giovedì 31 marzo 2016

Teatro Martinitt Milano: da stasera, Una splendida vacanza


Intrighi ed equivoci nell’alta borghesia, non senza l’esilarante intrusione di un “fuori rango”. Storie di riscatti ma anche arrampicate sociali, di amicizie e amori in precario equilibrio ruotano attorno a personaggi diversissimi e divertentissimi. Che si svelano poco a poco. UNA SPLENDIDA VACANZA è in scena dal 31 marzo al 17 aprile al Teatro Martinitt di Milano.

UNA SPLENDIDA VACANZA è una commedia scritta e diretta da Ester Cantoni, con Marco Cavallaro, Giuseppe Renzo, Patrizia Grossi, Ester Cantoni e Daniele Coscarella.

Riccardo, manager fallito, escogita l’ennesimo stratagemma per convincere la sorella Adriana, affermato architetto, a prestargli i soldi necessari per iniziare l’attività d’allevatore di cani e trasferire l’allevamento dal giardino di sua sorella in un posto più adeguato. Per uno strano caso del destino, complice dell’intrigo diviene Filippo, pizzaiolo disoccupato, che per guadagnare un po’ di soldi si presterà a impersonare l’improbabile segretario di un conte spagnolo, interessato ad acquistare alcuni cani dell’allevamento. La messa in scena elaborata da Riccardo, verrà disturbata da Marta, eccentrica amica e coinquilina di Adriana, e dal suo fidanzato Nicola, musicista di una band, di cui è terribilmente gelosa. L’incontro tra i cinque sarà esplosivo, con situazioni da “vaudeville” e meccanismi dal divertimento assicurato. Fino all’epilogo, con il fatidico colpo di scena e il lieto fine.
Info e prenotazioni:
TEATRO/CINEMA MARTINITT
Via Pitteri 58, Milano - Tel. 02 36.58.00.10 - Parcheggio gratuito.
Orario spettacoli giovedì-sabato ore 21, domenica ore 18. Il sabato anche alle 17.30.
Biglietteria: lunedì 17.30-20, dal martedì al sabato 10-20, domenica 14-20.
Ingresso: 20 euro, ridotto 16 euro. Abbonamenti a partire da 80 euro per 12 spettacoli.

Il Martinitt
Un giovane teatro dai grandi numeri (40.000 spettatori lo scorso anno e 1700 abbonamenti in 5 stagioni) che crede davvero nei nuovi talenti di casa nostra, tanto da riservare loro il suo palcoscenico in esclusiva e da aver indetto il concorso “Una Commedia in cerca d’autori”, dedicato ad autori tra i 18 e i 40 anni. Riflettori sempre puntati anche sulla danza. E ora c’è anche il cinema di quartiere!