lunedì 25 aprile 2016

Kvetch, in scena al Teatro Caboto di Milano


A partire dal 28 aprile la compagnia Lyra Teatro va in scena al Teatro Caboto (Via Caboto, 2 – Milano) con lo spettacolo Kvetch, in “yiddish” piagnisteo, una vera perla dell’autore inglese Berkoff. Con ritmo sincopato e una caustica ironia, il testo svela il complicato conflitto quotidiano tra l’essere e l’apparire.

Sul palco Donna, Frank, George, Hal e la suocera: persone reali, non archetipi irraggiungibili come Amleto o Edipo. Lo spettatore si identifica in loro e nelle loro vite che chiunque di noi potrebbe vivere. Ma dietro questa apparente ordinarietà, esce con forza una seconda dimensione, quella dei “kvetch” di Berkoff, autentici monologhi interiori pieni di senso e verità, in cui i personaggi esternano i loro veri e scomodi pensieri.

E’ la contrapposizione tra questi due piani – la realtà sociale, con le sue convinzioni asfittiche e soffocanti, che impongono ai personaggi cosa dire e come comportarsi in pubblico, e la realtà interiore, in cui i personaggi esternano i loro pensieri - a smascherare le mille nevrosi e paranoie della quotidianità, tra quello che si deve e quello che si vorrebbe essere.

«L’ispirazione per affrontare questo testo nasce da una cena al buio» - racconta la giovane regista milanese Laura Tanzi - «organizzata all’Istituto dei Ciechi di Milano. La cosa che mi ha colpito maggiormente di quell’esperienza è stato il fatto che, seduta al tavolo con estranei, nel buio più totale, la conversazione pian piano virava verso argomenti più profondi rispetto a quelli classici di una cena tra sconosciuti; la postura sulla sedia diventava man mano più rilassata; non sentivo la necessità di sorridere come avrei fatto normalmente. In quel frangente, mi sono sentita mille volte più me stessa rispetto ad una qualunque occasione analoga.»

Lo spettacolo, presentato in versione integrale senza censure nell'efficace traduzione di Giuseppe Manfridi, gioca sulle paure che tutti abbiamo e genera nello spettatore risate ma anche inquietudini, grazie ai momenti in cui si abbatte la quarta parte e i personaggi si disvelano in maniera brutalmente autentica.

L’associazione Lyra Teatro è stata fondata a Milano nel 2012, dopo un’esperienza di alcuni anni come collettivo informale. Il lavoro del gruppo è stato focalizzato fin dagli inizi sulla drammaturgia contemporanea e nel primo triennio di attività è stato affrontato un percorso di indagine sul tema della menzogna attraverso tre commedie di autori molto diversi tra loro per nazionalità, stile, registro. La trilogia si è aperta infatti con “Kvetch” di Steven Berkoff (selezionato per il festival “Inventaria” al Teatro dell’Orologio di Roma nel 2013, per la rassegna “Argini” presso lo spazio In Scena Veritas di Pavia nel 2014 e inserito nelle stagioni del Teatro Frigia e di Isolacasateatro a Milano), è proseguita con “Chi ruba un piede è fortunato in amore” di Dario Fo e si è conclusa con “All Out”, opera velenosa del drammaturgo americano John Zodrow inedita in Europa, tradotta e presentata in prima assoluta all’interno della stagione del teatro Caboto di Milano nel novembre 2014. Nel 2015 è stato prodotto lo spettacolo "Amorica" scritto da Laura Tanzi, drammaturgia originale liberamente ispirata alle vicende della famiglia Roosevelt.

Biografia Steven Berkoff

Autore, regista e attore di teatro e di cinema. Nato a Stepney, Londra, nel 1937, ha studiato recitazione e mimo a Londra e Parigi e fatto parte di diverse compagnie teatrali. Nel 1968 ha fondato il London Theatre Group. Le sue opere teeatrali, tra cui spiccano East, West, Greek, Decadence e Harry’s Christmas, sono state tradotte e messe in scena in diversi paesi nel mondo. Berkoff ha inoltre adattato per il teatro diverse opere come La Metamorfosi e Il Processo di Kafka, Agamennone di Eschilo e La Caduta della Casa degli Usher di Poe. Ha all'attivo diversi film, spesso in ruoli da cattivo, tra cui Rambo, Arancia Meccanica, Beverly Hills Cop e The Tourist.

TEATRO CABOTO

Via Caboto, 2 angolo Piazza Po - Milano - Tel. 02-70605035
MM1 Wagner o Pagano - MM2 Sant'Agostino - Bus: 58-61-68 / Tram: 29-30

ACQUISTO BIGLIETTI

Prevendita Teatro Caboto

Tel. 02-70605035 | email@teatrocaboto.com

www.lyrateatro.it

www.teatrocaboto.com 

Dal 28 Aprile all’8 Maggio
Dal Giovedì al Sabato alle 21. Domenica 1 e 8 Maggio alle 16
TEATRO CABOTO Via Caboto, 2 - Milano

LYRA TEATRO
Regia di LAURA TANZI
CAST: Claudio Coco, Ana Gárate Rubio, Valentina Guarino, Demetrio Triglia, Daniele Zighetti