Riflettori su...di Silvia Arosio

Viaggio attraverso il mondo dello spettacolo italiano (e non)...

mercoledì 18 gennaio 2017

Il Piccolo Principe L’essenziale è invisibile agli occhi, produzione Accademia dello Spettacolo: tutte le info


Il 3 e 4 febbraio al Teatro Murialdo di Torino andrà in scena IL PICCOLO PRINCIPE, una commedia musicale ispirata al romanzo di Antoine de Saint-Exupery, scritta da Mario Restagno con musiche di Walter Orsanigo e Paolo Gambino, che rispetta sostanzialmente il testo originale, pur concedendosi alcune licenze nella struttura drammaturgica.

“Il Piccolo Principe” proposto al Teatro Murialdo è un musical, in linea con lo stile e le produzioni firmate da Accademia dello Spettacolo: è uno spettacolo che diverte, ma allo stesso tempo invita a pensare, con un testo che scorre continuamente passando dalla prosa alle canzoni, mantenendo ritmo e attenzione dello spettatore.

Nel cast, come in tutte le produzioni firmate da Accademia dello Spettacolo, è dato ampio spazio ai giovani artisti: accanto agli allievi della Scuola Formazione Attore e al gruppo di adolescenti della Scuola di Musical, intervengono alcuni giovani professionisti come Jacopo Siccardi, nel ruolo dell’Aviatore, affiancato da Rossella Piro, che interpreterà la Rosa e la Volpe, e Rita Penduzzu nel ruolo di Chermisi, il matematico che “ha misurato la solitudine dei numeri primi”.

Presto, vi posterò una intervista proprio a Jacopo Siccardi... per ora leggete qui e tenete conto che le date sono quasi già tutte soldout... quindi sbrigatevi ;)!

“La paix, melodie di pace”, musiche di Reynaldo Hahn: intervista ad Andrea Murchio


Il 29 gennaio, per la VII stagione concertistica "Musica ai SS. Apostoli" a cura della Camera Musicale Romana, andrà in scena in prima nazionale il concerto- spettacolo “La paix, melodie di pace”, scritto e diretto da Paolo Vanacore, con la direzione musicale di Alessandro Panatteri, dedicato alla figura del compositore venezuelano naturalizzato francese Reynaldo Hahn in occasione del 70° anniversario della morte.

Un'occasione per rivivere le atmosfere musicali e intellettuali della bella époque nella Parigi del primo novecento. Un progetto teatrale in cui è molto forte il connubio fra la musica e la prosa: agli interventi recitati da Andrea Murchio si alternerà infatti l’esecuzione dal vivo di alcune fra le più belle melodie di Hahn su versi di Hugo, Verlaine, Buratti, Cicogna, ed altri interpretati dal soprano Marina De Sanctis e dallo stesso Murchio.

Sarà l’occasione per ascoltare anche l’integrale per pianoforte a quattro mani interpretata da Alessandro Panatteri e Claudio Junior Bielli.

Hahn è stato un enfant prodige del pianoforte.

L’incontro con la musica, avvenuto a soli dieci anni, insieme all’amore per la poesia e la letteratura (caratterizzato, tra gli altri, da un’iniziale relazione amorosa con Marcel Proust, cui fece seguito un’amicizia che durò tutta la vita) ha reso Reynaldo un animo nobile e delicato che ambisce alla pace universale. Il concerto è infatti dedicato alla pace nella sua accezione più ampia: uno stato di armonia condivisa in cui solo arte e cultura, amore e sensi, prosperità e natura, rendono unica la nostra esistenza e comprensibile persino la morte.

Per capire meglio di cosa si tratta, ho intervistato, Andrea Murchio, che interpreta Reynaldo Hann.

Prossima pagina.

E tu sei bellissima al Teatro Cometa Off di Roma



Torna in scena per il sesto anno E tu sei bellissima. Dal 18 al 22 gennaio al Teatro Cometa Off di Roma, Claudia Campagnola e Matteo Lucchini, diretti da Giancarlo Fares, danno vita alla commedia romantica più rappresentata di Claudio Proietti.

Nella zona franca tra il caso e il destino, in un parco qualunque di una cittadina tra nord e sud, un uomo e una donna si rincontrano. A separarli una valanga di incomprensioni, tradimenti, rancori e anni vissuti lontano l’uno dall’altra: “Quanto tempo è che non ci vediamo?” “Due anni e otto mesi.”. Paolo e Cristina. Un uomo e una donna che per colmare le distanze si raccontano delle loro nuove vite, dei loro nuovi partner, dei loro nuovi (o vecchi) sogni, ritrovandosi poi a sorridere come facevano un tempo. Come se non avessero mai smesso. “Hai paura di me?” “Dei nostri ricordi”. Ed è immaginando i figli che non hanno mai avuto, ogni volta che dal reparto di maternità un pianoforte annuncia una nuova vita, che Paolo e Cristina avranno l’occasione di scegliere se permettersi il lusso di essere in-felici o se rimanere aggrappati a ciò che li addolora di meno. Avranno l’occasione di scoprire che forse non si sono mai appartenuti oppure che si apparterranno per sempre.

martedì 17 gennaio 2017

MTS - MUSICAL! THE SCHOOL, BANDO PER GLI ESAMI DI AMMISSIONE A. A. 2017/2018


MTS - MUSICAL! THE SCHOOL COMPIE 18 ANNI E RIMANE FEDELE AL PROPRIO OBIETTIVO: FAR CRESCERE NUOVI TALENTI E GIOVANI ARTISTI

BANDO PER GLI ESAMI DI AMMISSIONE A. A. 2017/2018
4 FEBBRAIO 2017, H. 09.30 - MILANO
ISCRIZIONE GRATUITA OBBLIGATORIA VIA WEB SUL SITO WWW.MUSICALMTS.IT

MTS – MUSICAL! THE SCHOOL è l’UNICA ACCADEMIA ITALIANA sede ufficiale degli esami di DIPLOMA EUROPEO WEST LONDON UNIVERSITY (LCM) titolo riconosciuto in ITALIA, EUROPA, USA e valido quale LAUREA BREVE in Gran Bretagna.
Il percorso didattico si sviluppa in due anni accademici più un terzo anno facoltativo denominato MTS MASTER con indirizzo formativo differenziato.

RESET – IL MUSICAL torna a Milano

Dopo il grande successo del debutto
torna a Milano il nuovo elisarante musical di Thomas Centaro

in data unica sabato 25 febbraio 2017
al Teatro Pime di Milano
 
RESET – IL MUSICAL è una nuova commedia musicale di Thomas Centaro (già autore e regista tra gli altri de “L’Odissea – Una vera Troyata” e “Kitsch Me Licia”), che dopo il successo del debutto torna in data unica sabato 25 febbraio sul palco del Teatro Pime di Milano con la sua ultima nuova esilarante storia, che al debutto ha fatto ridere fino alle lacrime centinaia di spettatori grazie alla trama coinvolgente e alla vincente formula che prevede 22 irriverenti canzoni pop adattate in italiano: dai Black Eyed Peas a Donna Summer, dagli Evanescence a Jamiroquai, da Tina Turner ai Pink Floyd, da Michael Jackson a Nathalie Imbruglia, da Jason Derulo a Cher, da Sia agli Alcazar.

La Bella Addormentata, musical di Francesco Antimiani, i scena il 5 febbraio a Mantova


“Se volete che vostro figlio sia intelligente, raccontategli delle fiabe; se volete che sia molto intelligente, raccontategliene di piu'” (Albert Einstein)

Un re ed una regina stringono la piccola figlia nel giorno del battesimo mentre riceve la benedizione di tre curiose fate madrine davanti a tutti i sudditi del regno...
Ma la felicità come un bocciolo prezioso di rosa non è destinata a durare. Un incantesimo verrà scagliato e solo il bacio del vero amore potrà spezzarlo.

Ecco un musical dall'eccezionale impatto emotivo ispirato ad una celeberrima fiaba tradizionale europea: La bella addormentata nel bosco. Nota soprattutto nella versione di Charles Perrault e dei fratelli Grimm e per le edizioni cinematografiche d'animazione e non di Walt Disney (da The Sleeping Beauty a Maleficent) la storia della principessa Aurora arriva sulle scene italiane nella appassionante ed ironica versione di Francesco Antimiani, autore e compositore.

Tra emozionanti cambi di scena che evocano il fantasy e il gotico, grazie all'energico cast dell'Off-Broadway, costituito da 20 performer, questo musical ha la forza trascinante dei grandi spettacoli musicali anglosassoni e ne racchiude tutto lo spirito.

Tra le fonti anche il balletto russo di Pëtr Il'ič Čajkovskij citato dalle contemporanee coreografie di Rossella Sottili. Sul palco ai personaggi classici si affiancano quelli di recente introduzione disneyana - ecco apparire la terrificante e bellissima Malefica e il suo fedele Corvo- e di nuova invenzione come l'effervescente narratrice Tersicora.

Gli arrangiamenti di Luca Pettinato creano alla perfezione una coinvolgente atmosfera sottolineando la molteplicità dei generi musicali, mentre la regia di Federica Restani fonde ancora una volta il teatro e il cinema, in uno spettacolo destinato a durare nel cuore di chi lo vedrà.

5 febbraio al Teatro Sociale di Mantova

lunedì 16 gennaio 2017

Mi ha salvato la Disco Music, one woman show, in scena sabato a Milano


Oggi vi presento una serata One woman show (Scritta da Marina Marini, Regia di Sergio Scorzillo), con Raffaella Marchegiano (e con Stefania Lomonaco, Raffaella Spina, Stefano Arado ed Alessandra Menchini), che sarà in scena sabato 21, alle ore 21, presso il Teatro Alfredo Chiesa in San Cristoforo Milano (Via San Cristoforo 1, 20144 Milano).

Attraverso i primi 50 anni di Raffaella e del suo alter-ego Rebecca Stone, ripercorreremo alcuni momenti esaltanti e divertenti della nostra storia, accompagnati dalla musica più bella di sempre.
I più giovani scopriranno quanto si sono divertiti i loro genitori e, sopratutto, tutto ciò che di mamma e papà hanno sempre ignorato, e i meno giovani ritroveranno un "passato prossimo" intenso, folle e mai dimenticato. Un viaggio fra risate e commozione, attraverso una parte di 40 anni di vita, storia, musica e luci stroboscopiche.

Perchè la disco music è uno stato mentale !!

i perFORMErs, terzo indizio....


Sole, relax e divertimento, gli ingredienti per una vacanza perfetta! Questa splendida immagine è il nuovo indizio sul nuovo spettacolo prodotto da “i perFORMErs”. Il “toto-spettacolo" continua...

TO BE OR NOT TO BE SCARLETT O'HARA di Simone Leonardi, al via crowdfunding: tutte le info


TO BE OR NOT TO BE SCARLETT O'HARA – WORLD PREMIERE

Night Express Live, per la direzione di Raffaele Cericola, ha il piacere di annunciare la prima mondiale di “Essere o non essere Rossella O’Hara” di Simone Leonardi, adattato e diretto da Raffaele Cericola.

In questi giorni, è stato attivato un crowdfunding per lo spettacolo.

Nella prossima pagina, vi anticipo tutte le info del progetto, che si preannuncia davvero interessante.

Troverete anche i dettagli della raccolta fondi, che si chiuderà il 27 gennaio.

sabato 14 gennaio 2017

Biennale di Venezia: bando internazionale per giovani danzatori e nuovi coreografi


La Biennale di Venezia, presieduta da Paolo Baratta, annuncia la nuova edizione di Biennale College – Danza con il lancio del bando internazionale sul sito www.labiennale.org che rimarrà aperto da ieri, 13 gennaio, fino al 14 febbraio per il progetto danzatori e fino al 15 marzo per il progetto coreografi.

Il bando internazionale è rivolto a danzatori e, per la prima volta, a coreografi, introducendo l’arte della coreografia fra le discipline di Biennale College – Danza, secondo il disegno rigoroso e sperimentale della neo direttrice Marie Chouinard.