venerdì 22 dicembre 2017

“Cenere e… musica! –La nuova storia di Cenerentola”

“Cenere e… musica! –La nuova storia di Cenerentola” rappresenta una sfida per la compagnia Okmama che festeggia l’anniversario della sua fondazione, riportando in scena lo spettacolo che l’ha vista debuttare proprio sul palco dell’Astra 15 anni fa aggiudicandosi l’entusiasmo del pubblico, il favore della critica e il prestigioso Premio Margherita.

E per questo evento, Ok mama lancia all’autrice e regista Laura Facci la seconda sfida: rinnovare completamente lo spettacolo mantenendone intatto essenza e originalità.

Laura Facci accoglie l’invito scrivendo una nuova drammaturgia, inventando scene e personaggi ma, soprattuto, componendo nuovi brani per i quali chiede a Moreno Piccoli, storico arrangiatore della compagnia, una rinnovata realizzazione musicale.

Il risultato è una “nuova storia di Cenerentola” ispirata alla celebre favola di cui mantiene la trama trasportandola però in una dimensione sospesa tra il mondo moderno, reale e quotidiano, e lo spazio fantastico e misterioso della fiaba.

E poi… più di 40 costumi, nuove scenografie , frizzanti coreografie…. insomma: un grande sforzo creativo per festeggiare insieme un primo grande traguardo!
OK MAMA MUSICAL GROUP
presenta:

CENERE E… MUSICA!
La nuova storia di Cenerentola

Libretto musica e regia di Laura Facci
Arrangiamenti e realizzazione musicale di Moreno Piccoli

DEBUTTO: 5 e 6 GENNAIO 2018

TEATRO ASTRA DI SAN GIOVANNI LUPATOTO VERONA

http://cinemateatroastra.it



“Cenere e… musica! La nuova storia di Cenerentola” si ispira alla celebre favola di cui mantiene la trama trasportandola però in una dimensione sospesa tra il mondo moderno, reale e quotidiano, e lo spazio fantastico e misterioso della fiaba.

Interamente musicato, lo spettacolo si pone su più livelli per coinvolgere diverse età e risultare perciò godibile sia dai bambini (dai 5 anni in poi, data la durata) che giovani e adulti: insieme potranno divertirsi ed emozionarsi grazie ad una storia che fonde sentimento, ironia, comicità, un pizzico di drammaticità e tanta magia.

Ambientazione

L’opera non fa riferimento a un’epoca particolare e definita, ma fa respirare un’aria “post-industriale” leggermente distopica ma senza eccessi… solo quel tanto che basta ad avvolgere il tutto di un’atmosfera misteriosa e, appunto , magica.

Personaggi:

CENERENTOLA giovane donna apparentemente fragile, timida rivelerà nel corso della storia grande ottimismo e profonda forza d’animo.

DOLCE e BELLA: continuamente in gara per imporsi come la più bella, si trovano d’accordo solo quando devono riprendere la sorellastra Cenerentola.

CONTESSA arcigna aristocratica decaduta che ostenta una ricchezza che non ha. Stravede per le proprie figlie e non perde occasione per maltrattare Cenerentola.

PRINCIPE vive la sua condizione regale come un peso: invece di prepararsi a governare il paese preferisce dedicarsi alla ricerca spirituale e interiore per trovare la “verità” e il senso della vita.

RE si trova in difficoltà con il figlio che ha “tirato su” da solo e verso il quale si trova inadeguato e quindi non sa “che pesci pigliare”.

PROFUGA ADULTA ,GIOVANE, RAGAZZA: fuggite dal loro paese in guerra, si nascondono vivendo ai margini della società. Talvolta entrano nella baracca di Cenerentola per riscaldarsi e prendere un po’ di cibo. Vedono in Cenerentola un’amica/sorella da aiutare e con la quale condividere il sogno di libertà.

COMARI: alcune donne di estrazione sociale ed età diverse accumunate dalla stessa caratteristica: all’apparenza dolci e solidali, in realtà nascondono invidia e gelosie.

GUARDIE REALI: CAPO, UNO, DUE: si presentano come integerrimi tutori della legge ma in realtà nascondono un’indole pasticciona e goliardica.

NUTRICE zitella, romantica, semplice, dalla commozione facile; accudisce il principe come se fosse suo figlio: si preoccupa che mangi, che sia in ordine, e che non soffra per pene d’amore