lunedì 10 novembre 2014

La voce non mente: Vittorio Matteucci e Silvia Querci tornano nel Salento


Il Salento si colora di Musical.

Dal grande successo “Romeo e Giulietta Ama e Cambia il Mondo”, Vittorio Matteucci e Silvia Querci insegnano i trucchi del mestiere ai talenti salentini.

I due artisti, già ci erano stati qualche tempo fa.

Sotto, il comunicato stampa.

"Due grandi artisti internazionali, di casa ormai nella nostra terra.

Vittorio Matteucci, inimitabile Frollo della famosa opera Notre Dame de Paris di Riccardo Cocciante, in netta ascesa artistica passando per le più grandi opere moderne del panorama nazionale, dalla Tosca di Lucio Dalla a Dracula della PFM, è stato Dante ne La Divina Commedia l’Opera di Mons. Frisina, indimenticabile Innominato de “I promessi Sposi” di Guardì. Attualmente impegnato nel ruolo del Conte Capuleti in “Romeo e Giulietta ama e cambia il mondo” per la regia di Giuliano Peparini, produzione David
Zard, insieme a Silvia Querci (la nutrice di Giulietta) indimenticabile Mama Morton in Chicago e voce potente in Pinocchio Il Grande Musical dei Pooh nel ruolo della madre di Lucignolo.

Tornano nel Salento per una Master Class di sedici ore in canto e musical per incontrare i tanti talenti della
nostra terra.

<<Partiamo già con soddisfazione nell’organizzazione di questo nuovo incontro.

La nostra terra è ricca di talenti che bisogna coltivare qui. Con Vittorio Matteuci, in realtà, è il terzo incontro che organizziamo, segno di una collaborazione più che proficua e sinergica che apre le porte ad un progetto futuro molto più ambizioso che ci vede impegnati nella formazione di nuove leve che inizino il percorso da qui, e creare un punto di riferimento tutto salentino, che si scosti dal Baricentrismo dove la cultura sembra fermarsi dimenticando che la Puglia è ben più lunga.>>
dicono Luca Arcano e Liliana Putino organizzatori della Master Class che si terrà a Taviano (LE) il 4
e 5 Aprile 2015
.

Info anonimartcg@libero.it – facebook.com/anonimartcg".



Nessun commento:

Posta un commento