco, vincitore del Bando Maeci Vivere all’Italiana sul Palcoscenico, esplora in chiave performativa e poetica una tematica cara a Pier Paolo Pasolini, quella della specificità culturale del sottoproletariato romano negli immediati anni del dopoguerra. Alle ore 19,45 Francesca Sarteanesi conclude il laboratorio con la performance Almeno nevicasse ad agosto, a cui seguirà, alle ore 20,15, Something stupid, di Daniele Natali e Fausto Paravidino. “Something Stupid è un esperimento e vorremmo che continuasse ad esserlo, una cosa fieramente non provata e non scritta.- Affermano gli autori - La vita la cerchiamo in questo caso nel presente, nell’improvvisazione, nel pubblico.” Drammaturgo, attore e regista, nato a Genova nel 1976, a soli ventidue anni Fausto Paravidino ha vinto il Premio Pier Vittorio Tondelli e il Premio Ubu per Due fratelli (1998) e si è imposto come una delle migliori promesse della drammaturgia italiana. Oltre a scrivere, dirigere e interpretare pièce teatrali di successo, negli anni Duemila l’autore ha recitato in diverse produzioni televisive e pellicole cinematografiche. Prosegue la personale dedicata a Giuseppe Cutino alle ore 22,30 con Totò e Vice’, operina musicata per ombre e voci, adattata da Cutino dal testo di Franco Scaldati. Così dichiara il regista: “Unico modo plausibile per rendere omaggio a questo classico del nostro teatro, ho creduto fosse quello di potere accompagnare la musicalità dei testi di Franco con una nuova musica, che non si fosse mai accostata alle sue parole; così ho coinvolto Maurizio Curcio e ho chiesto, per ogni brano, specifiche sonorità. Ne è venuto fuori un piccolo lavoro teatrale in musica, un’operina, che ci ha fatto vivere e respirare il nostro tempo.” Conclude la serata alle ore 23,30 il Dj set Fred Simon. Fin dal liceo intraprende la strada del beatmaking integrando samples con tastiere come un vero discepolo della cultura Hip Hop e R&B. Mentre attinge a influenze senza tempo come Kashif, Sade, Change e Metro Area, Fred Simon trasferisce queste sonorità in tempi moderni mescolando elementi dall'hip hop all'elettronica.

Inizia all’azienda Bio Vio il programma di venerdì 5 agosto. Alle ore 17 Bartolini / Baronio in Attenti alla ragazza che corre portano in scena una wunderkammer che accoglie un archivio umano e sonoro di interviste, canzoni, fatti di cronaca, eventi storici. Un atto installativo d’immersione che accosta alcuni fatti di cronaca alla figura di Josefine – cantante protagonista del racconto di Kafka – e al suo canto traboccante d’incanto e potenza. La serata si sposta all’Ortofrutticola dove, alle ore 18,15 sarà presentata La vita sessuale di Gugliemo Sputacchiera – Quodlibet Compagnia Extra. Guglielmo Sputacchiera, inetto sociale e sessuale, si sveglia trasformato in ciò che più gli manca: è diventato una donna. Un po’ Samsa, un po’ Fantozzi, un po’ soldato Sc’vèik, il giovane Sputacchiera lascia la casa dei suoi e parte per un’avventura surreale e realista. Graziano Graziani ne parlerà con l’autore Alberto Ravasio. Alle ore 19,15 andrà in scena la prima nazionale di Na creature - Long Play Track di Teatringestazione, in coproduzione con la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, nell’ambito del progetto Atlante degli Immaginari. A Napoli i ragazzi di strada vivono in uno stato di privazione perenne, con una sovrabbondanza di immagini di successo, legate all’ostentazione del superfluo che inquina il loro immaginario. La povertà educativa è una precisa strategia politica, che fa vittime, come nel caso di Ugo Russo, morto a 15 anni. Il lavoro di Teatringestazione, fondata nel 2006 da Gesualdi | Trono, è stato accolto in contesti nazionali e internazionali, tra cui Matera-Basilicata 2019. Dal 2011 curano Altofest, progetto di socialità sperimentale in forma di festival, vincitore dell’EFFE AWARD 2017-18, tra i 6 migliori festival d’Europa. Alle ore 20,15 Giacomo, del Teatro dei Borgia porta in scena la vicenda umana di Giacomo Matteotti, politico, giornalista e antifascista rapito e ucciso per ordine di Benito Mussolini nel 1924. L’ultimo spettacolo della sera, (ore 22,30) Punk kill me please! di Francesca Foscarini e Cosimo Lopalco nasce a partire dalla fascinazione per il fenomeno del punk-rock e per la leggendaria e tragica relazione tra Sid Vicious e Nancy Spungen, coppia iconica della corrente britannica. La musica di Markio Digger, Dj e conduttore radiofonico di Sunday Brew, shaker della domenica mattina su Radio Banda Larga, concluderà la serata alle 23,30. Costantemente immerso in contaminazioni alla ricerca della miscela perfetta con vecchi dischi impolverati, elegante nel destreggiarsi tranquillamente tra generi diversi, Markio si diverte a condividere le sue esplorazioni musicali in maniera spontanea con il dancefloor.

Sabato 6 agosto la giornata del festival prende il via all’Azienda BIo Vio, alle ore 17, con Jerome Bel Laura Pante, concept di Jérôme Bel, coreografo sostenuto dalla Direction régionale des affaires culturelles d’Ile-de-France, Ministero della Cultura–Francia, con estratti da coreografie di Cristina Rizzo, Xavier LeRoy e Scarlet Yu, Silvia Costa. Frutto di un esperimento nato dalla volontà del coreografo e regista francese Jérôme Bel di impattare il meno possibile sull’ambiente, rinunciando da anni a spostarsi da Parigi e costruendo le sue performance via Skype, Laura Pante mette in luce percorsi e esperienze della biografia personale e artistica della danzatrice e sottolinea il ruolo determinante dell’interprete nel processo creativo. Si terrà all’Ortofrutticola, alle ore 18,30 la presentazione del libro In giro per festival. Curato da Oliviero Ponte di Pino e Giulia Alonzo dell’associazione culturale TrovaFestival per Altreconomia edizioni, il libro è una vera e propria mappa che racconta oltre 300 festival, eventi di pensiero, filosofia, letteratura, musica, teatro, cinema, arti di strada, ambiente e molto altro. Alle ore 19,30 Grandmother di e con Francesca Foscarini, è un solo di dodici minuti che nasce dai ricordi che la danzatrice ha della propria nonna, un movimento che si origina dalla memoria emotiva e trova espressione nel corpo, che ha fruttato alla coreografa il premio speciale come miglior interprete al Premio Equilibrio nel 2013. Tornano, alle ore 20 Gli Omini con Trucioli. Sul palco due attori e una valanga di voci, storie, caratteri, in uno spazio che è un'enciclopedia d'incontri casuali, di racconti assurdamente reali, di lingue inconsuete, scritta dopo anni di ricerche su strada. Gli Omini nascono nel 2006 con il progetto Memoria del Tempo Presente, che prevede la costruzione di spettacoli tramite indagini territoriali e interviste. Nel 2014 ricevono il Premio Enriquez come “Compagnia d’innovazione” per la ricerca e l'impegno civile e nel 2015 vincono il premio Rete Critica come miglior compagnia dell'anno. Alle ore 22,30, in Josephine Bartolini/Baronio partono dal racconto di Franz Kafka Josefine, la cantante ovvero il popolo dei topi in cui una topolina cantando scatena un’emozione tanto forte da fermare la corsa senza sosta dei topi. Il canto di Josefine, atto taumaturgico, evoca un popolo che, in un tempo di estasi e grazia, dimentica sé stesso e si raccoglie attorno all’artista, alla gioia infantile del gioco. Il Dj set di Il Flaco Scivola, alle 23,30, concluderà la serata. Nato nel ponente della costa ligure, la musica di Flaco è lo specchio di una giovane generazione amante dell’house che guarda al futuro ma con una grande attenzione alle radici. Ha pubblicato con TBX records, giovane label con sede a Barcellona che si fa notare per le molteplici connessioni di artisti sparsi in tutto il mondo.

L’ultimo giorno di festival, domenica 7, presso l’Azienda Bio Vio dalle ore 21,30 è un Aperitivoquasicena e serata di danze condotta da Liguria Transatlantica. Una serata che nasce dalle suggestioni transatlantiche del porto di Genova, in un periodo storico in cui i nuovi flussi migratori e l’abbattimento delle barriere culturali sono diventati tema centrale per la società ma anche per lo sviluppo di nuovi modelli di vita. La genesi del boom migratorio del XIX secolo coinvolse fortemente la popolazione delle province di Genova, Savona e La Spezia, rendendole protagoniste dell’emigrazione transoceanica in Sudamerica. Liguria Transatlantica è un progetto discografico che vuole valorizzare la memoria storica della tradizione ligure, facendo diventare la musica veicolo principale per comunicare e trasmettere i valori dell’identità culturale regionale, proiettata però in un panorama internazionale. Un coinvolgente dj-set che avrà come perno le sonorità liguri proprie del progetto miscelate e abbracciate ad un melting pot di suoni jazz e black da ogni angolo del mondo per una serata di ascolti e danze inusuali.




Fra gli eventi collaterali Almeno nevicasse, a cura di Francesca Sarteanesi (1 – 4 agosto, Palazzo Oddo e L’Ortofrutticola) laboratorio gratuito alla ricerca della parola o della sensazione rimasta in sospeso, incontri dove i partecipanti lavoreranno con maglioni, ago e fili attraverso la rielaborazione di un momento della propria vita. Francesca Sarteanesi, attrice e regista, crea una linea di maglioni-parlanti Almeno nevicasse e un progetto teatrale, Bella Bestia, in cui affronta argomenti scomodi come il sesso, il dolore dell’abbandono, l’insoddisfazione esistenziale. Con lo spettacolo Sergio è stata candidata ai Premi Ubu 2021 come miglior attrice protagonista. Laboratorio di scrittura autobiografica ed espressione di sé, Il filo rosso, sarà a cura di Luciana Maniaci e Francesco D’Amore (Manici D’Amore) il 4-5 agosto a Palazzo Oddo. Il filo rosso è un’esperienza laboratoriale che fonde l’approccio d’aiuto allo storytelling. Gli esercizi di scrittura di questo corso conducono a concentrarsi su ciò che è essenziale nei propri ricordi, a mettere ordine e a definire i contorni del proprio vissuto. Il laboratorio è gestito da una psicoterapeuta, Luciana Maniaci, e da un editor, Francesco d’Amore, entrambi diplomati al master di scrittura Scuola Holden di Torino e fondatori della compagnia teatrale Maniaci d’Amore Teatro (Premio della Critica 2018), che da anni lavora attorno alla nuova drammaturgia.

Corpi Espansi, Corpi In Mutazione. Presentazioni di libri, a cura di Graziano Graziani Tre autori diversi per stile e immaginari indagano il tema del corpo nelle sue molte sfaccettature. Liv Ferracchiati, artista e performer teatrale, esordisce in letteratura con un romanzo comico, dove l'io narrante - transgender come l'autore del libro - prende parola fin dal momento del concepimento, e si confronta che le costruzioni delle identità. Orso Tosco esplora il corpo sociale di una Londra livida e cronenberghiana, in cui le persone sono connesse da una rete psichica, alle prese con una serie inspiegabili di omicidi che rischiano di portare al collasso la società. L'esordio di Alberto Ravasio indaga le inquietudini di un giovane maschio inabile alla vita, colpito da un'improvvisa metamorfosi che lo trasforma in donna; una storia che si confronta con gli archetipi di Ovidio e Kafka, dove le scorie della contemporaneità - dalle culture hikikomori alle degenerazioni incell - sono solo lo spunto per creare una storia estremamente comica e con echi affondano nel mito.

Per informazioni e prenotazioni

www.terrenicreativi.it

info@kronoteatro.it

tel. 350 0580311

Biglietti:
singoli spettacoli tra le 17.30 e le 21.00 € 5 / ridotto € 4

serata dalle 21.15 comprensivo di APERITIVO quasi CENA € 25 / ridotto € 20 / sostenitore € 40

riduzioni per ragazzi fino ai 13 anni e convenzionati

Posti limitati, prevendita online obbligatoria.






giovedì 14 luglio 2022

MTS - MUSICAL! THE SCHOOL prossime audizioni di ammissione all’anno accademico 2022/2023



 
MTS - MUSICAL! THE SCHOOL prossime audizioni di ammissione all’anno accademico 2022/2023: LUNEDì 5 e GIOVEDì 15 SETTEMBRE 2022 ore 10.00

I CANDIDATI DOVRANNO INVIARE LA PROPRIA CANDIDATURA ALL’INDIRIZZO MAIL RIPORTATO IN CALCE ENTRO LE ORE 12.00 DEL GIORNO PRECEDENTE LA DATA UTILE.

“LA TRILOGIA DELLA VITA TRA CANZONI E POESIE DIALETTALI MILANESI”


 
L’Assessore alla Cultura e ai Servizi Sociali del Comune di Turbigo, Manila Leoni è lieta di invitare tutta la cittadinanza allo spettacolo musicale “La trilogia della vita tra canzoni e poesie dialettali milanesi” in programma giovedì 21 luglio presso il Centro Ricreativo De Cristoforis-Gray.
L’evento si colloca fra le iniziative culturali che intendono avvicinare le persone alla conoscenza del proprio territorio, alla storia delle sue parole e al dialetto e alla cultura della comunità che lo parla.

mercoledì 13 luglio 2022

"In Stato di Grazia", Cortile delle Armi del Castello Sforzesco



Cosa succede quando Grazia, donna di mezza età rigida e perbenista, in seguito a un “incidente” si trasforma in una “milf” spregiudicata e iper-sessuale, talmente libera da mettere in imbarazzo quelli che prima la accusavano di essere una bigotta?

Da questa premessa surreale nasce, In stato di Grazia, monologo scritto da Tobia Rossi per Margò Volo che con ironia e autoironia, parla di tabù e pregiudizi, di scoperta di sé e libertà sessuale, di menopausa e gioia di vivere, attraverso il monologo-testimonianza di un personaggio bizzarro e senza peli sulla lingua, che affronta il pubblico provocando la reazione che più di tutte caratterizza il rapporto col nostro corpo, i nostri complessi, la nostra intimità: l’imbarazzo.

Il Docufilm di STM "La Piccola Città" su RaiPlay - con voce narrante di Andrea Delogu



Sognano di diventare attori famosi, inseguendo una passione che hanno fin da piccoli con sacrifici, timori ed emozioni. Sono i quattordici studenti del Corso Triennale per Attori della Scuola del Teatro Musicale che, da mercoledì 13 luglio, saranno protagonisti su RaiPlay del docufilm “La Piccola Città”, primo documentario che racconta la vita dei giovani allievi mentre cercano di realizzare le loro aspirazioni.

Prodotto direttamente dalla Scuola del Teatro Musicale e curato dalla regia di Francesco Dinolfo, il racconto è accompagnato dalla voce narrante di
Andrea Delogu.