lunedì 18 luglio 2016

DORIAN GRAY, "La bellezza non ha pietà": interviste a RodrigoBasilicati, Daniele Martini e Thibault Servière.


Vi propongo oggi uno speciale dedicato alla nuova opera, targata Daniele Martini (testi e musiche),  DORIAN GRAY, "La bellezza non ha pietà".

Il musical, che vede come protagonisti Matteo Setti con Thibault Servière (giovane attore, mimo e ballerino francese), è prodotto da Pierre Cardin (Produzione e Costumi), mentre Rodrigo Basilicati cura la Direzione artistica e le scene.

Pierre Cardin presenta la sua produzione di Dorian Gray al teatro La Fenice di Venezia
Pierre Cardin presenta la sua produzione di Dorian Gray al teatro La Fenice di Venezia
Daniele Falangone firma gli arrangiamenti, mentre la
regia è di Wayne Fowkes.


Potrebbe interessarti: http://www.veneziatoday.it/cronaca/dorian-gray-pierre-cardin.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/VeneziaToday/252463908142196

Lo spettacolo debutterà il 6 e 7 agosto, al Teatro La Fenice di Venezia, con un'anteprima in forma ridotta, in Francia, Pierre Cardin presenta la sua produzione di Dorian Gray al teatro La Fenice di Venezia
nel contesto della Carrières del Castello De Sade a chiusura del Festival de Lacoste 2016 (27 luglio).

In questa prima parte, troverete le interviste a Daniele Martini, Rodrigo Basilicati e
Thibault Servière.

Domani, Wayne Fowkes e Matteo Setti.

Prossima pagina.


 





Ringrazio per le riprese Sara Buonocore.

DORIAN GRAY, "La bellezza non ha pietà" è basata sul leggendario romanzo di Oscar Wilde: prodotta da Pierre Cardin è la terza opera concepita, scritta e composta da Daniele Martini.
Un nuovo modo di raccontare attraverso le parole e la musica la bellezza e le ossessioni di un’icona perfettamente attuale che oggi diventa teatro musicale.

Produzione & Costumi Pierre Cardin
Autore, testi e musiche Daniele Martini
Direttore artistico e scene Rodrigo Basilicati
Regia Wayne Fowkes
Arrangiamenti e suono Daniele Falangone
Designer video Sara Caliumi
Designer luci Paolo Bonapace

Protagonista Matteo Setti con Thibault Servière