martedì 17 marzo 2015

Amalfi Musical: si riprende dal 4 aprile


Ecco tutte le info, appena arrivate, riguardo il prossimo inizio della quarta stagione di AMALFI MUSICAL.

"Anche quest'anno e per la quarta stagione consecutiva, AMALFI MUSICAL sarà in scena ad appassionare gli spettatori di tutto il mondo, con un allestimento e degli arrangiamenti tutti nuovi di zecca.

Nato come uno dei pochi progetti di musical stanziale in Italia, lo spettacolo vanta all'attivo già più di 200 repliche e decine di migliaia di spettatori entusiastici provenienti da tutto il mondo. Grazie infatti ai sovratitoli in cinque lingue straniere l'evolversi della scena è facilmente fruibile anche dagli ospiti del nostro Paese, che sempre più organizzano i loro viaggi in Italia anche in funzione di una visita alla splendida Costiera Amalfitana e ad AMALFI MUSICAL.



Lo spettacolo scritto e musicato da Ario Avecone statisticamente si rivolge per il 60% ad un pubblico straniero, per lo più anglosassone, e per il restante 40% a spettatori italiani. La cosa risulta molto interessante in quanto proprio il pubblico inglese, australiano e americano è storicamente affine ed esperto di musical. Fino ad ora gli stranieri hanno sempre preferito scegliere in Italia un intrattenimento caratteristico del nostro paese o addirittura di una regione specifica: la lirica nei grandi teatri, rappresentazioni folcloristiche, sagre popolari e così via.


Con AMALFI MUSICAL questa tendenza si è invertita. Lo spettacolo infatti narra si di vicende storiche legate al nostro territorio e alla nostra cultura (la nascita della Prima Repubblica Marinara di Amalfi nell'839 d.C.), ma si pone come un racconto fuori dal tempo e dalla location, con musiche e arrangiamenti vicini allo stile da musical internazionale.

Quello che colpisce davvero gli spettatori, verificabile con una semplice indagine sul sito di turismo TripAdvisor dove AMALFI MUSICAL eccelle con il 98% di recensioni positive contro il 93% del Fantasma dell'Opera o il 91% di Billy Elliot a Londra, è il connubio tra la tipologia di spettacolo a cui assistono e la bellezza delle melodie proposte.


"Con Amalfi Musical abbiamo creato un nuovo modo di fare spettacolo. Sono un grande appassionato di musical ma da un po' di anni a teatro spesso mi annoio." - ci dice l'autore Ario Avecone - "Anche a Londra e New York sembra quasi che le produzioni stiano copiandosi l'una con l'altra. Non c'è più ricerca e nemmeno volontà di rischiare. Personalmente in Italia sono anni che non vedo novità. Da questa valutazione personale è nata l'idea del Musical Immersivo.

La gente è sempre più abituata a tempi rapidi, regie cinematografiche senza respiro e montaggi in stile videoclip. Come fare per coinvolgerli in una storia a teatro? Semplice, lasciamo a loro stessi la possibilità di fare la regia dello spettacolo, trasformiamo la normale visione piatta del teatro in un qualcosa di realmente tridimensionale, immergendo gli spettatori nella scena, come se vivessero un'esperienza nel bel mezzo di un film hollywoodiano. E direi che il progetto ha funzionato. Entrare in Amalfi Musical è come entrare in un tunnel del tempo, dove è possibile vivere davvero toccando con mano le emozioni degli attori. Quale spettacolo ci da la possibilità di sentire davvero la voce, il respiro, il sudore degli interpreti? In questo di sicuro ci aiuta la location e il numero ridotto di posti disponibili. Ma l'incantesimo funziona solo se tutti questi fattori vengono seguiti alla perfezione".


L'Arsenale della Repubblica infatti dona allo spettacolo una scenografia a 360 gradi incredibile e irripetibile in un normale teatro. Si tratta di una struttura ad archi in pietra viva dell'anno mille perfettamente conservata e unica nel suo genere in tutto il Mediterraneo. Grazie al disegno luci di Alessandro Caso, le pietre sembrano vivere e trasformarsi nelle varie scene dello spettacolo, senza la necessità di grandi e complessi effetti speciali, ma lasciando all'immaginazione dello spettatore la libertà di viaggiare nel medioevo e nelle cupe ambientazioni del tempo. "Forse è anche questo che manca al teatro di oggi" - aggiunge l'autore - "Per sorridere, piangere o emozionarsi, non servono grandi effetti speciali. Serve il modo, la strada per toccare i cuori e lasciare che la fantasia poi faccia il resto".


Nel cast oltre allo stesso Avecone, spiccano i nomi di Susanna Giordano, cantante jazz di successo con già due lavori discografici all'attivo, e tanti giovani e bravi interpreti: Angelo Sepe, Nuccia Paolillo, Enzo Oddo, Carmine Granato, Bruno Barone, Antonio Del Pizzo, Pietro D'Urzo, Emmanuele Criscuolo, Valentina Ginestous, Laura Pagliara, Rossella Califano. Lo spettacolo è prodotto da Sipario di Luce Stageproductions e dal Comune di Amalfi.


Sarà in scena ogni mercoledì e sabato dal 4 Aprile al 31 Ottobre presso l'Arsenale della Repubblica di Amalfi, con inizio alle ore 21.

Per chi volesse ulteriori informazioni sullo spettacolo può visitare il sito ufficiale www.amalfimusical.it oppure la pagina Facebook, sempre aggiornata con le ultime novità e curiosità sulle rappresentazioni.

Alcune recensioni ricevute su quotidiani a tiratura nazionale:
"La musica dilaga. Un'esperienza emozionante". La Repubblica

"Gli spettatori saranno rapiti da un tale incanto". Il Mattino

"Travolgente! Un musical dal grande impatto emotivo". Roma"