mercoledì 19 dicembre 2018

I Nipoti di Babbo Natale: basta poco, per far sorridere un anziano


"La solidarietà è l'unico investimento che non fallisce mai" (Henry David Thoureau)

Permettetemi oggi di puntare i riflettori su un'iniziativa benefica che non conoscevo, ma che mi è stata raccontata da un'amica.

E sfruttiamo ogni tanto i media (e la nostra categoria, tanto bistrattata,dei giornalisti) per fare conoscere (belle) iniziative che sono ancora poco note.

Come questa: realizzare un sogno di un anziano o un'anziana di una casa di riposo.

Ve ne parlo perchè ho scoperto che nella mia zona ancora non è arrivato (e di strutture ce ne sono diverse).

Il progetto si chiama I Nipoti di Babbo Natale.

"L’idea è stata proposta da Katerina Neumann, una ragazza originaria della Repubblica Ceca. La radio nazionale del suo paese ha realizzato e promosso questo progetto nel 2017. Hanno partecipato centinaia di case di riposo e quasi 14.000 anziani hanno visto realizzato un loro desiderio.

Un Sorriso in Più ha abbracciato il progetto  per proporlo in Italia.

Le prime case di riposo che hanno aderito sono le strutture con cui collaboriamo da anni: Casa Albergo di Lomazzo, RSA Fondazione Bellaria di Appiano Gentile, RSA Villa Cenacolo Lentate sul Seveso, RSA Villa Puricelli di Bodio (VA), RSA Pascoli di Cucciago, Casa Anziani Intercomunale di Uggiate Trevano .

Il prossimo passo, grazie alla preziosa collaborazione dei media locali e nazionali, sarà la diffusione del progetto a livello più ampio. 
Tutti possono realizzare il sogno di un anziano che vive in una casa di riposo. Un piccolo gesto che a Natale si trasforma in qualcosa di magico.

La bellezza e la forza del progetto Nipoti di Babbo Natale è nella possibilità di creare una relazione speciale tra chi ha perso la speranza nel futuro e di chi ha ancora voglia di credere ai sogni.

Spesso gli anziani sono isolati e chiusi in se stessi e perdono la capacità di sentire i propri bisogni, o non trovano il modo per esprimerli. Grazie al progetto, essi hanno la possibilità di poter esprimere un desiderio e di vederlo realizzato: sapere che qualcuno ha pensato a loro, ha dedicato del tempo e delle risorse per regalare loro un momento di felicità, li farà sentire più importanti e meno soli!

Il progetto è anche una grande opportunità per i donatori, i Nipoti di Babbo Natale, che in cambio del loro dono, ricevono la gioia di aver donato benessere all’altro, la gratificazione di essere importante per l’altro."


PER MAGGIORI INFO E PER PARTECIPARE LEGGETE SOTTO

Premessa

Arriva dicembre e per tutti inizia la ricerca del regalo perfetto: un pensiero felice, confezionato in carta e nastrini colorati, che sappia esprimere in un solo istante quanto teniamo alla persona che lo riceve. Ma per chi il Natale lo trascorrerà lontano da casa, per chi parenti non ne ha, o non ne ha più, il 25 di dicembre può rivelarsi un momento di solitudine.

Per noi di “Un Sorriso In Più” Onlus nessuno dovrebbe mai sentirsi solo; per questo da quasi 15 anni si impegniamo per portare sorrisi agli anziani che vivono situazioni di disagio sociale, presso il loro domicilio, in casa di riposo o in ospedale.

In linea con la nostra mission, promuoviamo il progetto “Nipoti di Babbo Natale” co-finanziato dalla Fondazione della Comunità Comasca Onlus, grazie al quale tutti possono realizzare il sogno di un anziano solo che non potrà trascorrere il Natale a casa.

Tutti possono diventare Nipote di Babbo Natale e scoprire che a Natale un piccolo gesto si trasforma in qualcosa di magico.

Il progetto

L’idea ci è stata proposta da Katerina Neumann, una ragazza originaria della Repubblica Ceca. La radio nazionale del suo paese ha realizzato e promosso questo progetto nel 2017. Hanno partecipato centinaia di case di riposo e quasi 14.000 anziani hanno visto realizzato un loro desiderio.

Un Sorriso in Più ha abbracciato il progetto per proporlo in Italia.

Le prime case di riposo che hanno aderito sono le strutture con cui collaboriamo da anni: RSA Villa Cenacolo Lentate sul Seveso, Casa Albergo di Lomazzo, RSA Fondazione Bellaria di Appiano Gentile, RSA Villa Puricelli di Bodio (VA), RSA Pascoli di Cucciago, Casa Anziani Intercomunale di Uggiate Trevano .

Il progetto vuole raggiungere il maggior numero possibile di strutture, grazie alla promozione attraverso i social e i media locali e nazionali.

La finalità principale del progetto è nella possibilità di creare una relazione speciale tra chi ha perso la speranza nel futuro e chi ha ancora voglia di credere ai sogni.

La bellezza e la forza del progetto “Nipoti di Babbo Natale” sta innanzitutto nella possibilità, che viene regalata agli anziani, di poter esprimere un desiderio. Può sembrare una cosa banale, ma per un anziano ospite di una struttura residenziale, in una fase della vita in cui sono principalmente altri a decidere per lui, riscoprire una dimensione di ascolto di sé e di legittimazione di un desiderio, è qualcosa che può portare nuova linfa e nuova vita. Spesso gli anziani sono talmente isolati e chiusi in se stessi, che perdono la capacità di sentire i propri bisogni, o non trovano il modo per esprimerli.

Il progetto rappresenta un’occasione straordinaria per gli anziani che possono riscoprire la bellezza del sogno, del desiderio; ritrovare speranza nel futuro e nelle persone; far sentire che qualcuno pensa a loro e alla loro felicità. Vedere i propri desideri realizzati sarà un ulteriore momento di gioia e di gratificazione, soprattutto per gli anziani più soli. Sapere che qualcuno ha pensato a loro, ha dedicato del tempo e delle risorse per regalare loro un momento di felicità, li farà sentire più importanti e meno soli.

Il progetto è una grande opportunità per i donatori, i veri Nipoti di Babbo Natale, persone speciali, che hanno il compito di realizzare un desiderio, ricevendo in cambio la grande gioia che deriva dall’aver donato benessere all’altro; gratificazione di essere importante per l’altro; possibilità di creare una relazione speciale con l’altro.

Il Progetto prevede la realizzazione di una piattaforma online www.nipotidibabbonatale.it nella quale vengono presentati i desideri espressi dagli anziani (oggetti o esperienze). Nella prima fase il Progetto coinvolge le RSA con le quali l’Associazione collabora. Le animatrici raccolgono e inseriscono sul sito i desideri degli ospiti, in particolare degli anziani più soli. Successivamente, una campagna di promozione del Progetto inviterà altri anziani ad esprimere/inserire i propri desideri. I potenziali donatori potranno visionare, scegliere ed esaudire uno o più desideri per Natale.

La consegna dei regali potrà avvenire di persona o tramite spedizione a seconda dell’opportunità e della tipologia di dono e comunque concordata con le singole strutture.

LE FOTO SOTTO, pubblicate con autorizzazione, sono dell'amica Carla Torriani, che ha realizzato il sogno di Alberta, 95 anni. 

AUGURI AD ALBERTA E A TUTTI!



INVITO LE CASE DI RIPOSO AD ISCRIVERSI AL PROGETTO, PER FARE CRESCERE QUESTA INIZIATIVA!














Nessun commento:

Posta un commento