martedì 22 ottobre 2019

Due figlie, tra valigie al San Babila di Milano: prezzi speciali per i lettori di Riflettori su e tutte le info


Qualche tempo fa, vi avevo proposto una promozione speciale riguardo a questo spettacolo (con lancio di locandina in anteprima).

La promozione resta valida.

Telefonando al numero in locandina e prenotando citando SILVIA AROSIO o RIFLETTORI SU, potrete avere gli ingressi a 15 euro e 10 euro per i giovani sotto i 30 anni!
 
Qui tutte le info dello spettacolo.
Il 5 novembre ad inaugurare la Stagione di Prosa sarà la Compagnia del Teatro San Babila con Due figlie, tre valigie per la regia di Marco Vaccari. Il testo, scritto per il teatro da Claude Magnier, ha ispirato due versioni cinematografiche: una francese, con un irresistibile Luis De Funès e la più recente con Sylvester Stallone.

Christian Martin, modesto contabile in una azienda molto importante si presenta una mattina a casa del suo principale Bertrand Barnier per chiedergli un aumento in quanto intende sposarsi. Martin gli rivela anche di avere fatto qualche discutibile manovra sul bilancio aziendale. La richiesta del ragioniere coglie impreparato l’uomo che scopre ben presto di essere vittima di una sorta di ricatto al quale è costretto a piegarsi. La sorpresa è ancora maggiore quando Martin chiede a Barnier proprio la mano della figlia. Ma ecco che improvvisamente irrompe nella storia la giovane Jacqueline che chiede di vedere l’imprenditore. La ragazza dice di essere innamorata di Christian Martin e di avergli mentito spacciandosi per la figlia di Barnier. Travolto dagli eventi Barnier è nella confusione totale. Egli si rende conto a questo punto che Martin non è innamorato di sua figlia Colette. In bilico fra tracollo economico e beghe sentimentali il povero, si fa per dire, uomo d’affari vede popolato il suo delirio da dipendenti dimissionari, un personal trainer tutto muscoli e poco cervello, una moglie un po’ svanita.

COMPAGNIA TEATRO SAN BABILA

A partire dalla Stagione Teatrale 2013-2014 il Teatro San Babila di Milano è diventato Teatro di Produzione. Con l’inizio della nuova gestione della Fama Fantasma s.r.l. lo sala milanese ha iniziato infatti un nuovo percorso di programmazione che non prevede soltanto ospitalità di compagnie esterne ma anche l’allestimento di spettacoli di prosa prodotti appunto dal Teatro stesso e inseriti nel Cartellone ufficiale.
La Compagnia Teatro San Babila ha presentato il suo primo lavoro nella Stagione 2014-2015 “Dodici uomini arrabbiati” di Reginald Rose. Un legal thriller da cui fu tratto il film diretto da Sidney Lumet con Henry Fonda.
Nella Stagione successiva 2015-2016 la Compagnia ha messo in scena due nuovi allestimenti “Toccata e fuga” di Derek Benfield autore brillante inglese rappresentatissimo nel suo paese e “Ciò che vide il maggiordomo” di Joe Orton provocatorio drammaturgo anglosassone degli anni ’60.
Nella Stagione 2016-2017 è stato prodotto un altro testo di Benfield “Doppia coppia”. Entrambi gli spettacoli dello stesso autore sono stati poi riproposti nelle due stagioni successive. Il primo nella 2017-2018, il secondo nella 2018-2019.
La regia degli spettacoli ha avuto sempre la firma di Marco Vaccari, Direttore Artistico del Teatro San Babila.
Quest’anno saranno due le novità che vedranno il loro debutto ufficiale “Due figlie, tre valigie” di Claude Magnier e ancora di Derek Benfield “Colto in flagrante”.

SPETTACOLI AVRANNO LUOGO PRESSO IL TEATRO
PROSA martedì – giovedì – venerdì – sabato ore 20.30
mercoledì – sabato - domenica ore 15.30

BIGLIETTI da euro 12 a euro 27

ORARI BIGLIETTERIA
La biglietteria è aperta dal martedì al sabato dalle ore 14 alle ore 18
La biglietteria è aperta anche un’ora prima di ogni spettacolo

TEATRO SAN BABILA
Corso Venezia, 2/A - 20121 Milano -Tel. 02 798010
info@teatrosanbabilamilano.it www.teatrosanbabilamilano.it

PARCHEGGIO CONVENZIONATO PIAZZA MEDA
BEST IN PARKING Piazza Meda, 2/A – 20121 Milano
Tariffa forfait di € 5,00 nella fascia serale dalle 18.30 alle 01.00,
fascia pomeridiana dalle 14.30 alle 19.30

Nessun commento:

Posta un commento