mercoledì 27 aprile 2016

MILANO OFF ISOLA FESTIVAL: il programma


Sono stati presentati, qualche giorno fa, nello spazio socio-culturale della Stecca di via G. De Castillia gli  intenti e il programma della prima kermesse di arti performative che si svolgerà e coinvolgerà il quartiere Isola dal 30 maggio al 12 giugno 2016, il MILANO OFF ISOLA FESTIVAL.

Nato da un’idea del direttore artistico Renato Lombrado, il Festival aprirà all’Unicredit Pavillon con tre serate denominate Festival IN: Stefano Bollani, Jango Edwards, Francesco Scimeni, Giampiero Ingrassia, Dario Fo Fo e Enrico Intra saranno, infatti, i prestigiosi testimonial a supporto del Festival OFF vero e proprio. Enrico Intra, presente alla conferenza, si è dichiarato entusiasta di sostenere un’iniziativa unica nel panorama milanese che intende arricchire un intero quartiere di cultura, spettacoli, aggregazione, musica e storie.


Stesso sostegno anche da gli altri partecipanti alla conferenza: dall’Assessore Franco D’Alfonso del Comune di Milano che vede in quest’occasione un degno proseguimento e stimolo all’entusiasmo dopo i risultati di Expo e Salone del Mobile, dalla Dirigente dello Sviluppo Economico della Regione Lombardia Anna Roberti che trova nel festival una naturale prosecuzione dell’iniziativa “L’Isola e le sue piazze”, dal Presidente del Distretto Urbano del Commercio Isola Pier Vito Antoniazzi che apprezza la possibilità di incentivare uno scambio proficuo tra realtà culturali e commerciali. In questo senso Renato Lombardo specifica che l’idea dell’intero progetto nasce dalla volontà di creare successo attraverso le dinamiche sperimentate dal Festival Avignone le OFF (partner del Milano OFF), giunto ormai alla 51° edizione con 1336 spettacoli al giorno e un giro d’affari pari a 120 milioni di euro.

Certo, è solo l’inizio, ma il Quartiere Isola, nel suo mix di tradizione, botteghe artigiane e grattacieli pare il luogo ideale per raccogliere una sfida ambiziosa.

Festival IN più Festival OFF dunque, e dal 5 al 12 giugno, creatività libera in tutto il quartiere, spettacoli nei luoghi più inaspettati, artisti sguinzagliati ovunque.
L’obiettivo non è solo quello di offrire a Milano una nuova opportunità culturale ma soprattutto aumentare la FELICITÁ INTERNA LORDA dei cittadini, una formula magica che pare sedurre già da ora.

E la Marching Jazz Band della Scuola Civica fondata da Enrico Intra intona le sue note, la  Bee or not to Bee Apecar si allena a suon di Shakespeare, e un brindisi by Cibario, altra nuova realtà locale del food, anticipa altre dellizie. Oggi è stato solo un assaggio, ora basta aspettare che la festa cominci…
Per dettagli e progarmma completo: www.milanooff.com