Quotidiano online. Autorizzazione del Tribunale di Milano n. 249 del 21/11/2019

giovedì 21 novembre 2019

“CHARLIE E LA FABBRICA DI CIOCCOLATO”, la recensione di Silvia Arosio


Il Maestro di Cerimonie è tornato.

Un grandissimo Christian Ginepro ha ufficialmente aperto le porte della sua Fabbrica di Cioccolato a piccoli e grandi e via Procaccini ha assunto un sapore tutto nuovo.

Una Fabbrica del Vapore che diventa fabbrica di delizie, di teatro, di sorrisi.

Chi tra voi si ricorda Cabaret del 2007, con la regia di Saverio Marconi? Ecco, Ginepro in quell’occasione fu Emcee, ed ora, con il suo Willy Wonka, torna a essere il Master of Puppets in una stramba azienda dove si fanno dolci da fare impallidire le potteriane delizie di Hogsmeade.

Con una sola fondamentale differenza. Qui, si fanno esclusivamente prelibatezze al cioccolato. Che fa bene a tutti, tranne ai cani ed agli allergici. Magari avrete qualche carie e qualche brufolo in più, ma le endorfine ringrazieranno.

Federico Bellone, il regista, confeziona e serve uno spettacolo, incartato con grande, grandissima cura ed attenzione.

Oltre due ore di spettacolo (tenete d’occhio gli orari dei mezzi), con musica dal vivo eseguita da 18 musicisti diretti dal Maestro Giovanni Maria Lori e coreografie curate nel dettaglio da Gillian Bruce.

In questo spettacolo, potremo trovare effetti speciali di grande impatto visivo (di Paolo Carta): senza svelare troppo, vi posso anticipare che l’ascensore finale vi lascerà davvero a bocca aperta (con un gioco di luci particolare a dare maggior risalto al tutto)

Lo stupore è il tema portante dello spettacolo: quello stupore bello, positivo e sognante, che abbiamo da bambini, quando facevamo Oooh, e che il co-protagonista in formato tascabile, il piccolo Charlie, ieri sera interpretato da Jeesee (Gregorio Cattaneo), porta avanti dall’inizio ala fine, senza un cedimento, nonostante intorno a lui altri “bambini” siano fatti a pezzetti, resi grumi, fatti esplodere o rimpiccioliti in uno schermo tv.


Charlie, un bambino estremamente buono, senza nessun anticipo di ribellione adolescenziale collodiana, vive con i nonni ed una mamma soave ma concreta, atta a riportare con i piedi per terra dai suoi voli pindarici il suo ometto, una mamma chioccia e lavoratrice, che ha la splendida voce di Simona Samarelli e che ha quattro divertenti e strampalati nonni alletati, nello stesso letto per risparmiare (Annamaria Schiattarella nonna Georgina e anche regista residente, Roberto Colombo - nonno George, Stella Pecollo, nonna Giosefina, ma anche Sig.ra Glup), compreso nonno Joe, uno straordinario gipeto.

Un nonno da fiaba, che forse ha l’età delle piramidi, visto che millanta avventure alla Jules Verne, immobile da 45 anni, ma che aspetta solo la chiamata alle armi per saltellare, se non come un fringuello (credibile la sua rimessa in piedi che dura il tempo di una canzone), almeno come un anziano …rapace.

Completano il cast Lisa Angelillo, frustrata, alcolizzata e dipendente da psicofarmaci, ma con una follia totalmente divertente ed allegra, forse vittima di un figlio tv dipendente (l’acrobata Simone Ragozzino Mike Tv), l’espanso ed espansivo Davide Marchese (Augustus Glup), accompagnato dalla mamma già citata Stella Pecollo, la copia comica russa Fabrizio Corucci (Sig. Oleg Disalev, con la citazione di Frankestein Jr da parte di Ginepro, che ha fatto moto ridere gli addetti ai lavori), Marta Melchiorre, anche ottima ballerina classica, tanto snodata da essere smembrata, Veruca Disalev, l’appiccicosa (per via del Chewing Gum che mastica da tre anni, per i suoi follower), Michelle Perera (Violetta Beauregarde), con il suo papino Russell Russell,

Citerei anche Donato Altomare (Jerry), Rossella Contu (Cherry), Robert Ediogu (Sig.ra Green), oltre ai membri dell’ensemble Andrea Spata (capoballetto), Federica Laganà, Mary La Targia, Pietro Mattarelli, Antonio Orler, Manuel Primerano e Monica Ruggeri e agli swing Emanuela Fiore, Nicolina Iandico, Davide Tagliento e Roberto Torri.

Dai personaggi che vi ho descritto, avrete colto l’attualizzazione del testo, con l’inserimento non solo di tablet e cellulari, ma anche di personaggi tv trash e non (non voglio paragonare alcuni personaggi in video con Vianello o Mike Bongiorno), che hanno sottolineato come molti ragazzi abbiamo perso la creatività della fanciullezza per essere hacker o influencer: ed ovviamente, saranno quelli che fanno una brutta fine.


Ma davvero la faranno?

Perché, vedete, nella Fabbrica di Cioccolato tutto é finto ma niente è falso: ed il Wonka di Ginepro, personaggio che si è rinchiuso nel suo cinismo, oltre che nella fabbrica, ha in sé ancora quel bambino che sa tinteggiare tutto con la magia, mescolando danza, canto e una recitazione naturalissima, cosa rara in un musical, ed ancora più difficile da portare avanti in un ruolo cosi fortemente caratterizzato.

Ma forza venite gente! Perché noi ci crediamo, noi siamo pronti a seguire questo strambo cerimoniere nei meandri dei gironi paradisiaci/infernali della fabbrica, abbiamo timore, come ogni bambino, ma ci affidiamo.

E l’orchestra dal vivo, i colori, la tridimensionalità delle scene materiche, i brani ben tradotte, gli impermeabili che ballano stile Pomi d’ottone e manici di scopa, sono il grande accompagnamento alla scena finale dell’elevazione, che ci porta, come Grizabella di Cats, agli Heaviside Layer, che si possono trovare aprendo un libro, un sipario o solo il cuore.

Perchè non gustare questa delizia "cioccolatosa"?

PER SAPERNE DI PIU’, LEGGETE LA MIA INTERVISTA A GINEPRO CHE USCIRA’ SUL NUMERO DI DICEMBRE DI RIFLETTORI SU.

LO SPETTACOLO AVRA' UNA LUNGA TENITURA A MILANO E STARA' IN SCENA FINO AD APRILE. PER ORA NON E' PREVISTO TOUR


COMUNICATO STAMPA

Il musical basato sul romanzo di Roald Dahl

per la PRIMA VOLTA IN ITALIA

IN SCENA SOLO A MILANO

PRIMA UFFICIALE GIOVEDÌ 21 NOVEMBRE!

alla CATTEDRALE DELLA FABBRICA DEL VAPORE

per l’occasione completamente trasformata in un teatro!

(Biglietti disponibili in prevendita su TicketOne.it)

Regia

FEDERICO BELLONE

con CHRISTIAN GINEPRO nel ruolo di WILLY WONKA

Libretto
DAVID GREIG

Musiche
MARC SHAIMAN

Liriche
MARC SHAIMAN e SCOTT WITTMAN

E con musiche tratte dal film di LESLIE BRICUSSE e ANTHONY NEWLEY


Presentato in accordo con Music Theatre International (Europe): www.mtishows.eu

Willy Wonka apre le porte della sua folle Fabbrica di Cioccolato in Italia!

“CHARLIE E LA FABBRICA DI CIOCCOLATO”, il musical basato sul romanzo di Roald Dahl, arriva a MILANO, unica città italiana a ospitare lo spettacolo che, per tutta la stagione teatrale 2019/2020 resterà alla Cattedrale della Fabbrica del Vapore (Via Giulio Cesare Procaccini, 4), per la prima volta in assoluto trasformata in un teatro.

La PRIMA UFFICIALE dello spettacolo sarà GIOVEDÌ 21 NOVEMBRE (ore 20.45).

Lo spettacolo, per la regia di FEDERICO BELLONE (reduce dai successi dei musical di Mary Poppins, Dirty Dancing, Fame, The Bodyguard, West Side Story), è un mondo da scoprire, adatto a tutti i bambini, dagli zero ai 99 anni! Un viaggio surreale, in cui lo spettatore verrà trasportato insieme a Charlie, nella fabbrica di cioccolato più sorprendente che ci sia.

Oltre due ore di spettacolo, con musica dal vivo eseguita da 18 musicisti diretti dal Maestro Giovanni Maria Lori e coreografie curate nel dettaglio da Gillian Bruce, effetti speciali (curati da Paolo Carta già autore degli effetti speciali di Mary Poppins) e costumi di scena, che fin da subito catturano l’attenzione del pubblico.

Nel ruolo principale di Willy Wonka ci sarà Christian Ginepro, attore poliedrico e trasversale, capace di dividersi con naturalezza tra cinema, televisione e teatro, con alle spalle più di vent’anni di carriera DA PROTAGONISTA nel musical.


Oltre a Christian Ginepro, questi gli altri performer che saliranno sul palco: i giovanissimi Jeesee (Gregorio Cattaneo)/Alberto Salve/Alessandro Notari (Charlie Bucket), gipeto (nonno Joe), Simona Samarelli (Mrs. Bucket), Lisa Angelillo (Sig.ra Tv), Russell Russell (Sig. Eugene Beauregarde), Fabrizio Corucci (Sig. Oleg Disalev), Stella Pecollo (Sig.ra Glup), Annamaria Schiattarella (nonna Georgina e regista residente), Roberto Colombo (nonno George), Marta Melchiorre (Veruca Disalev), Davide Marchese (Augustus Glup), Michelle Perera (Violetta Beauregarde), Simone Ragozzino (Mike Tv), Donato Altomare (Jerry), Rossella Contu (Cherry), Robert Ediogu (Sig.ra Green), oltre ai membri dell’ensemble Andrea Spata (capoballetto), Federica Laganà, Mary La Targia, Pietro Mattarelli, Antonio Orler, Manuel Primerano e Monica Ruggeri e agli swing Emanuela Fiore, Nicolina Iandico, Davide Tagliento e Roberto Torri.

I biglietti dello spettacolo, prodotto da Wizard Productions (Dirty Dancing nel mondo, Sugar – A qualcuno piace caldo, The Bodyguard – Guardia del corpo, Fame), sono disponibili in prevendita su TicketOne.it e nei punti vendita e nelle prevendite abituali.

Numero telefonico per la biglietteria: 351 889 71 75 (attivo dal martedì alla domenica dalle 14:00 alle 19:00)

Canale Telegram per la biglietteria: LaFabbricadiCioccolatoilMusical

“CHARLIE E LA FABBRICA DI CIOCCOLATO” ha debuttato con la regia di Sam Mendes (American Beauty, ultimi film di James Bond) nel 2013 a Londra, restando in scena al Theatre Royal, Drury Lane per quasi 4 anni, e raggiungendo il più alto incasso settimanale nella storia del teatro inglese, per poi spostarsi a New York.

Il libretto dello show è di David Greig (autore per la Royal Shakespeare Company), le canzoni di Marc Shaiman e Scott Wittman (Sister Act, Hairspray, Mary Poppins Returns), e Leslie Bricusse (Premio Oscar, The Candy Man, Victor Victoria) e Anthony Newley.

Il musical è basato sull’omonimo libro di Roald Dahl (pubblicato in Italia da Salani) e sui film “Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato” del 1971, con Gene Wilder e ritenuto una delle 50 pellicole cult della storia del cinema, e quello del 2005, con Johnny Depp e diretto da Tim Burton, che ha incassato circa 500.000.000 dollari.

Lo spettacolo è realizzato in collaborazione con il Comune di Milano e coprodotto da Silvia Franco - LaboratoriEFFE srl - Ariston Sanremo.

Ernst Knam, maître chocolatier e “Re del cioccolato”, è diventato il supporter del musical. Lo vedranno coinvolto una serie di iniziative, tutte incentrate sul “Cibo degli dei”: la realizzazione di alcune statue in cioccolato che riprendano momenti significativi del musical, le torte celebrative degli eventi più importanti e una serie di prodotti in cioccolato che gli spettatori potranno acquistare proprio alla Fabbrica del Vapore.

Official Media Partner dello spettacolo è Nickelodeon, il brand di Viacom Italia dedicato al target Kids&Family e presente in esclusiva su Sky (canale 605). Durante tutto il periodo di presenza in Italia dello spettacolo, Nickelodeon supporterà l’evento sul canale, sul sito www.nicktv.it e sui profili social del brand @NickelodeonItalia.

Media Partner dell’evento è TIMMUSIC, la piattaforma di TIM dedicata alla musica in streaming, che permette di ascoltare oltre 30 milioni di brani di tutti i generi, creare playlist personali o ascoltare quelle proposte dall’App, trovare podcast e contenuti esclusivi, album e singoli anche in anteprima, scoprire le classifiche settimanali e condividere tutto sui social.

Si segnalano altre importanti partnership con G! come Giocare, Rinascente, MAC, Paul Mitchell.


IL TEAM CREATIVO

Regia e scenografia Federico Bellone

Coreografie Gillian Bruce

Direzione Musicale Giovanni Maria Lori

Regia Associata Chiara Vecchi

Costumi Chiara Donato

Scenografia Associata Clara Abbruzzese

Effetti Speciali Paolo Carta

Disegno Luci Valerio Tiberi

Parrucche Mario Audello

Direzione Orchestrazioni Italiane Pino Perris

Direzione Casting Moira Piazza

Traduzione e adattamento del libretto e delle canzoni Franco Travaglio

www.lafabbricadicioccolatoilmusical.it

www.facebook.com/La-fabbrica-di-cioccolato-il-musical-703546653341209/

www.instagram.com/lafabbricadicioccolatomusical



Nessun commento:

Posta un commento