lunedì 16 marzo 2015

Beatrice Cenci Opera Drammatica: date e cast


Dopo la vittoria del concorso Domani, Forse Broadway al Teatro Greco di Roma, e la replica per la giornata contro la violenza sulle donne al Teatro Imperiale di Guidonia (Rm), torna in scena Beatrice Cenci Opera Drammatica, dal 15 al 19 Aprile 2015 presso il Teatro Greco di Roma (via Ruggero Leoncavallo, 10, per info biglietti chiamare il numero: +39 06 860.75.13 oppure scrivere a: beatricecenciopera@gmail.com).

Nella prossima pagina, tutte le info, con grandi nomi nel cast.

Scopriteli, cliccando sotto!

MUSICHE E ORCHESTRAZIONE: Simone Martino
LIBRETTO: Simone Martino - Giuseppe Cartellà
REGIA: Davide Lepore

BEATRICE CENCI: Sharon Alessandri
FRANCESCO CENCI: Giuseppe Cartellà
GIACOMO CENCI: Enrico D'Amore
LUCREZIA PETRONI VELLI: Mariagrazia Di Valentino
OLIMPIO CALVETTI: Luca Marconi
IL GIUDICE: Paolo Gatti
IL BARGELLO: Marco Manca
CLAUDIA (la donna moderna): Ilaria Deangelis
La voce del Monsignore: Franco Zucca

Tecnico del Suono: Willy Antico
Disegno Luci: Davide Lepore
Costumi: Laura Federico
Assistente ai costumi: Rita Pagano
Progettazione Grafica: Letizia M. Galli
Macchinista: Fabrizio Del Prete

Beatrice Cenci  Opera drammatica nasce da un idea dell’ autore Simone Martino, che ne compone le musiche originali ed in collaborazione con Giuseppe Cartellà ne completa la drammaturgia.
La Regia dello spettacolo è affidata a Davide Lepore, anche noto doppiatore Italiano
.
L’opera  è suddivisa in due atti e descrive la  brutale  storia  della famiglia “Cenci”  basata sui fatti realmente accaduti nel  XV secolo, in una Roma caratterizzata da violenza e promiscuità  di ogni genere.

La storia di Beatrice Cenci viene narrata con forza e  vigore, all’interno di una cornice profondamente umana che racchiude la realtà sugli abusi ai danni delle donne, e viene raccontata attraverso emozionanti musiche epiche ed appassionati dialoghi incalzanti, per sensibilizzare lo spettatore su questo argomento che ancora oggi occupa un posto di rilievo nei moderni  fatti di cronaca .

Un arco narrativo descrive il destino della giovane Beatrice “vittima esemplare di una giustizia ingiusta”, una presa di coscienza che trasforma la vittima in carnefice  condannandola a subire la pena capitale per  parricidio.

Lo spettacolo viene narrato da una donna contemporanea (Claudia), anche lei vittima di abusi e violenze, che rivive questa drammatica vicenda attraverso il diario di Beatrice.

L’opera prende posizione contro ogni forma di violenza e abuso  e auspica la fine di queste brutalità.
Lo spettacolo vanta la vittoria del Festival della Commedia musicale e Musical d’Autore “Domani forse Broadway” indetto dal Teatro Greco di Roma, rappresentato il 27 Maggio 2014.

Riceve il pieno consenso della giuria tecnica, con il Maestro Gino Landi alla presidenza, che insieme al grande entusiasmo del pubblico ne confermano la vittoria.


Attualmente è stato selezionato tra i finalisti del concorso “PRIMO  (premio Italiano del Musical originale)”.