venerdì 17 ottobre 2014

Teatro Scuderie Villino Corsini di Villa Pamphilj: la stagione


"Un teatro da "abitare", dove si cantano le immagini, si recita la musica, si suona il teatro, si danzano i libri" era l'obiettivo della passata stagione che si è ampiamente realizzato: fare del Teatro Scuderie Villino Corsini un'officina/laboratorio della creatività. Anche per questa nuova stagione, che prenderà il via domenica 12 ottobre, la programmazione seguirà le scelte artistiche che hanno caratterizzato i primi nove mesi di attività del nuovo spazio teatrale a cura del Teatro Verde e della Scuola popolare di Musica Donna Olimpia (foto sopra di Silvia Arosio)

Luogo di incontro cittadino, palcoscenico aperto, sede del "Centro di Orientamento ai mestieri delle arti", del "Centro Nazionale Osi-Orff Schulwerk – Musica in culla", dell'"Accademia dei Burattini - Centro studi teatro di figura": questo è oggi il Teatro Scuderie Villino Corsini a Villa Pamphilj.
Mantenendo il doppio binario di luogo sia di intrattenimento che di formazione, la direzione artistica punta a rafforzare l'idea di officina creativa/cantiere di idee: un luogo per sviluppare “progetti in corso” permanenti, rivolti in particolare alle nuove generazioni, al teatro ragazzi, al teatro per famiglie.

Uno spazio che accoglie e sostiene progetti e gestazioni, studi che poi abbiano prospettive all'esterno in festival, premi, vetrine; che sostenga e faciliti il percorso per arrivare al debutto dall'artista/compagnia professionista affermato a quello emergente, che utilizzi e viva la casa per far nascere, accudire e perfezionare un progetto artistico.

Sono previste infatti, nel mese di Novembre, quattro residenze teatrali: una dedicata a una produzione di teatro ragazzi, con bando per la selezione delle proposte, anteprima al Scuderie e debutto a Villa Torlonia; la seconda dedicata a una produzione di una giovane compagna, senza bando, selezionata tra le proposte delle tante realtà territoriali (professioniste) che già collaborano al Progetto Scuderie Teatrali dalla stagione precedente; la terza dedicata al vincitore del bando "drammaturgia contemporanea" che avrà come riconoscimento la residenza per la messa in scena; quarta, quella dedicata a chi "abita" quotidianamente il Teatro Scuderie Villino Cosini, una produzione Scuderie Teatrali, nata dall'incontro tra artisti e professionalità diverse che qui si sono incontrate.

Dopo 35 anni di attività a Roma e nel mondo e dopo 10 mesi di attività al Teatro di Villa Pamphilj, la direzione artistica ha avuto la conferma che l’intuizione era giusta e che il Teatro Scuderie Villino Corsini è la sede adatta per il “Centro di orientamento ai mestieri delle arti”. Un luogo dove fare, vedere, conoscere.

Tenendo in considerazione quello che è avvenuto in questo primo significativo periodo, gli incontri fatti, le persone che hanno vissuto la Casa, come le associazioni, realtà del territorio, cittadini, istituzioni, famiglie, insegnanti, scolaresche, nuove energie verranno impegnate per rendere le Scuderie Teatrali sempre più uno spazio di condivisione, un luogo per moltiplicare sviluppare e ampliare lo scambio di idee i progetti di gestione partecipata.

Garantendo sempre la qualità come condizione imprescindibile, quest’anno, ancor più che nella stagione passata, ci saranno spettacoli, performance, installazioni, che devono ancora nascere o che non hanno avuto ancora la visibilità che meritano. Non mancheranno tuttavia spettacoli già rodati, con nomi di rilievo. Nel cartellone ritroveremo le rassegne "Domenica a colazione" (per bambini e ragazzi, con spettacoli di prosa, burattini, concerti danza), "Spettacoli al tramonto" (con prosa, figure, concerti, danza), "Documentari e corti" e "Conversazioni Teatrali" (che lo scorso anno con Franca Valeri, Pino Strabioli, Mimmo Cuticchio hanno registrato un incredibile successo) - e le Mostre e installazioni che verranno allestite durante l'intera stagione.

Per la rassegna "Domenica a colazione" i più piccoli potranno ritrovare le storie più belle grazie a I racconti di Fernando di Maurizio Stammati, Cappuccetto Rosso di Augusto Terenzi, Le filastrocche di Julli con Massimiliano Maiucchi e Alessandro d'Orazi, Tacabanda Cantastorie di Gianni Silano, Giro intorno al mondo dedicato a Gianni Rodari, di Paolo Capodacqua, Tanto di cappello! con la regia Carlos Herrero, Il marchese di Cagliuso di Fioravante Rea, I Segreti del Teatro della Compagnia Teatro Verde, Il bosco delle Meraviglie, un gioco teatrale itinerante della Compagnia Artistidea...

Tra gli “Spettacoli al tramonto” segnaliamo My Arm, di Tim Crouch
con la regia Fabrizio Arcuri, L’ultima madre di Giovanni Greco, (tratto dall’omonimo libro edito da Feltrinelli), Finzioni in tre capitoli e una premessa di e con Fulvio Pepe, Teatro di Terra di Paola Berselli e Stefano Pasquini, (S)legati di e con Jacopo Bicocchi e Mattia Fabris, Eros e Thanatos di Serena Sinigaglia della Compagnia Atir.

Per la rassegna "Documentari e Corti" si proietteranno, tra gli altri, Hit the road nonna di Duccio Chiarini, Fuoristrada di Elisa Amoruso, La Carrera di Francesco Costabile e Assunta Nugnes, Wolf di Claudio Giovannesi la storia del figlio di un rabbino del ghetto di Roma vincitore del festival di Torino.

Come lo scorso anno, tutte le Mostre in programma verranno inaugurate con l'incontro dell'artista (o con il curatore della mostra) con il pubblico con un aperitivo e con la musica dal vivo a cura della SMP di Donna Olimpia. Tra le mostre o artisti già confermati ricordiamo: Simona Toscano, Federica Mereu, Corrado Olmi, l'Istituto Beni Marionettistici di Torino, Lucio Villani, Santuzza Calì. Intensa sarà anche la programmazione delle mostre inerenti ai mestieri e le arti performative, teatrali, visive.

Ricchissima sarà l’offerta formativa che mira ad informare e orientare ai mestieri delle arti grazie all'"Orto Teatrale: Coltiviamo Cultura, germogliano favole", ai Laboratori e formazione come il “Master Verde-Laboratorio teatrale/espressivo permanente - under 18", ai corsi di formazione e aggiornamento nazionale del "Metodo OSI-ORFF SCHULWUERK" e corsi di formazione e aggiornamento nazionale metodo “Musica in Culla”, al "Laboratorio di teatro e drammaturgia per adulti". Inoltre laboratori di cartapesta e gommapiuma, di danza e di voce, di percussioni e di suoni, di burattini e di marionette...

Quest'anno la programmazione si arricchisce della Rassegna permanente dei Cori, diretta dal Maestro Fabrizio Cardosa, in collaborazione con la Feniarco e con l’Associazione Regionale Cori del Lazio, con un appuntamento mensile con un concerto con le migliori formazioni corali del Lazio.

Presso le Scuderie il M° Cardosa inizierà a breve, inoltre, le audizioni di musicisti e cantanti per la composizione della nuova Orchestra e il nuovo Coro delle Scuderie.

La direzione artistica è di Veronica Olmi.

Del Comitato artistico fanno parte, oltre Veronica Olmi che lo presiede:
Andrea Calabretta, Barbara Tirelli, Anna Alfonsi (ragazzi, teatro di figura, eventi speciali)
Paola Anselmi, Stefano Ribeca, Francesco Galtieri (musica, danza, eventi speciali)
Eugenia Scotti, Valeriano Solfiti, Laura Rovetti (prosa, documentari, eventi speciali).

TEATRO SCUDERIE VILLINO CORSINI
Villa Doria Pamphilj - Largo 3 Giugno 1849 - 
(Via Aurelia Antica angolo Via di San Pancrazio - ingresso Arco dei Quattro Venti)

Info e prenotazioni
dal mercoledì alla domenica  10.30 - 18,30 tel. 06 5814176 - 06 5882034
scuderieteatrali@gmail.com