lunedì 16 febbraio 2015

MILANO CLOWN FESTIVAL: gli appuntamenti


Puntuale come ogni anno a Carnevale, il Milano Clown Festival, festival internazionale sul nuovo clown e teatro di strada è pronto per festeggiare il suo decimo compleanno.

Promosso da Scuola di Arti Circensi e Teatrali di Milano, ideato e diretto da Maurizio Accattato, grazie anche all’affidamento del Comune di Milano, coinvolge artisti e compagnie di “nuovo circo” provenienti da tutto il mondo, con ospiti straordinari che animeranno la città dal 18 al 21 febbraio, in concomitanza del Carnevale Ambrosiano. In ben 21 luoghi cittadini, in aumento rispetto allo scorso anno, oltre 130 appuntamenti tra spettacoli, eventi speciali, concerti, incontri dedicati ai più piccoli, tutti ad ingresso libero (ad eccezione dello spettacolo di OPS Theatre al Teatro Ringhiera, e due workshop professionali).


Tema portante di questa decima edizione non poteva che essere il “NOI” in contrapposizione all’Io odioso, parafrasando il filosofo francese Blaise Pascal. Una dichiarazione di libertà e positivo altruismo in un momento storico sempre più concentrato sul sé anziché su uno sguardo verso “l’altro da sé”.

Il Noi è l’unica vera arma che combatte l’autocompiacimento, espressione dell’io che diventa una limitazione delle nostre vite; il Noi – per il Milano Clown Festival - è ritrovare nell’altro il proprio sé, riconoscersi ma anche guardare con interesse al di fuori. Ecco perché la decima edizione del Milano Clown Festival si aprirà alla Casa della Carità a fianco di Don Virginio Colmegna e alcuni speciali ospiti, giunti a Milano per l’occasione. A fare da collante sarà come sempre Moriss (alias Accattato in versione clownesca) alla guida dei PIC del Pronto Intervento Clown.

Giornata inaugurale con eventi eccezionali: il NOI day alla Casa della Carità con Parada e i Ragazzi di Bucarest.

La grande kermesse milanese si aprirà come ormai da tradizione mercoledì 18 alle ore 11 alla Casa della Carità, giornata quest’anno intitolata NOI-Day. A fianco di Don Virginio Colmegna - ispirato artefice di un lavoro orientato verso l’abbattimento delle differenze attraverso l’impegno e l’accoglienza - il Festival incontrerà la Fondazione Parada con i Ragazzi di Bucarest, la compagnia di ragazzi di strada ormai artisti circensi, letteralmente salvati dal clown franco-algerino Miloud Oukili. La Fondazione Parada ha dato loro una casa, delle regole e anche un’arte, quella circense, con cui riemergere dalle profondità e riappropriarsi delle proprie esistenze, fino a diventare ambasciatori di un messaggio di pace e altruismo nel mondo. Dopo lo spettacolo e il pranzo con gli utenti, gli artisti partiranno per una spettacolare parata che attraverserà via Padova a bordo del PIC-BUS, il tradizionale autobus di 12 metri che con gli Artisti a bordo invaderà di gioia il percorso.

Nel pomeriggio tutti all’Ospedale dei Bambini Buzzi per esibirsi a suon di musica e spettacolari acrobazie. Il NOI-Day si concluderà alle ore 21 al CIRCO PIC con lo spettacolo di Parada con i Ragazzi di Bucarest e con Daniel Romila, artista ormai affermato in Italia e un primo assaggio degli spettacoli delle Compagnie Ufficiali.

Giovedì 19: Tutti pronti per la ripartenza da Piazza Duomo con un bel funerale all’Io!
La tradizione vuole che l’avvio ufficiale del Festival sia in grande stile, e infatti giovedì 19 alle 12 alla sfilata da Piazza Duomo in stile "red carpet" e a bordo del PIC-bus saranno presenti tutte le Compagnie in concorso. Sulle note della Civica Orchestra di Fiati del Comune di Milano, si celebreranno le esequie - naturalmente in chiave ironica e giocosa – dell’IO odioso. Un funerale con tanto di corteo per salutare la bara in cui ‘dovrebbe’ riposare per sempre l’Io che in realtà non vuol morire. A capitanarlo Moriss con al fianco il meglio della clownerie milanese nelle vesti di becchini-burloni: Bano Ferrari, Carlo Rossi, Raffaella Meregalli e Carlo Cialdo Capelli, musicista.

IL FESTIVAL e le Compagnie Ufficiali

Le tre giornate del Festival, da giovedì a sabato, si svolgeranno a suon di spettacoli in contemporanea, ininterrottamente dal pomeriggio fino a mezzanotte. Nella sezione COMPAGNIE UFFICIALI (fuori concorso) il confronto sarà tra due esclusive per Milano: il gigante nonché attesissimo Avner the Eccentric (USA) considerato tra i più grandi clown contemporanei, maestro di stile e tecnica oltre che innovatore nell’arte della clownerie, che con il suo spettacolo “Exceptions to Gravity” dimostra in modo indiscusso che il clown è avanti anni luce nel suo essere sopra qualsiasi regola, anche quelle della fisica; e i giovani OPS Theatre (Russia) in arrivo per la prima volta in Italia da San Pietroburgo con il loro spettacolo“Confused in Syracuse” grande successo all’ultimo Festival di Edimburgo, che a suon di mimo, clownerie e musica offrono una visione dei classici del teatro greco del tutto fuori dagli schemi, e senza dire una parola. Lo spettacolo sarà presente per tre serate esclusive al Teatro Ringhiera, nuova location del Milano Clown Festival. Lo stralunato mago comico Raymond Raymondson (Francia) approda per la prima volta in Italia con lo spettacolo omonimo: un’occasione unica per ammirare la classe di un vero mago che si scontra con la totale incapacità di risolvere i problemi della scena, il tutto in un artista dalla comicità impacciata in stile Mac Rooney. Ritorna Iman Lizarazu (Francia), eclettica clown, ballerina, mimo, giocoliere con la versione integrale del suo spettacolo Basquette Quese - trionfatrice nella passata edizione del Festival con il Premio della Giuria - alle prese con un clown che non riesce a prendere sonno. Infine, per la prima volta al Milano Clown Festival sebbene siano frequentatori dei più grandi circhi europei, The Sterza Family (Italia), famiglia circense di altissima levatura artistica con lo spettacolo Caos Musicale presenta abilità comico-musicali dense di gag classiche e richiami al passato, rivisti in chiave moderna.

Eventi Speciali sul tema del NOI: workshop con gli artisti del festival


Molti gli EVENTI SPECIALI di questa decima edizione. La già citata Compagnia dei Ragazzi di Bucarest unirà in un filo rosso non solo i luoghi della manifestazione, ma anche il pubblico dei giovanissimi in occasione di uno speciale workshop gratuito, organizzato all’interno della Casa della Carità il 19 e il 20 febbraio, e rivolto agli under 25 per cimentarsi liberamente in giocoleria, clownerie e l’acrobatica (previa iscrizione a MAIL FESTIVAL).

Altre giornate di lavoro al Teatro Sassetti e al Teatro Ringhiera coinvolgeranno rispettivamente Avner The Eccentric e gli Ops Theatre.
Una speciale collaborazione è nata quest’anno con il Teatro Ringhiera, artefice grazie al suo direttore artistico Serena Sinigaglia di un lavoro di attenzione e apertura creativa nei confronti del nuovo, con un autentico spirito di rinnovamento culturale.

Carnevale Ambrosiano: il festival invade le piazze del centro
Anche per questa decima edizione il Festival si estende fino al centro della città: sabato 21 durante il tradizionale Carnevale Ambrosiano il festival con il magnifico PIC-bus entra nel cuore di Milano. Inoltre ci saranno due palchi - in Piazza San Carlo e via Mercanti - e sei coloratissime postazioni ‘mongolfiera’ dedicate al Trucca-PIC. Dalle ore 11 alle 15, i migliori artisti e le attrazioni del festival si susseguiranno con spettacoli, musica, performance e animazione.

Spettacoli in concorso e Giuria dei bambini

L’edizione 2015 accoglierà come di consueto le Compagnie in Concorso per il Premio del Pubblico, Premio della Giuria e Premio della Giuria dei Bambini intitolato a Don Eugenio Bussa, leggendario educatore al quartiere Isola. Quest’ultimo premio sarà assegnato proprio dai bambini, piccoli giurati dai 5 ai 12 anni con tanto di schedina personale con cui potranno votare il loro spettacolo preferito. (premiazione sabato 21 ore 20.30 al Circo Pic).

9 sono le COMPAGNIE IN CONCORSO (provenienti da Italia, Francia, Venezuela, Spagna, Svizzera, Belgio, Israele e Polonia)

Le compagnie in concorso sono: Circo Pitanga (Svizzera-Israele) acrobati molti raffinati, oltre che scenografici con uno spettacolo che ha già girato il mondo ‘Corde nuziali’, rincorsa aerea tra lacci e corde; Compagnia Anogusano (Spagna) duo di clown attori dalla comicità surreale, vincitori del Festival di san Sebastian, con uno sguardo critico all’attualità che non mancherà di stupire.; Compagnia Voilà l’Enchantement (Belgio – Svizzera), la poesia di due clown fuori dal tempo, alla ricerca della felicità incantata che ricercano mischiando acrobazie, danza e giocoleria; Limen Teatro (Italia) duo clownesco alla conquista di un uomo, con travestimenti, scherzi e passaggi acrobatici a ritmo di jazz; Circo Pacco (Italia), una coppia di clown cialtroni presenta una sintesi del mondo circense, racchiudendolo in una parodia comica a base di prevaricazioni, gag e giocoleria da cui nessuno uscirà vincente; Shakti Olaizola (Spagna) gioco acrobatico dagli equilibri delicati e sorprendenti in cui, se è vero che un libro è un viaggio, grazie all’arte del contorsionismo ci immergeremo tra le pagine di molti mondi da sogno; Simone Tositori (Italia), le impavide acrobazie aeree di un goffo artista, sempre in apparente pericolo di caduta su un trapezio di oltre sette metri d’altezza; Darwin Pimentel (Venezuela), contact juggling, danza, monociclo e fuoco: un vero concentrato di numeri esplosivi che rendono gli spettatori increduli. Il perfetto spettacolo da piazza in cui non manca il tradizionale coinvolgimento del pubblico; Pina Polar (Polonia), leonessa della strada, capace con la sua energia spericolata di passare dalle tecniche dell’equilibrismo al fachirismo e manipolazione, il tutto accompagnato da una comicità trascinante.

Eventi Speciali

Con Clown Nostalgie (Italia) rivedremo la Compagnia dei Clown Minimi alle prese con il meglio delle gag classiche, alcune rivisti in chiave moderna, perché come recita il loro motto ‘il clown è sempre avanti anni luce!’. Per il secondo anno al festival la Compagnia dei ( ri ) tratti di strada capitanata da Claudio Jaccarino, fondatore del Laboratorio di Cromografia a Milano. Insieme a pittori e poeti di tutte le nazionalità, vagherà per la città trasformando ogni ritratto in un incontro, un sorriso, una relazione. Un autentico“ri – tratto di strada”.
E ancora presentandosi alla cassa del Teatro Leonardo con un libretto del Milano Clown Festival ci sarà la possibilità di acquistare ad un prezzo speciale i biglietti per la coppia clownesca Donati&Olesen in scena al Teatro Leonardo dal 17 febbraio al 1 marzo (info 02 26681166 – biglietteria@teatroleonardo.it).

NOI Production

Non potevano mancare, in una edizione ispirata al Noi, le nuove produzioni della Scuola di Arti Circensi e Teatrali, tutte con la regia di Maurizio Accattato: si parte con il Circo dei Fratellini, giovanissimi talenti che sembrano giungere dalle atmosfere del vecchio circo, quando il clown era soprattutto una questione ‘di famiglia’; Pierre Milan e Veronique, coppia di millantatori nel più tipico stile burlesco, alle prese con un pubblico ignaro di cosa sia la verità, pretendono di rappresentare le grandi figure clownesche di riferimento, naturalmente in una affettuosa presa in giro. La Strada, nuovo spettacolo della Compagnia dei PIC Rossi, porterà lo spettatore nel surreale concentrato del mondo che è per l’appunto un piccolo pezzo di strada dei giorni nostri.

Concerto Finale sabato sera con BrassatoDrum

A festeggiare il decimo compleanno del Festival ci penseranno, sabato 21, al CIRCO PIC, i BrassatoDrum. La band bergamasca già ospite negli anni passati a Milano, con energia trascinante, affronta un bel repertorio fondato su una miscela scanzonata e un po' sguaiata tra la ribalderia dei fiati ed il pulsante tiro della ritmica. La scaletta comprende standard jazz ed etnici, soul, ska e pachanka - ovviamente rivisitati e corretti brassato-style - potenziati da piccole trovate tra il goliardico ed il teatrale, nella migliore tradizione degli spettacoli busker e di strada.


I luoghi

I luoghi di spettacolo, per l’edizione 2015 si confermano essere ben 21. Tra questi i due chapiteau, simbolo della manifestazione: il Circo PIC, presso il Parcheggio Gioia Pirelli e il Circo Bussa presso il Cavalcavia Bussa. Anche quest’anno estensione degli spettacoli in Piazza Duomo, Piazza San Carlo, via Mercanti, asse di collegamento lungo corso Vittorio Emanuele, via Padova, Casa della Carità, la zona Chiesa Rossa con il Teatro Ringhiera, e la piazza centrale di Cinisello Balsamo.

Gli spettacoli sono a ingresso libero e “uscita consapevole”: piccola offerta libera nel cappello degli artisti secondo il gradimento dello show, come vuole la consuetudine del Teatro di strada.
L’unico spettacolo a pagamento sarà ‘Confused in Syracuse’ degli OPS Theatre al Teatro Ringhiera. Biglietti 12 euro, ridotto 10 euro.

Info www.milanoclownfestival.it info@milanoclownfestival.it - Tel. 02 91 70 50 29