martedì 10 ottobre 2017

LA TEMPESTA debutta in prima nazionale al TEATRO LEONARDO


Stasera, 10 ottobre, La Tempesta degli allievi neo diplomati di Grock – Scuola di Teatro apre ufficialmente la stagione di MTM Manifatture Teatrali Milanesi al Teatro Leonardo.

LA TEMPESTA

da William Shakespeare
regia Susanna Baccari, Claudio Orlandini
scene e costumi Dino Serra
con Cecilia Botturi, Mattia Cabrini, Daniele Carrara, Alberto Colombo, Andrea Migliorini, Francesca Montuori
durata 2 ore

“Siamo fatti anche noi della materia di cui son fatti i sogni; e nello spazio e nel tempo d'un sogno è racchiusa la nostra breve vita” (da “La Tempesta” di Shakespeare)


Lo spettacolo, in cui i neo-diplomati dell’anno accademico 2016/2017 di Grock-Scuola di Teatro incontrano “La Tempesta” da William Shakespeare, apre ufficialmente la stagione del Teatro Leonardo. Una produzione MTM Manifatture Teatrali Milanesi in prima nazionale che coniuga il classico con la contemporaneità, la parola poetica con la spontaneità recitativa dei giovani attori, il talento virtuoso del singolo e il lavoro sulla coralità di gruppo, in uno spettacolo dove l’atmosfera, l’architettura dello spazio, le scene, i costumi e tutto il tappeto sonoro e musicale, rivelano la magia e i contenuti dell’opera stessa. Disperati, coraggiosi, adulti, contradditori: i temi de “La Tempesta” riassumono il mondo e travolgono lo spettatore che del mondo è parte viva. Per Prospero, il protagonista, si tratta di un cammino di conoscenza verso la realtà, conquistata e accettata così come è: cruda, dura, complessa. Ma in tutta l’opera si passa dal sacro al profano, da un pensiero profondo alla leggerezza di un’istante, dal gioco teatrale divertente, alla consapevolezza di un testo che è un capolavoro. Umano e poetico.

NOTE DI REGIA
Il pensiero principale che ha guidato la messa in scena di questo spettacolo è stato il desiderio di valorizzare il gruppo dei sei giovani diplomandi con cui abbiamo condiviso un intero anno di lavoro.
Abbiamo scelto un'opera complessa e articolata come "La Tempesta" nonostante sia evidente la lontananza anagrafica tra gli attori e i personaggi shakespeariani.
Ma la profondità delle umane vicende di Prospero e di tutti gli altri protagonisti è tale da rendere possibile l'immedesimarsi dello spettatore nella rappresentazione, alla scoperta di un proprio “naufragio” personale nei diversi passaggi e stati d'animo.
Temi come il mistero, la meraviglia e l’opportunità di avere un pensiero magico e poetico sulla vita possono essere spesso un’àncora di salvataggio per piccole o grandi pene, ma solo la consapevolezza e l'accettazione della realtà ci renderà adulti... e vivi.
La vicenda è raccontata da quattro attori in un continuo cambio di ruolo, mentre i personaggi di Prospero e Ariel sono affidati due soli attori, a rappresentare le costanti del dramma umano e del sogno.
In scena tre pedane sospese a cavi d'acciaio e due vasche d'acqua, come zattere galleggianti o isole remote, per evocare il mare come “luogo” della Tempesta.
Il tappeto sonoro e musicale oscilla tra atmosfere esotiche e lontane e suoni più contemporanei e cupi.
Il Teatro è presente, e permette come sempre, di attraversare il possibile e l'impossibile, il reale e l'immaginato, il nascosto e l'evidente.
Susanna Baccari
Claudio Orlandini

Susanna Baccari, regista, coreografa e attrice classe 1964, si diploma alla Scuola di mimo “L’Augusto e il Direttore” nel 1982; successivamente studia danza contemporanea con Christine Perrot e Teri Weikel e approfondisce la formazione con artisti di fama internazionale e nazionale. Dal 1989 al 2014 e socio e membro della Direzione Artistica della Compagnia Teatrale Quelli di Grock, dove insegna teatro/danza. E regista e coregista di A Parole (2014), Il Giardino (2013), Piccolo piccolo (2011), Amleto (2011), La Regina della Neve (2010), Mappamondi (2007), Ubu Re (2006), Aspettando Godot (2004), Moby, viaggio a balene (2002), Data di nascita (1996). E attrice dal 1989 al 2007 negli spettacoli storici della Compagnia Teatrale Quelli di Grock. Dal 2015 e socio di Manifatture Teatrali Milanesi.

Claudio Orlandini, direttore artistico dell’Associazione Culturale Comteatro, ha lavorato per oltre dieci anni presso il Teatro della Tosse di Genova in qualità di attore, per poi dedicarsi dal 1982 alla regia. Da oltre vent’anni firma importanti regie esplorando generi ed autori diversi per produzioni che sono poi state allestite in teatri milanesi e nazionali. Dal 1985 si occupa, tra le altre attività, di formazione teatrale sia presso la Scuola Comteatro che presso la Scuola Teatrale Quelli di Grock di Milano in cui e docente, regista del laboratorio permanente e collaboratore della direzione artistica; collabora infine, sempre in qualità di docente, a seminari internazionali di settore.

INFORMAZIONI

MTM Teatro Leonardo
via Andrea Maria Ampère, 1
da martedì a sabato ore 20:30 – domenica ore 16.30
Biglietti: Intero 24€ – Under26 e convenzioni 16€ – Over65 12€ – Under12 10€
Abbonamento: 6MTMconTE – UNIconTE – MTMdono

BIGLIETTERIA MTM
02 86 45 45 45 - biglietteria@mtmteatro.it
Prenotazioni e prevendita da lunedì a sabato dalle 15:00 alle 20:00

FACEBOOK MTM https://www.facebook.com/ManifattureTeatraliMilanesi/


Biglietti e abbonamenti sono acquistabili sul sito www.mtmteatro.it e sul sito e punti vendita
vivaticket.it. I biglietti prenotati vanno ritirati nei giorni precedenti negli orari di prevendita e la domenica a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.