giovedì 16 maggio 2013

Mamma…che Voce: ecco i risultati


Pieno successo domenica 12 maggio, alle ore 15.00, nel giorno della Festa della Mamma, per la finale della prima edizione del Concorso canoro per non professionisti Mamma…che Voce, svoltasi al Comedia Club di via Albert Einstein 1 a Limbiate, all’interno del Parco delle Groane.

Nella sala da 200 posti, completamente esaurita in ogni ordine di posti, si sono esibiti i 29 finalisti, 13 per la Categoria Junior (dai 9 ai 14 anni) e 16 per la Categoria Senior (a partire dai 15 anni), che, davanti ad una Giuria Tecnica di dieci professionisti del settore musicale presieduta dalla cantautrice e rocker varesina Laura Bono, madrina della manifestazione, hanno interpretato, su base musicale, una cover di un brano già edito. 

Oltre a Laura Bono, presto in uscita con il suo quarto album, facevano parte della Giuria anche Giorgia Alissandri, Giorgio Almasio, Simone De Rose, Francesco Di Rienzo, Irene Di Vilio, Simon James, Antonella Matarazzo, Franco Nava e Michele Pittoni. Nel corso della finale, presentata dai performer Marcella Di Marzo e Tiziano Edini, Laura Bono si è esibita cantando dal vivo “Non credo nei miracoli”, il brano con cui vinse la Sezione Giovani al Festival di Sanremo nel 2005 e con cui si è fatta conoscere e apprezzare dal grande pubblico.

Al termine della gara, la Giuria ha decretato la classifica.

I primi tre premi di ciascuna Sezione sono consistiti in un trofeo raffigurante una mamma che alza verso il cielo un grande cuore, quello del proprio figlio, e in viaggi premio (smartbox week-end). Per la Sezione Junior il Primo Premio è stato assegnato a Dennis Cristiano di Muggiò con Via le mani dagli occhi dei Negramaro, il Secondo Premio a Michelle Manico di Lissone con Un amore così grande di Claudio Villa-Mario Del Monaco, e il Terzo Premio ad Alessia Bertonasco di Busnago con Mercy di Duffy. Per la Sezione Senior invece il Primo Premio è stato assegnato ad Irene Locci di Lumezzane (Bs) con Feeling Good di Nina Simone, il Secondo Premio a Manuela Lubrano-Lavadera di Biella con Don’t Rain On My Parade di Barbra Streisand e il Terzo Premio a Ivan Torchiani di Bresso con Somebody To Love dei Queen. Sono stati assegnati anche il Premio della Critica “Atelier del Canto” ad Emanuele Fornaro di Cesano Maderno (Mb) con I giardini di marzo di Lucio Battisti e il Premio Feeling, votato esclusivamente dal pubblico in sala, ad Alessandro Cioko di Monza con Portami a ballare di Luca Barbarossa. A tutti i finalisti è stata consegnata sul palco una Rosa argentata, simbolo della manifestazione.


“Quello che state facendo oggi”, ha commentato dal palco la cantautrice e rocker Laura Bono rivolta ai finalisti in gara, “è la cosa migliore. Mettersi davanti a una giuria e ad un pubblico è il modo per essere sempre in gioco. Io ho fatto tantissimi concorsi, molti ne ho persi e qualcuno l’ho anche vinto, ma l’importante è stata l’esperienza che ne ho ricevuto. E il mio produttore da 13 anni, Mario Natale, l’ho incontrato proprio ad un concorso ed è stata la mia fortuna. Mi ha vista, mi ha scoperta artisticamente e da lì si sono sviluppate tante belle soddisfazioni professionali”.

Il Concorso Mamma…che Voce è stato organizzato da The Roses’ Events che opera nel settore dello spettacolo e della comunicazione realizzando eventi e manifestazioni culturali e musicali. All’attivo The Roses’ Events vanta già la creazione e realizzazione di due concorsi canori di successo, le edizioni 2011 e 2012 del CantaMascagni a Senago (MI) e il Festival delle Groane del 2012 a Limbiate (MB) che ha visto la partecipazione della celebre performer Giulia Ottonello quale Madrina della finalissima.

Tutte le esibizioni dei concorrenti alle qualificazioni e alla finale di Mamma…che Voce sono state videoregistrate in HD e riversate sul canale ConcorsoMammaCheVoce di YouTube. Mamma…che Voce è presente anche su Facebook alla pagina The Roses’ Events.
-->





Nessun commento:

Posta un commento