venerdì 12 luglio 2013

A Fil di Spada: VII Edizione della Maratona di Scherma a Roma


Vi ho parlato qualche giorno fa del Maestro Renzo Musumeci Greco, in occasione de Il Trovatore all'Arena di Verona.

Ora, vi propongo nel dettaglio la grande Maratona di Scherma a Roma, che si terrà il 13 luglio p.v. davanti Castel Sant’Angelo con lo sfondo del Cupolone: ospiti d'onore, oltre ai Medagliati di Londra, anche GIO' DI TONNO, ALESSIO BONI, NINO BENVENUTI, LUDOVICO FREMONT.

 La grande scherma scende in piazza e diventa Maratona. Per la terza volta campioni olimpionici ovvero dilettanti, uomini o donne, adulti oppure bambini, normodotati in piedi o dotatissimi costretti in carrozzina, vedenti con 10 decimi di vista o non vedenti con 10 decimi di passione si sfideranno in una cinque ore non-stop, dal tramonto in poi. Quest’anno si combatterà in un luogo magico, Lungotevere Castello: le lame si incroceranno in favore del Cupolone, accanto al Tevere, e sui combattenti cadrà lo sguardo vigile dello schermidore primigenio, quell’Arcangelo Michele che dall’alto di Castel Sant’Angelo veglia da dieci secoli su Roma rinfoderando la spada eterna e vittoriosa.

L’organizzazione

Promotore e direttore artistico è Renzo Musumeci Greco che quest’anno si avvale della preziosa collaborazione artistica di Pino Quartullo. Con il sostegno imprescindibile del Partner Ufficiale Gioco del Lotto ancora una volta animerà questa kermesse senza eguali al mondo, una grande festa di sport e di civiltà nella quale, accanto agli atleti normodotati, scenderà in piazza una nutrita rappresentanza di schermidori paralimpici.

Il progetto Scherma senza limiti

Accanto a schermidori dei due sessi e di tutte le età, agonisti, master e semplici appassionati, combatterano atleti paralimpici - sia in carrozzina sia non vedenti - che da due anni si allenano nella storica Accademia Musumeci Greco. E così l’Accademia ha completato il suo percorso intorno alla scherma, arrivando a coprirne l’orizzonte a trecentosessanta gradi. Col progetto Scherma senza limiti oltre all’attività agonistica, a quella amatoriale e allo spettacolo (cinema, teatro, lirica, TV, ricostruzioni storiche) è stato aggiunto l’ultimo tassello: l’impegno sociale, curato dalla responsabile Martina Ganassin. Anche questi atleti possono salire in pedana e combattere. E durante la Maratona sapranno dimostrarlo.
Gli ospiti

Assieme agli atleti paralimpici combatterà la sedicenne Beatrice – Bebe - Vio, splendida atleta priva dei quattro arti. Beatrice pratica questo sport da quando era bambina, e dopo la malattia ha continuato a farlo grazie alle protesi. La Maratona di Scherma ospiterà quest’anno una tappa della “Scherma in Piazza”. È un progetto della Art4Sport con il sostegno di Sky Corporate Social Responsability - indirizzato a promuovere la cultura della diversità nello sport e le occasioni di interazione attraverso l’attività sportiva fra bambini e ragazzi con disabilità e non - che ha come testimonial della scherma la giovane Bebe. Per l’occasione, Art4Sport e Sky omaggeranno l’Accademia Musumeci Greco di una pedana per disabili.

Michele Maffei e Rolando Rigoli - vincitori della medaglia d’oro nella sciabola a squadre alle Olimpiadi di Monaco del 1972 – saliranno insieme in pedana dopo 41 anni, una coppia di sogno che tornerà ad incrociare le lame in favore del pubblico romano sotto Castel Sant’Angelo.

Saranno presenti anche il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico nonché Assessore agli Stili di Vita di Roma Capitale Luca Pancalli e il Presidente della FIS e attuale Vice Presidente del C.O.N.I. Giorgio Scarso. Accanto a loro un grandissimo atleta come Nino Benvenuti, campione olimpico nel 1960, campione mondiale dei Pesi medi tra il 1967 e il 1970, e un grande attore come Alessio Boni, che presenterà il suo ultimo impegno “Ulisse” prossimamente su Rai1. Ludovico Fremont, poi, darà vita a spazi di spettacolo legati al tema della serata.
Perché la Maratona di Scherma

L'occasione per ritrovarsi intorno a questa festa delle lame e della recitazione è il Memorial Enzo Musumeci Greco, il più grande Maestro d'arme che il cinema italiano abbia mai avuto. Il nonno di Enzo è Salvatore Greco dei Chiaramonte, tra i capi dei garibaldini in Sicilia (il Pincio conserva, tra i tanti, anche il suo busto), gli zii sono Aurelio e Agesilao, gli schermidori più famosi del mondo nei cinquant'anni a cavallo tra Otto e Novecento. Dagli zii eredita la più antica sala d'arme di Europa, oggi come allora attiva in via del Seminario 87, e allarga la professione di famiglia dedicandosi alla cinematografia. Diventa così il maestro di alcuni nomi leggendari (Tyrone Power, Errol Flynn, Charlton Heston, Richard Burton, Gina Lollobrigida, tra gli altri), e firma alcuni duelli del grande schermo che fanno sognare gli appassionati delle pellicole di cappa e spada. Da circa venti anni la sua eredità è passata nelle mani del figlio Renzo Musumeci Greco, direttore artistico del Memorial.

Il Premio

La targa del Memorial, quest’anno, andrà a Giò Di Tonno, per i suoi trascorsi schermistici come attore: è stato Don Rodrigo nel musical I promessi sposi - Opera moderna scritto e diretto da Michele Guardì con le musiche di Pippo Flora, magistralmente preparato al duello dal Maestro Renzo Musumeci Greco.


L’Aeronautica Militare

L’Aeronautica Militare parteciperà alla serata con una folta rappresentanza di atleti medagliati a Londra, non soltanto schermidori: avremo le “Farfalle”, squadra di ginnastica ritmica, bronzo alle Olimpiadi dello scorso anno, che ci offriranno un’emozionante esibizione. Inoltre interverrà la Banda per offrire al pubblico momenti musicali legati agli atleti e alla fascinazione del vicinissimo Castel Sant’Angelo: sarà eseguita, infatti, “E lucevan le stelle” dalla Tosca di Giacomo Puccini, la romanza che nel terzo atto della finzione scenica Cavaradossi canta proprio nel Castello. Ai musicisti si affiancherà il tenore Antonio Corianò, che collabora con il progetto Corso d’Opera a Palazzo Contucci.

I conduttori

Condurranno Tania Zamparo, volto di Sky, e Renzo Musumeci Greco, imbattibile nel raccontare la scherma e le sue regole.


Mimmo Paladino firma il logo della Maratona

Per questo appuntamento Renzo Musumeci Greco ha potuto contare su un gesto di massima amicizia da parte di un frequentatore tra i più noti della sala d'armi: il grande Mimmo Paladino ha firmato il bellissimo logo che campeggia sul manifesto, un omaggio che esalta il sempre particolare sincretismo tra scherma e cinema, logo ufficiale della manifestazione.

Il Partner Ufficiale

Il sostegno del Gioco del Lotto alla scherma conferma la volontà di Lottomatica, oggi GTECH S.p.A. di essere presente nel mondo dello sport attraverso iniziative dedite allo sviluppo del settore, che siano portatrici di valori educativi e sociali.

Media Partner

Sky per la televisione e Il Messaggero per la stampa sono insostituibili sostegni mediatici della Maratona.

FIS

La Maratona di Scherma da sempre è patrocinata e sostenuta dalla FIS, Federazione Italiana Scherma. È la federazione sportiva più medagliata nella storia del nostro Paese, esempio per tutti gli sport di efficienza, rigore, disciplina e risultati, molto attenta alla diffusione della scherma e dei suoi valori tra i giovanissimi. La Maratona di Scherma è orgogliosa di ricevere anche quest’anno un sostegno così prestigioso.

L’Università di Tor Vergata

Il prof. Davide Lauro dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” interverrà per illustrare il progetto “Scherma e Diabete”, in collaborazione con la C.R.I. Comitato Regionale del Lazio, ulteriore esempio della vocazione sociale della Maratona di Scherma. Il diabete è una malattia cronica assai diffusa che, ben compensata, permette una vita sportiva regolare e piena di soddisfazioni. Lo confermano le testimonianze e le esperienze di numerosi atleti che praticano discipline sportive anche a livello professionistico pur in presenza di diabete.

Il prof. Lauro e il suo staff saranno disponibili lungo tutta la durata della manifestazione per informare la popolazione sui rischi associati a questa patologia. Chi lo desideri potrà sottoporsi ad uno screening per il riconoscimento precoce di questa condizione con la misurazione della glicemia, del peso corporeo e della pressione arteriosa, calcolando il rischio d’insorgenza di patologia cardiovascolare a 10/20 anni.

U.N.A.S.C.I.

L’Unione Nazionale Associazioni Sportive Centenarie d'Italia è un’Associazione Benemerita riconosciuta dal C.O.N.I che riunisce le società sportive fondate da almeno cento anni e tuttora attive, con Soci tesserati per Federazioni Sportive Nazionali o Discipline Sportive Associate o Enti di Promozione Sportiva del CONI. Nasce con lo scopo di promuovere, diffondere e valorizzare l'attività sportiva quale elemento determinante della crescita fisica, morale, civile e sociale dei giovani e quale diritto di tutte le persone senza alcuna discriminazione di condizione, di sesso e di età. 
Particolare riguardo è posto dall'UNASCI alla tutela ed all'incremento del patrimonio storico-culturale-sportivo delle società sportive centenarie e delle tradizioni sportive italiane.

L’Accademia d’Armi Musumeci Greco nasce nel 1878 nella storica sede di Via del Seminario a Roma, vicino al Pantheon e, per anzianità, si colloca al 114° posto tra le 70.000 associazioni sportive che esistono in Italia. Alla Maratona di Scherma interverrà il presidente dell’ U.N.A.S.C.I. Bruno Gozzelino.

Per informazioni: www.musumecigreco.com - www.afildispada.it

Facebook: La Maratona di scherma a Roma – Memorial Enzo Musumeci Greco

-->


Nessun commento:

Posta un commento