mercoledì 1 luglio 2015

Next To Normal, la prima data confermata


E' uscita sul facebook ufficiale la prima data per il grande ritorno di Next to Normal nei teatri italiani: sarà al Teatro Colosseo di Torino, il 19 e il 20 febbraio.

I biglietti possono essere acquistati qui: http://goo.gl/5Ky0VQ

A brevissimo, le altre date!


SINOSSI

Diana Goodman è in apparenza una normale casalinga che vive nella periferia americana, così come del tutto normale sembra la sua bella famiglia. In realtà Diana soffre di disturbo bipolare accompagnato da allucinazioni, derivanti da un trauma da lei vissuto sedici anni prima. Suo marito Dan, un architetto, si impegna per mantenere la sua famiglia stabile, ma questa lotta diventa sempre più problematica, specialmente quando Diana decide di smettere di prendere le pillole prescritte dal suo psichiatra. Dopo diversi tentativi fallimentari di arginare la patologia mediante sedute di psicoterapia, Diana cade in un luogo ancora più oscuro, fino ad arrivare al tentativo di suicidio. Su suggerimento di un nuovo medico curante, Diana viene convinta dal marito a sottoporsi a terapia elettroconvulsiva (elettroshock) che le provoca però amnesie. La relazione di Diana con la figlia Natalie diventa tesa perché la ragazza adolescente, in una fase così delicata della crescita, si sente invisibile agli occhi della madre, che a lei sembra preferire il fratello.

NEXT TO NORMAL

Una rivoluzione nel Teatro Musicale, presentato in Italia grazie alla STM
NEXT TO NORMAL presenta diverse peculiarità che sono una svolta, un punto di rottura, una piccola rivoluzione nel mondo del Teatro Musicale, che il regista italiano Marco Iacomelli sposa, diventando rappresentative dell’obiettivo di voler mettere in scena un prodotto teatrale innovativo, che affronta temi talvolta distanti dalla tradizione italiana del genere. Questa missione viene perseguita con passione attraverso STM insieme ai co-fondatori Andrea Manara e Davide Ienco.

I personaggi di NEXT TO NORMAL (la famiglia Goodman composta da una madre, un padre, due figli adolescenti, più gli psichiatri e il giovane Henry) si cimentano con la potente teatralità di una partitura musicale di stampo rock, esprimendo attraverso questa una infinita gamma di sfumature emotive.

NEXT TO NORMAL affronta temi che non ci si aspetterebbe di trovare in uno spettacolo musicale “tradizionale”: disturbo bipolare, allucinazioni, elettroshock, psicofarmaci, lutti, suicidi – i cui effetti ricadono sulla vita quotidiana di genitori e figli – e il tentativo di vivere una vita quasi normale, nonostante tutto.
Questi temi così delicati e scottanti vengono portati in scena con sottile ironia e attraverso imprevedibili colpi di scena.

NEXT TO NORMAL non è tratto da nessun libro o film di successo, bensì è totalmente originale, fatto anche questo controcorrente rispetto alle tendenze attuali.