martedì 17 febbraio 2015

Antonello Arabia: nuovi appuntamenti


Oggi vi propongo due appuntamenti con la comicità, tutti e due con Antonello Arabia.

Il primo sarà giovedi 19 febbraio ore 21.30 (Bonaventura, via bonaventura zumbini 6, Milano; ingresso libero), one man show in perfetto stile americano per la nostra rassegna di cabaret BONA LA PRIMA!

Il secondo sarà venerdi 20, un concerto / show per carnevale.

Troverete tutto nella prossima pagina.
"One man show in perfetto stile americano questo giovedì per la nostra rassegna di cabaret BONA LA PRIMA!

giovedi 19 febbraio ore 21.30

Bonaventura, via bonaventura zumbini 6, Milano

ingresso libero

ANTONELLO ARABIA in "DA ZERO A ZELIG", attraverso i suoi monologhi che spaziano dalla comicità di osservazione alla satira sociale, ci accompagna in un viaggio fatto di risate.
La trasformazione delle persone davanti ad un buffet gratuito, i dolori dal dentista, i weekend di coppia con la smartbox, questi sono solo alcuni dei tanti argomenti che troverete nello spettacolo, che con la sua formula innovativa e moderna, cambia di volta in volta regalando al pubblico e allo stesso artista nuova linfa.
Con il suo linguaggio semplice e non volgare lo spettacolo è adatto a tutti.

"Uno show interattivo, divertente e genuino. Da Zero a Zelig è puro e sano cabaret!“

Inizio spettacolo ore 21.30. INGRESSO GRATUITO
Prima consumazione 8 Euro

E' possibile cenare, prenotando allo 02.36556618,
dalle 20 alle 22.30 e stuzzicare fino a chiusura con le proposte del risto pub.

ANTONELLO ARABIA
classe 1988, è uno dei volti emergenti della comicità: lo scorso anno è entrato nel cast di Zelig Lab e Zelig Hard e ha vinto il premio come comico più amato dal Web al Manzoni Derby Cabaret. In tv ha lavorato per I soliti idioti su Mtv, Piloti su Rai 2 e Life bites su Disney Channel, mentre al cinema ha fatto parte del cast di “Che bella giornata” con Checco Zalone, "Il ricco il povero e il maggiordomo” con Aldo Giovanni e Giacomo e il recentissimo “Italiano medio” con Maccio Capatonda".

 ******************************************************************