Quotidiano online. Autorizzazione del Tribunale di Milano n. 249 del 21/11/2019

mercoledì 28 ottobre 2020

(S)LEGATI con Mattia Fabris e Jacopo Maria Bicocchi al Teatro Manzoni 8 novembre ore 19,45


TEATRO MANZONI DI MILANO

Rassegna EXTRA

Domenica 8 novembre 2020

ore 19,45

Atir Teatro Ringhiera presenta

(S)LEGATI

di e con Jacopo Maria Bicocchi e Mattia Fabris


luci Alessandro Verazzi - musiche Sandra Zoccolan

Domenica 8 novembre 2020 - ore 19,45 Atir Teatro Ringhiera presenta (S)LEGATI di e con Jacopo Maria Bicocchi e Mattia Fabris luci Alessandro Verazzi - musiche Sandra Zoccolan

martedì 27 ottobre 2020

Bauli in Piazza; Manifestazione promossa dalle Federazioni Nazionali di Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil



“Bauli In Piazza” aderisce alla Manifestazione promossa dalle Federazioni Nazionali di Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil del prossimo 30 Ottobre.

The shows must go on: un nuovo musical online il 28 ottobre

 


The Wind in the Willows sarà il prossimo musical trasmesso online gratuitamente, nel canale Youtube "The shows must go on".

Basato sulla classica storia per bambini di Kenneth Grahame, il musical vede un libretto di Julian Fellowes, musica e testi di Stiles e Drewe e la regia di Rachel Kavanaugh. 

Lo spettacolo ripropone i vari personaggi del libro, tra cui Mr Toad, Ratty e Mole.

RISTORO IMMEDIATO PER LE ARTI, LA MUSICA, LA CULTURA E LO SPETTACOLO DAL VIVO


Oltre a quelle già citate ieri (le trovate in fondo all'articolo), ecco una nuova lettera a sostegno dello spettacolo dal vivo.

RISTORO IMMEDIATO PER LE ARTI, LA MUSICA, LA CULTURA E LO SPETTACOLO DAL VIVO

Al Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte

Al Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini

Al Ministro dell’economia Roberto Gualtieri

Egregio Presidente,

Egregi Ministri,

la decisione presa oggi nel DPCM che determina la sospensione degli spettacoli in teatri, cinema e sale da concerto, nonché la fortissima limitazione dei circoli culturali, colpisce il comparto italiano che più di ogni altro ha adottato correttamente e rispettosamente le misure prescritte dai protocolli sanitari.

Ultimi studi dimostrano che i teatri, i concerti, i cinema, sono tra i luoghi più sicuri del Paese, ed in virtù di questo, ci sfugge la ratio con la quale si sospendono tali attività al contrario di altre che per propria natura non possono garantire i livelli di sicurezza raggiunti nei nostri luoghi.

lunedì 26 ottobre 2020

ATIP su chiusura Teatri, lettera al Premier Conte e istituzione "Giornata Nazionale dello Spettacolo dal Vivo"


In seguito alla chiusura imposta a teatri e cinema dall’ultimo DPCM firmato dal Premier il 24 ottobre, l’ATIP – Associazione Teatri Italiani Privati presieduta da Massimo Romeo Piparo esprime grande sconcerto e delusione in una lettera indirizzata oggi al Presidente del Consiglio Conte, ai Ministri Franceschini e Speranza, al Commissario per l’emergenza Borrelli e al Coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico Miozzo.

Ma l’amarezza delle ultime ore non ha spento la voglia di ripartire per uscire dal baratro della crisi degli ultimi mesi: per questo l’Associazione ha indetto per il prossimo mercoledì 25 novembre, esattamente 1 minuto dopo la mezzanotte (quando cioè cesserà l’obbligo di chiusura imposto dal DPCM), la “Giornata Nazionale dello Spettacolo dal Vivo”: 24 ore di confronto e condivisione nei maggiori teatri privati italiani, da nord a Sud, che riapriranno per la prima volta in contemporanea dopo lo scorso marzo. 

Al centro della Giornata Nazionale incontri con Politica, Istituzioni, personalità del mondo della Cultura e dello Spettacolo su temi di vitale importanza: non assistenzialismo ma misure fiscali da parte dello Stato, maggiori tutele per i lavoratori, la ridefinizione dei criteri di assegnazione del Fondo Unico per lo Spettacolo, il rapporto del Teatro con la Tv e la Scuola, le differenze tra teatro pubblico e privato. Nata nel maggio scorso, l'ATIP - Associazione Teatri Italiani Privati vede come nucleo fondatore 18 grandi Teatri Privati sparsi lungo tutta la Penisola, ma nelle ultime settimane molte realtà produttive e numerosi teatri si sono aggiunti. I Teatri fondatori - da soli - sviluppano 28.984 posti a sedere; 2300 giornate di spettacolo dal vivo in una stagione; 2.5 milioni di biglietti venduti; 60 milioni di euro di incasso; 6 milioni di IVA sui biglietti. I Teatri ‘fondatori’ di ATIP sono (in ordine alfabetico): Ambra Jovinelli, Roma (800 posti) Augusteo, Napoli (1420 posti) Celebrazioni, Bologna (966) Colosseo, Torino (1503) Creberg, Bergamo (1526) Degli Arcimboldi, Milano (2346) Geox, Padova (4500) EuropAuditorium, Bologna (1700) Lyrick, Assisi (1000) Manzoni, Milano (850) Metropolitan, Catania (1780) Morato, Brescia (1800) Politeama, Genova (1054) Quirino, Roma (850) Repower, Milano (1730) Sistina, Roma (1565) Team, Bari (2056) Verdi/A. Pagliano, Firenze (1538) 

In attesa della Giornata Nazionale dello Spettacolo dal Vivo, nella lettera inviata oggi dal Presidente Piparo, l’ATIP chiede alle Istituzioni di permettere agli operatori dello Spettacolo dal Vivo, ancora una volta penalizzati, di poter continuare a svolgere il proprio lavoro nel pieno rispetto delle misure di sicurezza e contenimento del virus. 

Il rischio infatti è che questa ennesima battuta d’arresto possa rivelarsi fatale per le Imprese teatrali private. 

L’ATIP inoltre invita gli esperti del Comitato Tecnico Scientifico e i Ministri Franceschini e Speranza a visitare di persona i Teatri, per constatare l’alto livello di sicurezza garantito, con l’auspicio che la chiusura possa essere revocata. 

ECCO LA LETTERA:

TEATRI CHIUSI PER DECRETO: le sale e gli spettacoli fermi


E' un'agonia, un articolo che mai avrei voluto scrivere di nuovo, dopo marzo.
Ma per corretezza, lo inserisco.

Ecco qui riunite le segnalazioni delle chiusure dei teatri  e degli spettacoli, in ordine di arrivo.

Il post è ovviamente in aggornamento.

AGIS: Lettera a Conte e Franceschini



25.10.2020. L’AGIS, per voce del proprio Presidente Carlo Fontana, ha inviato una lettera al Presidente del Consiglio, Prof. Giuseppe Conte, ed al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, On. Dario Franceschini, in merito al DPCM firmato ieri.

Illustre Presidente del Consiglio, Illustre Ministro,

facendo  seguito  alle  fitte  interlocuzioni intervenutenella giornata  di  ieri  con  il Ministro  Franceschini,  che  ringraziamo  per  lo  sforzo compiuto  in  queste  ore  per  addivenire  a  conclusioni  differenti,  esprimiamo  la nostra  contrarietà,  insieme  a  larghissima  parte  dell’opinione  pubblica,  rispetto alla ipotesi prevista nel DPCM in merito alla sospensione delle attività dei teatri, dei cinema e dei luoghi di spettacolo. 

Arriva The Gallery, nuova serie tv: intervista a Laura Galigani e Antonio Orler


Durante il lockdown di marzo, Laura Galigani e Antonio Orler, due volti noti del mondo del musical, hanno dato vita ad una serie TV sull’arte, che vede coinvolti anche altri artisti del teatro musicale. La serie andrà in onda sul digitale terrestre e Sky dal 7 novembre.

The Gallery è una serie televisiva che mescola commedia e sentimento, sullo sfondo della vita di una galleria d’arte contemporanea italiana. Il mondo del mercato dell’arte è complesso e stratificato, The Gallery lo racconta in modo vivace, colorato e spiritoso, giocando coi suoi usi e costumi, ironizzando sui suoi stereotipi e regalando al pubblico aneddoti e curiosità su opere e artisti. 

Ho chiacchierato con Laura ed Antonio, che ci spiegano qualcosa di più sul progetto. 

PROSSIMA PAGINA!

domenica 25 ottobre 2020

Lettera di Cresco al presidente Conte e al Ministro Franceschini


Richiesta di C.Re.S.Co per la costituzione di un tavolo tecnico scientifico per il settore dello spettacolo dal vivo

C.Re.S.Co – Coordinamento delle Realtà della Scena Contemporanea, ha inviato oggi, 25 ottobre, una lettera al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, al Ministro Dario Franceschini e al Ministro Speranza in risposta alla chiusura di cinema e teatri contenuta nel DPCM 24/10/2020 (art. 1, m).

Pur comprendendo la gravità dell’emergenza sanitaria in atto e la necessità di contenere la diffusione del Covid_19, il Coordinamento apprende con immensa preoccupazione tale decisione.

sabato 24 ottobre 2020

Premiazione PrIMO 2020 in streaming su www.premioprimo.it il 26 ottobre

 

Quest’anno sarà possibile seguire “Accendiamo il musical”, la premiazione del Premio Italiano del Musical Originale, comodamente a casa, in streaming gratuito.

Il prossimo lunedì 26 ottobre alle ore 21, visitando i siti ufficiali www.premioprimo.it e www.facebook.com/CouldWeStartAgain , potrete assistere al consueto appuntamento con la proclamazione e consegna dei premi PrIMO, sia per il Voto on-line che per il Premio della Critica, in una serata di musica, danza e teatro live con grandi protagonisti del musical italiano, in scena al Teatro della Visitazione in Roma.

Piccoli Pomeriggi Musicali, il concerto inaugurale

 

foto Salvatore Alfano

 

SI INAUGURA AL TEATRO DAL VERME LA 14a STAGIONE

DELL’ORCHESTRA I PICCOLI POMERIGGI MUSICALI

 

FAVOLE IN MUSICA, PAGINE CELEBRI E ISPIRATE ALLA PAURA

PER IL DEBUTTO DEI 60 GIOVANI ELEMENTI DELLA COMPAGINE MILANESE

 

Milano, Teatro Dal Verme, domenica 27 ottobre, ore 11



Prende il via domenica 25 ottobre alle ore 11, al Teatro Dal Verme, la 14a Stagione dell’Orchestra I Piccoli Pomeriggi Musicali, un ensemble composto da 60 giovani musicisti, tra i 7 e i 17 anni, provenienti dal Conservatorio di Milano e da altre Scuole e Accademie musicali cittadine: un progetto nato nel 2007 con l’obiettivo di per promuovere la cultura orchestrale tra i bambini avviati allo studio della musica.

La nuova stagione 2020-2021, organizzata in collaborazione con Finzi Academy, è composta da sette appuntamenti concertistici domenicali, con cadenza mensile, da ottobre ad aprile, tutti diretti da Daniele Parziani. Ogni concerto è dedicato a una fiaba o a un tema legato alla letteratura per l’infanzia e prevede la partecipazione di attori impegnati nella narrazione e la regia di Manuel Renga, così da accompagnare il pubblico – composto sin maggioranza da giovanissimi spettatori come i musicisti sul palcoscenico – fra favole e note nel modo più coinvolgente e emozionante.

 

venerdì 23 ottobre 2020

Halloween, al Teatro “Piccoli brividi - Crazy Halloween”, con tanti artisti di musical


AGGIORNAMENTO CAST DEL 24 OTTOBRE
 
Sabato 31 ottobre 2020, alle ore 18, fantasmi, streghe e simpatici mostriciattoli daranno vita ad una fantastica avventura per celebrare sul palcoscenico del Teatro Repower di Milano il giorno più terrificante dell’anno con lo spettacolo “Piccoli brividi - Crazy Halloween”.

Il Family Show, scritto e diretto da Michele Visone, è prodotto da All Crazy Art & Show, compagnia di riferimento dell’entertainment per famiglie che da ormai 7 stagioni porta a teatro le più belle favole di sempre, collezionando migliaia di applausi e sorrisi tra grandi e piccini. 
 
SCOPRITE IL CAST NELLA PROSSIMA PAGINA...

UN MARZIANO A ROMA AL MENOTTI


Vi racconteremo di qualcuno che ha fatto il percorso al contrario ed è finito sulla Terra.

Da Marte immaginava un pianeta accogliente, placido e blu, così come lo aveva visto da lontano. Quando è arrivato, però, ha trovato ignoranza, caos, superficialità, vanità e indifferenza. Forse un po' d’amore. Troppo e troppo poco.

Vi racconteremo del suo ritorno nello spazio in silenzio e di nascosto senza nemmeno salutare. Così va la vita.

Nel 1954 Ennio Flaiano scrisse un breve racconto intitolato “Un marziano a Roma” nel quale con surreale naturalezza narrava il singolare, quanto imprevisto, atterraggio sulla terra di una aeronave da cui sbarcava un essere proveniente da Marte. Il tutto avveniva a Roma e precisamente a Villa Borghese.

Quell’idea è diventata in seguito un controverso spettacolo teatrale, un film e addirittura un modo di dire. È un’opera carica di satira sui costumi dell’Italia del dopoguerra e sulle dinamiche culturali della Capitale ed è ancora di enorme attualità.

giovedì 22 ottobre 2020

BRIANZA CLASSICA SABATO 24 OTTOBRE, A LESMO E ARCORE Posta in arrivo Brianza Classica



Brianza Classica la rassegna musicale dell’Associazione Early Music Italia diretta dal Maestro Giorgio Matteoli che coinvolge i Comuni delle Province di Monza e Brianza e di Lecco, torna con due nuovi appuntamenti sabato 24 ottobre, nel pomeriggio a Lesmo e in serata ad Arcore.

Il primo appuntamento è alle 17:30 nella splendida cornice dell’ottocentesca Villa Mattioli a Lesmo, dove il Duo Syrinx si esibirà nel concerto Americhe & Movies. Il duo, formatosi nel 2006 in Liguria, è composto dal flautista Michele Menardi Noguera e dal clarinettista Luca Sciri. Durante l’esibizione i due musicisti verranno affiancati dai dischi armonici suonati da Francesco Tedesco. Il concerto si articola in due momenti: il primo in cui vengono esplorati brani originali del Novecento, dagli americani Heitor Villa-Lobos e Robert Muczynski ad alcuni brani degli stessi Michele Menardi Noguera e Francesco Tedesco; la seconda parte è dedicata alle colonne sonore riarrangiate per questo particolare tipo di formazione musicale.

La giornata prosegue all’Auditorium Don Oldani di Arcore, alle 20:30, con il concerto Eterno femminile: donne in musica, un’occasione per scoprire una produzione artistica che, nel corso del tempo, è stata considerata minore, non tanto per la qualità della produzione stessa, quanto per la quantità. Nella storia della musica, spesso i compositori sono uomini e le figure femminili di riferimento sono rare e, solitamente, afferiscono all’olimpo delle esecutrici. Questo per diverse e numerose cause tra cui, in primis, le abitudini sociali che offrivano una resistenza importante all’istruzione ed emancipazione femminile. Il concerto propone brani di alcune delle donne compositrici più importanti degli ultimi due secoli: Clara Schumann, Gilda Ruta, Elsa Olivieri Sangiacomo Respighi e Cecile L.S. Chaminade, in omaggio a stili compositivi diversi influenzati anche dalle appartenenze geografiche delle compositrici. In ultimo il concerto sarà chiuso da due liriche di Francesco Paolo Tosti, non in contrapposizione con le opere femminili precedentemente presentate, ma in giustapposizione: un omaggio alla figura femminile in musica a tutto tondo che, da compositrice, diventa musa ispiratrice di un immaginario poetico e romantico tipicamente italiano. A omaggiare queste compositrici sarà il soprano Annalisa Pellegrini, specializzata in musica antica e musica sacra, tra le prime donne a esibirsi come solista per eventi ufficiali in Città del Vaticano. Ad accompagnare la voce del Soprano, la pianista coreana Yun Woo Oh.

MTM Teatro Litta - IL VENDITORE DI SIGARI



Il venditore di sigari, un testo importante di Amos Kamil in scena da dieci anni, ha raccolto un grandissimo successo di pubblico e critica, sarà al Teatro Litta di Milano dal 27 ottobre al 1 novembre 2021.

Il VENDITORE DI SIGARI

di Amos Kamil

traduzione di Flavia Tolnay con la collaborazione di Alberto Oliva

con Gaetano Callegaro e Paolo Cosenza

regia Alberto Oliva

scene e costumi Francesca Pedrotti - realizzazione scenografica Ahmad Shalabi

disegno luci Fulvio Melli – direzione di Produzione Elisa MondadoriLa questione ebraica dopo la Shoah è protagonista di uno testo scomodo ma indispensabile come quello uscito nel 2010 e portato con coraggio in scena dal regista Alberto Oliva e interpretato in maniera carnale e commovente da Gaetano Callegaro (Herr Gruber, il negoziante) e Paolo Cosenza (Doktor Reiter, il cliente).

Berlino 1947, ore sei e trenta. Nella Germania appena uscita dalla guerra, tutte le mattine alla stessa ora, due uomini si incontrano: un professore ebreo che vuole partire per fondare lo Stato di Israele e il proprietario di una tabaccheria, dall’aspetto tipicamente tedesco. Sono sopravvissuti alla tragedia che ha appena sconvolto e quasi annientato un popolo intero. Si attaccano, si rinfacciano colpe reciproche e recriminano sui torti subiti, fino a scoprire dolorosamente quanto gli obblighi della Storia possano condizionare il modo di agire dei singoli individui, quando, completamente soli, devono affrontare il proprio destino. Si gioca una partita in cui è impossibile giudicare vincitori e vinti, perché vittime e carnefici camminano su un piano sempre in bilico.

Nascere tedesco nel 1920 significava essere condannato a diventare un carnefice. Nascere ebreo nello stesso anno era la condanna ad essere una vittima. In entrambi i casi, la ribellione a questo destino poteva costare molto cara. A quali compromessi un essere umano, da solo, è disposto a scendere quando si trova sull’orlo dell’abisso? Lo spettacolo, partendo dalla questione ebraica in un momento cruciale della sua evoluzione, parla a tutti, perché tutti prima o poi siamo chiamati a fare i conti con la nostra identità e a scegliere i tempi e i modi della nostra partecipazione sociale.


Note di regia

Suscita una strana emozione ritornare a lavorare su questo spettacolo, in scena ormai da dieci anni, e riscoprirne la straordinaria attualità nell’Italia di oggi, così simile e così diversa nel breve volgere di pochi anni.

Sentendo risuonare nuovamente le parole di Amos Kamil, mi rendo conto di quanto sia diventato importante il tema dell’odio che scaturisce dal pregiudizio. Il fenomeno degli “haters” si è sviluppato a dismisura in questi ultimi anni e, senza averlo voluto quando ha fatto il suo primo debutto, Il venditore di sigari mette a tema proprio questo, focalizzando l’attenzione su un uomo che sceglie un bersaglio tanto preciso quanto pretestuoso per dare sfogo a tutta la sua frustrazione e rabbia. Credo che affrontare di nuovo il testo da questo inedito punto di vista possa dargli ancora più valore, ben aldilà della questione ebraica negli anni successivi alla sconfitta nazista, rimane un tema che merita di essere sempre ricordato e analizzato.

L’odio non è una faccenda delle persone ignoranti, come oggi si tende a pensare per stigmatizzare e circoscrivere il fenomeno che imperversa sui social network e copre di fango quasi tutti i personaggi che emergono dall’anonimato, facendoli bersaglio di insulti spesso gratuiti e pesantissimi. Nel testo di Amos Kamil l’odio è prerogativa di un professore di grandissima cultura. Questo forse ci aiuta a capire che a suscitare questo tipo di accanimento sociale sono motivazioni antropologiche e tanta sofferenza. Perciò l’antidoto non sta nel moralismo, ma nella capacità di ascoltare l’altro ed entrare veramente in dialogo superando le barriere del pregiudizio.

“(…) il sentimento che si staglia netto in questa messa in scena, curata con attenzione dal giovane Alberto Oliva, è quello dell’impossibilità di riuscire a vivere per chi è sopravvissuto qualunque sia stata la sua storia. Con bravura e intelligenza Francesco Paolo Cosenza affronta il suo Gruber dandogli toni di segreta sofferenza per un indicibile che deve essere detto. Di fronte a lui il Doktor di Gaetano Callegaro che sceglie nella politica il futuro. (…)”

Magda Poli, Corriere della Sera, 19/05/2010

“Il fumo del sigaro produce spesse e compatte volute nebbiose dove perdersi, dove nascondersi. Nel fumo si possono celare le reali intenzioni, il passato non così esplicito e lampante, le convinzioni vacillanti. È una partita a scacchi quella che si gioca, furiosamente e dialetticamente, all’interno di questo negozio (ricorda quelli descritti da Philip Roth per rimanere in tema ebraico) tra ‘Il venditore di sigari’ e un compratore, il cliente abituale e abitudinario. Potrebbero essere le due figure losche tratteggiate da Koltès in “Nella solitudine dei campi di cotone” anche se qui manca la pericolosità e l’erotismo ma vive e pulsa la macchinazione e l’artificio come la menzogna. (…) I due, divisi dalla fiammella che ricorda le vittime, e separati dalla coltre di fumo che ingloba le loro coscienze, sono due facce della stessa medaglia, racchiusi in questo sogno-incubo, in questa gabbia mentale che non li lascia sereni e non li abbandona nemmeno adesso che la Guerra è finita. Ma la guerra, dentro di loro, infuria più forte di prima, perché i sensi di colpa galoppano, perché, a differenza dei loro conoscenti e familiari, si sono salvati.”

Tommaso Chimenti, recensito.net, 28/01/2019

Bio Alberto Oliva

Classe 1984, si laurea in Scienze dei Beni Culturali all’Università Statale di Milano, si diploma alla Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi nel 2009, realizza diversi spettacoli da regista, fra cui Il venditore di sigari (Teatro Litta, Milano), Le Baccanti di Euripide (Teatro Astra, Torino), La danza della morte e Il Padre di Strindberg (Teatro Out Off, Milano), Il Ventaglio di Goldoni, Il Mercante di Venezia di Shakespeare ed Enrico IV di Pirandello (Contato del Canavese di Ivrea). Nel 2012 vince il Premio Internazionale Luigi Pirandello come regista emergente. Nel settembre 2017 inaugura la Biennale di Venezia sezione Musica con la regia dell'opera Inori di Stockhausen con L'orchestra di Padova e dl Veneto diretta dal Maestro Marco Angius. Cura le regie liriche della stagione del Teatro Verdi di Busseto in collaborazione con l'Accademia Adads di Piacenza. Ha fondato la compagnia I Demoni con Mino Manni nel 2011, con cui ha realizzato i sei spettacoli del progetto Prospettiva Dostoevskij e altri spettacoli andati in scena anche a MTM con successo come Il Fu Mattia Pascal, presentato nel 2019 e nel 2020. A settembre 2020 ha pubblicato il libro “Il teatro ai tempi della peste” con Jaca Book.

INFORMAZIONI

MTM Teatro Litta

Corso Magenta, 24

da martedì a sabato ore 19:30 – domenica ore 16:30
durata: 80 minuti


Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it/02-86454545
Scarica l’App di MTM Teatro e acquista con un clic

Valido per Invito a teatro

Biglietti: Intero € 25,00 – Ridotto Convenzioni € 20,00 – Ridotto Arcobaleno (per chi porta in cassa un oggetto arcobaleno) € 20,00 – Ridotto Over65/Under30 € 15,00 – Scuole di teatro e Università € 15,00 – Ridotto DVA € 12,50 Scuole MTM, Paolo Grassi e Piccolo Teatro € 10,00 – Tagliando Esselunga Rosso – Diritto di prevendita € 1,80



mercoledì 21 ottobre 2020

PUBBLIREDAZIONALE: ATTENZIONE! SERALE ANTICIPATO ALLE 20.00, AUB COMPAGNIA ITALIANA DI BALLETTO DI NUOVO SUL PALCO DELL’ECOTEATRO




AGGIORNAMENTO: CAUSA "COPRIFUOCO" GLI SPETTACOLI SERALI SONO ANTICIPATI ALLE 20 E NON PIU' ALLE 20.45!

 

LA COMPAGNIA DELL’ACCADEMIA UCRAINA DI BALLETTO (AUB COMPAGNIA ITALIANA DI BALLETTO) DI NUOVO SUL PALCO DELL’ECOTEATRO

Con il sostegno di C.L.A.P.Spettacolodalvivo e del MiBACT

CLAPS COMPLETO SCRITTE LATERALI                        LogoMiBACT2013


Si rinnova quest’anno la collaborazione tra la compagnia degli allievi dell’Accademia Ucraina di Balletto e l’EcoTeatro di Milano, nella comune vocazione volta al sostegno degli aspetti legati alla ecosostenibilità.

Quest’anno, dopo lo stop forzato del lockdown, il ritorno sul palco della sala rinnovata di via Fezzan rappresenta quindi un momento ancora più significativo poiché, oltre alla realizzazione di spettacoli che adottano criteri per ridurre l'impatto ambientale, l’intento è quello di ridare all’arte e alla cultura la sua giusta dimensione nel rispetto delle norme di sicurezza per la salute di tutti.

Gli spettacoli sono prodotti in co-realizzazione tra A.U.B. Compagnia Italiana di Balletto e Cooperativa Muse Solidali (ente gestore EcoTeatro).

Aggiornamento: "Siamo Musica” - Emiliano Toso experience 432hz al Teatro Manzoni di Milano rimandato in primavera

 

ATTENZIONE: LA SERATA CON EMILIANO TOSO AL MANZONI DI MILANO RIMANDATO A NUOVA DATA.

PRESTO, SAREMO IN GRADO DI COMUNICARLA.

Il 9 novembre, al Teatro Manzoni di Milano, andrà in scena "Siamo Musica” - Emiliano Toso experience 432hz, rimandato a questa data dopo la chiusura delle sale per il confinamento.

La serata non è un semplice concerto, ma si tratta di un’esperienza immersiva in cui Emiliano Toso, biologo compositore, con il suo pianoforte accordato a 432hz, farà risuonare nel pubblico antiche e innate emozioni, e rivelerà i segreti più intimi della sua trasformazione creativa, delle sue composizioni e degli straordinari riscontri che sta avendo a livello internazionale.

In questa meravigliosa ed elettrizzante avventura, Emiliano ha deciso di sperimentare un nuovo ed unico format: sarà una data UNICA in Italia, in un luogo prestigioso che ha fatto la storia del teatro e della città di Milano, il Teatro Manzoni.

In questo viaggio, Emialo Toso non sarà solo: in scena, sarà accompagnato dalla danzatrice Beatrice Carbone, ballerina solista della Scala, che tradurrà in danza le composizioni di Translational Music e da

Daniel Lumera, riferimento internazionale nel campo della meditazione, che darà modo di esplorare la musica attraverso un momento esperienziale di grande impatto.

Tutto questo arricchito dal violoncello di Lorena Borsetti.

40 artisti simbolo della scena italiana contemporanea in LITURA

 

Oltre 40 artisti simbolo della scena italiana contemporanea parteciperanno a LITURA, maratona streaming prevista il 1 novembre alle ore 18:00 sulle pagine facebook di Theatron 2.0, L’Ultimo nastro di Krapp e degli altri partner del progetto.


Durante il primo studio del progetto LITURA, realizzato nel periodo del lockdown, una camera ha ripreso in diretta streaming lo spazio rimasto vuoto del teatro dell’ex Asilo Filangieri di Napoli. Un contatore, preposto a misurare il tempo di quell’assenza, ha interrotto il proprio conteggio dopo 85 giorni, 7 ore, 54 minuti e 17 secondi. Una figura umana è lentamente entrata nell’inquadratura per riappropriarsi dello spazio: l’Asilo ha riaperto le porte ai lavoratori, la diretta è terminata. Al momento di voltarsi, tuttavia, questa figura umana ha rivelato un’anomalia: il volto appariva cancellato e sostituito da uno specchio circolare. Forse non tutto è rimasto come prima.

martedì 20 ottobre 2020

Una poltrona per sostenere il teatro da Tonin e Atir


Tonin Casa, un’azienda di Padova che da 45 anni crea mobili e arredi dal design rigorosamente Made in Italy, ha debuttato alla 77ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia con un’iniziativa che ha lasciato il segno, anzi, proprio la firma!

Tonin Casa ha accolto le star sulla poltroncina Mivida, modello iconico di una produzione che coniuga sapienti radici artigianali al moderno più originale, estetica e funzionalità. E originale è l’idea di chiedere agli attori presenti alla kermesse di autografare l’oggetto su cui si sono accomodati: Alessandro Gassmann, Alessandro Preziosi, Andrea Damante, Annabelle Belmondo, Barbara Bobulova, Linda Caridi, Cecilia Rodriguez, Maggie Civantos, Claire Grieve, Claudia Gerini, Damiano e Fabio D’Innocenzo, Francesco Di Leva, Diodato, Edoardo Leo, Angela Finocchiaro, Francesco Pannofino, Frank Chamizo Marquez, Fotinì Peluso, Giorgia Surina, Ignazio Moser, Luca Tommassini, Ludovica Martino, Luka Zunic, Lunetta Savino, Marco D’Amore, Matt Dillon, Ricky Memphis, Monica Guerritore, Massimo Popolizio, Roberta Giarrusso, Rocio Munoz Morales, Shayna Taylor, Stella Manente, Lambert Wilson e Alessandro Siani.

lunedì 19 ottobre 2020

Festival dello Spettatore: lo spettatore digitale


Si aprirà giovedì 22 ottobre la quinta edizione del Festival dello Spettatore, ideato e promosso dalla Rete Teatrale Aretina organizzato con il sostegno e il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, della Regione Toscana e del Comune di Arezzo, con il contributo di Fondazione CR Firenze nell’ambito del bando “Nuovi Pubblici” e in collaborazione con, tra gli altri, Fondazione Guido D’Arezzo, Fondazione Toscana Spettacolo Onlus, Unicoop Firenze, RAT Residenze Artistiche della Toscana, Murmuris, Progetto BUGS, Il Sonar. 

Il Festival, appuntamento unico nel panorama nazionale la cui caratteristica principale è quella di focalizzare la propria attenzione sul pubblico, sarà centrato quest’anno su Lo spettatore digitale.

venerdì 16 ottobre 2020

ANTEPRIMA: in arrivo Il Fumantropo, qui le info

 

In questo periodo di crisi, un nuovo spettacolo in arrivo.

Debutto il 24 e 25 ottobre al Teatro Villoresi di Monza.

Regia, Maurizio Colombi. In scena Paolo Barillari e una band dal vivo.

Presto, altre info, in anteprima.

ONE SHOT Live Talent Show di Luca d'Ottavio



Ricevo e segnalo:

Cos'è ONE SHOT?
La risposta è semplice.
✨ One Shot ✨ è un nuovo talent show aperto a chiunque abbia un talento!
✨È un'opportunità per credere nei propri sogni e entrare nel mondo dello spettacolo! ✨
🧨 10 concorrenti si esibiranno live il prossimo 29 ottobre alla Maison Milano.
🧨 4 giudici selezioneranno i migliori che passeranno alla serata finale in programma a dicembre.
💣 Il talento migliore vincerà la prima edizione di ONE SHOT ed entrerà nel mondo dello spettacolo con un vero contratto di lavoro!
👉🏼 Non perdere la prossima serata live alla @maisonmilano giovedì 29 ottobre.

Teatro Menotti: ecco il Premio Scintille


Al Teatro Menotti venerdì 16 e sabato 17 ottobre arriva il Premio Scintille, che vedrà otto giovani compagnie selezionate a livello nazionale sfidarsi sul palco in due serate, a partire dalle 19, a ingresso libero previo ritiro contromarca gratuita alla biglietteria del teatro. Il concorso, giunto alla undicesima edizione, è promosso e realizzato dal Festival Asti Teatro in collaborazione con Tieffe Teatro Milano e la Fondazione Piemonte dal Vivo. Le compagnie saranno giudicate da una giuria tecnica e dalla giuria popolare formata dal pubblico presente in sala. Le otto compagnie presenteranno un assaggio di 20 minuti del proprio spettacolo, e il progetto vincitore, scelto dal pubblico e da una giuria di operatori teatrali, riceverà un contributo economico di 8 mila euro e la possibilità di rappresentare lo spettacolo finito nelle stagioni teatrali 2020/2021 di Asti e del Teatro Menotti di Milano.

Teatro Carcano Milano: cartellone Stagione 2020 - 2021 e il primo spettacolo


In attesa di conoscere le disposizioni sulle capienze dei teatri, ecco le informazioni sulla Stagione 2020 - 2021 del Teatro Carcano di Milano e sul primo spettacolo in calendario, RAFFAELLO di e con Vittorio Sgarbi (3 - 8 novembre 2020).

La programmazione degli spettacoli e ogni altra informazione contenuta nei materiali allegati potranno subire variazioni/cancellazioni in corso d’opera.

giovedì 15 ottobre 2020

Brianza Classica, al Salone dell'Oratorio di Civate, il concerto Tango sin antes ni después






Domenica 18 ottobre, un nuovo appuntamento di Brianza Classica, a Civate, alle 17 presso il Salone dell’Oratorio (ingresso da Piazza della Chiesa). Protagonista della scena il Duo Maclé composto dalle pianiste Sabrina Dente e Annamaria Garibaldi che propongono al pubblico un affascinante repertorio dedicato al tango e ai brani di Astor Piazzolla: Adiós nonino, La muerte del Angel, Introduccion al Angel, Escualo, Oblivion, Fracanapa, Fuga y misterio, Tres minutos con la realidad, fino a Libertango. Un vero e proprio viaggio attraverso il tango che non è solo danza e sensualità ma identità.

RADAR, il programma per gli artisti emergenti di Spotify arriva in Italia

 

Spotify, la piattaforma di streaming audio più popolare al mondo, lancia oggi Radar Italia, un programma per supportare i talenti emergenti nel nostro paese, sfruttando la sua rilevanza e il suo impatto culturale. Radar Italia fa parte di RADAR, il programma globale di Spotify dedicato agli artisti emergenti che è stato lanciato in più di 50 paesi in cui la piattaforma è disponibile.

In Italia, il progetto inizia con il coinvolgimento di dodici artisti: Mara Sattei, Speranza, ARIETE, Rondodasosa, CARA, Il Tre, BLANCO, ISIDE, Radical, Venerus, Bautista, boyrebecca.
Nell’effettuare la selezione, il team di Spotify ha combinato considerazioni editoriali con un’ampia analisi dei dati degli ascolti sulla piattaforma, tenendo conto del potenziale di questi giovani talenti di raggiungere un pubblico più ampio. Questa selezione include vari generi musicali, dal rap, al pop, passando per l’indie e il reggaeton, riflettendo la variegata cultura musicale che si è affermata nel nostro paese.

Teatro Martinitt: minirassegna di cinema e teatro firmata da Emanuele Salce sul padre Luciano e Vittorio Gasmann


La nuova programmazione –che da quest’anno sposta le prime al venerdì sera- si apre con una minirassegna a firma di Emanuele Salce, figlio di Luciano Salce ma cresciuto da Vittorio Gassman, con cui si risposò la madre. 

Il 15 ottobre la proiezione gratuita (solo su prenotazione) di due docu-film -rispettivamente sulla vita e la morte delle due figure protagoniste nella vita di Salce junior, ma anche nel Novecento cinematografico italiano- propedeutici alla commedia MUMBLE MUMBLE, OVVERO CONFESSIONI DI UN ORFANO D’ARTE, che debutta invece il 16 e resta in scena fino al 1° novembre. Tornano, più agognate che mai, le risate al Martinitt. Dopo un’estate d’intrattenimento all’Arena Milano Est, dal 16 ottobre il tempio milanese della comicità propone una nuova stagione indoor, particolarmente “terapeutica” ai tempi cupi del Covid.

mercoledì 14 ottobre 2020

PICCOLO TEATRO DI MILANO, fino al 18 ottobre Tu es libre


Ancora in scena, fino al 18 ottobre, al PICCOLO TEATRO DI MILANO, TU ES LIBRE di Francesca Garolla, regia di Renzo Martinelli con Viola Graziosi, Paolo Lorimer, Maria Caggianelli, Francesca Garolla.

Una giovane donna francese parte per la Siria, unendosi a gruppi di combattenti. Una scelta che destabilizza la vita di chi rimane in patria, i genitori, un innamorato, un’amica: tutti cercano di capire cosa ha spinto la ragazza a una decisione così lontana dall’etica e dalla morale occidentali. 

“Si possono chiudere i Teatri?": il Teatro reagisce all'affermazione di Piero Sansonetti


Sdegno da ieri sui social per l'affermazione di Piero Sansonetti su Rete 4: “Se chiudiamo tutti i Teatri d’Italia non succede niente, non hanno certo questo business…”. 

Da Saverio Marconi a tanti artisti, si sta rimpallando il video di pochi secondi con la ripresa della frase che ha mosso gli animi del mondo dello spettacolo dal vivo, duramente provato non solodal covid, ma anche dalle decisioni dei politici.

Ora, arriva la risposta anche di Massimo Romeo Piparo, portavoce di ATIP (Associazione Teatri Italiani Privati:
 

HALLOWEEN ART NIGHT : Teatro degli Arcimboldi, 31 ottobre


Quale miglior occasione per visitare “Claude Monet – The Immersive Experience” e “UNKNOWN Street Art Exhibition” e vivere la festa di Halloween all’insegna dell’arte e della bellezza? 

Il Teatro degli Arcimboldi si prepara a proporre al proprio pubblico una serata speciale con un’apertura straordinaria delle mostre fino a mezzanotte che consentirà al pubblico di godere in totale relax un affascinante viaggio nell’arte fra le luci e i colori della mostra multimediale dedicata al maestro dell’impressionismo e la provocazione della mostra che raccoglie alcune tra le principali opere di Banksy, il più importante e controverso esponente dell’arte di strada. 

Ovviamente saranno attive tutte le precauzioni per vivere un'esperienza emozionale unica, in totale sicurezza, abbracciando l'arte con mascherina e distanziamento di sicurezza. 

Un viaggio sensoriale che proseguirà nel bar del foyer con l’Aperitivo in Mostra che, solo per la notte di Halloween si prolungherà fino alle 24.00 proponendo ai visitatori divertenti e deliziosi cocktail in tema horror: Spider drink, Chupito e Cervello, Zombie Drink, Black Mojito accompagnati da gustose proposte culinarie come Halloween Snack, Meneghino Incapucciato, Tortilla insaguinata e Nachos con Bloody Sauce.

martedì 13 ottobre 2020

Cerimonia Diplomi 2020 STM alla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli: le foto


 
Sabato 10 ottobre, con una cerimonia alla presenza delle autorità e delle istituzioni, sono stati consegnati quindici Diplomi Accademici di I livello in Recitazione ai primi “laureati in musical” della STM – Scuola del Teatro Musicale. Dopo il percorso di studi durato 3 anni, i diplomati della Scuola sono i primi a ricevere una “laurea in musical” proprio grazie all’autorizzazione al rilascio del Diploma Accademico, equivalente alla Laurea Triennale, che l’Istituzione ha ottenuto dal Ministero dell’Università e della Ricerca dopo soli 7 anni dalla fondazione nel 2013.

FOTO DELLA CERIMONIA: credito foto di Giovanna Marino

LA FUGA DELLE VOCI concerto di musical com le star italiane FILIPPO STROCCHI E VERONICA APPEDDU, LAURA PANZERI, GIANLUCA STICOTTI


Concerto davvero speciale quello che il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia propone giovedì 15 ottobre in prima nazionale: si ascolteranno quattro voci duttili e curate, lingue diverse, splendidi assolo, divertenti o romantici duetti… un florilegio di variazioni ispirate al mondo del musical, vibrante di energia e passione. 

Quell’energia e quella passione che - assieme al talento e alla dedizione - scorrono nelle vene di chi affronta gli entusiasmi e i sacrifici di una carriera nel mondo del teatro. I protagonisti de “La fuga delle voci” – Filippo Strocchi, assieme a Veronica Appeddu, Laura Panzeri, Gianluca Sticotti – sono proprio così: artisti dotatissimi, che hanno studiato, si sono formati sui palcoscenici italiani, vi hanno debuttato facendosi notare da operatori e pubblico, sono entrati nelle compagnie maggiori (dalla celebre Compagnia della Rancia alla potente Stage Entertainment)… e poi sono andati all’estero. Per misurarsi con i mitici teatri del West End o delle grandi città europee? Il motivo che li ha spinti è in parte questo, ma anche altre ragioni concorrono alla “fuga delle voci”.

Il mondo del musical, in particolare in Italia, è un mondo fragile, i cui destini sono troppo spesso “appesi” ad a investimenti economici incerti, a tutele quasi assenti, all’iniziativa di imprenditori privati… non è l’ambiente più adatto perché i talenti vi crescano in serenità. All’estero la situazione è migliore e chi ama questo genere, guarda le “nostre stelle” brillare nelle compagnie internazionali con un misto di orgoglio e nostalgia… Ecco il motivo del titolo, “La fuga delle voci”, che riporta quattro di queste stelle - intanto per una sera - al Politeama Rossetti. Veronica Appeddu è partita dalla Sardegna ma brilla a Berlino, nella “Danza dei Vampiri”, Laura Panzeri lavora con la Rancia ma poi passa in Germania dove canta in “Sister Act”, “Mamma Mia” ed è una deliziosa Jasmine in “Aladdin”. Gianluca Sticotti è stato un grande Lumière ne “La bella e la bestia” di Stage, ha lavorato tanto con la Rancia, poi in “Priscilla”, ma è rapito dai palcoscenici svizzeri (DJ Monty) e tedeschi dove sarà nel prestigioso “Tanz der Vampire” a Stoccarda in cui sarà impegnato anche Filippo Strocchi, nel ruolo affascinante di Krolock. Filippo Strocchi è l’anima e il motore di questo loro viaggio teatrale, che li porta ad attraversare confini, ma anche ricordi e un repertorio amato, con la guida di Davide Calabrese.

lunedì 12 ottobre 2020

Manuel Frattini: un anno fa, la scomparsa


Un anno: ricordo perfettamente come, quando e da chi sono stata avvisata.

"Manuel non c'è più".

A distanza di un anno, indimenticato, amato più che mai.

Tante le iniziative messe in atto e tante ne arriveranno.

Manchi Manuel, ancora di più in questo periodo di "fermata obbligatoria" (ma davvero è obbligatoria?) del teatro italiano.

Chissà cosa avresti detto. Chissà cosa avresti fatto.

Non ti si dimentica. Ciao, Manuel.

Sotto, alcune iniziative di oggi.

La cultura è un luogo sicuro: diamole una possibilità (e una petizione)


Due manifestazioni in pochi giorni sono state tra le piò ordinate e silenziose tra tutte le manifestazioni di piazza.

Il flashmob degli artisti davanti ai teatri il 7 ottobre, con performer del musical italiano allineati e silenziosi ed i bauli simmetrici davanti alla goticità e alle altezze del Duomo di Milano, ieri.

Il popolo dei guitti, quello che "ci fa tano divertire" è stato quello ridotto al silenzio ed è quello che ne silenzio cerca di farsi sentire.

Filippo Del Corno, musicista e, per inciso, Assessore alla Cultura del Comune di Milano, ha dichiarato ieri sulla sua pagina facebook:

"I luoghi e i lavori della cultura e dello spettacolo sono oggi i più sicuri e i più necessari. Sicuri perché lo dimostra l'evidenza statistica, necessari perché favoriscono quel riavvicinamento sociale così imprescindibile in un tempo di necessario distanziamento fisico. La manifestazione dei bauli ieri in piazza Duomo è stata rigorosa nel rispetto delle indicazioni medico sanitarie così come è rigoroso il rispetto dei protocolli nei processi di lavoro dello spettacolo dal vivo. Oggi questo mondo, questa manifestazione dovrebbero essere assunti dal Governo come il modello da imitare, per contenere il pericolo della diffusione epidemica".

Non basta? Certo che no.

MASTERS OF MUSICAL "ALADDIN "OTTOBRE CHIARA CATTANEO


Vi presento MASTERS OF MUSICAL, lo Stage che si terra' dal 26 al 30 Ottobre 2020. 

Gli orari sono dalle 15.00 alle 20.00.

audizionistage@gmail.com 

Le iscrizioni dovranno pervenire entro e non oltre il 24 Ottobre 2020. Telefono +39 329 53 46 966

Il Molinari Art Center di Roma e la MDM Academy di Milano presentano Masters of Musical un ambizioso e pionieristico progetto formativo rivolto ai professionisti del musical: un ciclo di 8 master class con docenti internazionali per preparare i performer, i cantanti e i ballerini italiani alle grandi audizioni europee di Stage Entertainment e Disney.

Masters of Musical nasce grazie al fortunato incontro tra l’esperienza decennale di Chiara Cattaneo, Casting Consultant di Stage Entertainment International e ò

Direttrice della MDM Academy, e la professionalita' di Giacomo Molinari con il Molinari Art Center.

domenica 11 ottobre 2020

MILANO PIAZZA DUOMO 10 OTTOBRE: IN 1300 ALLA MANIFESTAZIONE BAULI IN PIAZZA


Si è tenuta ieri pomeriggio in piazza Duomo a Milano la tanto attesa manifestazione dei lavoratori e rappresentanti delle imprese del settore e degli eventi che chiedono alle istituzioni di essere ascoltati.

Il movimento Bauli In Piazza ha radunato 1.300 persone tra lavoratori dello spettacolo e imprese del settore che in questo momento versano in grave difficoltà.

Cinquecento bauli neri, ben distanziati, altrettanti addetti ai lavori hanno alternato momenti di silenzio, ad applausi, al rumore delle mani che battevano sui loro flight case ed infine hanno compiuto una simbolica chiusura dei bauli vuoti per rimarcare la necessità di ricominciare a riempire i flight case con il proprio lavoro.

Al centro è stato inoltre posizionato un baule rosso in rappresentanza di tutti i colleghi che non ci sono più.

Ora per Bauli In Piazza inizia il lavoro di follow up di quanto accaduto sabato 10 ottobre a Milano.

Teatro Manzoni Milano: MODIFICA DATE AMORE MIO AIUTAMI


A causa dell’incertezza relativa al contenuto del nuovo DPCM in via di definizione in merito alla capienza delle sale teatrali, informo che lo spettacolo Amore mio aiutami con Corrado Tedeschi e Debora Caprioglio non andrà in scena dal 20 ottobre al 1 novembre, essendo stato prudenzialmente posticipato a fine stagione dal 25 maggio al 6 giugno.

giovedì 8 ottobre 2020

QUEENMANIA RHAPSODY al Teatro Manzoni 9-10 ottobre

 

Una favola quella di Freddie e dei Queen fatta rivivere dalla voce di Sonny Ensabella, frontman dei Queenmania, il tributo più acclamato in Europa alla band inglese. Uno spettacolo nello spettacolo dove video, musica e favola si intrecciano in un crescendo di emozioni, dagli esordi ad A Night at the Opera, dal Live Aid a Wembley.

Brianza Sacra: "In alternatim", con il soprano Cecilia Iannandrea e l'organista Giacomo Benedetti

Torna l’appuntamento con Brianza Sacra, la rassegna musicale dell’Associazione Early Music Italia diretta dal Maestro Giorgio Matteoli e dedicata al repertorio sacro e alla musica antica, nei più suggestivi luoghi di culto della Brianza monzese. Sabato 10 ottobre appuntamento all’Abbazia di San Benedetto di Seregno, alle 20:30, con il concerto In Alternatim eseguito da Cecilia Iannandrea, soprano e organista titolare e maestro di cappella presso la Basilica di Santa Maria Novella a Firenze, e l’organista Giacomo Benedetti. 

mercoledì 7 ottobre 2020

OPENING RIGHTS (Il Diritto all’apertura): il video davanti al Teatro ARCIMBOLDI, 7 ottovre 2020, ore 21.00

 



Agghiacciante.

Artisti in bianco (maglietta) su sfondo nero.

Ma non si trattava della classica "scatola nera" teatrale: eravamo tutti "fuori" dai teatri, artisti, staff e pubblico.

Il nero era quello della notte, su un portone di teatro chiuso, a Milano. Niente red carpet.

Al Teatro Arcimboldi, Nuovo e Nazionale. Anzi, davanti.

Un gruppo di artisti del MUSICAL ITALIANO, si sono "esibiti" in silenzio. 

Con la maschera, ma non quella della tragedia o della commedia.

Distanziati, ma non divisi da un golfo mistico.

Giù da un palco.

Ed il pubblico, sullo stesso piano, in silenzio ha seguito, in quel religioso silenzio che dovrebbe accompagnare ogni esibizione: dentro ai teatri.

Non ho altro da aggiungere, Vostro Onore. E con "Vostro Onore", intendo la politica, il teatro, il pubblico, la cultura.

Io c'ero, davanti agli Arcimboldi e ci sarò finché posso, per sostenere quello che fino adesso è stata una linfa di vita, oltre che il mio lavoro di giornalista e press office. E, chiaramente, non solo il mio.

Leggete il senso di tutto questo, nella prossima pagina.

Condividete questo articolo o il video con i tag #openingrights #thisismyopeningrights