domenica 5 gennaio 2014

Il Legnanesi La Scala è mobile: intervista sul palco del Barclays Teatro Nazionale


I Legnanesi tornano a Milano e inizieranno il 2014 sul palco del Barclays Teatro Nazionale, pronti a conquistare anche quest’anno il pubblico e regalare risate su risate con le nuove irresistibili
avventure della famiglia Colombo.

Dopo il grande successo della scorsa stagione – il loro spettacolo è risultato il quarto spettacolo più visto (dietro a campioni di incassi come Aldo Giovanni e Giacomo, Enrico Brignano e il musical Priscilla, a testimonianza che l’Italia ha voglia di sorridere almeno a teatro) – dal 5 gennaio saranno infatti in scena con “La scala è mobile” per l’immancabile, attesissimo e ormai tradizionale appuntamento milanese.

Come l'anno passato (clicca per il videoservizio), sono salita con i Legnanesi sul palco del Barclays Teatro Nazionale e li ho intervistati per voi.

Prossima pagina!


“Basta, non ce la facciamo più, ormai da anni la crisi ci attanaglia - si sfoga la Teresa - e sulle coste
Albanesi sono già stati avvistati i primi gommoni carichi di Italiani!”.

La storia continua, la crisi avanza, e l’unica soluzione per le donne del cortile sembra quella di vendere le loro case ed emigrare, inseguendo il “sogno americano”: la famiglia Colombo e le donne del cortile partono alla conquista degli Stati Uniti. Per la Teresa, la Mabilia e il Giovanni sarà la prima volta in aeroporto: tra check-in, boarding pass e scale mobili ne combineranno di tutti i colori.

Alla fine, riusciranno a partire?

 La terra promessa, il posto dove rifarsi una vita, resta quella d'un tempo, l’America, ma scopriranno che l’ “America” si può trovare anche in Italia, basta farsi forza gli uni con gli altri e restare uniti nelle difficoltà.

Tornati dal viaggio oltreoceano, la situazione non è migliorata: stress, guai e ancora guai, neanche l’ombra di un euro - anzi, addirittura più squattrinati di prima - la Teresa e il Giovanni, tra un battibecco e l’altro, dovranno affrontare l’esaurimento nervoso di Mabilia e assistere la malata che finirà ricoverata in un ospedale psichiatrico.


Quando finalmente la Mabilia verrà dimessa, eccoli finalmente di nuovo al completo: la famiglia Colombo, nell’amato cortile, alle prese con i “soliti problemi” della “solita povera gente”.

Fra pazzia, deliri e ancora tante risate la Teresa, la Mabilia e il Giovanni saranno ancora una volta
protagonisti di momenti di esilarante comicità tra imprevedibili situazioni grottesche, capaci però allo
stesso tempo di sdrammatizzare, con un’ironia pungente ma mai volgare, il periodo di grande crisi
che sta attraversando il nostro Paese.

Come sempre, l’unica a continuare a sognare per sfuggire alle difficoltà di ogni giorno sarà la Mabilia
che diventerà prima Regina del “blu dipinto di blu”, con uno sfavillante omaggio al grande Modugno,
e quindi fantasticherà su Hollywood, Broadway e la commedia americana per finire, in grande stile,
circondata da splendidi cadetti al ballo delle debuttanti.

Un tuffo nel passato per ricordare (o riscoprire) la cultura popolare ma anche un ulteriore sguardo
verso il futuro: in quello dei Legnanesi c’è anche una piccola esperienza cinematografica, per
raccontare ancora una volta le loro storie attraverso una comicità pulita, dedicata alla gente comune,
nel singolare “italiandialetto”, un mix di italiano e dialetto lombardo che ne costituisce una delle cifre
più caratteristiche e che ha permesso loro di affrontare con grande successo la platea del Sistina di
Roma, dove torneranno a marzo.

La famiglia Colombo si prepara così a raccontare la tradizione del cortile anche sul grande schermo.
L’avvicinamento al cinema è avvenuto con un cameo ne La Palmira UI Film, il primo film in dialetto
ticinese destinato alla diffusione cinematografica, uscito nelle sale del Canton Ticino il 21 novembre
(nello stesso weekend ha addirittura battuto al botteghino il film di Checco Zalone); il successo
ottenuto da questa produzione indipendente ha attirato l’attenzione dei cinema del Nord Italia tanto
che il film uscirà nelle sale lombarde nei primi mesi del 2014.


Anche questa volta i tre strepitosi protagonisti (Antonio Provasio-Teresa, Enrico Dalceri-Mabilia e
Luigi Campisi-Giovanni) racconteranno le loro vicende quotidiane, universali, semplici ma profonde
allo stesso tempo, con quella vìs comica che li contraddistingue e li rende così amati dal pubblico.
Una formula ormai collaudata per oltre due ore di spettacolo tutto al maschile (insieme alla famiglia
Colombo, sul palcoscenico, anche 10 personaggi della tradizione e 10 scatenati “boys”), tra il cortile,
oltre centro sfarzosi costumi con lustrini, paillettes e piume di struzzo disegnati da Enrico Dalceri
(tutti rigorosamente made in Italy, realizzati dalla storica Sartoria Arrigo) e momenti musicali, che
richiamano la tradizione della rivista e che solo a Milano - in esclusiva per il Barclays Teatro Nazionale- verranno eseguiti da un’orchestra dal vivo di sette elementi diretta dal Maestro Arnaldo Ciato, che
firma le musiche insieme a Dalceri, fino all’emozionante gran finale in smoking.

Barclays Teatro Nazionale
Via G. Rota, 1
Dal 5 gennaio al 23 febbraio 2014
Info e prenotazioni tel. 02 00640888

Box Office Teatro
Dal martedì alla domenica dalle ore 12 alle ore 19 con orario continuato; dopo le 19 la biglietteria sarà aperta
esclusivamente per la vendite ed il ritiro dei biglietti per lo spettacolo della sera stessa

www.teatronazionale.it

www.ticketone.it

link utili

PRIMO LANCIO

SPETTACOLO 2013

VIDEO INTERVISTA 2013





Nessun commento:

Posta un commento