mercoledì 10 agosto 2016

Il CETEC (Centro Europeo Teatro e Carcere) in tournée e all'Estate Sforzesca


Sempre più spesso è difficile concedersi vacanze e per chi rimane in città, l'arte non va in vacanza e, anzi, ha tutta la voglia di farvi compagnia. Il CETEC (Centro Europeo Teatro e Carcere) sarà protagonista di due date nel fitto e variegato calendario dell'Estate Sforzesca. A Ferragosto il CETEC di Milano e l'associazione L'Ombra d'Argo di Roma vi aspettano con Quando il cinema è dal vivo – La vita è musica per traghettarvi sulle note e le parole delle colonne sonore a noi più care, con le spett-attrici di San Vittore, attori professionisti e musicisti che si incontrano con la comunità dentro e fuori dal palco. Il 16 agosto ritorna al Cortile delle Armi Il Nuovo Teatrino delle Meraviglie, ormai un cult della compagnia CETEC Dentro/Fuori San Vittore. Un viaggio nel tempo teatrale, da Shakespeare ai giorni nostri, contro i pregiudizi che rimanere a Milano ad agosto non possa riservare incontri sorprendenti e meravigliosi.

Nei due appuntamenti nel Cortile delle Armi sarà presente l'ape car delle attrici cuoche di San Vittore. ApeShakespeare, protagonista del progetto “To be or not To be”, presidio itinerante di legalità, teatro e buon cibo Dentro/Fuori San Vittore, con il sostegno dell’Assessorato alle Politiche del lavoro e Attività produttive e Fondazione Cariplo, chiude, infatti, l’Estate Sforzesca dispensando acque aromatizzate e rimedi infallibili contro la calura.

15 agosto

CETEC Onlus L'OMBRA D'ARGO presentano
QUANDO IL CINEMA È DAL VIVO – La vita è musica
Diretto da Fabrizio Russotto Collaborazione artistica di Donatella Massimilla Con Gilberta Crispino, Fabrizio Russotto, Violeta, Mariangela, Francesca Orchestra dal vivo con il M° Gianpietro Marazza insieme a Alberto Caneva, Alessandro Eusebio, Enrico Ferraresi, Alberto Gramolini, Luca Pelliccioli, Leonardo Russotto

Uno spettacolo di teatro-canzone che racconta, “dal vivo”, grazie ad attori, musici e cantori, il rapporto tra musica, cinema e teatro.

È impossibile pensare alcuni titoli della storia del cinema senza le note create da Nino Rota, Nicola
Piovani o Ennio Morricone. Grazie all'unione della loro creatività con la potenza della Settima Arte, ci sono melodie e brani che sono entrati nel repertorio quotidiano e che tutti abbiamo canticchiato, almeno una volta, probabilmente sotto la doccia! Un tour nel panorama sconfinato del cinema italiano, scegliendo gli autori, secondo noi, più amati, da Rossellini a Pasolini, da De Sica a Giuliano Montaldo. Una piccola orchestra, un grande schermo, attori e cantanti per srotolare un immaginario nastro di celluloide in presa diretta. Come scriveva Pasolini: «Il cinema è piatto, e la profondità in cui si perde, per esempio, una strada verso l’orizzonte è illusoria. Più poetico è il film, più questa illusione è perfetta. La sua poesia consiste nel dare allo spettatore l’impressione di essere dentro le cose, in una profondità reale e non piatta (cioè illustrativa). La fonte musicale – che non è individuabile sullo schermo – e nasce da un “altrove” fisico per sua natura “profondo” – sfonda le immagini piatte o illusoriamente profonde, dello schermo, aprendole sulle profondità confuse e senza confini della vita»
Nel progetto di “Quando il cinema è dal vivo – La vita è musica” risuonano queste parole.
Fabrizio Russotto

16 agosto

CETEC Dentro/Fuori San Vittore IL NUOVO TEATRINO DELLE MERAVIGLIE liberamente ispirato all'intermezzo di Miguel de Cervantes Regia e drammaturgia Donatella Massimilla Con Benedetta Borciani, Beniamino Borciani, Gilberta Crispino, Fabrizio Russotto, Danuta Sikorska, Elisabetta Spaini, Stefano Stillo, Violeta, Francesca, Mariangela, Carolyne Costumi ed elementi scenici Susan Marshall e Gaia Fossati Musiche dal vivo Gian Pietro Marazza e Paola D'Alessandro
Ai tempi d'oggi la riscoperta dello stupore arriva dall'intermezzo di Cervantes, un teatro musicale che narra della coppia di capocomici, Cerignola e Gianquaglia, del loro “Teatrino meraviglioso” che solo chi non ha sangue ebreo, chi non è extracomunitario o omosessuale riesce a vedere. In tal modo il loro "teatrino invisibile" si svela a improbabili governatori, sindaci e assessori creando illusioni e giochi teatrali al limite della meraviglia.

Note di regia di Donatella Massimilla: Perché Cervantes e Shakespeare, a quattrocento anni dalla loro scomparsa, sono così vivi e presenti, reinventati e reinterpretati di continuo nel repertorio del CETEC Dentro/Fuori San Vittore? Di loro abbiamo “rubato” negli anni le affinità con la Commedia dell'Arte, la loro universalità e la possibilità di far rinascere il teatro nei luoghi altri come le carceri, le strade, le piazze... Personalmente ritrovo nei personaggi di Cerignola e Gianquaglia, i comici e saltimbanchi, sempre itineranti e in viaggio, quella metafora di vendere “meravigliose apparizioni”, visibili solo a chi non è “ebreo”, la possibilità trasformativa del teatro e quella capacità di re-esistenza e sopravvivenza di tanti artisti di oggi. A ispirare il viaggio della compagnia la possibilità di avvicinare nuovi pubblici, da San Vittore, cuore della nostra città invisibile, al Castello e alle periferie della nostra città di Milano.
Note di collaborazione CETEC Onlus e L'Ombra d'Argo Da diversi anni l'artista romana Gilberta Crispino collabora con la regista Donatella Massimilla, romana d'origine e milanese d'adozione. In particolare le loro storie si sono intrecciate dentro e fuori le carceri di Rebibbia, San Vittore, La Santé di Parigi e in diversi luoghi d'Europa. Se il CETEC realizza da vent'anni progetti artistici e sociali, la nuova associazione fondata a Roma da Gilberta e Fabrizio Russotto si ispira a un teatro di tradizione reinventato, popolare e inclusivo. Come le fraternal compagnie della Commedia dell'Arte, quest'estate, le due realtà scelgono di unire desideri e passioni condividendo le tappe di un viaggio di mezza estate.

Gli eventi sono in collaborazione con il Comune di Milano, Castello Sforzesco, ExpoinCittà e il Carcere di San Vittore.

Ingresso spettacoli 15 e 16 agosto al Castello Sforzesco: € 8,00 Inizio h 21.00
Per prenotazioni e informazioni sugli eventi del CETEC: Gaia Fossati 340 7905626 organizzazione.cetecedge@gmail.com