giovedì 15 gennaio 2015

Evita y yo, Storia di due argentine: da oggi, al Teatro Cometa Off di Roma


Dopo il grande successo riscosso in Italia, Ecuador e Colombia torna in scena “Evita y yo, Storia di due argentine”; il recital andrà in scena dal 15 al 18 gennaio 2015 al Teatro Cometa Off di Roma. Protagonista assoluta l’attrice e cantante italo/argentina Sonia Belforte.

Lo spettacolo racconta parallelamente le vite della protagonista e di Evita Perón coniugando, con semplicità e naturalezza, grande e piccola storia. Evita e Sonia: entrambe argentine, entrambe emigrate, partite per realizzare lo stesso sogno, quello di diventare attrici.

Luci e ombre, leggerezza e commozione vibrano sul palcoscenico, in un lavoro dall’energico e forte impatto emozionale. Lo spettacolo è arricchito dalle musiche eseguite da Alejandro Duca al pianoforte, Lautaro Acosta al violino e Miguel Angel Acosta alla chitarra che accompagnano la voce struggente e passionale di Sonia Belforte.

Le canzoni, proposte dall’artista con grande intensità e partecipazione, ed i video con immagini d’epoca (a cura di Gianfranco Crua e Marco Pejrolo) rendono particolarmente suggestivo e coinvolgente lo spettacolo, che racconta la storia di Evita ma anche dell’Argentina.




Nello spettacolo si tratteggia l’ascesa di una donna intensamente carismatica, dalla personalità controversa, che ha lasciato un segno indelebile nella storia d’Argentina. Evita, dopo un’infanzia povera, approda a Buenos Aires per realizzare il sogno di diventare attrice. L’incontro con Juan Perón la porterà ben oltre, a cambiare rotta e diventare la guida di un intero Paese. Diverrà quindi la paladina dei “descamisados”, i poveri d’Argentina. Sarà lei a infondere nel cuore di milioni di indios e di bianchi il riconoscimento del loro valore e della dignità umana. Dignità che però i militari argentini, in un susseguirsi di golpe militari, calpesteranno, fino all’eccidio della “desaparición” negli anni '70.

Uno spettacolo che vuole trasmettere speranza ed invitare a non restare immobili ma ad aspirare (e ricercare con tenacia) il “cambiamento”. A guardare il mondo da una nuova angolazione, senza la paura di cambiare anche il modo di pensare. Un messaggio positivo, di fratellanza ed unità, contro le guerre, le divisioni, le discriminazioni.

Sonia Belforte si è trasferita, giovanissima, da Buenos Aires in Italia ed ha all’attivo un ricco carnet di spettacoli teatrali, concerti, fiction, doppiaggi. Recita e canta con voce travolgente e inconfondibile conquistando letteralmente gli spettatori; rappresenta la nuova Argentina e si fa apprezzare per il suo straordinario talento. Collabora con Assemblea Teatro dal 2010 con cui ha realizzato “La bambina che raccontava i film” di Hernan Rivera Letelier (presentato al Festival delle Colline torinesi nel 2012), “Tango Adentro” di Sonia Belforte (2012), “El funeral de Neruda” di Luis Sepulveda e Renzo Sicco (portato in tournèe in Sudamerica nel 2013) e “Giorni Migliori”, tratto da un testo di Laura Pariani (presentato al Festival delle Colline Torinesi 2014).