venerdì 12 settembre 2014

Tale e Quale Show: si parte stasera


Carlo Conti torna nel venerdì sera di Rai1 con “Tale e Quale Show”, il supervarietà campione di ascolti della scorsa stagione televisiva, giunto quest’anno alla sua quarta edizione. In diretta dallo Studio Nomentano 5 della Dear di Roma, il 12 settembre, alle ore 21.10, un cast tutto nuovo inizierà una sfida che proseguirà per undici puntate fino al 28 novembre, con uno stop il 10 ottobre. Pronti a mettersi in gioco imitando in tutto e per tutto i big della musica di oggi e di ieri, i dodici protagonisti (due in più dello scorso anno), sei uomini e sei donne, calcheranno gli studi Rai trasformati nel cantante che dovranno imitare.

In gara quest’anno a contendersi la vittoria finale ci saranno Michela Andreozzi, Luca Barbareschi, Matteo Becucci, Raffaella Fico, Rita Forte, Roberta Giarrusso, Alessandro Greco, Pino Insegno, Veronica Maya, Gianni Nazzaro, Serena Rossi e Valerio Scanu. Non mancheranno, poi, le divertentissime ''missioni impossibili'' di Gabriele Cirilli: indimenticabili, tra quelle delle scorse edizioni, il mitico Gene Simmons dei KISS, che pubblicò l’esibizione integrale in homepage sul sito ufficiale della band, e quella di Psy con il tormentone Gangnam Style, che ottenne oltre 4 milioni di visualizzazioni sul web.
Un lavoro meticoloso iniziato dietro le quinte grazie ai coach Emanuela Aureli, Maria Grazia Fontana, Dada Loi e Silvio Pozzoli, il coreografo Fabrizio Mainini e il Maestro Pinuccio Pirazzoli, che alleneranno i protagonisti per raggiungere la metamorfosi perfetta. Ogni artista si sottoporrà ogni settimana ad almeno 3 ore di recitazione e 6 ore di canto alle quali, se la performance prevederà anche una coreografia, se ne aggiungeranno altre 6 di ballo. Il tutto documentato giorno per giorno per mostrare ai telespettatori il duro lavoro che si nasconde dietro a ogni imitazione.

A completare la trasformazione contribuiranno anche i costumi, che ricalcheranno i look sfoggiati negli anni dalle star nazionali e internazionali (altre ore di prove per gli artisti), e una mastodontica operazione di “trucco e parrucco”, con sedute che dureranno dalle 4 alle 6 ore. Nell’ultima edizione del programma ha lavorato un team composto da 28 tra sarti e costumisti e una ventina tra parrucchieri e truccatori, con l’utilizzo di 300 costumi originali, 360 protesi e 150 parrucche. Un’incessante opera di adattamento che porterà i protagonisti ad entrare nell’”ascensore magico” dello studio per uscirne totalmente irriconoscibili.

A giudicare le 12 star di “Tale e Quale Show” ritorna la qualificatissima giuria composta da Loretta Goggi, Christian De Sica e Claudio Lippi.

Tra le novità di questa edizione di “Tale e Quale Show” ci saranno anche “I Duetti”: in molte puntate due dei protagonisti dovranno esibirsi “in coppia”, proponendo dei famosi duetti musicali. Ma, per non fare favoritismi, i protagonisti dei Duetti saranno votati singolarmente…

Terminate tutte le esibizioni i giurati stileranno una personale classifica, assegnando a ogni protagonista da cinque a sedici punti. Inoltre, ogni sfidante potrà esprimere la propria preferenza a favore di un concorrente rivale, attribuendogli cinque punti che andranno a sommarsi con i voti già assegnati dalla giuria.

A fine serata, con una speciale “roulette-slot-machine”, i 12 Protagonisti sorteggeranno il cantante che dovranno imitare nella puntata successiva.

La gara non prevede eliminazioni, ma si determinerà ogni settimana una classifica parziale che porterà alla proclamazione del vincitore finale di questa edizione.

Tale e Quale Show, visibile in HD sul canale 501, è anche sul web www.taleequaleshow.rai.it e su Facebook. Su Twitter, l’hashtag ufficiale del programma è #taleequaleshow

Tale e Quale Show, prodotto da Rai1 in collaborazione con Endemol Italia e tratto dal format spagnolo Tu Cara me Suena, è scritto da Carlo Conti, Ivana Sabatini, Emanuele Giovannini, Leopoldo Siano, Mario d’Amico e Andrea Lo Vecchio. Le musiche sono del Maestro Pinuccio Pirazzoli, le coreografie di Fabrizio Mainini, la scenografia di Riccardo Bocchini. La regia è di Maurizio Pagnussat.