venerdì 2 dicembre 2016

NOVECENTO di Alessandro Baricco, diretto ed interpretato da Corrado d'Elia

 
Vi propongo il prossimo appuntamento della Compagnia Corrado d'Elia a Manifatture Teatrali Milanesi, che chiuderà il 2016 con il nostro NOVECENTO di Alessandro Baricco, diretto ed interpretato da Corrado d'Elia.

Lo spettacolo, ormai diventato un cult, sarà in scena dal 28 al 31 dicembre, con la serata speciale di Capodanno, e poi ancora dal 10 al 15 gennaio. 28 – 31 dicembre e 10 – 15 gennaio / Teatro Litta

Compagnia Corrado d’Elia

Novecento

di Alessandro Baricco

diretto ed interpretato da Corrado d'Elia

scene Francesca Marsella

luci Marco Meola

grafica Chiara Salvucci

foto di scena Angelo Redaelli

produzione Compagnia Corrado d’Elia

“Non sei fregato veramente finché hai da parte una buona storia, e qualcuno a cui raccontarla”

Novecento è sicuramente una buona storia, scritta dal miglior Baricco e raccontata da Corrado d'Elia con intensità poetica e con la leggerezza di un sogno, suonando con magia una partitura di fini emozioni.

La storia, incredibile, fantastica, quasi irreale di Danny Boodmann T.D. Lemon Novecento, il più grande pianista del mondo, nato su una nave e lì vissuto per tutta la vita, senza mai scendere.

L'uomo che sapeva suonare una musica... indefinibile, soprattutto quando suonava in terza classe, per chi non se la poteva permettere.

La dimensione è quella del ricordo, denso, intenso, come accade con le grandi storie che parlano di un tempo andato e riempiono le ore lunghe, magari ascoltate dalla rauca voce di un marinaio in una bettola in un porto, tra incanto e incredulità, tra verità e allucinazione.

Il tempo della storia sono i meravigliosi Anni Venti, a cavallo tra le due guerre, l'età del jazz, quando ogni cosa sembrava muoversi seguendo quel ritmo irresistibile e gradevolmente denso di quando le parole e la musica si incontrano in accordo e si scambiano i ruoli: le parole diventano musica e le note racconto indispensabile, fino a comporre una partitura originale, unica.

Il luogo, è una nave, il Virginian, dal nome che sa di lontano, che fa la spola dall'Europa alla sognata America e che racchiude in sé tutte le storie del mondo.

Per tutto questo Novecento non è un monologo, ma un incarnato di perfezione, una favola struggente e bellissima da raccontare con la stessa malinconica voluttà che lui usava quando accarezzava le curve di un ragtime.

Corrado d’Elia

È uomo di teatro a tutto tondo, attore, regista, drammaturgo, ma anche ideatore ed organizzatore di eventi e rassegne culturali, nasce a Milano e studia teatro presso la Scuola d'Arte Drammatica Paolo Grassi. Nel 1995 fonda il progetto Teatri Possibili: Compagnia, Scuola, Circuito ed Ente di produzione ed organizzazione teatrale. Dal 1998 al 2015 è stato direttore del Teatro Libero di Milano. Dal 2016 entra nella direzione artistica di MTM – Manifatture Teatrali Milanesi (Teatro Litta e Quelli di Grock associati).

È stato direttore artistico negli anni passati presso: Teatro Olmetto (Milano), Teatro Belli (Roma), Teatro Della Dodicesima (Roma), Teatro Everest (Firenze), Teatrozeta (L'Aquila) e delle rassegne di Teatri Possibili presso i teatri: Villoresi (Monza), Alcione (Verona), Studio Foce (Lugano), Cuminetti (Trento), Sant'Agostino (L'Aquila). Per il progetto Teatri del Ponente Ligure (di cui è stato codirettore) ha organizzato stagioni e manifestazioni nei teatri di Loano, Finale Ligure, Imperia, Bordighera, Cervo, Pieve di Teco, Ventimiglia e San Remo. Tra gli spettacoli prodotti dalla Compagnia Corrado d'Elia (già Compagnia Teatri Possibili/Teatro Libero), è attore e regista de: Le nozze dei piccoli borghesi di Bertolt Brecht, Cirano Bergerac di Edmond Rostand, Otello di William Shakespeare, Caligola di Albert Camus, Macbeth di William Shakespeare, Amleto di William Shakespeare, Novecento di Alessandro Baricco, Don Giovanni (di cui è anche autore), Riccardo III di William Shakespeare, La locandiera di Carlo Goldoni, La leggenda di Redenta Tiria di Salvatore Niffoi, Notti Bianche da Le notti bianche di Fëdor Michajlovič Dostoevskij, Io, Ludwig van Beethoven (di cui è anche autore), Don Chisciotte da Cervantes (di cui è anche autore), Iliade da Omero (di cui è anche autore), Non chiamatemi Maestro (di cui è anche autore), Ulisse, il ritorno (di cui è anche autore). È regista di Mercurio di Amélie Nothomb, Il calapranzi di Harold Pinter. Nel giugno 2002 vince il Premio Hystrio - Provincia di Milano. Nel settembre 2007 gli viene assegnato il premio Franco Enriquez per il Teatro. Nel 2009 vince il prestigioso premio internazionale Luigi Pirandello. Nel 2010 riceve il Premio della Critica Italiana come una delle figure più complete dell'attuale panorama teatrale italiano.

Compagnia Corrado d'Elia

Tra le più attive ed apprezzate compagnie di prosa italiane, la Compagnia Corrado d'Elia nasce come sintesi e nuovo percorso della storica Compagnia Teatro Libero/Teatri Possibili fondata dal regista e attore Corrado d'Elia nel 1996. La produzione della Compagnia si distingue da sempre per la sua originalità e per la capacità di attrarre l'attenzione del pubblico e della critica, che le ha attribuito nel corso degli anni numerosi premi e riconoscimenti. Il gruppo che costituisce la Compagnia, pur rinnovatosi nel tempo, è caratterizzato da un nucleo stabile formato da artisti, operatori culturali e rappresentanti della società civile che lavorano in modo continuativo intorno alla figura del regista ed attore Corrado d’Elia che ne è riferimento artistico ed organizzativo fondamentale.

Obiettivo comune è la promozione, la diffusione del teatro e della cultura in genere attraverso la produzione di spettacoli e lo sviluppo di linguaggi e progetti capaci di dialogare col presente e con le diverse forme dell'arte, della comunicazione e dell'immagine.

La Compagnia oltre ad un’intensa stagione teatrale costituita da tournée su tutto il territorio nazionale, è presente in maniera stabile in residenza al Teatro Litta di Milano. Ha fondato ed è

stata per 18 anni, fino al dicembre 2015, la compagnia di riferimento del Teatro Libero di Milano.

Durata 1 ora e 40 min

INFORMAZIONI

Teatro Litta – da martedì a sabato ore 20:30 – domenica 16:30 – lunedì riposo

Biglietti: intero 24€, ridotti 16/12€ - Abbonamenti: 10 Identità, 5 Identità, IDono

Abbonamenti e convenzioni www.mtmteatro.it

Spettacolo inserito in Invito a Teatro – Tagliando Compagnia Corrado d'Elia (escluso 31 dicembre)

Speciale 31 dicembre:

21:30 spettacolo. Al termine attesa della mezzanotte e brindisi con buffet dolce al Boccascenacafè 00:40-1:00/2:00 Al LittaBalera – nel Foyer si balla con musica dal vivo. Biglietti: 80€

BIGLIETTERIA MTM

02 86 45 45 45 - biglietteria@mtmteatro.it

Prenotazioni e prevendita da lunedì a sabato dalle 15:00 alle 19:30

Sede Teatro Litta – corso Magenta, 24

Sede Teatro Leonardo – via Ampère, 1 – ang. piazza Leonardo da Vinci Biglietti e abbonamenti sono acquistabili sul sito www.mtmteatro.it e sul sito e punti vendita