lunedì 14 settembre 2015

Teatro Duse di Bologna: la Stagione


Un cartellone più che mai ricco e ancora più variegato, con 63 titoli che spaziano dalla migliore tradizione della grande prosa (18 titoli presentanti a giugno) alla danza, dal varietà agli spettacoli comici, fino alla drammaturgia di impegno civile e contemporanea, ma anche tanta musica, progetti speciali, teatro per ragazzi e le collaborazioni con le realtà del territorio. Il tutto con un occhio di riguardo ai giovani e ai nuovi talenti.

E’ la stagione 2015/2016 del Teatro Duse di Bologna, la quinta firmata dalla Direzione Artistica composta da Walter Mramor (a.ArtistiAssociati di Gorizia – presidente del Cda del Teatro Duse di Bologna), Livia Amabilino (La Contrada - Teatro stabile di Trieste), Berto Gavioli (Teatro Michelangelo di Modena) e Stefano Degli Esposti (Dems Teatro S.r.l., società proprietaria del teatro).

Forte del grande successo della passata stagione, che ha registrato una media di spettatori di oltre 800 presenze a replica (per un totale di oltre 162.000 spettatori), con numerosi spettacoli e concerti sold out ed un gradimento superiore al 95%, liberamente espresso dagli stessi spettatori, il Teatro Duse rilancia, dunque, la sua offerta culturale per la città di Bologna e non solo, con una programmazione che raddoppia il numero di titoli e si dimostra quanto mai eclettica. Una scelta coraggiosa e di ampio respiro che è valsa al palco di Via Cartoleria il riconoscimento, ed il sostegno, da parte del Ministero delle Beni e Attività Culturali e Turismo quale Organismo di Programmazione Multidisciplinare. Il Duse è l’unico teatro d’Italia ad aver ottenuto questo riconoscimento dal Mibact.

“Il fatto che il Duse abbia raggiunto gli ambiziosi obiettivi che il Ministero chiedeva, e abbia così dimostrato di avere i requisiti idonei per ottenere il riconoscimento di Organismo di Programmazione Multidisciplinare, è una soddisfazione immensa per la Direzione Artistica e per tutto lo staff - ha commentato il presidente del Cda del Teatro Duse Walter Mramor - un riconoscimento ancor più prestigioso, considerato che siamo l’unico Teatro in Italia ad averlo ottenuto”. Un risultato raggiunto in virtù di “una programmazione di altissima qualità e originalità – ha proseguito Mramor - che per la nuova stagione aumenta del 50% le giornate di spettacolo, spaziando dalla grande prosa alla danza classica e contemporanea, dal varietà al teatro comico, dalla nuova drammaturgia al teatro per ragazzi”. Non a caso la risposta del pubblico non si è fatta attendere: “il territorio ha riabbracciato il Duse, che è tornato ad essere un punto di riferimento per la vita culturale della città, e non solo, come testimoniano le

162mila presenze della scorsa stagione. Anche la Regione Emilia Romagna ha dimostrato grande sensibilità e attenzione nei confronti del Duse, sostenendo il nuovo e articolato progetto DUSEgiovani. Ora auspichiamo che anche l’Amministrazione comunale voglia riconoscere il valore dell’attività  del Duse e stare in prima linea al nostro fianco”.
Gli oltre 60 spettacoli della stagione sono inseriti in percorsi e abbonamenti differenziati, da quest’anno quasi tutti composti da 5 titoli, ovvero uno in più rispetto alla passata stagione. Nel dettaglio i percorsi sono: DUSEprosa (14 spettacoli, più 4 in opzione, per un totale di 18 opere), DUSEdanza (5 spettacoli) con una selezione dei lavori più interessanti della danza nazionale e internazionale, DUSEvarietà (5 spettacoli) la sezione trasversale dedicata gli show di evasione e al teatro leggero, DUSEoltre (5 spettacoli) che propone la migliore drammaturgia di impegno sociale e attualità, Senzaspine@DUSE (4 concerti) che vedrà l’orchestra di soli musicisti under 30 esibirsi insieme a solisti di fama internazionale, DUSEsmile (5 spettacoli) che presenta le ultime fatiche del teatro comico e brillante, e il percorso Fantateatro@DUSE (2 spettacoli) e DUSElirica (2 spettacoli), dedicati entrambi ai bambini e ragazzi. Sono 12, invece, gli spettacoli fuori abbonamento inseriti nella sezione DUSEextra, tra cui due radiodrammi che saranno eseguiti live sul palcoscenico, con una formula del tutto inedita.

Novità assoluta, è ‘Circo Massimo’, il progetto artistico dedicato alla danza contemporanea, firmato da Fabrizio Favale della compagnia ‘Le supplici’. ‘Circo Massimo’ è articolato in due sezioni con relativi abbonamenti denominati ‘Mystery’ ed ‘Expanded’, con 3 date ciascuno, per un totale di 6 serate di spettacolo.

A conferma della grande attenzione che il Teatro Duse riserva ai giovani, non solo in qualità di talenti artistici, ma anche in termini di pubblico, quest’anno debutta per le nuove generazioni l’abbonamento DUSEgiovani con sconti per gli under 26, gli studenti universitari, e i possessori di tessere youngERcard. L’abbonamento propone un carnet di 5 ingressi a scelta al costo ridotto di 90 euro. Per i ragazzi, tornano anche quest’anno, i progetti DUSEscuola ed il concorso DUSEcritica, realizzati in stretta collaborazione con i docenti.
Tra gli abbonamenti, sono confermati anche le formule DUSElibero (da 6 a 12 ingressi a scelta) che consente la massima flessibilità nella composizione del carnet, e l’abbonamento 6…Socio Coop (6 ingressi) riservato ai soci Coop Adriatica.

Proseguono, infine, le tante collaborazioni con le associazioni e le realtà culturali del territorio, a cominciare dal Bologna Jazz Festival.

La nuova stagione 2015/2016 sarà inaugurata il 23 ottobre alle ore 21, con lo spettacolo di note parole e immagini ‘Tra la carne e il cielo’ (Pasolini/Bach). Sul palco Ennio Fantastichini e Valentino Corvino, il contralto Elisa Bonazzi, il Coro del Teatro Comunale di Bologna e l’Orchestra da Camera di Imola. Dedicato alla poetica e alla vita di Pier Paolo Pasolini e ai capolavori di Bach, che fanno da filo rosso della serata, il progetto è ideato da Valentino Corvino. Lo spettacolo replica il 24 ottobre, sempre alle ore 21.
Oltre al sostegno del Ministero, il Teatro Duse gode anche del sostegno e del patrocinio di Regione Emilia Romagna e Comune di Bologna; si avvale del contributo della Fondazione del Monte e della Fondazione Carisbo. Main sponsor è Unipol Banca. La stagione è realizzata, anche grazie al sostegno di Lavoropiù, Coop Adriatica, Cerelia, Sorbetteria Castiglione, Hotel Touring Bologna. Le testate Qn Il Resto del Carlino e radio LatteMiele sono media partner.


LA STAGIONE 2015/2016

DUSEdanza

(Orario spettacoli ore 21)

Il 19 NOVEMBRE
Zen Europe
Mnai’s
AROUND
Ideato e diretto da Mirella Rosso e Marco Silvestri, coreografie di Mirella Rosso, Marco Silvestri, Kris (Cristiano Buzzi)
Around è il primo spettacolo teatrale in cui la storia viene raccontata con il linguaggio hip hop. In scena la crew italiana di street dance dei Mnai’s, formata da 7 ballerini e 3 ballerine. Metafora dell’integrazione, lo spettacolo è un viaggio gioioso e doloroso, spesso ironico, che esorcizza la paura del diverso ed esalta la cultura della conoscenza.

Il 26 e 27 DICEMBRE
Balletto di Roma
Andrè De La Roche
LO SCHIACCIANOCI
Regia e coreografia Mario Piazza. Musica Petr Il’ic Cajkovskij - nuovo libretto ed elaborazione drammaturgica Riccardo Reim
I danzatori del Balletto di Roma e il coreografo Mario Piazza giocano con gli aspetti sconosciuti di una favola antica che non smette di incantare i sognatori moderni. In questa originale versione, scompaiono i fronzoli ed il salto tormentato dall’infanzia all’adolescenza della giovane Clara diviene prima vertiginosa caduta nel vuoto, poi volo, tra incubi e fantasie fanciullesche, infine placido atterraggio nel nuovo mondo dell’età adulta, tra vecchi sogni e nuove certezze .

20 GENNAIO
Just in Time
Ballet Company of Gyor
BOLERO/CARMINA BURANA
musiche Maurice Ravel e Carl Orff, coreografie György Vámos e András Lukàcs
Creato per il Wiener Staatsballett nel 2012, questo ‘Bolero’ è un lavoro senza trama, creato per 10 ballerine e 10 ballerini che, danzando in grandi costumi neri, cercano di creare un monumentale atto di danza, in cui il grottesco si unisce ad elementi parodistici della danza ballroom e alla danza moderna. ‘Carmina Burana’, classico della storia musicale del Novecento, brillante nella sua semplicità, insistente nel suo ritmo, eternamente giovane nel tema, travalica il suo tempo. Una danza che raffigura gli altri e bassi della vita umana, con i suoi cerchi di tensione, negli scambi tra uomo e donna, giovane e vecchio.

16 FEBBRAIO
Ater
LES BALLETS TROCKADERO DE MONTE CARLO
direttore artistico Tory Dobrin, direttore associato Isabel Martinez Rivera, maître de ballet Paul Ghiselin
Fondati nel 1974 da un gruppo di appassionati di danza che si divertivano a mettere in scena il balletto classico tradizionale, presentandolo in parodia e en travesti, Les Ballets Trocakdero de Monte Carlo presentarono i loro primi spettacoli nell’off- Broadway a tarda sera. Ben presto, i Trocks, con il loro approccio comico che esagera le manie, gli incidenti ed esaspera le caratteristiche tipiche della danza rigorosa ha conquistato tutto il mondo. La Compagnia si è esibita in oltre 49 Paesi e in 600 città.

1 MARZO
Equipe Eventi
Compagnia acrobatica Sonics
DUUM
creato e diretto da Alessandro Pietrolini. Coreografie Ileana Prudente, Micol Veglia, Viola Cappelli, testi Antonio Villella, musiche Sergio Mari
A tre anni dal suo debutto, la compagnia italiana di acrobati e danzatori Sonics ritorna a Bologna con Duum. Un nuovissimo allestimento, nuove scenografie, l’utilizzo di effetti speciai, scenari video-proiettati ed una colonna sonora composta ad hoc per lo spettacolo, insieme alle immancabili acrobazie mozzafiato, trasporteranno il pubblico di tutte le età in un mondo mitico situato al centro della Terra. Un mondo fatto di cunicoli e di grotte nel quale i suoi abitanti si muovono tra salti nel vuoto ed acrobazie da lasciare col fiato sospeso.

CIRCO MASSIMO
The Expanded Duse Mystery Dance Edition

Un progetto artistico di Fabrizio Favale – prima edizione

Questo progetto artistico di Fabrizio Favale, che debutta alla sua prima edizione, ha l’ardire di accostare il pubblico di uno fra i più noti teatri classici della città a ciò che vi è di più innovativo e inaudito nel panorama della danza italiana e internazionale. Il programma si articola in due contenitori fluidi: Mystery e Expanded. Con una prima nazionale e 3 anteprime, ‘Circo Massimo’ è una programmazione di danza unica nel suo genere, di alta complessità e impatto emotivo, con i talenti più virtuosi della nuova coreografia internazionale.
Circo Massimo Mystery è il programma, allestito nel DUSEpiccolo (80 spettatori), che circoscrive l’aspetto più sperimentale: da performance aperte o addirittura incompiute, fino a ambienti astrusi da visitare come orti botanici dell’immaginario.
La sezione comprende:

24 NOVEMBRE
Giuda
coreografia Michele Di Stefano
con Biagio Caravano
musica e audio Lorenzo Bianchi Hoesch
in collaborazione con LEM International - Silentsystem
Fabrizio Favale Le Supplici
12 Tònar ANTEPRIMA
coreografia Fabrizio Favale
danzatori Daniele Bianco, Vittorio Cappuccio, Francesco Leone, Davide Valrosso

25 NOVEMBRE
Davide Valrosso
Cosmopolita n Beauty
coreografia e danza Davide Valrosso
Fabrizio Favale Le Supplici
Hood
coreografia Fabrizio Favale
danzatori Daniele Bianco e Vincenzo Cappuccio
musiche Perfume Genius

26 NOVEMBRE
Marina Giovannini
Verve > Duetto Nero
concept e coreografia Marina Giovannini
danza Vanessa Geniali e Marina Giovannini

Fabrizio Favale Le Supplici
Narvalo ANTEPRIMA
danzatori Daniele Bianco, Vittorio Cappuccio, Francesco Leone, Davide Valrosso Daniela Cattivelli e Fabrizio Favale

Fort Apache ANTEPRIMA
di e con Daniela Cattivelli e Fabrizio Favale

Circo Massimo Expanded è la sezione dedicata alla performance e spettacolo compiuto di rilevanza internazionale, dove spesso sono alcuni artisti già apparsi in Mystery a tornare, come ad espandere un discorso, assaggiato, ma rimasto in sospeso.
Gli spettacoli di questa sezione, sono

10 DICEMBRE
Shang-Chi Sun (Tw/De)
Uphill PRIMA NAZIONALE
coreografia Shang-Chi Sun
danzarori David Essing, Ross Martinson, Shang-Chi Sun
musica Jörg Ritzenhoff

28 GENNAIO
Fabrizio Favale Le Supplici
Ossidiana
coreografia Fabrizio Favale
musiche e live electronics Daniela Cattivelli
danzatori Daniele Bianco, Vincenzo Cappuccio, Martina Danieli, Andrea Del Bianco, Fabrizio Favale, Francesco Leone, Stefano Roveda, Davide
Valrosso
26 FEBBRAIO
mk
Robinson
coreografia Michele Di Stefano
con Philippe Barbut, Biagio Caravano, Francesco Saverio Cavaliere, Marta Ciappina, Andrea Dionisi, Laura Scarpini
musica Lorenzo Bianchi Hoesch

DUSEvarietà

(Orari spettacoli : feriali ore 21 - festivi ore 16)

4 GENNAIO
MUMMENSCHANZ
‘I Musicisti del Silenzio’
con Giovanni Colombo, Philipp Egli, Floriana Frassetto, Pietro Montandon e Raffaella Mattioli
Sul palco la compagnia svizzera di teatro-danza che fa sognare gli spettatori di tutto il mondo attraverso il linguaggio muto delle forme e dei colori. Fondata a Parigi nel 1972, I Mummenschanz ribattezzati anche ‘i musicisti del silenzio’, mettono in scena storie sono meramente visive, senza accompagnamenti musicali, né scenografie. Soltanto oggetti e oggetti-maschera, corpi e corpi-oggetto, che si sviluppano su uno sfondo nero, componendo un linguaggio ludico che tutti sono in grado di comprendere, purché si dia spazio al potere dell’immaginazione.

27 FEBBRAIO
Il Ponte della Bionda
Giorgio Comaschi
LA FARINA VA IN AMORE - La guerra del pane dall’Ultima Cena ad oggi
di e con Giorgio Comaschi
“Prese il pane, lo spezzò, lo diede ai suoi discepoli e disse… Ma che pane era quello? Che tipo di pane? Come era fatto?” Questo è l’incipit di ‘La farina va in amore’, un progetto di Giorgio Comaschi per realizzare uno spettacolo sul pane. Il pane come inizio di tutto, come cosa buona da mangiare, come calore, profumo, cosa rotonda, rassicurante, soffice, calda, attorno alla quale gira, da sempre, il mondo.

19 GENNAIO
BaGs Entertainment
RIMBAMBAND
IL SOL CI HA DATO ALLA TESTA
con Raffaello Tullo (voce, percussioni), Renato Ciardo (batteria),Vittorio Bruno(contrabbasso), Nicolò Pantaleo (sax, bombardino,tromba), Francesco Pagliarulo (pianoforte)
Testi e regia Raffaello Tullo
Musica, mimo, clown, tip tap, teatro di figura, rumorismo, fantasia teatrale e parodie. Il tutto shakerato con un ritmo comico incalzante e servito con energia travolgente, sopra le righe, anzi senza le righe. In scena ci sono un sassofonista rubato alla banda di paese, un contrabbassista stralunato, un pianista virtuoso, un batterista rompiscatole, un capobanda: la Rimbamband. Cinque musicisti, un po’ suonati, ma straordinari, che incantano, creano, illudono, emozionano, demistificano, provocano, giocano.

8 DICEMBRE
Compagnia Corrado Abbati
MY FAIR LADY
Testi e liriche Alan Jay Lerner, musiche Frederick Loewe
Su licenza esclusiva di TAMS-WITMARK MUSIC LIBRARY, INC.
adattamento e regia Corrado Abbati
“Uno dei problemi che molti si pongono nel riportare in scena i classici del teatro musicale è che gran parte del repertorio non si allinea con i presunti valori attuali - spiega Corrado Abbati - i veri o falsi problemi di rendere contemporanee tali opere sono spesso motivo di elaborazione di una moltitudine di note di regia giustificative di ciò che in fondo non ha bisogno di giustificazione. La soluzione è dunque di lasciare My Fair Lady semplice, elegante ed affascinate come è in originale, perché è questa la magia dello show”.

9 MARZO
Teatro Al Massimo
Umberto Scida - Elena D’angelo
LA VEDOVA ALLEGRA
musiche Franz Lehàr, coreografie Stefania Cotroneo, regia Umberto Scida
Interpretato dalla coppia d’oro dell’operetta in Italia, ‘La vedova allegra’ si conferma come una delle operette più famose e rappresentate del repertorio di genere. Celebre la trama: all’ambasciata del Pontevedro a Parigi, sta arrivando la signora Hanna Glawary, giovane vedova del ricchissimo banchiere di corte. Tra amori e intrighi si arriverà al lieto fine salvando la patria e la signora Glawary che non sarà più ‘la vedova allegra’, ma la felice consorte del conte Danilo Danilowitch.

DUSEoltre

(Orari spettacoli: feriali ore 21 - festivi ore 16)


14 E 15 NOVEMBRE
Promo Music
Marco Travaglio
SLURP - Lecchini, cortigiani & penne alla bava al servizio dei potenti che ci hanno rovinati
di Marco Travaglio e con Giorgia Salari
regia Valerio Binasco
Un recital terapeutico, un'arma di autodifesa, un antidoto satirico che ci aiuta a guarire, ridendo, dai virus del conformismo, della piaggeria, della creduloneria, dell'autolesionismo e della sindrome di Stoccolma, che porta noi italiani a innamorarci immancabilmente del nemico. Che ci rovina e ci rapina con il sorriso sulle labbra, mentre noi teniamo la testa ben affondata nella sabbia.

16 MARZO
Pierfrancesco Pisani - Infinito
Stefano Bollani – Valentina Cenni
LA REGINA DADA
musiche Stefano Bollani
Dopo la radio e la Tv, il sempre più poliedrico Stefano Bollani si lancia questa volta in un’avventura teatrale e debutta come autore e attore al fianco di Valentina Cenni, con uno spettacolo surreale, intessuto di musica, che esplora i territori della creatività, al di fuori degli schemi oppressivi del senso comune. Nel testo una regina di fiaba, frenetica e assorta al tempo stesso, si inoltra nel bosco delle avanguardie. Qui incontrerà un dio Pan depresso e intristito ed altre creature fantastiche, frutto della sua stessa immaginazione con cui dialogherà su passato, presente, futuro, vita e morte.

4 FEBBRAIO
Produzioni Fuorivia
Massimo Cotto - Cristina Donà
ROCK BAZAR
di Massimo Cotto, con Massimo Cotto (voce narrante), Cristina Donà (voce e chitarra), Alessandro “Asso” Stefana (chitarre)
Sul palco Cotto riporta in scena l'epoca d'oro del rock, attraverso le storie dei suoi protagonisti, stelle divorate dalla voglia di trasgressione e dalla paura di bruciare troppo in fretta. Il racconto è diviso in dieci capitoli, che corrispondono ai dieci comandamenti, per ricordare che la musica ha scritto un suo ‘vangelo’. Accanto alla parola, la musica dal vivo di Cristina Donà, uno dei talenti più cristallini, duraturi e influenti dalla scena musicale italiana. Una signora del rock con una dolcezza tutta italiana.

8 APRILE
Fondazione TPE - Teatro Vascello
la Fabbrica dell’attore - RezzaMastrella
Antonio Rezza
ANELANTE
di Flavia Mastrella e Antonio Rezza. Con Ivan Bellavista
“In uno spazio privo di volume il muro piatto chiude alla vista la carne rituale che esplode e si ribella. Non c’è dialogo per chi si parla sotto. Il silenzio della morte contro l’oratoria patologica, un contrasto tra rumori, graffi e parole risonanti. Il suono stravolge il rimasuglio di un concetto e lo depaupera. Spazio alla logorrea, dissenteria della bocca in avaria, scarico intestinale dalla parte meno congeniale”. (Flavia Mastrella e Antonio Rezza)

3 MARZO
Nina’s Drag Queens
IL GIARDINO DELLE CILIEGIE
Étude pour un vaudeville en travesti plein de paillettes
con Alessio Calciolari, Gianluca Di Lauro, Sax Nicosia,
Stefano Orlandi, Lorenzo Piccolo, Ulisse Romanò
regia Francesco Micheli
La compagnia delle Nina’s Drag Queens è composta da attori e danzatori che hanno trovato nel personaggio Drag Queen la chiave espressiva per portare avanti la loro idea di teatro.
La scelta de ‘Il Giardino dei ciliegi’ è dettata dalla sua coralità, ma anche “per qualcosa di indefinito che sentivamo emergere da questo testo” spiega la compagnia. Un’inquietudine di vita dolorosa, ma anche buffa e colorata, a suo modo vivace: “interpretarla en travesti non era azzardo, semmai una chiave espressiva possibile”.

Senzaspine@DUSE

L'Orchestra Senzaspine è un'associazione autogestita, nata 3 anni fa a Bologna e composta da soli musicisti under 30. L’ensemble, che conta in tutto oltre 200 elementi, mira a presentare la musica classica in una veste nuova, priva di quei pregiudizi che la classificano come troppo seria, antica o difficile da ascoltare. “Senza spine – spiegano i direttori Tommaso Ussardi e Matteo Parmeggiani - proprio perché la musica classica non punge, può essere còlta e apprezzata senza farsi alcun male”.
Dopo la prima stagione sinfonica dell'Orchestra Senzaspine al Teatro Duse che la scorsa stagione ha entusiasmato il pubblico, registrando quasi sempre il sold-out, l’Orchestra torna sul palco di Via Cartoleria con 4 emozionanti concerti, in cui verranno coinvolti 3 solisti di fama internazionale.

4 NOVEMBRE
EnricoDindo_Cello@Senzaspine

29 DICEMBRE
Bollicine con l’Orchestra Senzaspine (concerto di Capodanno)

29 FEBBRAIO
AlessandroFossi_Tuba@Senzaspine

11 APRILE
Sofya Gulyak _Piano@Senzaspine

Fantateatro@DUSE

(Orari spettacoli: feriali ore 20.30 - festivi ore 17)

Reduce dall’enorme successo degli spettacoli andati in scena nel DUSEpiccolo, per la nuova stagione, la compagnia Fantateatro torna al Duse con 4 spettacoli di cui 2 iscritti nel percorso DUSElirica, progetto pensato per avvicinare i più piccoli al bel canto. Gli spettacoli sono scritti e diretti da Sandra Bertuzzi. In scena ci sono Giacomo Cordini, Umberto Fiorelli, Tommaso Fortunato, Fabio Govoni, Odoardo Mandrioli, Marco ‘Marcone’ Mandrioli, Valeria Nasci, Daniele Palumbo, Chiara Piazzi, Simona Pulvirenti, MonaLisa Verhoven.
Il Fantateatro nasce nel 2004 dall'incontro di registi, pedagogisti, attori, ed educatori ed ha al suo attivo oltre 80 titoli in repertorio. La contaminazione dei diversi linguaggi artistici (arte, musica, teatro di figura, lirica) e la freschezza tipica del grande cinema di animazione, sono gli ingredienti che hanno contribuito alla crescita artistica della compagnia, nella consapevolezza dell'importanza di formare i più piccoli ai linguaggi dell’arte.
In questi anni la collaborazione tra il Fantateatro ed il Duse si è progressivamente rafforzata, nel comune intento di accompagnare i giovanissimi e le loro famiglie alla conoscenza e all’amore verso il teatro, le sue diverse espressioni, i suoi spazi ed i suoi mestieri.

18 OTTOBRE
L’ELISIR D’AMORE
musiche Gaetano Donizetti
DUSElirica

25 OTTOBRE
LA GAZZA LADRA
musiche Gioacchino Rossini
DUSElirica

5-6 GENNAIO
AAA BEFANA CERCASI
con la partecipazione straordinaria della Banda Bignardi di Monzuno
Il ricavato sarà devoluto all’associazione “Gli amici di Luca”

7-8 MAGGIO
FANTAFAVOLE SHOW 2 - Imprevisti al Castello
musiche originali dei Cd di Fantateatro
coreografie Daniele Palumbo

DUSEsmile

15 e 16 DICEMBRE
Diverto
Paolo Cevoli
PERCHE’ NON PARLI
di e con Paolo Cevoli
regia Daniele Sala
‘Perché non parli’ è la terza commedia/monologo storico, scritta e interpretata da Paolo Cevoli con la regia di Daniele Sala, dopo il successo de ‘La penultima cena’ (le vicende del cuoco dell’Ultima Cena) e de ‘Il sosia di Lui’ (la controfigura di Mussolini).

13 NOVEMBRE
Bananas
Nuzzo – Di Biase
GLI IMPIEGATI DELL’AMORE
di David Foenkinos
regia Marie Pascale Osterrieth
Dopo il successo di ‘Paradossi e Parastinchi’ Nuzzo Di Biase tornano in teatro con una commedia francese romantica e spregiudicata. In questa commedia dell’autore francese David Foenkinos, si ritrova tutto il suo universo, pieno di fantasia e di humor. Riflessioni sulla coppia, sulla solitudine, sulla paura della felicità, sul divorzio e sull’arte di ballare il tango.

12 GENNAIO
Ab Management
Max Giusti
PEZZI DA 90
scritto da Max Giusti
con Marco Terenzi e Giuliano Rinaldi
regia Marco Terenzi
In scena si avvicenderanno una miriade di personaggi, che appariranno sia in video che live. Gli spettatori si ritroveranno protagonisti e Max Giusti si ritroverà tra gli spettatori in un turbinio di ritmo sorprese e risate che lasceranno il pubblico a bocca aperta.

18 FEBBRAIO
Nuove Forme
Alessandro Fullin
LA DIVINA
di e con Alessandro Fullin
e con Tiziana Catalano, Sergio Cavallaro, Simone Faraon, Paolo Mazzini, Mario Contenti, Ivan Fornaro
regia Alessandro Fullin
Nel 2009 Papa Ratzinger annuncia al mondo che il Purgatorio, come luogo fisico, non esiste più. Dante Alighieri, saputa la notizia, si precipita per la seconda volta nell’Oltretomba per dipanare la spinosa questione e riscrivere la Divina Commedia. Dopo il successo di ‘Piccole gonne’ Alessandro Fullin, con gli attori di NuoveForme, torna a teatro con una nuova parodia, condita come sempre da aforismi esilaranti e da pungenti ironie.

2 MARZO
Ab Management
Maurizio Battista
ALLEGRO MA NON TROPPO
di Maurizio Battista, Riccardo Graziosi e Angelo di Palma
Uno spettacolo semplice ed essenziale, divertente, comico, critico, ma non troppo, perché in fondo quello di cui ridiamo siamo noi, con le nostre debolezze, con le nostre cattiverie, con le nostre ipocrisie. Come nella sinfonia n. 4 di Brahms in mi minore non ci sarà un vero filo conduttore, ma sarà un continuo divenire di idee, di trovate, di storie e situazioni che spiazzeranno il pubblico.

DUSEextra

DAL 13 AL 16 OTTOBRE - ore 18
Simona Bucci
IL GATTO CON GLI STIVALI
coreografia Roberto Lori
con Fabio Bacaloni, Roberto Lori
Spettacolo di danza per bambini dai 3 ai 10 anni

17 OTTOBRE - ore 21
2Pier
BEATLESTORY - The Fabulous Tribute Show
con Roberto Angelelli, Patrizio Angeletti, Claudio Iemme, Armando Croce, Aleks Ferrara
regia Roberto Angelelli, Patrizio Angeletti
Fuori Abbonamento

10 NOVEMBRE - ore 21.15
Bologna Jazz Festival
JAMES FARM in concerto
con Joshua Redman (sax tenore e soprano), Aaron Parks (pianoforte), Matt Penman, (contrabbasso), Eric Harland (batteria)
Fuori Abbonamento

17 NOVEMBRE - ore 21
Fonderia Mercury
E JOHNNY PRESE IL FUCILE
Audiodramma dal vivo
Dal romanzo di Dalton Trumbo
adattamento e regia Sergio Ferrentino

14 DICEMBRE - ore 21
Tommaso Bianco e Cristina Passaro
NATALE IN CASA CUPIELLO
Di Eduardo De Filippo
regia Tommaso Bianco

13 GENNAIO - ore 21
Fonderia Mercury
RADIOGIALLO
Audiodramma dal vivo
di Carlo Lucarelli
adattamento e regia Sergio Ferrentino

17 FEBBRAIO - ore 21
Frida Kahlo Production
con Richard Jordan Production e Produzioni Fuorivia
Silvia Gallerano – Cristian Ceresoli
LA MERDA
di Cristian Ceresoli
con Silvia Gallerano

8 MARZO - ore 21
Mulino ad Arte
IL MEDICO PER FORZA
di Molière
con Giulio Federico Janni, Giulia Pont, Daniele Ronco, Jacopo Trebbi, Costanza M. Frola, Pierpaolo Congiu, Giulia Cammarota
regia Marco Cavicchioli

14 MARZO - ore 21
Itineraria Teatro
Fabrizio De Giovanni
STUPEFATTO
da un progetto di Enrico Comi
regia Maria Chiara Di Marco

17 MARZO - ore 21
Tommaso Bianco e Cristina Passaro
MISERIA E NOBILTA’
di Eduardo Scarpetta
regia Tommaso Bianco

13 APRILE - ore 21
Compagnia Trame Perdute
MARIA PASCOLI, UNA STORIA SEGRETA
con Uliana Cevenini, Mirella Mastronardi, Alessandro Tampieri
assistente alla regia Caterina Todaro
testo e regia Giuseppe Liotta

14 APRILE - ore 21
Rockopera
BLUES & BROTHERS - The Show
con Cristian Bellàz, Stefano Cantoni, Federico Zamattio e con Daniela Bulleri
diretto da Andrea Colloredo

La biglietteria del Teatro Duse è aperta dal 3 settembre al 24 ottobre: dal lunedì al sabato dalle ore 15 alle 19 e dal 27 ottobre: dal martedì al sabato dalle ore 15 alle 19.
biglietteria@teatrodusebologna.it - Via Cartoleria, 42 Bologna - 051 231836