venerdì 20 settembre 2019

PUBBLIREDAZIONALE: AL MILANO OFF FRINGE FESTIVAL UN EVENTO ECCEZIONALE CON MONI OVADIA E MARIO INCUDINE


Domenica 22 settembre alle ore 19:45 presso Fabbrica del Vapore MONI OVADIA e MARIO INCUDINE condurranno un forum/show dedicato al teatro canzone e alla tradizione popolare: un excursus performativo sull’aspetto rivoluzionario dell’arte attraverso note, testimonianze e testi da Modugno a Buttitta.

Un’occasione unica per incontrare due protagonisti della scena IN italiana e internazionale, che da sempre sono legati al panorama OFF dall’alto livello di sperimentazione nelle loro carriere. Moni Ovadia e Mario Incudine appartengono a due generazioni differenti, ma che riescono a incontrarsi grazie e un teatro che ha nella musica un fortissimo elemento drammaturgico e rompe le barriere tra la cultura considerata alta e quella popolare.

Per info e biglietti www.milanooff.com e @milanooff sui canali Facebook e Instagram.

Su Mario Incudine: https://www.tv2000.it/retroscena/2019/06/04/mario-incudine-protagonista-a-retroscena/

Il teatro di Moni Ovadia: https://journals.openedition.org/mimesis/330

FORUM / SHOW - IL TEATRO CANZONE E LA TRADIZIONE POPOLARE
Radice e sviluppo culturale delle società
Due generazioni a confronto unite dallo stesso ideale filosofico e politico di “teatro canzone”, un processo artistico in cui la cultura che viene dalle masse ritorna alle masse. Un excursus performativo sull’aspetto rivoluzionario dell’arte attraverso note, testimonianze e testi da Modugno a Buttitta.

Moni Ovadia
Leader della scena culturale IN, rimane un artista OFF nella sua produzione, che pesca continuamente suggestioni dalla tradizione popolare per elevarla a teatro di portata internazionale. È storico regista, attore e cantante dell’area milanese, ma nel suo distintivo teatro musicale mantiene viva un’eredità sfaccettata, un’immersione continua in lingue e suoni diversi, che richiama il "vagabondaggio culturale e reale" tipico delle sue tradizioni culturali.

Mario Incudine
Uno dei personaggi più rappresentativi della nuova world music italiana, è direttore artistico di festival e teatri siciliani. Porta l’arte made in Sicily e il teatro canzone in giro per il mondo: la sua musica fatta di contaminazioni lo lega fortemente a Moni Ovadia, col quale collabora in più occasioni come compositore, attore e musicista. Ai suoi successi personali, unisce collaborazioni più trasversali con personaggi come Camilleri, Battiato, Dalla, Servillo.

Nessun commento:

Posta un commento