giovedì 28 febbraio 2019

Doppio legame Teatro Tor Bella Monaca 15 16 marzo

Antonella Salvatore

Presenta

DOPPIO LEGAME.
Quando l’Inferno uccide l’Amore

Scritto e diretto da Antonella Salvatore
Con Stefano Flamia e Antonella Salvatore

Teatro Tor Bella Monaca
15 e 16 marzo 2019 ore 21.00

Legati da fili sottilissimi, intrecciati tra loro tra gocce di rabbia e desiderio. Bisognosi dell'altro come di una droga che calma solo per un istante, ma sai che ti toglierà la vita.

Antonella Salvatore ci parla attraverso lo spettacolo “Doppio Legame. Quando l’Inferno uccide l’Amore” del delicato tema della violenza psicologica e della dipendenza affettiva nella coppia.
Doppio Legame è il Mondo Infernale in cui si precipita quando ci si vorrebbe liberare dell’altro che ci sottomette con una continua violenza, ma il legame malato basato su emozioni intense e contrastanti, ci impedisce di dire basta.
I protagonisti dello spettacolo sono una coppia coinvolta in una relazione paradossale, ma molto diffusa, in cui la violenza psicologica non viene riconosciuta come tale da chi la vive e la attua e causa lividi invisibili che annientano la mente.
Il termine “DOPPIO LEGAME” indica una situazione in cui la comunicazione tra due individui, uniti da una relazione emotivamente intensa, presenta un’incongruenza tra quello che viene detto a parole e quello che viene espresso a livello non verbale.
L’uomo e la donna si scambiano il ruolo di vittima, salvatore e carnefice in modo estenuante fino a ritrovarsi in una posizione relazionale insostenibile.
La paura, l’affetto e l’adrenalina si mescolano in modo incontrollabile, impedendo a chi le subisce di riconoscere in modo chiaro la realtà, bisognosi uno dell’altro come di una droga che calma solo per un istante.

mercoledì 27 febbraio 2019

WE WILL ROCK YOU: dopo il trionfo dei Queen agli Oscar arriva a ROMA il musical campione d'incassi


Dopo la vittoria ai Golden Globe e agli Oscar 2019 (“Bohemian Rhapsody” si è aggiudicato ben 4 statuette), continua il clamoroso successo nei teatri della nuova produzione italiana di We Will Rock You.

Partito da Civitanova Marche il 20 ottobre e dopo 35 repliche, il tour del musical tra i più rappresentati al mondo, con oltre 8 milioni di spettatori, 2700 performance e 12 anni consecutivi di repliche a Londra, arriva finalmente a Roma. Dal 27 febbraio al 3 marzo il Teatro Brancaccio si infiammerà al ritmo di 20 dei più grandi successi dei Queen, per oltre due ore e mezza di spettacolo. Ultimi biglietti disponibili su Ticketone.it.

Ballerini e Coreografi EV Group


La E.V. GROUP è un'agenzia di Animazione Turistica e Spettacolo leader nel settore, presente sul mercato dal 1999.

La E.V. Group svolge la propria attività in tutta Italia ed Estero, fornendo equipe di animazione a Villaggi, Hotels e Resorts.
Per la prossima stagione estiva seleziona ed assume 80 Ballerini/e ed 8 Coreografi/e, di età compresa tra i 18 e 35 anni. Il lavoro è di natura stagionale, da un minimo di due mesi ad un massimo di sei. Disponibilità minima richiesta: Luglio e Agosto

Murder Ballad: recensione, interviste e curtain call


Dai musical epici al rock metropolitano: questa la scommessa, vinta a pieni voti, da Ario Avecone, che, dopo Amalfi Musical e Rebellum, che comunque torneranno in costiera da maggio, insieme al coregista Fabrizio Checcacci, ha giocato la carta del musical off. Quello tosto, quello che non si dimentica, quello che lascia il segno.
Murder Ballad, arrivato in Italia, con WorkinMusical su licenza di Music Theatre International (Europe), è un gioiello del (piccolo) palco: complice un testo “complice”, un ménage à trois di grande impatto, ed un cast davvero straordinario.

Una storia che pare davvero di tutti i giorni, ma che sfocia nel sangue e nell’omicidio…ma chi uccide chi, si chiede la gente alla fine dello show?

Al Teatro Libero di Milano, in scena ancora stasera, si dipana davanti ai nostri occhi un panorama scarno, modulabile, che si compone con la storia e grazie a tutti gli attori in scena, accarezzata da luci di grande energia, per un’ora e mezza compatta, di solo canto straordinario e mai un calo di tensione.

Due amanti focosi, la coppia che scoppia, un nuovo e pacifico matrimonio, una figlia che solo immaginiamo, ma creata dagli occhi dei genitori, felici, ansiosi, annoiati, preoccupati.
Creata da un fascio di luce che ondeggia come un’altalena ed un padre che la spinge. E, magia, ci crediamo.

La regia ha saputo vestire i personaggi di quella patina di normalità, insoddisfazione e crisi 3.0, anche senza social, ma con un vecchio telefonino, grazie anche ad un cast di numeri uno, tutti perfettamente in parte, tutti dalla grande vocalità e, non così scontato, un’interpretazione nel recitar cantando da attori di primo rango.

Del resto, Arianna, Antonello Angiolillo, Leonardo Di Minno, Myriam Somma, stanno ormai macinando sotto i loro piedi chilometri di assi di palchi più che prestigiosi: ma non è solo esperienza.
E’talento, è voglia di mettersi in gioco, è piacere nel passare dalle grandi opere popolari, ai musical scommessa, solo per far conoscere al pubblico tutto quel mondo off che sta arrivando in Italia ultimamente.

Insieme a loro, tre protagonisti, ed una Somma narratore super partes, ma solo all’inizio, due emanazioni factotum, Jacopo Siccardi e Valentina Naselli.

THE GOONIES IN CONCERT agli Arcimboldi


Sabato 27 aprile 2019, ore 21

TEATRO ARCIMBOLDI - Milano

C'è un film che più di ogni altro ha fatto sognare, divertire ed emozionare un'intera generazione.
Il film dove la semplice vita di un villaggio americano e dei suoi abitanti si trasforma in una straordinaria e coinvolgente avventura: I GOONIES.

Il racconto di un gruppo di bambini che vivono un'avventura da adulti,
il racconto da adulti che fa tornare bambini.

Al Teatro Arcimboldi di MILANO, per la primissima volta in Italia, l’imperdibile ed unica data:
THE GOONIES IN CONCERT

martedì 26 febbraio 2019

CASTING: FONDAZIONE EGRIBIANCODANZA - AUDIZIONE RICERCA PROFESSIONISTI


La Fondazione Egri per la Danza indice un’audizione per la ricerca di professionisti (sia uomini sia donne con retribuzione e immediato inserimento nella Compagnia)

L’audizione è in programma domenica 12 maggio 2019 alle ore 12 nella sede della Fondazione Egri per la Danza a Torino.

La Compagnia EgriBiancoDanza diretta da Susanna Egri e Raphael Bianco nasce a Torino nel 1999. Si è distinta, negli ultimi anni, per le creazioni di Raphael Bianco, per il loro valore sociale e spirituale, l’eccellenza e la versatilità, che hanno permesso alla Compagnia di incontrare il favore di pubblico e critica, e di affermarsi come una delle realtà più interessanti della danza italiana.

La Compagnia EgriBiancoDanza dà vita ai principi fondamentali sui cui si basa la Fondazione Egri per la Danza: formazione, promozione e diffusione dell’arte coreutica in Italia e all’estero. La Compagnia si compone di danzatori provenienti da esperienze professionali di alto livello e possiede un solido repertorio che spazia dal balletto neoclassico alla danza contemporanea. Il suo stile coreografico riunisce nella preparazione una solida base accademica alle varietà dinamiche della creazione coreografica odierna.

PIANO JAZZ - DAL 15 MARZO - NELLA BELLISSIMA SACILE


La nuova edizione Piano Jazz – l’ottava - il progetto che Circolo Controtempo dedica ai grandi protagonisti e interpreti del pianoforte e che suggella la collaborazione di lunga data con Fazioli quest’anno arriva in anticipo: i tre concerti si terranno infatti fra marzo e aprile, tutti alla Fazioli Concert Hall di Sacile, e ancora una volta coinvolgeranno musicisti e compositori della scena jazzistica internazionale diversi per età, formazione e stile, uniti dal “filo rosso” del prestigio, dell’originalità della proposta e della capacità di regalare al pubblico il piacere della scoperta.
Da Bojan Z, originario di Belgrado, pianista dall’inventiva sconfinata e autore di un'originale miscela sonora che unisce tradizione jazzistica europea, musica colta e balcanica, premiato più volte per l’originalità dei suoi brani, a due giovani musicisti, due stelle emergenti come Thomas Enhco, per la prima volta in Italia, parigino dal background classico e dal tocco raffinato e versatile, e il cinese A Bu, unico per la sua giovane età e per il talento, tanto che la critica ritiene che abbia le potenzialità “per essere nel jazz ciò che il famoso connazionale Lang Lang rappresenta nella musica classica”.
Internazionalità, contaminazione, nuove tendenze musicali: tutto questo è Piano Jazz, che ha scelto un destinatario speciale cui dedicare questa edizione: le foreste del Nord-Est devastate dal maltempo nello scorso novembre. Un omaggio alla natura e ai suoi suoni di inimitabile suggestione, ai boschi, al legno che è anche prezioso materiale per la costruzione di strumenti, una dedica che trova espressione nella grafica, in cui è rappresentato un pianoforte/bosco.

TEATRO CIAK (ROMA): Arriva “LO SPETTACOLO PIU’ PAZZO DEL MONDO (La Cantatrice Calva) di E. Ionesco


Da mercoledì 27 febbraio a venerdì 1 marzo arriva al Teatro Ciak di Roma “LO SPETTACOLO PIU’ PAZZO DEL MONDO (La Cantatrice Calva) di E. Ionesco, diretto e adattato da Emiliano Luccisano con Emiliano Luccisano, Claudio Cappotto, Ilary Artemisia Rossi, Sonia Merchiorri, Francesca Romana Biscardi, Lorenzo Trasarti, prodotto da Compagnia Controcorrente.

lunedì 25 febbraio 2019

Parsons Dance - Teatro Nazionale CheBanca! dal 1 marzo


Grande successo per il tour di Parsons Dance che sta attraversando tutta Italia e sarà in scena a Milano al Teatro Nazionale CheBanca! dall’1 al 3 marzo.

Confermata nelle quattro repliche milanesi la presenza di Elena D’Amario, special guest che interpreterà il leggendario brano di David Parsons “CAUGHT”.

Caposaldo della danza post-moderna made in Usa, Parsons Dance incarna alla perfezione la forza dirompente di una danza carica di energia e positività, acrobatica e comunicativa al tempo stesso. Le creazioni di Parsons, prima fra tutte la celeberrima “Caught” del 1982, portano il segno di una straordinaria teatralità e di un lavoro fisico che si trasforma in virtuosismo e leggerezza. È una danza solare, che diverte in quanto espressione di gioia, capace di trasmettere emozioni semplici e dirette, quindi estremamente accessibile al grande pubblico.

Foto di Lois Greenfield.

PUBBLIREDAZIONALE: LA DIVINA COMMEDIA OPERA MUSICAL, INCONTRO CON IL CAST IL 5 MARZO A MILANO


Evento imperdibile al Circolo Filologico Milanese il 5 marzo alle 18 con la presentazione della tappa di Milano del tour dell'anno. Un viaggio alla scoperta della genesi dello spettacolo, raccontata dalla voce del regista, coautore e interprete Andrea Ortis con immagini, musica ed esibizioni dal vivo del cast.

Ingresso libero: per riservare il tuo posto scrivi a silvia.arosio@gmail.com
#divinacommediaoperamusical #milano

CASTING: SOUL ACTION – Art is Heart cerca BALLERINI/E, PERFORMER e CANTANTI per Sardegna


SOUL ACTION – Art is Heart, agenzia nota per la qualità degli spettacoli serali, cerca BALLERINI/E, PERFORMER e CANTANTI da inserire nei cast estivi per la stagione 2019 in Sardegna (e correlati eventi nei periodi extra estivi).

L'audizione si svolgerà a Milano il 09 Marzo, c/o CATLIKE DANCE STUDIO, via Pasquale Paoli, N. 8 (vicino alla M2 Porta Genova):

- dalle ore 10:00 per ballerini e performer: verranno insegnate due coreografie (una MODERN, l’altra M.J. STYLE) da eseguire al momento. Gradita la disponibilità anche nel pomeriggio, in cui approfondire altri aspetti artistici e attitudinali

- dalle ore 14:00 per cantanti, attori e cabarettisti: daremo vita ad un laboratorio creativo volto ad approfondire le caratteristiche artistiche, animative e personali dei candidati tramite varie prove da noi proposte (gradita la disponibilità per tutta la giornata).
Per tutti sarà possibile esibirsi in ulteriori prove facoltative da voi proposte di canto, e/o recitazione, e/o ballo, e/o qualsiasi disciplina particolare : portare musiche su chiavetta USB della durata di massimo 2 minuti per ogni prova.

Consigliamo di presentarvi in tenuta comoda e, in particolare per chi viene dalle 10:00, di portare un panino o similari per la pausa pranzo.

Per partecipare inviate cv e foto a casting@soulaction.it mettendo in oggetto AUDIZIONE MILANO e specificando:

- per tutti: se vi presenterete alle 10:00 o alle 14:00

- per ballerini e performer: se siete disponibili tutta la giornata o se solo al mattino

- per tutti: se volete esibirvi nelle prove facoltative (e in quali)

- per tutti: qual è la vostra disponibilità temporale estiva (x es dal 10 giugno al 10 settembre)

Per ulteriori informazioni potete scrivere qui o chiamare il 3387040561. Inoltre sul nostro sito trovate molto materiale video e fotografico per meglio capire cosa significa lavorare con noi sia nei villaggi, sia negli eventi e nei teatri. In particolare ecco il link con i promo dei nostri spettacoli: http://www.soulaction.it/website/spettacoli/ mentre sulla nostra pagina Facebook trovate molte recensioni su di noi.

Teatro Delfino: dall'1 marzo Matthew Lee in Piano Man Live


Reduce dal grande successo della sua tournée mondiale, arriva al Teatro Delfino di Milano Matthew Lee, il fenomeno italiano del rock’n’roll.

Dall’ 1 al 3 marzosalirà sul palco milanese con la nuova versione di Piano Man Live dove Matthew eseguirà le canzoni tratte dal suo ultimo omonimo album, uscito lo scorso anno per la prestigiosa etichetta Decca-Universal, arricchito da nuove canzoni arrangiate esclusivamente per questo tour.

Sul palcoscenico, accanto a lui, suoneranno tre musicisti di primissimo livello: Frank Carrera alla chitarra, Alessandro Infusini al basso elettrico e Matteo Pierpaoli alla batteria.

Lo spettacolo è un coinvolgente e trascinante viaggio nel mondo musicale di Matthew Lee, dove tecnica e anima si fondono in maniera straordinaria, creando un inconsueto mix di divertimento e di emozione al centro del quale ci sono pianoforte e voce.

Nello spettacolo convivono la musica classica, il pop, il rock, il soul, lo swing, il country, il blues, la melodia, la canzone d’autore ed altro ancora, un caleidoscopio di stili e generi reinventati e amalgamati dall’inconfondibile rock’n’roll touch di Matthew Lee.

domenica 24 febbraio 2019

MTM Manifatture Teatrali Milanesi, prossimo debutto: LA MERDA (28 febbraio, Teatro Leonardo


Dal 28 febbraio al 2 marzo 2019 / Teatro Leonardo
Produzione Frida Kalo con Richard Jordan Productions

LA MERDA
dI Cristian Ceresoli
con Silvia Gallerano
una produzione FRIDA KAHLO PRODUCTIONS con Richard Jordan Productions
in collaborazione con Summerhall (Edinburgh) e Teatro Valle Valle Occupato (Roma)
Production Manager Marco Pavanelli
Tecnico Giorgio Gagliano

durata 1 ora - Si consiglia la visione ad un pubblico adulto

sabato 23 febbraio 2019

PUBBLIREDAZIONALE: "DANZANDO SOTTO LE STELLE" alla sua XXI edizione: le info



 
Giunto alla sua XXI edizione, "DANZANDO SOTTO LE STELLE" si conferma uno dei concorsi più conosciuti e longevi in Italia. Forte dell’esperienza di così tante passate edizioni, riconferma la sua unicità nel mettere a confronto le scuole in modo corretto ed equilibrato.


Da ormai cinque anni, ha introdotto la sezione semiprofessionale. Sempre più scuole amatoriali riescono infatti a far studiare i propri studenti tutti i giorni, portandoli ad un livello di preparazione non paragonabile a quello degli studenti che frequentano i corsi base due volte alla settimana. Per tale motivo gli studenti della sezione amatoriale e quelli della sezione semiprofessionale vengono separati e giudicati con criteri di valutazione completamente diversi.
"DANZANDO SOTTO LE STELLE" è uno dei pochi concorsi che prevede le prove prima dell’esibizione.


SABATO 24 MARZO 2019
ore 16.00: SEZIONE BABY (solisti, passo a due, gruppi)
ore 19.00: SEZIONE SENIORES (solisti, passo a due, gruppi)
DOMENICA 25 MARZO 2019 
ore 16.00: SEZIONE JUNIORES (solisti, passo a due)
ore 18.00: SEZIONE JUNIORES (gruppi)

venerdì 22 febbraio 2019

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA - Al Teatro della Luna di Milano dal 6 al 31 marzo


AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA, la commedia musicale di Garinei e Giovannini, scritta con Jaja Fiastri, liberamente ispirata a “After Me The Deluge” di David Forrest, con le musiche del M° Armando Trovajoli, eseguite dall’orchestra dal vivo, sarà in scena al Teatro della Luna di Milano dal 6 al 31 marzo 2019.

La regia originale di Pietro Garinei e Sandro Giovannini è ripresa da Gianluca Guidi, anche protagonista nel ruolo di Don Silvestro.

Guidi, tra l'altro, la sera del 17 marzo, a Seregno, sarà insignito del Riconoscimento Nazionale Biennale Garinei&Giovannini, a Seregno, per la straordinaria interpretazione di Don Silvestro (qui per le info e per partecipare alla serata).

Lo spettacolo è una produzione di Alessandro Longobardi per Officine del Teatro Italiano, in collaborazione con Viola Produzioni.

Mirko Manetti: "THE IMPROV BIG BANG THEORY" , il 23 febbraio al Teatro del Vigentino


L’improvvisazione, la più aleatoria tra le arti dello spettacolo, incontra la ricerca storica per scoprire la risposta a tante domande: quando nasce esattamente? Come s'improvvisava nell'Arte e come improvvisiamo oggi? Qual è il contributo dei grandi pionieri del Novecento? Qual è il rapporto tra i format d'improvvisazione e il teatro su testo?

Al Teatro del Vigentino, casa dell’improvvisazione teatrale milanese dal 2005, Mirko Manetti (1981), attore toscano e docente per la Lega Improvvisazione Firenze e altre realtà, risponderà a queste ed altre domande durante la presentazione del suo libro The Improv Big Bang Theory (Ibiskos, 2018). Il titolo, che richiama volutamente l’omonima serie televisiva, si riferisce ad un vero saggio di storia del teatro, tratto in buona parte dalla tesi specialistica di Manetti: «Ho analizzato, con taglio storico, lo stato dell’arte dell’improvvisazione nelle realtà diverse produttive italiane. Dopo un primo capitolo teorico, quello centrale affronta la storia del teatro di improvvisazione da Aristotele ai giorni nostri, alla ricerca di quegli elementi che hanno contribuito a caratterizzare questa tecnica nel modo in cui la intendiamo noi oggi per poi concludersi con una fotografia della situazione attuale».

Si scopre così come dal punto di vista produttivo negli ultimi anni si sia verificata una sorta di dissoluzione: «Ogni singolo improvvisatore e ogni associazione ha creato propri format sia per sfuggire a quelli storici come il Match, sia per offrire un prodotto diverso al pubblico», spiega Manetti, «mentre dal punto di vista della ricerca è emersa la necessità di indagare gli aspetti pedagogici e psicologici legati all’improvvisazione».
La conclusione più importante è appunto che, anche se si tratta di una tecnica poi rifinita in teatro, l’improvvisazione non nasce dalla ricerca teatrale ma da quella pedagogica: «L’origine primigenia dell’improvvisazione è nella scuola: tutti i grandi maestri che citiamo e che conosciamo sono stati formatori. C’è chi addirittura come Keith Johnstone, insegnante elementare della Londra anni ’50, ha cominciato a sperimentare in una scuola popolare a bassa scolarizzazione tecniche per stimolare allo studio allievi disagiati; tecniche da gioco poi diventate basi per noi improvvisatori».

Proprio oggi, nel 2019, è il caso di fare più attenzione a questo aspetto, soprattutto da parte di coloro che, come Manetti, insegnano improvvisazione, realizzando con maggior consapevolezza «quanto le nostre competenze formative nei confronti degli allievi dovrebbero essere più pedagogiche, dato che le difficoltà generalmente non riguardano capacità performative come rendere una voce o un personaggio, quanto piuttosto prevenire nell’allievo un blocco psicologico prima che artistico. È questo uno dei contenuti più importanti del libro».

D’altra parte i vantaggi dell’improvvisazione non riguardano solo gli attori professionisti ma chiunque faccia uso di questa tecnica: «Costringendoti a farti comprendere chiaramente in pochi secondi da un pubblico ma prima ancora dai compagni in scena, l’improvvisazione stimola massimamente il senso di interazione e comunicazione. E solo attraverso la ricerca di elementi il più largamente condivisi e comunemente conosciuti si può raggiungere maggiore empatia con chi ci sta vicino e senza mettere in difficoltà il pubblico, evitando il rischio di condurlo in mondi troppo personali e quindi estranei. Si capisce, da questo punto di vista, quanto l’empatia sia fondamentale».




La presentazione, analizzando questi concetti alla luce della dimensione storica dell’improvvisazione, dai riti apotropaici delle prime civiltà al Match d'improvvisazione teatrale®, da Aristotele a Viola Spolin, dalla Commedia dell'Arte a Keith Johnstone, dal teatro greco a Robert Gravel, «fino a toccare alcuni tipi di spettacolo che nel Novecento sono stati molto simili a questo genere, come lo psicodramma o il living theatre, dimostrerà anche con esempi pratici quanto vissuto in scena dagli attori durante l’improvvisazione e in che misura sia un’esperienza simile a quanto teorizzato anche da Stanislavskij e altri studiosi».

Quanto l’improvvisazione è teatro e quanto è una forma alternativa al teatro? C’è differenza tra teatro su testo e quello dell’improvvisazione? Queste e altre domande troveranno risposta sabato 23 febbraio al Teatro del Vigentino durante un viaggio lungo duemilacinquecento anni in quello che può sembrare il più assurdo tra i bisogni umani: l'espressione artistica spontanea.


A seguire una serata dedicata al MATCH, lo spettacolo di improvvisazione teatrale più visto al mondo!
Alle h. 21,00
presso il TEATRO BARRIO'S di piazza Donne Partigiane (zona Barona) a Milano.

Improvvisatori professionisti si misureranno in una sfida canora ai massimi livelli nel
“MATCH IN NOTA: SFIDA TRA CANTANTI”

ARBITRO: Emanuele Vasta, l'arbitro gentile
MUSICO: Lele Pescia, il musico folle
MAESTRA di CERIMONIA: Isabella Cremonesi, valletta mancata di Sanremo
CANTANTI MELODICI: Carmen Cappiello da Milano, Margherita Gravagna da Siena, Claudio Levati da Barcellona, Stefano Prestini da Milano
CANTANTI METAL: Sara Balducci da Milano, Antonietta Lutero da Brescia, Giulio Larovere da Milano, Mirko Manetti da Firenze

® Tutti i diritti del Match Gravel-Leduc, per l’Italia F. Burroni, per Milano e Monza e provincia I. Cremonesi
Ingresso: 12 € -10 € under 25 over 65
PRENOTAZIONI (Specificando un nome e cognome e quanti posti)
prenotazioni@teatrodelvigentino.it
02 55 23 02 98

giovedì 21 febbraio 2019

PUBBLIREDAZIONALE: LA PULCE NELL'ORECCHIO - COMMEDIA MUSICALE, nuovi ingressi nel cast e date


Riparte la "La pulce nell'orecchio" prodotta da Walters Produzioni di Barbara Gualtieri e Sandro Querci, e si arricchisce di 3 performer internazionali.

Oltre la straordinaria Silvia Querci nel ruolo di Camilla Castellani, la garanzia Andra Bacci nei panni di Fiorenzo Torrini, arrivano nella Compagnia di Sandro Querci: Christine Grimandi (protagonista in tutta Europa di spettacoli che hanno fatto la storia del Musical come "Cats" in Germania e "Sunset Boulevard") nel prepotente ruolo dell'albergatrice Marzia Ferrucci, Beatrice Buffadini (talento che spazia dalla Prosa al Musical, "La bella e la bestia", "Mamma mia", ecc) moglie sospettosa e innamorata, Mario Zinno (artista a tutto tondo, ha lavorato coi più grandi di sempre, da Albertazzi a Ranieri) nel funambolico ruolo del Dottore.

Senza dimenticare i coniugi spagnoli, Fabrizio Checcacci alias Esteban Gallardo e Camilla Gai alias Manuela (che firma anche le coreografie), frizzanti e passionali.

Debutto

Sabato 2 marzo serale Teatro Corsini Barberino di Mugello.

Venerdì 15 marzo serale Bagni di Lucca.

Venerdì 5 aprile serale Teatro Pacini Pescia.

Giovedì 11 aprile serale Teatro delle Arti, Lastra a Signa.

Giovedì 11 aprile serale Teatro delle arti, Lastra a Signa.

Crediti (i.o.a.)

Andrea Bacci -Fiorenzo

Beatrice Buffadini- Barbara Catellani

Fabrizio Checcacci- Gallardo

Camilla Gai-Manuela

Christine Grimandi-Marzia

Sandro Querci- Marco Aurelio e Leonello

Silvia Querci-Camilla

Mario Zinno- Dott. Gualtieri

THE LEGEND OF MORRICONE - ENSEMBLE SYMPHONY ORCHESTRA, BOLOGNA e MILANO


DOPO I SOLD OUT DELLE DATE DI MESTRE E TRIESTE LO SPETTACOLO FARA’ TAPPA

28 FEBBRAIO – TEATRO DELLE CELEBRAZIONI, BOLOGNA
1 MARZO – TEATRO DAL VERME, MILANO

Un omaggio speciale al più grande compositore italiano di tutti i tempi realizzato da
ENSEMBLE SYMPHONY ORCHESTRA
diretta dal
MAESTRO GIACOMO LOPRIENO

DA “MISSION” A “C’ERA UNA VOLTA IL WEST”, PASSANDO PER “NUOVO CINEMA PARADISO”, “THE HATEFUL EIGHT” E TANTISSIME ALTRE

Insieme all’Orchestra ci saranno due ospiti speciali:
IL SOPRANO ANNA DELFINO, CHE CANTERÀ IL DEBORAH’S THEME DA “C’ERA UNA VOLTA IN AMERICA” E IL VIOLINISTA DEL CIRQUE DU SOLEIL ATTILA SIMON CHE ESEGUIRÀ IL CONCERTO INTERROTTO PER VIOLINO DA “CANONE INVERSO”

Biglietti in vendita su Ticketone.it e nei punti vendita autorizzati

MTM Sala Cavallerizza, prossimo debutto - CLEOPATRAS - dal 5 marzo


dal 5 al 10 marzo 2019
MTMSala Cavallerizza
Cleopatràs
di Giovanni Testori
con Marta Ossoli
regia Mino Manni

PREMIO NAZIONALE FRANCO ENRIQUEZ 2017- GIOVANI GRANDI INTERPRET

L'opera di Testori, con la sua forza innovativa e prorompente, ci avvicina ad un personaggio che parrebbe distante e difficilmente riconducibile al contesto in cui viviamo. La sua “Cleopatràs”, spogliata degli abiti regali e rivestita solo di carne e sangue, ci parla in un linguaggio crudo e palpitante, in un dialetto che appartiene a tutti e che rievoca un'Italia ormai dimenticata.

mercoledì 20 febbraio 2019

CASTING: Ballerini cercasi ai parchi Costa Edutainment


I Parchi Costa Edutainment del Polo Adriatico riapriranno fra poco più di un mese e si cerca il nuovo cast artistico per la stagione 2019.

Lunedì 4 marzo, dalle ore 10:00, presso l’Oltremare Theatre di Riccione sono infatti in programma le audizioni. Si cercano ballerine/i, performer (uomini e donne) per una nuova ricca stagione sotto la regia di Elena Ronchetti.

Recitare e Dirigere il musical - i manuali a cura di STM


STM, la Scuola del Teatro Musicale, che forma attori, registi e direttori musicali per il musical, è orgogliosa di pubblicare i due manuali per attori e registi di musical.

“Recitare il musical” (a cura di Marco Iacomelli e Francesco Marchesi) e “Dirigere il musical” (a cura di Marco Iacomelli) sono gli unici corsi completi che preparano ad affrontare un ruolo e la regia nel teatro musicale. Entrambi offrono le basi fondamentali ad aspiranti attori e registi, forniscono spunti pratici a professionisti, e suggerimenti ai veterani del musical che vogliono perfezionare la loro arte.

Le edizioni italiane includono:

“LA RONDINE", ispirato alla strage di Orlando del 2016, con Lucia Sardo e Luigi Tabita, di Guillem Clua


Segnalo:

"Il rivoluzionario testo catalano "LA RONDINE (La canzone di Marta)", scritto da Guillem Clua, debutta al Teatro Bellini di Napoli dal 12 marzo per poi girare l’Italia , con protagonisti Lucia Sardo, indimenticabile interprete di Felicia Impastato nel film "I cento passi", e Luigi Tabita, attore tra i più interessanti della sua generazione, diretti dal regista Francesco Randazzo.

Il testo, rappresentato a Londra, Atene e Madrid, è arrivato per la prima volta in Italia all'interno della rassegna “Altrove” del Teatro Stabile di Catania.

“Cos’è che ci rende umani? Di tutto quel che siamo e che facciamo, cosa credi definisca realmente la nostra umanità?” Per Marta, una madre ferita nel profondo dell’anima, la risposta è: il dolore. Quel che ci rende umani è la capacità di sentire come proprio il dolore degli altri. E' questo il sentimento che percorre la spina dorsale de “La rondine”, esplicitamente ispirato all'attacco terrorista al Bar gay Pulse di Orlando, negli Stati Uniti, nel giugno del 2016.

martedì 19 febbraio 2019

TEATRO CIAK (ROMA): IN ANTEPRIMA NAZIONALE "OTTO DONNE E UN MISTERO"


Con un cast al femminile d’eccezione, sabato 23 e domenica 24 febbraio il Teatro Ciak di Roma inaugura in anteprima nazionale uno spettacolo davvero coinvolgente: arriva “Otto donne e un mistero” di Robert Thomas con Anna Galiena, Debora Caprioglio, Caterina Murino, con la partecipazione di Paola Gassman. E poi ancora con Antonella Piccolo, Claudia Campagnola, Giulia Fiume e Maria Chiara Dimitri. La traduzione dello spettacolo è di Anna Galiena, la regia di Guglielmo Ferro. Le musiche sono di Massimiliano Pace, le scene di Fabiana Di Marco, il disegno luci di Aliberto Sagretti e i costumi di Françoise Raybaud.

MTDA AUDIZIONI SAREMO FAMOSE: SIMONE LEONARDI, LABORATORIO TEATRALE “PRO” PER RAGAZZI 12-19


Sabato 23 febbraio audizioni per il laboratorio teatrale "PRO", per ragazzi tra i 12 e 19 anni condotto da Simone Leonardi.

Allestimento e debutto in 6 week end didattici con inizio il 2/3 marzo.
5 ruoli primari maschi, 5 ruoli primari femmine. 12-19 anni.
Debutto in teatro 13 e 14 luglio con doppio cast.
Audizioni Sabato 23 febbraio.

Quest’anno il laboratorio teatrale di Simone Leonardi presenta SAREMO FAMOSE, liberamente tratto dalla commedia di Marc Ravenhill: TOTALLY OVER YOU.

La commedia originale è stata presentata al National Theatre di Londra che ogni anno, per il festival CONNECTIONS, commissiona dieci commedie per ragazzi ad autori attivi sulla scena teatrale contemporanea di tutto il mondo.

Si tratta di una riscrittura moderna… de LE PREZIOSE RIDICOLE di Molière. In questa versione, si esplora l’ossessione dei ragazzi d’oggi per la celebrità.

Quattro ragazze decidono di mollare i propri fidanzatini perché non sono abbastanza famosi. I ragazzi decidono allora di far credere loro di essere sulla via della fama e della fortuna mettendo su una boy band. Ad aiutarli ci saranno gli allievi del laboratorio teatrale della scuola, sempre dileggiati dalle quattro capricciose fanciulline, pronti ad impersonare il team dei quattro improvvisati re del pop.

Le “preziose” giovincelle decidono allora di riprendersi i ragazzi credendoli sul sentiero della celebrità. Ma che succederà quando scopriranno la verità? Una commedia fresca che divertirà tutti e farà riflettere gli allievi più giovani sul senso dell’impegno e sull’importanza del teatro.

Scopo del laboratorio quest’anno è concentrarsi sulla tecnica di recitazione per cui la sfida sarà portare avanti i propri personaggi dall’inizio alla fine con il supporto di un testo in sola prosa, intervallato saltuariamente dalla musica ma solo a scopo drammaturgico.

Puoi iscriverti alle audizioni mandando una mail con il modulo che trovi on line al link sottostante oppure una normale mail contenente le stesse informazioni riportate qui sotto a segreteria.mtda@gmail.com entro il 21 febbraio 2019.

https://lnx.mtda.it/wp/saremo-famose-simone-leonardi-laboratorio-teatrale-pro-per-ragazzi-12-19/

MTDA è a Roma quindi facilmente raggiungibile da tutta Italia.
A 20 metri dalla scuola cìè la stazione del treno da Termini e un albergo low cost.

In The House di Anna Rita Larghi, prequel de La Voce del Silenzio, presso Oltheatre al De Sica


Mercoledì 20 febbraio 2019 ore 21.15

IN THE HOUSE

di Anna Rita Larghi,

con

Viola Canu, Jessica Falceri, Lynn Jamieson, Giulian Minaudo, Cristian Quinto, Massimo Sansottera, Ivan Testini

Dalle 19.00 possibilità di fare l’aperitivo nel foyer del teatro

regia e coreografie Anna Rita Larghi

lighting designer Alessandro Velletrani

Musica di Katie Melua, Inez Foxx, Randy Newman, Bill Monroe

lunedì 18 febbraio 2019

PUBBLIREDAZIONALE: Riconoscimento Nazionale Biennale Garinei & Giovannini, il 17 marzo a Seregno



PUBBLIREDAZIONALE


Sta tornando il Riconoscimento Nazionale Biennale Garinei & Giovannini ― organizzato e gestito dalla Associazione Culturale SGB 1982 ― , giunto alla settima edizione.

L’evento avrà luogo Domenica 17 marzo alle ore 21:00 presso l’Auditorium Comunale Piazza Risorgimento, 36 ― 20831 Seregno (MB).

Questo riconoscimento morale, istituito nel 2006 dalla Compagnia SGB 1982 ― in memoria di Pietro Garinei, viene assegnato sia a un giovane o a una giovane o a un Ente o a una Compagnia attivi nel teatro amatoriale sia a un professionista del Teatro italiano distintisi nel corso del biennio precedente.

Per l’edizione 2019 la Compagnia SGB 1982 ha individuato un’importante figura che lega passato e presente: Gianluca Guidi per la straordinaria interpretazione di Don Silvestro ― la figura maschile interpretata dal padre, Johnny Dorelli, nelle prime tre edizioni.

PUBBLIREDAZIONALE: Musicanti questo weekend a Torino

PUBBLIREDAZIONALE

È partito da Napoli e ha salutato la città con 12.000 persone in platea. Poi è arrivato a Bari e a Firenze, e anche da queste due città è ripartito con sold out e standing ovation di un pubblico entusiasta. Platea e palco si sono uniti, ovunque, in un grande abbraccio sulle note di “Tutta n’ata storia”, ballando poi sul bis di “Yes, I Know my way”. Ora “Musicanti. Il musical con le canzoni di Pino Daniele”, prodotto da Ingenius Srl e curato nella direzione artistica da Fabio Massimo Colasanti, è atteso al Teatro Colosseo di Torino, sabato 23 febbraio (ore 21) e domenica 24 febbraio (ore 18).

A Chorus Line: video della fila ed editoriale


Vi siete mai chiesti perché A Chorus Line si chiama così?

CHORUS: sm. [sec. XIII; dal greco chorós, luogo dove si danza, coro della danza, tramite il latino chorus]:
Nell'antico teatro greco, il complesso dei danzatori; il canto e la danza da esso eseguiti; il luogo stesso dell'esecuzione.

E, chiaramente, “coreografia” viene dal greco χορεία ovvero "danza" e da -grafia, dal greco γραϕία cioè "scrittura".

Linea di danza, quindi.

Per questo, non farò la recensione.

"Supervoci" , domenica 24 febbraio a Roma



"Supervoci" è nato da una idea davvero semplice. La semplicità che serve per mostrare la verità e l'essenza di tutto ciò che ci circonda.
E' lo stesso motivo per cui "Supervoci" è già una realtà presente nella didattica del corso Musical Power Camp che offro ai miei allievi, perché possano passare delle giornate insieme a chi si è costruito con lo studio una grande tecnica vocale ed ha maturato molta esperienza, ma soprattutto imparare ed ispirarsi alla loro capacità di mostrarsi con umanità e raccontare ciò che li ha portati ad essere quelli che sono ora.

domenica 17 febbraio 2019

F.A.R.E. TEATRO, penultimo appuntamento all’Auditorium Don Guanella di Como



Penultimo appuntamento venerdì 22 febbraio alle 21.00 all’Auditorium Don Guanella di Como, per la rassegna teatrale organizzata dall’ Associazione F.A.R.E. TEATRO, con il patrocinio del Comune di Como.
Dopo l’ospitata della Compagnia Piano B del mese scorso, tornano in scena gli attori di F.A.R.E. TEATRO con “Perché no” (come sempre scritta e diretta da Fabio Corradi) che affronta il tema di come la virtù della bontà, se esercitata senza limite, si possa apparentemente trasformare in un punto di non ritorno, tra polizze assicurative e arrivi di ospiti misteriosi.
Il filo conduttore di questa rassegna teatrale è la casa, luogo di vita nel senso più ampio del termine, talmente ampio da divenire essa stessa un palcoscenico dove chiunque può diventare protagonista, in spaccati di quotidianità tanto variegati quanto spontanei allo stesso tempo, e in alcuni casi quasi sconfinanti nel paradossale.
Dopo “Un losco al sole” sagace satira sulla televisione, e Fino a quando? ambientata in una arzilla casa di riposo, sarà Appartamento al Plaza (29 marzo), tributo al drammaturgo statunitense Neil Simon, recentemente scomparso, a chiudere la rassegna.

giovedì 14 febbraio 2019

"L'Ascensore - un thriller sentimentale", con Danilo Brugia, Luca Giacomelli Ferrarini ed Elena Mancuso.


Annunciato già in alcune stagioni teatrali, arriverà in Italia dalla Spagna, dal prossimo aprile, “L’Ascensore - un thriller sentimentale”.

Danilo Brugia, Luca Giacomelli Ferrarini ed Elena Mancuso, daranno corpo e voce ai soli 3 protagonisti dell’atto unico scritto e musicato da Josè Masegosa, in un continuo alternarsi di suspense e romanticismo, tra continui colpi di scena. Sarà il pubblico a riordinare i pezzi di questo confuso puzzle e a capire quale ruolo sta giocando ogni personaggio nella partita a carte contro il destino.

We will rock you musical 2019: interviste a Valentina Ferrari, Alessandra Ferrari e Salvo Vinci ed alcuni brani dello spettacolo


E dopo il successo dell'articolo di ieri, con le videointerviste al cast e alla band di We will rock you, ecco il secondo ed ultimo servizio che include la chiacchierata con Valentina Ferrari, Alessandra Ferrari e Salvo Vinci ed alcuni brani dello spettacolo!

Prossima pagina!

A Chorus Line debutta stasera: videointerviste al cast


Ci siamo. Questa sera, il debutto ufficiale di A Chorus Line, al Teatro Nazionale CheBanca! 

Martedì sono andata per voi ad effettuare questo lungo servizio video, con le interviste a tutto il cast
Cliccate sotto.

"Risate da Oscar: SAN VALENTINO CABARET" , sabato 16 febbraio al Teatro Oscar, Milano


Sabato 16 febbraio alle h.21,00
“San Valentino Cabaret”

Presenta Bruce Ketta

con
PABLO SCARPELLI
Noto a Zelig per il suo personaggio che si ispira al tipico attore argentino di telenovelas

EDDY MIRABELLA
Attore “circense” e ironico giocoliere

ANNAMARIA CHIARITO
Una donna che cerca di vivere le difficoltà quotidiane grazie ai suoi mantra

e con la partecipazione straordinaria del tronista Thomas Fierro e la fashion blogger Sara Licata.

mercoledì 13 febbraio 2019

CASTING: bando di “L’Attimo Fuggente”, trasposizione teatrale in prosa


Propongo il bando per i casting di “L’Attimo Fuggente”, trasposizione teatrale in prosa del celebre film cult uscito 30 anni fa.

La regia è di Marco Iacomelli e l’impegno previsto va da settembre 2019 a febbraio 2020 con possibile opzione sulla stagione successiva.

I casting si terranno il 26 e 27 aprile a Novara.

We will rock you musical 2019: interviste al cast e alla band


Tra oggi e domani, vi proporrò due servizi molto speciali, dedicati a We Will Rock You, in scena fino a domenica al teatro Ciak di Milano (per le date successive, andate in fondo all'articolo).

Se la mia recensione ed il video che trovate qui, sono finiti sul sito ufficiale dei Queen (cliccate per vederlo), e visti da Brian e Roger, oggi iniziamo con le videointerviste alla band ed alla maggior parte del cast.

Domani, la chiacchierata con Valentina Ferrari, Alessandra Ferrari e Salvo Vinci....più clip esclusive dello spettacolo!

Prossima pagina per il primo video.

Bernstein School of Musical Theater: intervista a Shawna Farrell


Come vi avevo anticipato qualche tempo fa, anche quest’anno la Bernstein School of Musical Theater diretta da Shawna Farrell, ha deciso di assegnare 10 borse di studio ai giovani talenti più meritevoli fra coloro che si presenteranno alle audizioni per accedere al prossimo Triennio Professionale che inizierà nell’anno accademico 2019/2020.

Inoltre la commissione insegnanti assegnerà, fra gli allievi del prossimo anno, 1 borsa di studio per un viaggio di una settimana a Londra, organizzato dalla BSMT in collaborazione con la Werkkit di Londra, che prevede una serie di workshop in canto, danza e recitazione con alcuni professionisti del West End fra i quali: Richard Halto, Milo Miles, Kim Chandler e Kathy Taylor Jones.

La scuola, con sede a Bologna, è diventata in 25 anni punto di riferimento per l’insegnamento delle arti performative, grazie all’esperienza della Direttrice, di Mauro Simone alla Vicedirezione e al corpo docenti formato dai migliori professionisti delle tre discipline del Musical Theater: danza, canto e recitazione. Oltre agli insegnanti residenti, la BSMT collabora con eccellenze del musical come: Giampiero Ingrassia, Saverio Marconi e molti altri nomi del panorama italiano e internazionale.

Le prime audizioni si svolgeranno a Milano il 17 febbraio, presso la scuola Area Dance, e proseguiranno con altri appuntamenti fra Bologna e Siracusa con opportunità fino a luglio.

Non solo. L'Accademia ha indetto un bando per un corso di Alta Formazioni per coreografi, un corso totalmente gratuito.

Ho parlato di tutto questo con Shawna Farrell, che ci racconta qulacosa di più nella nostra chiacchierata.
I bandi e le info nella prossima pagina.

Il violinista sul tetto, Moni Ovadia in arrivo al Teatro Nuovo di Milano


Dopo il successo del 2003 torna al Teatro Nuovo di Milano Il Violinista sul tetto la commedia musicale tratta da un racconto di Sholem Aleichem, uno dei capolavori assoluti del teatro musicale americano. Il suo carattere di intensa e profonda umanità unitamente alle radici culturali della storia e delle musiche hanno fatto di questo spettacolo un evento tra i più rivoluzionari nel panorama teatrale degli anni sessanta, contribuendo ad aprire insieme a West Side Story, una nuova era per il musical di Broadway.
In scena nei panni del protagonista, torna Moni Ovadia che firma anche la regia.

La vicenda è tratta da una delle storie di Solomon J Rabinowitz, scrittore di origine ebraica nato a Pereyasle in Ucraina nel 1859 divenuto celebre per i racconti umoristici in lingua Yiddish scritti con lo pseudonimo di Sholom Aleichem. Nato in una famiglia di negozianti, Rabinowitz trascorse la propria giovinezza nella vicina città di Voronkov, ricordata in molti suoi futuri racconti. Divenuto Rabbino si dedicò per molti anni allo studio della cultura Yiddish, scrivendo numerosi articoli sul quotidiano ebraico "Hamelitz" e sul primo quotidiano Yiddish pubblicato nel 1883. Successivamente si trasferì a Kiev ma fu costretto ad emigrare negli Stati Uniti per sfuggire alle persecuzioni contro gli ebrei in Russia, i famigerati "pogrom". Dopo aver tentato senza successo la carriera nel teatro Yiddish americano, girò per tutta l'America divenendo famoso nelle comunità ebraiche per i suoi racconti. Colpito da una malattia passò un periodo di convalescenza in Italia per poi tornare a New York dove si spense nel 1916.

Ricca di elementi autobiografici è la storia di Tevye, il lattaio del piccolo e ridente villaggio di Anatevka nella Russia zarista dei primi del novecento. Personaggio sorprendentemente semplice e saggio, ricco di una sconfinata bontà e fiducia nel genere umano, Tevye alterna rocambolesche situazioni a solitari monologhi con Dio. Intorno a lui la moglie Golde, le figlie in età da marito e tutta una serie di personaggi, gli abitanti del villaggio, creati con una singolare e poetica umanità. Un microcosmo di persone che ruota intorno a precise convenzioni sociali e religiose, quelle della tradizione ebraica, danzando la propria vita tra gioie e preoccupazioni sino alla triste e ingiusta fine con la persecuzione e l'esilio.


La trasposizione dal racconto al musical avviene grazie al lavoro di tre tra i più grandi autori di Broadway: Joseph Stein per l'adattamento teatrale, Sheldon Harnick peri testi delle canzoni e Jerry Bock per le musiche ispirate alle melodie Yiddish. "The Fiddler on the Roof" debutta all' Imperial Theatre di Broadway il 22 settembre 1964 con un cast che comprendeva il celebre attore comico Zero Mostel. Un successo incredibile di critica e di pubblico che si protrae sino al 2 luglio 1972 data dell'ultima rappresentazione... In totale 3.242 repliche che fanno di questo musical uno dei maggiori successi del teatro americano.

Innumerevoli le edizioni di questo spettacolo in tutto il mondo, tra cui le più celebri quelle al Majesty Theatre di Londra nel 1967 e al Regent Theatre di Melbourne nel 1988, entrambe con protagonista l'attore israeliano Topol con cui è stata prodotta una versione cinematografica nel 1971. Nel ruolo di Tevye si sono cimentati anche astri della musica lirica come il baritono Robert Merrill e il tenore Jan Peerce. Numerose le edizioni discografiche.

L'edizione diretta ed interpretata da Moni Ovadia, prima assoluta in Italia, colma una grande assenza nel panorama teatrale del nostro paese. Con l' esperienza di una vita dedicata alla cultura musicale e teatrale Yiddish, Ovadia offre un'opportunità unica di lettura dell'opera nel solco della tradizione originale che l' ha ispirata, alla ricerca delle radici artistiche che hanno generato uno dei capolavori del teatro musicale più significativi degli ultimi 50 anni.

Note di regia

Il musical è una forma di arte scenica nata e cresciuta negli Stati nel novecento in cui hanno trovato una sintesi americana molte esperienze di teatro con musica e di teatro in musica provenienti dalla vecchia Europa. Uno dei grandi contributi a questa nuova scena germinata nel secolo breve è sicuramente quello del teatro Yiddish. Esso porta con se una rottura dei generi e delle separazioni schematiche di stile o di uso dei mezzi espressivi.

Testo, musica, recitazione parlata, canto, recitar-cantando, gesto, danza, rito, convivono sul palcoscenico con l'anarchia della pari dignità. "Il violinista sul tetto" è uno dei più celebri musical di Broadway, il numero e le variazioni delle sua messe in scena non si contano e la gran parte di esse sono state un tentativo di sfruttamento di un grande successo per la routine della circolazione commerciale. Il nostro allestimento vorrebbe proporre un'altra prospettiva: ricollocare la storia più rappresentativa della cultura dell'est-Europa, quella di Tevjie il Lattivendolo, uscita dalla geniale penna di Sholem Aleichem e da cui è stato tratto il musical, nel suo contesto originario.

Il testo e le canzoni verranno rispettate nella loro integrità ma saranno cantate nella lingua Yiddish invece che in inglese e l'impianto di regia si rivolgerà alla lezione stilistica del teatro yiddish. In particolare la costruzione della scrittura scenica si svilupperà secondo le direttrici di una poetica teatrale sperimentate in questi anni.

Centro di questa poetica è la presenza di musicisti in scena con una funzione drammaturgica e recitante. I musicisti-attori costituiscono una sorta di coro-popolo che interagisce con i personaggi veri e propri sia come personaggio corale che come contrappunto individuale in un continuo rimando di presenze ed emozioni. Nella fattispecie di un musical questo piccolo coro di musicisti-attori intreccerà il proprio movimento scenico In forma di improvvisate danzette con la professionalità del corpo di ballo dando vita a forme coreutiche grottesche e paradossali. Tutto al servizio di uno degli eventi di spettacolo più significativi della seconda metà del '900.
Moni Ovadia


IL VIOLINISTA SUL TETTO
Versione italiana dell’originale di Broadway “Fiddler on the roof”
Liberamente tratto dal racconto “Tevye il lattivendolo” di Sholem Aleichem
Libretto di Joseph Stein
Musiche originali di Jerry Boch
Testi delle canzoni di Sheldon Harnick
Traduzione in yiddish di Marisa Romano
Regia Moni Ovadia

PERSONAGGI E INTERPRETI

con la partecipazione di Mario Incudine nel ruolo di Percik

Tevye Moni Ovadia
Golde Lee Colbert
Motl Kamzoyl Giampaolo Romania
Leyzer Wolf Giuseppe Ranoia
Fiedka Alberto Malanchino
Yente, Nonna Zeytl, Frume Sore Sabrina Sproviero
Zeytl Chiara Seminara
Hodl Aurora Cimino
Have Graziana Lo Brutto

Ballerini: Luigi Allocca, Vincenzo Castelluccio, Francesco Coccia, Eus Santucci

E con la MoniOvadiaStage Orchestra:

Mendicante - Vincenzo Pasquariello- Pianoforte
Rabbino - Janos Hasur- Violino
Oste - Albert Mihai - Fisarmonica
Libraio - Paolo De Ceglie - Tromba
Mendl - Luca Garlaschelli - Contrabbasso
Un Ebreo - Paolo Rocca - Clarinetto
Un Ebreo - Marian Serban -Cymbalon

Regista collaboratore: Elisa Savi
Coreografie: Elisabeth Boeke
Scene: Gianni Carluccio
Costumi: Elisa Savi
Light designer: Amilcare Canali
Coordinamento musicale: Paolo Rocca e Vincenzo Pasquariello
Direzione vocale: Lee Colbert
Sound designer: Mauro Pagiaro

Scene riallestite da Roberto e Andrea Comotti e realizzate da Laboratorio Scenografia Pesaro di Lidia Trecento
Decoratori per i costumi: Cristina Protti e Stella Filippone
Fotografie Maurizio Buscarino
Prodotto da Lorenzo Vitali
Produzione e distribuzione: Laura Vitali, Elisabetta Radice
Direzione tecnica: Paolo Dell'Era
Ticketing: Giovanni Ronca
Amministrazione: Maura Pevere, Laura Grambolò, Gloria Vitali
Comunicazione: Rocchina Ceglia
Social: Claudia Grohovaz
Grafica: Federico Banchero
Direttore di scena: Max Merenda
Caposarta: Giusy Mangiacotti
Fonico di palco: Alberto Zavagli

BIGLIETTI
Prevendita online: www.teatronuovo.it – www.ticketone.it

Biglietteria Teatro Nuovo
Piazza San Babila
☎️02.794026
Da lunedì a sabato 10:00/19:00 orario continuato
Domenica 14:00/17:00
prenotazioni@teatronuovo.it

CONTATTI :
Facebook @teatronuovomilano - @IlViolinistaSulTetto
Instagram @teatronuovo_milano
Twitter @TeatroNuovo
www.teatronuovo.it

Pagina Ufficiale Facebook Moni Ovadia @MoniOvadiaPaginaUfficiale
www.moniovadia.net

#ilviolinistasultetto #teatronuovomilano



















martedì 12 febbraio 2019

"Priscilla La Regina del Deserto”, il musical, recensione e curtain call


"Priscilla La Regina del Deserto”, il musical, è tornato. Ed è tornato in grande spolvero, con tutti i suoi 500 costumi, la scarpa con il tacco gigantesca, le Divas che scendono dal graticcio ed un’orchestra dal vivo con tutti i sacri crismi: ma soprattutto è tornato il bus rosa, in tutta la sua interezza.

Con lustrini e paillettes. Una rivista in piena regola, un musical australiano, tratto da un film che musical non era, che da anni miete successi in tutto il mondo.
Bello vedere la versione completa in tutto. L’ultima edizione, seppur con ottimi intrepreti, era un po’ desolante, nel suo ridimensionamento.

"Alarico - il Musical" presentato alla stampa: tutte le info


È stato presentato ieri mattina, presso Unindustria Calabria a Cosenza, “Alarico – il Musical”, opera pop rock ambiziosa, alla sua prima assoluta, ideata da Mario Palermo e scritta e diretta da Attilio Palermo, intervenuti in conferenza stampa, insieme al compositore Luigi Morrone.

Ad aprire l’incontro, in rappresentanza del Comune di Cosenza che ha patrocinato lo spettacolo, l’assessore all’educazione e alla scuola Matilde Spadafora Lanzino.
“Alarico è tema molto caro per il nostro sindaco Mario Occhiuto e per l’intera città – ha dichiarato l’assessore Spadafora -. Ci sono luoghi, altrove, che ‘vivono’ sulle figure storiche di mostri. Ecco perché a noi sembra giusto portare alla luce ciò che abbiamo in termini di storia e anche di leggenda, seppure poco conosciuta e contrastata, alimentando, anche attraverso forme teatrali, gli studi in tal senso per un arricchimento culturale per la nostra città. Sono felice del coinvolgimento delle scuole di ogni ordine e grado – ha concluso - che avranno la possibilità di assistere allo spettacolo anche nei matinée da voi organizzati”.

Teatro Delusio-Familie Flöz al Menotti di Milano


Un’opera di Familie Flöz

Di Paco González, Björn Leese, Hajo Schüler e Michael Vogel
Una produzione di Familie Flöz, Arena Berlin e Theaterhaus Stuttgart

sabato 9 febbraio 2019

Straordinarietà, varietà musicale con Stefano Simmaco a Oltheatre al De Sica e Peschiera Borromeo


Di Stefano Simmaco e Piergiorgio Lalli

con Stefano Simmaco

e con

la danzatrice Silvia Rossi, Andrea Cappelletti al violino


Musiche Stefano Simmaco e autori vari


venerdì 8 febbraio 2019

CASTING:Agenzia di Animazione Metamorfosi e Club del Sole, Audizioni Nuovo Team Artistico e di Animazione Estate 2019


BANDO DI AUDIZIONE

Per inserimento e creazioni del nuovo Cast Artistico e di Animazione,

si ricercano

BALLERINI/E, CANTANTI, PERFORMERS, COREOGRAFI/E

NUOVA DATA: PADOVA

Le audizioni si terranno il giorno

17 Febbraio 2019 dalle ore 12.00
(registrazione e accettazione dalle ore 11.30)

presso la Dreaming Academy – Accademia di Musical e Spettacolo
via Montà 75 - Padova

DREAMING A DANZA IN FIERA 2019


2019. Anno di grandi novità, progetti e collaborazioni nazionali e internazionali per la Dreaming Academy, Accademia di Musical e Spettacolo di Padova al suo settimo anno di presenza con lezioni e importanti opportunità formative all’interno della cornice della Fortezza da Basso a Firenze

Come ogni anno, la Dreaming Academy avrà un proprio spazio espositivo durante la fiera, in cui sarà possibile venire a conoscenza delle novità formative che l'Accademia propone sia in Italia che all’estero, gli eventi in programma e tutte le grandi novità e opportunità che quest’anno la Dreaming Academy ha in serbo per tutti coloro che vogliano formarsi, crescere artisticamente o prepararsi per diventare un professionista nel mondo dello spettacolo.

Oltre allo spazio espositivo, la Dreaming Academy sarà presente in giuria ai concorsi e propone una variegata rosa di 9 lezioni a tema musical:

Alarico – il Musical, in arrivo a Cosenza


“Restituire e dare valore ad una figura storica complessa, e certo affascinante. Raccontare di una Roma amministrata da burocrati e lussuriosi reggenti, ben lontana dai fasti imperiali, legata al destino di un uomo venuto dalle terre germaniche, capace di unire sotto la propria egida popoli oppressi, per dar loro radici e terra, educandoli agli usi e ai costumi della romanità, consacrando la sua stessa vita a questo ideale. A leggere in quest’ottica, un esempio di vera integrazione”.

Così, l’autore e regista di “Alarico – il Musical” Attilio Palermo, immagina e ridefinisce la storia Re Alarico nel musical a lui ispirato, come racconto della vita di un condottiero, spinto dall'ambizione e dal desiderio. Fonti storiche ufficiali e aneddotica, infatti, hanno portato alla luce aspetti meno noti del re visigoto, svelando un uomo tutt'altro che "barbaro".

La sepoltura di Alarico, re dei Goti, avvenuta nel 410 d.C. a Cosenza, nel fiume Busento, è uno degli enigmi irrisolti, e per questo ancora più affascinante, della sua storia. E che accadde in terre Bruzie, lo si scrive e racconta da 1600 anni.

giovedì 7 febbraio 2019

Sanremo 2019: con gli artisti di musical, si sente la musica. Notre Dame De Paris conquista l'Ariston


No, non guardo il Festival di Sanremo.

Non è una posa, non voglio essere radical chic (ma chi sono oggi i radical chic?). Semplicemente, mi annoia.

L'ho guardato per anni, d'altronde è sempre stato un evento e, in quanto giornalista, dovrei.

Dovrei, ma non ce la faccio proprio.

Lo vivo però di riflesso sui social, tra gli artisti amici di facebook che ne parlano e gli hastag, come #Sanremo2019 e #FestivalDiSanremo.

Lo seguo e mi faccio un'opinione (senza mettere like a caso, come si usa oggi).

Così, sono stata d'accordo con Claudio Trotta, quando ieri mi ha taggato in questo post:

"Alla luce dell’enorme successo di Bohemian Rhapsody con largo anticipo ho suggerito alla direzione artistica del Festival di Sanremo di ospitare una parte del cast di We Will Rock You - Italia 2018-19 per interpretare un Medley con il nostro musical dando la giusta vetrina agli straordinari cantanti,ballerini e attori Italiani che ne compongono il cast e promuovendo un Musical interamente prodotto in Italia che sta avendo grande successo di pubblico e di critica.
Mi è stato detto che Baglioni aveva optato legittimamente per non ospitare in alcun modo musica internazionale per meglio promuovere la Musica Italiana.
Ieri sera è andato in onda un discutibile siparietto con due attori che hanno martoriato la Bellezza della Musica dei Queen credendo immagino di risultare spiritosi con un mediocre medley.
Non comprendo davvero e sono molto amareggiato io come tutto il cast di We Will Rock You
Ps Bohemian Rhapsody è un film non un film tratto da un musical come i vostri attori hanno ripetutamente detto in diretta ieri sera mai citando il nome giusto del Musical
Errore degli autori ? Ignoranza?". (clicca qui per la mia recensione a WWRY).

Allo stesso modo, sono contrariata dal fatto che, nonostante il premio a Pino Daniele, relegato a notte fonda, Sanremo non abbia dato spazio a Musicanti.

Infine, mi lascia perplessa il siparietto dedicato al musical, con 'Mary Poppins' e 'Bohemian Rhapsody' (che, come dice giustamente Trotta, è un film) e 'Sister Act'.

Sempre vissuto di riflesso, perchè non l'ho visto in diretta TV.

Qualche anno fa, si dava maggior spazio al musical a Sanremo: mi ricordo la bellissima ospitata di Pinocchio, della Rancia.

Ma, vivaddio, ieri sera a Sanremo si è cantato con il musical (o Opera Popolare).

Nuove date per Roma Amor Mio. CineTeatro L’Aura, 8 e 9 febbraio 2019


Dopo il successo delle repliche della settimana scorsa, torna a grande richiesta Roma Amor Mio, lo spettacolo di Maurizio Canforini diretto da Alessia Tona.
Roma Amor Mio è un racconto di Roma e di alcune delle sue infinite declinazioni, un omaggio ad una delle più belle città del mondo, ricca di storia e di storie, unica per patrimonio artistico.

Piazza Navona, tramonto di un giorno di maggio. Uno scrittore, disteso su di una panchina, comincia estasiato a parlare di Roma e della magia della sua città. Improvvisamente mentre è immerso nel suo racconto, come dal nulla, appare una giovane vestita di rosso. È lo Spirito di Roma che parla attraverso le melodie che per secoli hanno accompagnato le vie della città.

I due intraprendono insieme un viaggio incantato nella Storia e nelle storie di Roma: gli amori di Paolina Borghese, la malinconica storia del poeta John Keats, l'epopea della repubblica romana del 1849, la nascita della canzone romana, Er fattaccio der Vicolo del Moro, i Caffè Chantant d'inizio Secolo, Anna Magnani e la spensieratezza dei "Poveri ma Belli".

mercoledì 6 febbraio 2019

CASTING: ruoli e ensemble per Notre-Dame de Paris da Parigi all'estero


ENZO Products et NDP Project recherchent pour le spectacle musical Notre-Dame de Paris – de Luc Plamondon et Richard Cocciante – pour l’ensemble des rôles des chanteurs et des chanteuses pour des représentations en Tournée à l’étranger, de mi-mai 2019 à fin décembre 2019.

Expérience professionnelle de la scène appréciée mais pas obligatoire. Les candidats devront impérativement être majeurs.
Les rôles
QUASIMODO

Homme. Grand, Fort Physiquement

Extension voix :

Note grave La
Note aigüe dans la plupart des chansons Sol
Note aigüe dans quelques chansons La

ESMERALDA

Jeune Femme dans la vingtaine, Sensuelle, type andalou

Extension voix :

Note grave La (et Sol)
Note aigüe dans la plupart des chansons Do#
Note aigüe dans quelques chansons Re#

GRINGOIRE

Homme / Belle prestance naturelle

Extension voix :

Note grave Sol
Note aigüe dans la plupart des chansons Sol
Note aigüe dans quelques chansons La

FROLLO

Homme d’un certain âge / Grand, autoritaire

Prêtre torturé entre sa foi et désir pour Esmeralda

Extension voix :

Note grave Fa#
Note aigüe dans la plupart des chansons Fa#
Note aigüe dans quelques chansons La et Sol

PHOEBUS

Homme 20-30 ans / Beau, charmeur

Extension voix :

Note grave Sol
Note aigüe dans la plupart des chansons Sol#
Note aigüe dans quelques chansons La

CLOPIN

Homme / Charismatique

Extension voix :

Note grave La
Note aigüe dans la plupart des chansons Sib

FLEUR-DE-LYS

Jeune Femme dans la vingtaine / Fragile, innocente

Extension voix :

Note grave Sol
Note aigüe dans la plupart des chansons Mi (Tête)

Comment postuler ?

Merci d’envoyer Photo, CV et démo d’un titre de votre choix à ndp@pomme-music.fr. A Indiquer en Objet de votre email : Casting NDP + Rôle pour lequel vous vous présentez.

Auditions prévues début Mars 2019 (la date exacte sera communiquée après la pré-sélection). Clôture des candidatures le 28 février 2019. Après une 1ère écoute de votre démo, si vous êtes présélectionné, nous vous contacterons afin de vous faire parvenir des Play Back de titres choisis de Notre-Dame de Paris. Nous vous demanderons alors d’enregistrer ce(s) titre(s) pour finaliser notre choix des candidats à auditionner.