martedì 10 febbraio 2015

Kitsch Me Licia musical: l'ironia di Thomas Centaro colpisce ancora


Anche oggi, un'anteprima esclusiva per questo blog!

Vi presento il nuovo spettacolo teatrale, targato THOMAS CENTAROKitsch Me Licia, il musical anni '80 ispirato al manga originale Aishite Knight di Kaoru Tada e al cartone animato Kiss Me Licia
in scena al Teatro Pime di Milano sabato 11 e domenica 12 aprile 2015.

Thomas Centaro non è la prima volta che produce musical-parodia.

E' autore, ad esempio, di L’Odissea – Una vera Troyata e di Non siamo una favola?


Nella prossima pagina, le info ed il video promo.

Le prevendite si apriranno a marzo.
"Ispirato al manga Aishite Knight di Kaoru Tada e al celebre cartone animato Kiss Me Licia trasmesso in Italia nel 1985, Kitsch Me Licia è l’inedito musical scritto e diretto da Thomas Centaro, noto al pubblico per il grande successo del musical-parodia “L’Odissea – Una vera Troyata”.

Kitsch Me Licia è una favola contemporanea che vede protagonista l’intramontabile love story tra la giovane Licia, studentessa e cameriera nel piccolo ristorante del padre, e l’attraente Mirko, il cantante dei Bee Hive. E’ una storia in cui amicizia amore e musica si fondono dando vita ad una entusiasmante vicenda che a tempo di Rock’n’Roll continua ad essere vivida nei nostri ricordi.

Kitsch Me Licia è come una fotografia scattata 30 anni fa, che bambini e giovani degli anni ’80 ritrovano e riguardano oggi con occhi da adulti. E’ l’emozionante viaggio in un passato recente ma già abbastanza lontano in cui tutto sembrava possibile, in cui il cuore dei protagonisti era più forte delle tentazioni, in cui l’amicizia era sacra, in cui i sogni si avveravano, in cui i sentimenti avevano ancora un valore vero, in cui ci si poteva ancora innamorare.

Kitsch Me Licia è uno spettacolo coinvolgente ed appassionante con un cast di 16 artisti tra attori, ballerini e cantanti, con una grande colonna sonora esclusivamente anni ’80 che presenta 22 canzoni appositamente riadattate in italiano dallo stesso Thomas Centaro sui più grandi successi internazionali del tempo: dai Bon Jovi a Bonnie Tyler, dagli Spandau Ballet a Cyndi Lauper, da Samantha Fox a Spagna, da Madonna a Billy Joel, senza dimenticare i grandissimi successi originali dei Bee Hive!

Kitsch Me Licia è un’esperienza indimenticabile per tutta la famiglia, per i cultori dei manga e degli anime giapponesi, per chi crede nei buoni sentimenti, o più semplicemente per chi gli anni ’80 li ha vissuti, perché “Per crescere ci si mette una vita, per tornare bambini basta una canzone”.

TEATRO PIME
Sabato 11 e Domenica 12 Aprile 2015 - h. 20:45
via Mosè Bianchi, 94 Milano | MM1 Amendola Fiera - Lotto | Tram 16 | Bus48, 49, 68, 78, 90, 91
Prevendite disponibili da Marzo 2015

SINOSSI

Licia è una ragazza come tante che studia all’università e lavora come cameriera al Mambo, il ristorante gestito dal suo geloso papà, il signor Marrabbio. Un pomeriggio, dopo aver ricevuto l’ennesimo mazzo di rose da Satomi, un cliente fisso del ristorante di cui è platonicamente innamorata, fa amicizia con il piccolo Andrea e il suo gatto Giuliano, ma tornando al Mambo “incontra e si scontra” con un ragazzo biondo col ciuffo rosso, Mirko. Quella stessa sera Licia riceve la visita della sua migliore amica Manuela che la convince ad accompagnarla ad un concerto rock al Loose, il locale in cui si esibisce un gruppo rock, scoprendo così che Mirko e Satomi sono i componenti dei Bee Hive, una band di moda tra gli studenti universitari. Inizia così un intreccio amoroso a tratti romantico e a tratti struggente tra la ragazza e i due capelloni, ostacolato sia da Marrabbio che da Marika, la scontrosa manager dei Bee Hive innamorata a sua volta di Satomi.

La trama si sviluppa su due diversi livelli: la vita ordinaria di Licia e la scalata al successo dei Bee Hive, approfondendo i profili degli indimenticabili personaggi che ruotano attorno ai due protagonisti rispettandone con attenzione l’iconografia. Le personalità caratterizzate all’eccesso, il gergo paninaro, le acconciature cotonate, le spalline e i costumi colorati - così come anche i capelli - sono solo alcuni degli elementi kitsch che rendono inossidabile questa storia, ma scena dopo scena e canzone dopo canzone farà dimenticare l’aspetto eccessivo dei personaggi focalizzando l’attenzione sulla loro umanità. La tematica centrale è una sola, l’amore, che sia tra fratelli, tra amici, tra padre e figlia, o che sia per la musica, o per la vita stessa, basando i diversi piani di sviluppo del soggetto sull’eventualità di compiere degli errori e sulla possibilità di riscattarsi.

LOCANDINA

Cast:
LICIA Silvia Romeo
MIRKO Thomas Centaro
SATOMI Alessandro Fortarezza
MARIKA Alessandra Ruta
MANUELA Elena Centaro
ANDREA Annalisa Longo
GIULIANO ha la voce di Francesca Tretto
Con la partecipazione straordinaria di Andrea Bonati nel ruolo di MARRABBIO

Direzione Musicale: Claudio Albertini
Con le voci di: Claudio Albertini, Valentina Ludovico, Silvia Pinto
Coreografie: Bruno Giotta
Corpo di Ballo: Morris Faccin, Bruno Giotta, Cristina Piva, Chiara Rossi
Art Director, Grafica e Web: Andrea Centaro
Sceneggiatura, testi delle canzoni e regia: Thomas Centaro

#KitschMeLicia è anche social!
Official Facebook: www.facebook.com/KitschMeLicia
Official Twitter: https://twitter.com/ThomasCentaro
Official Instagram: http://instagram.com/thomascentaro/
Official YouTube: www.youtube.com/subscription_center?add_user=TommyOz81


THOMAS CENTARO - BIOGRAFIA

Nasce il 14 novembre 1981 a Milano, dove vive e lavora. Si forma come attore teatrale presso il "Centro Teatro Attivo" di Milano dal 1997 al 2001, studiando con Nicoletta Ramorino, Annina Pedrini, Fabio Mazzari, Lara Franceschetti, Massimo Sabet e Valentina Garavaglia.
Nel 2000 frequenta un corso di doppiaggio con Donatella Fanfani (voce dell'Incantevole Creamy, Licia, Jem), e comincia a lavorare come speaker pubblicitario per campagne nazionali su tutti i network radio e tv per i più importanti studi di post-produzione di Milano. Tra i tanti spot "Coca Cola", "Lee", "Fastweb", "Costa Crociere", "Wind", "Motorola", "Tele2", "Tiscali". Doppia alcuni personaggi in serie tv come "La Signora del West", "Le sorelle McLeod", "Slam Dunk", e "Fort Boyard".

Interpreta diversi ruoli in teatro, spaziando tra la commedia e il dramma diretto da Fabio Mazzari, Monica Allievi, Gianluca Fiorentini, Federico Zanandrea, Cristina Fidone e Raffaella Marchegiano. Nel 2001 scrive la sua opera prima "Non Siamo una Favola?", che dirige e ripropone con altrettanto successo nel 2010. Nel 2004 con "Il Mago di Oz" debutta ufficialmente come sceneggiatore, regista e produttore al "Teatro delle Erbe" di Milano. Nel 2005 porta in scena lo spettacolo storico "Jeanne Valois - L'intrigo della collana", riedito anche nel 2009. Nel 2004 crea il personaggio "Jennara Topless", diventata celebre su YouTube per essere la parodia trash di Jennifer Lopez.  Nel 2012 ritorna al teatro drammatico con "Le notti bianche" di Dostoevskji, e nel 2013 porta al debutto con grandissimo successo il musical parodia "L'Odissea - Una vera Troyata" curandone la sceneggiatura, i testi delle canzoni, la regia e la produzione, interpretando anche l’ingenuo Telemaco, il Principe Paride, il dio Mercurio e... la Sirena! In tv recita in "Vivere", "Love Bugs 2", "Scherzi a parte", "Italia allo Specchio", "L'Italia sul 2", e nel film "L'uomo dell'argine" diretto da Gilberto Squizzato. Nel 2013 prende parte da coprotagonista al film “Il X giorno” diretto da Fulvio Tagliente. La sua passione per il palco lo spinge a lavorare anche per alcune tra le più importanti incentive house e agenzie di comunicazione come presentatore e animatore per eventi, viaggi incentive, team building e convention, in Italia e all'estero. Tra gli altri ha condotto manifestazioni al fianco di Manuela Arcuri, Dario Ballantini, Susanna Messaggio, Ambra Orfei, Enzo Miccio e Marco Berry.

Nel 2012 si classifica tra i 25 speaker finalisti nel concorso "Un giorno da Deejay" al fianco di Linus, Nicola Savino e Laura Antonini. Nel 2014 inizia a lavorare in radio come speaker nel programma “5x5”per “RadioDanza”.