venerdì 11 novembre 2016

PALCO OFF Attori, autori, storie di Sicilia TEATRO LIBERO – MILANO




A partire dall'11 novembre inizia a Milano, presso il Teatro Libero, la seconda edizione di PALCO OFF: un'occasione per incontrare la Sicilia negli spettacoli, negli incontri e nelle degustazioni di cibi e vini.

La Sicilia è una grande metafora. È demone, perché dietro al suo aspetto mozzafiato si agitano atroci turpitudini. È mito, perché genialità, ebbrezza e arti si personificano in lei.
È madre, perché riscalda e accoglie.
FRANCESCA VITALE – Direttrice artistica di Palco Off

Nella rassegna PALCO OFF si parla di una Sicilia lontana dai cliché che ne impoveriscono il vero spirito. Una Sicilia di sole e di vigne che hanno portato l’industria del vino siciliano all’eccellenza mondiale. Una Sicilia di cibo e di buona cucina. Una Sicilia di artisti, di cacciatori di immagini e di storie.

La rassegna PALCO OFF nasce a Catania nel 2012 con la direzione organizzativa di Renato Lombardo e la direzione artistica di Francesca Vitale, che con determinazione e dedizione decidono di “esportare” la rassegna anche a Milano, al Teatro Libero, dove approda nel 2015, con grande successo di pubblico.
Per l’edizione 2016-17 di PALCO OFF si replica dunque la formula dello scorso anno: la serata inizia con un “aperitivo rinforzato”, come si dice nel Sud Italia. Tutte le degustazioni verranno debitamente illustrate, in modo da dare al pubblico la consapevolezza di cosa arriva al palato. Il buon cibo e il buon vino e l’ospitalità tipicamente siciliana avranno il potere quasi magico di far sentire il pubblico come a casa propria, tutti pronti ad ascoltare lo spettacolo proposto.
La rassegna ospita cinque spettacoli che parlano di Sicilia e una divagazione.

Apre la rassegna Terra di Rosa (11, 12, 13 novembre). L’interpretazione forte e accorata di Tiziana Vaccaro racconta la vita di Rosa Balistreri, cantante siciliana che ha gridato con la sua voce struggente il dolore, la passione e la libertà.
Con A testa sutta (2, 3, 4 dicembre), di Luana Rondinelli, andiamo tra le strade polverose di Palermo per incontrare “Giovanni u’ biunnu”, biondo, ingenuo e delicato, che sembra venire da un altro pianeta. Una storia sulla diversità per indagare sulle radici del pregiudizio.
Aldo Rapè, applaudito nella scorsa stagione in Mutu, torna a Palco Off con Ad un passo dal cielo – W la mafia (27, 28, 29 gennaio). Il protagonista è Calogero, un ragazzo rimasto bambino per avere assistito a qualcosa di troppo grande per lui.

La rassegna ha una divagazione dalla tematica siciliana, che è lo spettacolo vincitore del Festival Milano OFF 2016: Shylock (17, 18, 19 febbraio), di Gareth Armstrong. La storia del Mercante di Venezia di Shakespeare raccontata con tagliente ironia dall'ebreo Tubal, il migliore amico di Shylock. In scena Mauro Parrinello nell'adattamento di Francesca Montanino.

Lo spettacolo Mari (24, 25, 26 marzo) è una storia d’amore, la vita quotidiana di un pescatore e di sua moglie: un toccante notturno marino, dedicato a chi ama anche senza l’aiuto delle parole. Il testo, premio Riccione 2003, è di Tino Caspanello, anche interprete insieme a Cinzia Muscolino.

La rassegna siciliana si conclude con Parole mute (5, 6, 7 maggio) di e con Francesca Vitale, con la regia di Lamberto Puggelli. La storia di un padre malato di Alzheimer e di sua figlia, in Sicilia: il racconto di un viaggio nei meandri nella memoria, con le voci inconfondibili di Paolo Bonacelli e Ottavia Piccolo. Premio Enriquez 2009.

La comprensibilità dei testi è garantita. Per pochi spettacoli che contengono parti in dialetto verrà fornita una legenda per facilitare la comprensione.
Dopo gli spettacoli la serata continua con gli incontri con gli attori e gli autori siciliani.


PER INFORMAZIONI

BIGLIETTERIA
Teatro Libero
via Savona 10, Milano

PREZZI
biglietto intero: 20 euro
biglietto ridotto: 15 euro
biglietto ridotto scuole di teatro: 10 euro
abbonamento CARTALIBERA PALCO OFF: 6 ingressi a 90 euro

ORARIO SPETTACOLI
venerdì e sabato ore 21.00
domenica ore 16.30

ORARIO DEGUSTAZIONI
venerdì e sabato ore 20.30
domenica ore 16.00