lunedì 12 novembre 2018

"BELLE RIPIENE" con Rossella Brescia, Tosca D'Aquino, Roberta Lanfranchi e Samuela Sardo, la nuova commedia brillante di M.R. Piparo


Sta per arrivare a Roma lo spettacolo "Belle Ripiene", la nuova commedia brillante di Massimo Romeo Piparo con Rossella Brescia, Tosca D'Aquino, Roberta Lanfranchi e Samuela Sardo (ph sopra Marco Rossi)

Una grande e allegra cucina in cui quattro amiche condividono risate, pensieri e due grandi amori, gli uomini e il cibo, croce e delizia delle loro vite: da mercoledì 21 novembre arriva al Teatro Sistina “Belle Ripiene”, la nuova commedia diretta da Massimo Romeo Piparo che torna a firmare uno spettacolo di prosa tutto al femminile con Rossella Brescia, Tosca D’Aquino, Roberta Lanfranchi e Samuela Sardo.

La pièce, in scena a Roma fino a domenica 2 dicembre, è un esilarante spaccato di vita femminile in cui i protagonisti del racconto sono questa volta – guarda un po’! - il cibo e gli uomini: le donne amano mangiare ma poi si costringono a infernali diete dimagranti…ci sarà un elemento in comune tra il loro rapporto col cibo e quello con gli uomini…?

Scritta da Giulia Ricciardi (una delle più attive autrici di commedia “rosa” del momento) da un soggetto dello stesso Piparo, la gustosa commedia dimagrante è ambientata nel regno delle donne: la cucina. La particolarità dello spettacolo è che, per la prima volta in teatro, cucina e fornelli sono reali e sul palco, una telecamera permetterà al pubblico di seguire la preparazione dei piatti. Le protagoniste di “Belle Ripiene” - Ida (Rossella Brescia), Ada (Tosca D’Aquino), Leda (Roberta Lanfranchi) e Dada (Samuela Sardo) - accenderanno un confronto sul loro rapporto coi rispettivi uomini e le rispettive più-o-meno-realizzate esistenze e cucineranno delle vere pietanze ognuna con la propria estrazione geografica, da Roma a Napoli, dal Salento all'Alta Padana. Appositamente per la commedia è stato creato lo Scrigno Belle Ripiene, uno speciale raviolone ripieno di cime di rapa (Puglia) e guarnito con guanciale croccante (Lazio), pomodoro piennolo confit (Campania) e fonduta di stracchino (Lombardia). Nel menù tante altre prelibatezze: dal “Risotto allo zafferano e gamberi boreali” alle “Mezzelune pere e taleggio con crema di zucca e castagne” fino alle “Perle di salmone croccante, yogurt ed erba cipollina”.

Al termine di questo racconto “dimagrante” (!) una ghiotta sorpresa attenderà il pubblico: gli spettatori condivideranno con le attrici i piatti cucinati ma non certo i loro uomini che rimarranno relegati tristemente nella lista dei “cibi proibiti” dal…dietologo dell’amore. Con la consulenza enogastronomica dello Chef Fabio Toso, il patrocinio della Federazione Italiana Cuochi e Cucine Lube come main partner, lo spettacolo sarà anche un'occasione per gustare a sorpresa degli assaggi insoliti e appetitosi.

“Ho cercato di interrogarmi- aggiunge Massimo Romeo Piparo, ideatore e Regista di questa particolare pièce- su cosa oggi possa assumere i connotati di “novità” nel panorama della Commedia italiana di intrattenimento. Sembra che tutto sia già stato pensato, scritto, rappresentato. Ma è mettendo insieme ciò che la gente maggiormente ama fare, che ho avuto risposta ai miei quesiti e la giusta ispirazione a creare un prodotto originale: ridere e mangiare. Due grandi passioni degli italiani! In teatro si incontra gente che è venuta per ridere oppure non la si incontra perché… ha preferito andare a mangiare fuori! L’altra forte consapevolezza è che il pubblico teatrale è composto per oltre il 70% da donne. Ecco quindi come ha preso forma questo racconto, sviluppato egregiamente da Giulia Ricciardi –che di commedie femminili ne ha già parecchie al suo attivo- nato per le donne ma per divertire gli uomini. A rendere il racconto ancora più realistico (la scenografia di Teresa Caruso con una vera e propria cucina professionale “girevole” allestita sul palco, ha conferito iperrealismo a tutto il contesto) contribuiscono anche i quattro dialetti delle quattro protagoniste che idealmente riuniscono dietro i fornelli questa Italia sempre più divisa da confini e barriere. La cucina è il regno dell’imperscrutabile, un luogo inaccessibile per la maggior parte delle persone, in cui è possibile mettere a nudo le proprie debolezze e dare sfogo alle proprie frustrazioni: una sorta di lettino dello psicanalista tra uno spicchio d’aglio, del peperoncino, tanta farina e un pizzico di sale”.
Le quattro attrici, oltre alle regolari prove di allestimento teatrale hanno sostenuto anche l’esame per il certificato H.A.C.C.P. per la somministrazione di cibo al pubblico, nonché un intensivo corso di cucina professionale presso il Centro di Formazione Engim S.Paolo, sotto la guida attenta dello Chef Fabio Toso.
“Belle Ripiene” sarà in scena fino a gennaio 2019 nei teatri italiani: Assisi, Napoli, Bari, Torino, Genova, Cassano Magnago, Roma, Conegliano Veneto, Bologna, Cesano Boscone, Ferrara, Firenze, Colle Val D’Elsa, Osimo, San Benedetto, Catania.

La trama: Dada, Ada, Ida e Leda sono quattro amiche che, alla ricerca di un riscatto personale, decidono di aprire un ristorante. Mentre sono in cucina in trepidante attesa di un ispettore Michelin di cui ignorano l'identità e che dovrà decidere se assegnare una Stella al ristorante, le protagoniste parlano delle loro vite, di uomini e figli, di sogni ed errori, circondate da cibo e ricette. Un episodio imprevisto però riesce a mettere in serio pericolo la sopravvivenza della loro avventura.
“Belle Ripiene” è una commedia di Giulia Ricciardi, scritta con Massimo Romeo Piparo, prodotta da Il Sistina con la regia di Massimo Romeo Piparo, le scene di Teresa Caruso, i costumi di Cecilia Betona, le luci di Daniele Ceprani, il suono di Lorenzo Lambiase e le musiche originali di Emanuele Friello.

“BELLE RIPIENE” per il Sociale: Continua l’impegno del Sistina e delle proprie produzioni nel Sociale con il consueto appuntamento con la Fondazione “Alessandra Bisceglia W Ale”, la Onlus nata in ricordo di Alessandra Bisceglia, giornalista e autrice televisiva (tra i format da lei creati, proprio uno sul piacere di cucinare!) scomparsa prematuramente a causa di una rara patologia vascolare, e portata avanti con tanto amore e impegno dagli stessi genitori. L’intero ricavato della replica speciale di sabato 1 Dicembre alle ore 16 sarà devoluto a sostegno dei tanti progetti di solidarietà della Fondazione (info@fondazionevivaale.org)

“BELLE RIPIENE”

Con il patrocinio di Federazione Italiana Cuochi (FIC)
Main Sponsor Cucine Lube

Sponsor tecnici:
Hairstylist Kevin Murphy
Engim S.Paolo
Caffè Gioia
Pastificio Ce.ma
Salmone Royal Greenland
Le Creuset Pentole
Gallina Smilza Accessori Cucina
KevinMurphy Trucco

Si ringraziano:
Chef Alessandro Circiello (presidente Federazione Italiana Cuochi – Lazio)
Hotel Sina Bernini Brisol
Hotel Regina Baglioni
Ristorante Giuda Ballerino


RICETTE


Consulenza gastronomica dello Chef Fabio Toso

SCRIGNO DELLA PENISOLA ITALIANA ALLE BELLE RIPIENE

Ingredienti
per i ravioli:
Uova fresche 5, Farina 00 350 g, Semola di grano duro 150 g, Cime di rapa 700 g, Ricotta 300 g
per il ripieno:
Ravioli cime di rapa e ricotta 500 g, Stracchino 125 g, Panna fresca 55 g, Pomodori piennolo confit 200 g, Guanciale croccante 120 g

Procedimento per i ravioli
Impastare uova, farina e semola, quindi lavorare per circa 15 minuti. Far riposare in frigo per circa un’ora. Mondare le cime di rapa, lavarle, quindi lessarle, frullare assieme alla ricotta fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Stendere la pasta all’uovo sottile, coprire con un secondo foglio di pasta e lasciar riposare, spolverando con poca semola.

Procedimento per il ripieno
Frullare lo stracchino e la panna fino ad ottenere una crema, scaldarla senza fare mai bollire; infornare il guanciale tagliato a listarelle 15’ a 160°C. Tagliare a metà i pomodori quindi infornarli con sale e pepe ad una temperatura di 110°C per circa un’ora, cuocere i ravioli in abbondante acqua in ebollizione, saltarli nella crema di stracchino, disporre i pomodori confit, quindi il guanciale croccante.

RISOTTO ALLO ZAFFERANO E GAMBERI BOREALI
Ingredienti
Riso 400 g
Burro 100 g
Cipolla 50 g
Zafferano 2 g
Gamberetti 200 g
Fumetto di crostacei 1200 ml
Procedimento
Soffriggere la cipolla tritata nel burro, tostare il riso e cuocerlo nel fumetto di crostacei.
A ¾ di cottura unire lo zafferano ed i gamberi.

MEZZELUNE PERE E TALEGGIO CON CREMA DI ZUCCA E CASTAGNE
Ingredienti
Mezzelune 500 g
Crema di zucca 200 g
Burro 100 g
Parmigiano 50 g
Castagne surgelate precotte 150 g
Procedimento
Lavorare le castagne tritandole fino a farne una granella e saltarle nel burro. Scaldare la zucca, cuocere le mezzelune, mantecarle con burro e parmigiano. Disporre la salsa di zucca a specchio nel piatto, quindi porre le mezzelune sulla salsa, spolverare di castagne.

PERLE DI SALMONE CROCCANTE, YOGURT E ERBA CIPOLLINA
Ingredienti
Salmone 2000 g
Formaggio fresco spalmabile alle erbe 1200 g
Ricotta 400 g
Avena fiocchi 150 g
Erba cipollina fresca 200 g
Procedimento
Frullare il salmone con il formaggio e la ricotta, formare delle sfere di 15 g, quindi passarle nei fiocchi d’avena, disporre un filo d’erba cipollina all’interno della sfera.

Teatro Sistina dal 21 novembre al 2 dicembre

Via Sistina 129, 00187 Roma
www.ilsistina.it
www.facebook.com/teatrosistinaroma
www.twitter.com/teatrosistina
Info e Prenotazioni:
06 4200711 – 392 8567896
prenotazioni@ilsistina.it
www.ticketone.it

Prezzi Biglietti
Poltronissima €44,00
Poltrona e I Galleria €39,50
Seconda Galleria €34,50
Terza Galleria €27,50
Orario Spettacoli
Dal martedì al sabato ore 21.00
Domenica ore 17.00
Sabato 24 novembre ore 16.00 e ore 21.00
Martedì 27 e Mercoledì 28 Novembre solo ore 17.00

TOUR 2018/2019

19 ottobre, ASSISI – Teatro Lyrick
dal 26 al 4 novembre 2018, NAPOLI – Teatro Augusteo
dal 10 all’11 novembre 2018, BARI – Teatro Team
dal 13 al 14 novembre 2018, TORINO – Teatro Colosseo
dal 16 al 18 novembre 2018, GENOVA – Politeama
19 novembre 2018, CASSANO MAGNAGO – Auditorium
dal 21 novembre al 2 dicembre 2018, ROMA – Teatro Sistina
5 dicembre 2018, CONEGLIANO VENETO – Teatro Accademia
dal 7 all’8 dicembre 2018, BOLOGNA – Celebrazioni
11 dicembre 2018, CESANO BOSCONE (MI) – Teatro Cristallo
13 dicembre 2018, FERRARA – Teatro Nuovo
dal 14 al 16 dicembre 2018, FIRENZE – Teatro Verdi
18 dicembre 2018, COLLE VAL D’ELSA – Teatro del Popolo
22 dicembre 2018, OSIMO – Teatro La Fenice
8 gennaio 2018, S.BENEDETTO – Teatro Concordia
dall’11 al 13 gennaio 2018, CATANIA – Teatro Metropolitan

ROSSELLA BRESCIA / Ida

Rossella Brescia alterna la sua carriera televisiva a quella di attrice di fiction e di interprete di produzioni di balletto in prestigiose Fondazioni Lirico Sinfoniche italiane. Diplomata all’accademia nazionale di Danza di Roma con il massimo dei voti, ha iniziato prestissimo la sua carriera professionale come ballerina solista nell’Attila di Verdi per la regia di Filippo Crivelli al Festival della Valle D’Itria. Ha partecipato a numerosi seminari di recitazione con Jeraldine Baron, M. Margotta e al Workshop metodo Chubbuck con Patrizia De Santis. Ha preso parte interrottamente a programma televisivi, produzioni teatrali e numerosi spot pubblicitari in qualità di testimonial. Da 12 anni è voce di successo del Morning Show Radiofonico TUTTI PAZZI X RDS. In teatro ha interpretato ‘La signora di mezza età’ con Antonella Steni con la regia Bruno Carbucci e Il Processo Carmen Medea Cassandra” con Vanessa Gravina. Tra i tanti spettacoli di balletto a cui ha preso parte è stata protagonista in “Carmen”, “Amarcord” e “Cassandra” di Luciano Cannito. E’ stata prima ballerina in varie trasmissioni come “Buona Domenica”, “Saranno Famosi, “Amici” e in TV ha partecipato a vari programmi, tra cui: “Colorado Cafè”, “Matinée”, Human Take Control”, “Buddy”, ‘’Festival Castrocaro’’ come conduttrice, “My Christmas” (concerto di Andrea Bocelli a Los Angeles) “Baila!”, “The Chef” e il “Capodanno Mediaset’’ del 2016 per Canale 5. Ha partecipato a varie serie TV e film come “Don Matteo” (2004), Rai Uno “2 Novembre”, corto con Martina Stella e Silvio Muccino (2008), regia di S. Godano “Vous les femmes”, Situation Comedy (2008), Italia 1, “Benvenuti a tavola” con G. Tirabassi e F. Bentivoglio (2012), regia di F. Miccichè, “Lemon Grove” come protagonista (2015), regia di D. Hildebrand.

TOSCA D’AQUINO / Ada

Tosca D’Aquino lavora in teatro, cinema e televisione, diplomata all'Accademia nazionale d'arte drammatica Silvio D'Amico di Roma, ha raggiunto la notorietà negli anni novanta partecipando a due popolari film di Leonardo Pieraccioni, I laureati e Il ciclone; prosegue la carriera cinematografica interpretando oltre 25 film di grande successo con registi come Bruno Corbucci, Lello Arena, Nanni Loy, Ettore Scola, Klaus Kinski, Pappi Corsicato, Luca Manfredi, Carlo Vanzina, Vincenzo Salemme, Neri Parenti ecc... A partire dal 2000, pur continuando la carriera cinematografica, si è dedicata con successo alla televisione, lavorando in fiction e altri programmi (Torno sabato, con Giorgio Panariello e Matilde Brandi, Festival di Castrocaro Terme - Voci & Volti nuovi e Suonare Stella). Nel 2005 conduce la 48 edizione dello Zecchino d'oro affiancando Cino Tortorella, Francesco Salvi e Anna Munafò. Nel 2007 ha partecipato alla seconda edizione di Notti sul ghiaccio. Nel 2009 conduce la terza edizione del Premio Città dei Cavalieri di Malta. Nel 2013 partecipa, in qualità di aiuto-chef, al programma culinario di Rai 1 La terra dei cuochi. Due anni prima aveva preparato una Mystery box nella prima edizione di MasterChef. Nel 2017 vince la seconda edizione di Bake Off Italia Celebrity Edition assieme alla sua amica Francesca Piccolo. In teatro è stata già diretta da Massimo Romeo Piparo nella commedia “Smetti di piangere Penelope”

ROBERTA LANFRANCHI / Leda

Roberta Lanfranchi è nata a Cremona il 7 aprile 1974.
Fa il suo esordio come ballerina di Buona domenica e velina di Striscia la notizia prosegue la sua carriera con numerosi programmi televisivi come ballerina e poi conduttrice come, ad esempio, Piazza grande, e L’Italia sul due.
Come attrice partecipa a diverse fiction tv come Don Matteo 8, Il Generale dei Briganti e nel frattempo partecipa a diversi programmi televisivi: Tale e Quale, Stasera tutto è possibile, Lo Zecchino D’Oro e Celebrity Bake Off. A teatro è protagonista di Se il tempo fosse un gambero, Cenerentola, Smetti di piangere Penelope e Sette spose per sette Fratelli e nel 2018 Belle Ripiene.
Dal 2014 è voce di RDS con Programma del pomeriggio.
La sua carriera va avanti anche come doppiatrice del film per il cinema L’Era Glaciale nel ruolo di Elie. Nel 2013 ha condotto Last Minute su RadioUno. Ha tre figli: Matteo e Francesco, avuti da Pino Insegno e Ettore, avuto dal secondo marito, l’autore tv Emanuele Del Greco, sposato il 15 aprile 2012.

SAMUELA SARDO / Dada

Debutta giovanissima in teatro, nel 1982, in Casa di bambola di Henrik Ibsen. Successivamente lavora nel cinema e soprattutto in televisione, prendendo parte, tra l'altro, alle due stagioni della serie tv di Italia 1, Chiara e gli altri (1989-1991) e alla terza stagione de I ragazzi del muretto (1996). Dal 1996 al 1998 è protagonista della soap opera di Rai 3, Un posto al sole, nel ruolo di Anna Boschi. Nel 2000 è nel cast, con il ruolo di Elvira, dell'opera prima di Enrico Brignano, Si fa presto a dire amore. L'anno seguente è protagonista di una puntata di Una donna per amico 3, ed è Silvia nella serie tv in onda su Rai 2, Compagni di scuola; con lei anche Riccardo Scamarcio, Laura Chiatti e Cristiana Capotondi. A maggio del 2002 ritorna nel cast di Un posto al sole, per uscirne definitivamente un anno dopo. Sarà poi nelle prime due stagioni di Orgoglio e nel cast di Diritto di difesa. Con Incantesimo 7 (2004) arriva la consacrazione. Proprio grazie al ruolo di Giulia interpretato nella fiction, si aggiudica nel 2005 la Telegrolla d'Oro. Viene riconfermata, insieme a Walter Nudo, come protagonista di Incantesimo 8. Nel 2006 lascia la serie tv ed è protagonista di Terapia d'urto, film tv della serie Crimini. Nel 2011 torna in televisione interpretando la madre di un bambino rapito nel secondo episodio della fiction Un passo dal cielo, con Terence Hill. Recita ancora con Terence Hill in Don Matteo 8 (episodio "Il bambino conteso") interpretando lo stesso identico ruolo, ossia una madre disperata alla ricerca del suo bambino. Nel marzo dello stesso anno è protagonista, con Tosca D'Aquino e Nicoletta Romanoff, (successivamente con Roberta Lanfranchi) dello spettacolo teatrale "Smetti di piangere Penelope", per la regia di Massimo Romeo Piparo. Nel 2016 è stata tra i protagonisti del film “Attesa e cambiamenti” con la regia di Sergio Colabona.

GIULIA RICCIARDI (autrice)

Giulia Ricciardi nasce a Roma un tot di anni fa (quantificare è volgare e demodé) il 20 Novembre in una giornata di pioggia. Apprende fin da subito che la salvezza è celata in una risata e si adopera per portare avanti questa missione. Come attrice si forma alla scuola di recitazione Mario Riva e parallelamente coltiva il suo interesse per la scrittura, prevalentemente comica e prevalentemente femmina! Come attrice esordisce nella compagnia dialettale romana “Checco Durante”, in seguito forte delle sue origini partenopee si cimenta con alcuni classici del teatro napoletano sotto la direzione di Antonello Avallone. L’incontro che le cambierà la “prospettiva” teatrale è quello con Giancarlo Sepe grazie al quale contribuirà al parto di “E ballando … ballando” (original cast). Parallelamente scrive e porta in scene le sue commedie che vengono dirette dallo stesso Avallone, da Claudia Poggiani, da Patrizio Cigliano (con il quale condivide una vita coniugale, una figlia, un cane, tre gatti, un pappagallo e sei tartarughe) e negli ultimi quattro anni da Michele La Ginestra con cui porta avanti l’epopea delle “stremate”. E’ anche autrice televisiva con Gregorio Paolini in “Aggratis”, in Colorado per due edizioni ed è autrice e conduttrice del format di comicità al femminile “Bambine Cattive” andato in onda su Comedy Central. Ma il meglio … deve ancora arrivare!

MASSIMO ROMEO PIPARO (autore e regista)

Regista, autore e produttore dei più grandi successi teatrali e televisivi degli ultimi anni Massimo Romeo Piparo è il Direttore Artistico del Teatro Sistina di Roma e già del Teatro Nazionale di Milano, del Teatro Greco di Tindari e del Teatro Stabile di Messina. Celebrato anche all’estero, il regista che ha portato il Musical italiano al centro della scena internazionale è l’artefice di clamorosi successi come "Mamma Mia!" con Luca Ward, Paolo Conticini e Sergio Muniz; “Jesus Christ Superstar”, tuttora in scena in Italia e in Europa, con Ted Neeley, il Gesù "originale" dello storico film del 1973;di “Billy Elliot il Musical”; "Evita" con Malika Ayane, “Tutti Insieme Appassionatamente” con la coppia Vittoria Belvedere e Luca Ward e de“Il Marchese del Grillo” con Enrico Montesano. Piparo è stato anche l’artefice di memorabili edizioni di “Il Vizietto-La Cage aux Folles” (prima con la coppia Massimo Ghini e Cesare Bocci e più recentemente con Enzo Iacchetti e Marco Columbro), di Sistina Story” (Pippo Baudo, Enrico Montesano), di “Sette Spose per Sette Fratelli” (Roberta Lanfranchi e Flavio Montrucchio), di “My Fair Lady” (Vittoria Belvedere e Luca Ward), “The Full Monty” (Paolo Ruffini, Paolo Calabresi, Pietro Sermonti, Sergio Muniz, Sergio Fantoni), “Rinaldo in campo” (Serena Autieri, Fabio Troiano), “Alta Società” (Vanessa Incontrada), e poi “Smetti di piangere Penelope!” (Nicoletta Romanoff, Tosca D’Aquino, Samuela Sardo), “HairSpray Grasso è bello!”, “Evita”, “Tommy”, “Cenerentola”, “La Febbre del Sabato Sera”, “Lady Day” (Amii Stewart).Ha studiato Lettere Moderne presso l’Università di Messina. Nell’anno Accademico 2006/2007 insegna “Istituzioni e tecniche di Regia” presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Messina. Nel 1996 dirige Corrado Guzzanti nel suo debutto teatrale con lo spettacolo “MILLENOVECENTONOVANTADIECI”. Nel ’98 fonda la PLANET MUSICAL ITALY con cui ha prodotto e diretto le edizioni originali dei musical più famosi: “EVITA”, “TOMMY”, “JESUS CHRIST SUPERSTAR”. Con quest’ultimo allestimento è riuscito a riportare sulle scene, a trent’anni dal film, Carl Anderson nel ruolo di Giuda, vantando tutt’oggi il record italiano del Musical più longevo coi suoi 11 anni consecutivi di programmazione. Ha inoltre curato la traduzione in italiano e diretto l’edizione integrale del Musical “MY FAIR LADY”. Dal 2001 è in programmazione il grande successo “LA FEBBRE DEL SABATO SERA” che ha già registrato il record italiano di programmazione nello stesso Teatro con 16 settimane consecutive al Nazionale di Milano ed è stato lo spettacolo più visto della stagione 2002/2003 (fonte: Borsa Teatro del “Giornale dello spettacolo”). Lo spettacolo è in tour anche nella stagione dall’ottobre al dicembre 2007. Nell’estate del 2002 ha inaugurato il Festival di Benevento Città Spettacolo diretto da Maurizio Costanzo, con il musical “LADY DAY - LA SIGNORA BILLIE HOLIDAY” interpretato da Amii Stewart, di cui ha scritto il libretto originale. Dal 2000 al 2004 è il Direttore Artistico del TEATRO NAZIONALE di MILANO. Nel 2004 per la Ballandi Ent. è autore per il programma RaiUno “STASERA PAGO IO- REVOLUTION” condotto da Fiorello. Dal febbraio 2005 è autore e capo progetto delle prime tre edizioni di “BALLANDO CON LE STELLE” condotto da Milly Carlucci sempre su RaiUno. Il fortunato format sul ballo è forse il più importante frutto del lavoro creativo di Piparo che ha confezionato il programma forse di maggiore successo della rete ammiraglia Rai. Nell’estate 2005 è direttore artistico e capo progetto della rassegna “GARDA CHE...MUSICAL!” e dello speciale in prima serata “GARDA ON BROADWAY” su RaiDue. Nel 2006 è Direttore Artistico e Autore per la Endemol Italia di “NOTTI SUL GHIACCIO” condotto da Milly Carlucci su RaiUno. Dal giugno 2005 è stato Direttore Artistico del TEATRO STABILE DI MESSINA. Nel gennaio 2007 ha debuttato con un nuovo Musical di Cole Porter, “ALTA SOCIETA’” interpretato da Vanessa Incontrada. Nell’estate 2007 è stato impegnato con il “FESTIVALBAR 2007” per Italia1. Ha infine curato la direzione artistica, e ne è stato capo-progetto, di “MISS ITALIA NEL MONDO” e dell’indimenticabile edizione di “MISS ITALIA 2007” per RaiUno, ultima conduzione in diretta di Mike Bongiorno, affiancato da Loretta Goggi. Ha curato la realizzazione di format in prima serata RaiUno tra cui:“I SOGNI SON DESIDERI”, “USA LA TESTA” e “ADAMO&EVA”. Nel 2008 è capo progetto dello “speciale” prodotto da Endemol per Canale5“E’ NATA… UNA STELLA GEMELLA” presentato da Lorella Cuccarini. Dal 2008 al 2009 è consulente di RaiUno per lo sviluppo e la creazione di nuovi format d’intrattenimento. La stagione teatrale 2008/2009 lo vede impegnato nella messinscena di due nuovi musical: “HAIRSPRAY – GRASSO È BELLO”, eletto a Londra e Broadway “Miglior musical dell’anno”, e “CENERENTOLA”, con Roberta Lanfranchi e Antonio Cupo. Nella stagione 2010/2011 riporta in scena nei maggiori teatri italiani, dopo 15 anni dalla prima rappresentazione italiana e al suo 40°anniversario, lo storico musical “JESUS CHRIST SUPERSTAR” un grande successo di pubblico e critica con Max Gazzè e Ivan Cattaneo nel ruolo di Erode, Matteo Becucci, Mario Venuti, Simona Bencini e Paride Acacia. Nella stagione 2011/2012 oltre al musical “IL VIZIETTO - LA CAGE AUX FOLLES” con la coppia Massimo Ghini e Cesare Bocci, porta in Tour la Commedia brillante “tutta al femminile” SMETTI DI PIANGERE PENELOPE! che arriva in Italia dopo lo strepitoso successo ottenuto a Parigi e che nella versione adattata e diretta da Piparo, porta sul palcoscenico uno dei temi più attuali dell’universo femminile con Tosca D’Aquino, Roberta Lanfranchi e Samuela Sardo. Sempre nella stessa stagione, per il Sistina cura la Regia e il riadattamento della Commedia Musicale di Garinei & Giovannini "RINALDO IN CAMPO" con Serena Autieri, Fabio Troiano e le indimenticabili musiche di Domenico Modugno, messo in scena per le celebrazioni dei 150 anni dell'Unita d'Italia. Ancora per la tv, Massimo Romeo Piparo nel 2012 è tra gli autori del programma “AMICI” di Maria De Filippi, prima serata su Canale5, e ha confezionato i format “Sognando Pavarotti”, “Ballando sul 5”, “Sei Superstar” e il soggetto per serie Tv “Vite in ballo. Nel 2012 segna 25 giorni di "tutto esaurito" al Manzoni di Milano con una nuova strepitosa versione de "Il VIZIETTO- La Cage aux Folles" con Enzo Iacchetti e Marco Columbro, un grande successo di pubblico e di critica che si ripeterà anche l’anno successivo. Debutta invece L’11 dicembre 2012 al Sistina di Roma “MY FAIR LADY”, uno dei più amati classici della storia del Musical con Vittoria Belvedere e Luca Ward, lo spettacolo più visto delle Vacanze di Natale anche l’anno successivo, un "My Fair Lady" che rimarrà negli annali dello storico teatro romano. Ancora al Sistina di Roma a fine gennaio 2013 è stata la volta di “THE FULL MONTY”, il Musical tratto dal famosissimo film "cult" di fine anni '90, la vicenda dei disoccupati che si improvvisano spogliarellisti. A cimentarsi nell’imperdibile striptease finale una vera e propria squadra di "campioni" dello spettacolo italiano: Paolo Calabresi, Gianni Fantoni, Sergio Muniz, Paolo Ruffini, Jacopo Sarno e Pietro Sermonti. Nel febbraio 2014, in occasione del 60° anniversario del celebre film, porta in scena “SETTE SPOSE PER SETTE FRATELLI” con Roberta Lanfranchi nei panni della dolce Milly e Flavio Montrucchio in quelli del rude boscaiolo Adamo Pontipee.
Il 18 aprile 2014, sempre a firma di Massimo Romeo Piparo debutta al Teatro Sistina una sua nuova versione di JESUS CHRIST SUPERSTAR con Ted Neeley, il Gesù "originale" dello storico successo cinematografico del 1973. Con il celebre attore americano, per la prima volta in scena in Europa, Piparo porta in scena un cast altrettanto strepitoso: i Negrita, con il frontman Pau nel ruolo di Ponzio Pilato, Shel Shapiro (Caifa), Simona Molinari (Maria Maddalena). Un evento unico che ha coinvolto oltre 50mila spettatori in poco meno di due mesi di repliche e segnato, tutte le sere, da un autentico tributo con applausi a scena aperta e interminabili standing ovation. La versione italiana di Piparo, compie 20 anni e vanta ormai numerosi record e grandi numeri: tre diverse edizioni, 11 anni consecutivi in cartellone nei Teatri italiani dal 1995 al 2006, oltre 1.000.000 di spettatori, più di 100 artisti che si sono alternati nel cast,19 regioni e più di 1.000 rappresentazioni in 84 città italiane. Nell’anno della beatificazione di Giovanni Paolo II, con questa nuova versione evento e con Ted Neeley, Piparo riesce a consegnare definitivamente alla "Storia del Teatro italiano" la propria edizione dell'Opera, avendo avuto il privilegio di dirigere sui palcoscenici italiani entrambe le star del film: in occasione del Santo Giubileo dell'Anno 2000, infatti, fu il compianto Carl Anderson- il Giuda nero del film- a interpretare il ruolo per due anni di trionfali successi. E’ uno straordinario successo di pubblico e di critica. Considerato l’evento teatrale dell’anno lo spettacolo è in tournèe in diverse città italiane. In scena sempre lui, il celebre attore americano Ted Neeley, Yvonne Elliman e Barry Dennen, il cast originale dello storico film di Norman Jewison. Con la regia di “Sistina Story” Massimo Romeo Piparo ha reso omaggio all'indimenticabile tradizione della Commedia Musicale con gli indimenticabili successi che hanno reso celebre lo storico teatro romano. Un'orchestra di oltre 20 elementi con un narratore d'eccezione, Pippo Baudo, e un perfetto testimone, tra i principali artefici di quella stagione, Enrico Montesano. Intorno a loro un gruppo di 20 performer della Compagnia Stabile del Musical della Peeparrow/Sistina diretti da Piparo e coreografati da Bill Goodson. Lo stesso anno, a sua firma, debutta in Italia, “Tutti Insieme Appassionatamente”, con Luca Ward e Vittoria Belvedere, l’amata coppia del Musical italiano già celebrata dal grande successo di “My Fair Lady”. Uno spettacolo tutto nuovo che completa il trittico voluto da Massimo Romeo Piparo per celebrare gli anniversari dei più grandi capolavori del cinema musicale: 40 anni di Jesus Christ Superstar, 50 di Tutti Insieme Appassionatamente e 60 di Sette Spose per Sette Fratelli. Nel 2015 è la volta di BILLY ELLIOT IL MUSICAL, lo spettacolo da lui diretto e adattato in italiano e prodotto da PeepArrow Entertainment e da Il Sistina.Nel 2016 Massimo Romeo Piparo firma la regia, l’adattamento e la produzione del Musical Evita con Malika Ayane, un nuovo grande spettacolo per la prima volta in italiano.E nel 2016 il suo Jesus Christ Superstar si è aggiudicato il prestigioso MusicalWorld Award, il titolo di migliore produzione internazionale, ennesima conferma della grande professionalità di questa ormai storica edizione italiana del capolavoro di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice. In Olanda, a maggio 2016, al Rotterdam Ahoy va in scena la rèunion storica di Jesus Christ Superstar ad opera di Piparo: al fianco dell’irrefrenabile e leggendario Ted Neeley ancora una volta due grandi stelle, Yvonne Elliman e il compianto Barry Dennen. I tre artisti, legati a doppio filo al successo globale dello spettacolo, grazie all’indimenticabile interpretazione dei ruoli di Gesù, Maria Maddalena e Ponzio Pilato nella versione cinematografica del 1973.
E ancora nel 2017 un nuovo grandissimo successo:MAMMA MIA!, su licenza di Music Theatre International. Piparo cura la regia e l’adattamento di Mamma Mia! in una nuovissima versione con Luca Ward, Paolo Conticini e Sergio Muniz che ha riscosso un clamoroso successo con tutti i teatri italiani sold-out.


EMANUELE FRIELLO (Direzione Musicale)

Esperienza più che decennale in campo teatrale e televisivo. Inizia lo studio del pianoforte a 12 anni e pubblica il suo primo disco a 14 anni. Prosegue gli studi accademici conseguendo i diplomi in Composizione, Strumentazione per Banda e Musica Jazz presso il conservatorio “A. Casella” dell’Aquila, il diploma di specializzazione in Musicologia Afroamericana a Siena e la Laurea in DAMS presso l’Università “Tor Vergata” di Roma. Nel 1996 è fondatore e co-direttore con Paolo Damiani dell’orchestra IS Ensemble. Attivo come pianista e tastierista in ambiti jazz e pop, dal 2002 è direttore della Maurizio Rolli Big Band, orchestra con cui ha partecipato a diversi festival jazz italiani e con cui ha registrato Moodswings con la partecipazione di M. Manring, M. Stern, F. Bosso. Sempre nel 2002 ha vinto il primo premio al concorso annuale per composizioni jazz di Roccella Jonica. Dal ’98 inizia ad occuparsi di musical come assistente musicale, direttore, arrangiatore e compositore, prima con la Compagnia della Rancia (A Chorus Line, Le Notti di Cabiria, Hello Dolly, A Qualcuno Piace Caldo, Dance), poi a Londra con Fame, Cats e Saturday Night At The Movies, quindi con la Planet Musical di M. Piparo in La Febbre Del Sabato Sera, My Fair Lady, Nights On Broadway e Lady Day, di cui ha anche scritto le musiche originali. Ha collaborato con l’Artistica come Direttore Musicale per la versione italiana di Fame. Tra gli ultimi impegni televisivi Sabato Italiano (RAI 1, Tastiere), Garda… che Musical! (RAI 2, Consulenza ai testi, Direzione d’Orchestra, Arrangiamenti), Reality Circus (CANALE 5, Direzione d’Orchestra e Arrangiamenti), Notti sul Ghiaccio edizioni 2006 e 2007 (RAI 1, Direzione d’Orchestra e Arrangiamenti), Miss Italia nel Mondo (RAI 1, Direzione d’Orchestra e Arrangiamenti), Usa la Testa (RAI 1, Direzione d’Orchestra e Arrangiamenti), Stella Gemella (CANALE 5, Direzione d’Orchestra e Arrangiamenti). Ha tenuto corsi e seminari presso le Università di Roma “Tor Vergata” e di Messina come lecturer. Insegna regolarmente in diverse scuole italiane, in particolare a Milano e a Roma dove è docente di Storia del Musical, Repertorio Musical e Orchestrazione. Nel 2008 ha completato l’allestimento della versione italiana di Hairspray, prima in lingua non inglese, in qualità di Direttore Musicale, Orchestratore, Vocal Arranger e Supervisore degli Adattamenti delle canzoni. Nel 2009 è stato impegnato nell’allestimento di Cenerentola di Hammerstein & Rodgers che ha aperto la stagione al Teatro Smeraldo (Milano). Nel 2009 ha partecipato al tour italiano di Cats della compagnia della Rancia. Nella stagione 2010/2011 ha diretto l’Orchestra nel Musical “Jesus Christ Superstar” per la regia di Massimo Romeo Piparo. PETER PAN (Direzione Musicale; Il Sistina, 2011); IL VIZIETTO (Direzione Musicale, Arrangiamenti Aggiunti, Programmazioni Audio; Peeparrow 2011-2012); RINALDO IN CAMPO (Direzione Musicale, Orchestrazioni; Il Sistina, 2011 MY FAIR LADY (2012). Insegnante presso il Master di SONIC ARTS, Università di Roma ‘Tor Vergata’. Sue le Musiche originali della versione teatrale de IL MARCHESE DEL GRILLO, un grande successo di pubblico e critica, e le Direzioni Musicali di THE FULL MONTY, SISTINA STORY, TUTTI INSIEME APPASSIONATAMENTE, BILLY ELLIOT, JESUS CHRIST SUPERSTAR e EVITA.

FRANCESCA DRAGHETTI (aiuto Regia)

A sei anni ha deciso che avrebbe fatto l’astronauta, A tredici ha scoperto che era troppo miope e ha deciso di fare teatro, tanto per rimanere con la testa tra le nuvole. Dopo essersi devastata l’adolescenza in tutte le cantine romane con il teatro d’avanguardia, ha fondato l’Allegra Brigata, la compagnia professionale più giovane d’Italia, che ha preso il volo al teatro Sistina con Gino Bramieri. Con la complicità di tre loschi figuri, ha creato la Premiata Ditta, gruppo che non ha risparmiato nessuna sala teatrale, nessuna rete televisiva, nessun genere, nessuna fascia oraria. Ha scritto decine di testi, diretto svariati spettacoli, realizzato cortometraggi, audiofilm, sitcom... Docente all’Accademia del Sistina e all’Accademia del Cinema di Bologna, è innamorata del doppiaggio e dirige serie, film e cartoni animati. Ora sta mettendo da parte i soldi per essere la prima turista su Marte.

FABIO TOSIO (Chef)

Fabio Toso nasce a Roma, fin dai primi passi dimostra una forte propensione per l’assaggio, infatti, a soli 3 anni decide, di provare delle sfere di sapone, pensando fossero caramelle; a 5 anni, non contento, dopo aver assaggiato una notevole dose di gnocchi alla cannella, crolla sul divano. Insomma, un po’ per gioco, un po’ sul serio, Fabio inizia ad addentrarsi sempre più nel mondo culinario, giunge quindi dopo circa 20 anni d’esperienza al Teatro, e con la produzione del Sistina affianca Rossella, Tosca, Roberta e Samuela in cucina, su una cucina vera, quella di Belle Ripiene. E’ proprio qui che inizia il pensiero di voler sviluppare una ricetta nuova, che potesse unire le attrici in un solo piatto, ecco l’idea: 4 attrici, 4 regioni, 4 ingredienti. E allora la Puglia con le cime di rapa, la Campania con il pomodoro piennolo, il Lazio con il guanciale e la Lombardia con lo stracchino (o il quartirolo?). Quindi un raviolo, anzi uno scrigno, di cime di rapa, pomodoro piennolo confit, guanciale croccante e fonduta di stracchino.
Allora si va in scena: ecco a Voi il piatto “Scrigno Belle Ripiene”:

Cucine Lube debutta al Sistina nella commedia Belle Ripiene – una gustosa commedia dimagrante
Treia, novembre 2018. Cucine LUBE sarà in scena il prossimo 21 novembre al Teatro Sistina di Roma come main sponsor al fianco di Belle Ripiene, la nuova commedia di Massimo Romeo Piparo con Rossella Brescia, Tosca D’Aquino, Roberta Lanfranchi e Samuela Sardo.
Una gustosa commedia dimagrante ambientata in una vera cucina tra pentole e fornelli; e per l’occasione il Gruppo LUBE ha fornito 3 blocchi cucina che accompagneranno le quattro protagoniste durante tutta la pièce teatrale.
Sul palco il modello Oltre, la cucina LUBE che si distingue per la peculiarità delle sue finiture e coniuga lo stile dei suoi materiali ricercati come le finiture cemento all’eleganza delle cromie super matt della finitura fenix. Una cucina nella versione rovere antracite invecchiato dove l’anta è protagonista indiscussa ma senza invadere la scena, una cucina elegante e divertente proprio come le protagoniste.
Il Gruppo Lube, da sempre legato ai valori della famiglia e del territorio ha deciso di sposare questa commedia all’italiana perché ritrova nella genuinità delle protagoniste, nella loro storia e spontaneità l’essenza dell’Essere LUBE; una realtà dinamica in continua crescita che crede nella convivialità e nel rapporto diretto con il proprio pubblico, con il cliente e i dipendenti. Essere LUBE vuol dire anche essere una famiglia e quale ambiente migliore della cucina può rappresentare la famiglia; lo stare insieme cucinando ridendo e chiacchierando, confidandosi e confrontandosi proprio come fanno le protagoniste di Belle Ripiene.
PROFILO CUCINE LUBE
Fondata nel 1967 in un garage nel borgo di Treia (Mc), il GRUPPO LUBE è oggi la prima azienda in Italia con l’obiettivo di affermare la propria leadership nel mercato globale. Alla grande superficie produttiva (quattro siti produttivi per circa 115 mila mq, di cui 75 mila coperti), si aggiunge uno showroom di oltre 3 mila mq completo di tutte le composizioni, dove è possibile sperimentare e toccare con mano la qualità di una cucina del Gruppo Lube. Macchine e tecnologie all’avanguardia permettono di raggiungere standard qualitativi elevati, certificati anche a livello internazionale, e di garantire solidità, cura dei dettagli e rispetto del cliente e delle sue esigenze. Per Lube sono valori imprescindibili la qualità dei prodotti, attestata dalla certificazione UNI EN ISO 9001 e BS OHSAS 18001, la continua ricerca tecnologica e il design. Tutte le cucine sono prodotte con energia pulita; sul tetto degli stabilimenti infatti è in funzione uno dei più grandi impianti fotovoltaici d’Italia che, con i suoi 27 mila mq di pannelli, alimenta la produzione nel massimo rispetto del territorio. Negli ultimi anni il Gruppo Lube ha sempre registrato incrementi a due cifre. L’azienda marchigiana, che da sempre coniuga tradizione e innovazione, è arrivata a 190 milioni di euro di fatturato nel 2017, con una produzione di oltre 300 cucine al giorno e 600 dipendenti. Alla base di questi risultati c’è il lancio della linea giovane Creo Kitchens, sviluppata sul mercato interno che ha dato vita a un nuovo canale commerciale e l’inaugurazione di nuovi Store Lube e Creo Kitchens su tutto il territorio nazionale.