giovedì 22 ottobre 2015

La vita e gli amori di Luigi XIV - Le Roi Soleil: a Caltagirone il 21 novembre


LA VITA E GLI AMORI DI LUIGI XIV .- LE ROI SOLEIL ritorna il 21 Novembre 2015 presso Teatro Politeama di Caltagirone ore 21,00:

"La vita e gli amori del Re Sole è un viaggio alla scoperta di questo grande monarca attraverso i personaggi femminili che hanno popolato la sua galassia, restituendo loro il giusto riconoscimento: perché, se lui rappresentò la luce che irradia gli astri, a loro volta, furono quelle stelle, le donne della sua vita, a illuminarne la corte (spettacolo riadattato in italiano con alcune canzoni in lingua francese).
Regia e riadattamento copione :Mary Carapezza
Produzione: Scuola del Musical Satin Dance Sicilia
Scenografia: Giuseppe Carapezza e Giacomo Coffano
Coreografie: Dino Platania (contemporaneo/ Classico)
Gabriele Izzia ( hip hop new style)

biglietto € 8,00 euro
acquistabile in prevendita presso: Cine Teatro Politeama di Caltagirone o presso :Satin Dance Sicilia - Scuola del Musical via Apuleio n° 1, Caltagirone

tel 329 4948426 - 331 2841598 ( scuola del musical Satin dance sicilia) Teatro Politeama - 0933 21508

Lo spettacolo si apre con la rivolta del popolo contro il Cardinale Mazarino. Il giovane Luigi è consacrato re a Reims, ma vista la sua giovane età il potere viene di fatto assunto da sua madre, Anna D'Austria (che assume il ruolo di reggente) e dal cardinale Mazarino (che assume il ruolo di primo ministro).
Luigi scopre l'amore grazie Maria Mancini, un'emigrata italiana orfana, nipote di Mazarino.

Per affermarsi, il giovane monarca decide di partire per la guerra in testa ai suoi eserciti, contro la volontà di sua madre e malgrado l'inquietudine di Marie Mancini. Colpito da una grave intossicazione, è creduto morto. Il popolo lo dimentica e un posto di primo piano viene assunto da suo fratello Filippo, detto Monsieur. Ma grazie ad un medico di Anna D'Austria, Luigi si riprende ed apprende che tutti lo hanno dimenticato, eccetto la sua famiglia e Marie.

Disperatamente innamorato della bella italiana, progetta di sposarla, ma Marie pensa che ciò non sia possibile vista la forte opposizione di Anna d'Austria, di Mazarino e del Papa. Luigi si ostina ma sarà la ragion di stato a prevalere. Marie è costretta all'esilio e il giovane Re sposa - in base a considerazioni di opportunità politica - l'infanta di Spagna, Maria Teresa. Il primo atto si conclude con il dolore di Luigi per la separazione da Maria. Egli ha dovuto sacrificare il suo destino di uomo per quello di sovrano.

Il secondo atto si apre con la morte di Mazarino. Luigi assume finalmente il potere e da quel momento governerà senza render conto a nessuno delle sue decisioni. Il suo potere è assoluto ed egli diventa il Re Sole. La sua vita affettiva è caotica: si perde nelle braccia di numerose donne tra le quali la diabolica Madame de Montespan e vive nel fasto senza preoccuparsi del peso finanziario delle continue guerre e della realizzazione del suo sogno più grande, il palazzo di Versailles.

Dopo l'episodio movimentato della Maschera di ferro, Luigi concretizza ciò che non era riuscito a fare con Marie Mancini. Sposa in segreto Françoise d'Aubigné, vecchia sposa del poeta Scarron e badante dei figli illegittimi che il re aveva avuto con Madame de Montespan.